Jump to content

fogueres

Moderatori
  • Content Count

    14,687
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    4

fogueres last won the day on September 19 2019

fogueres had the most liked content!

Community Reputation

55 Good

About fogueres

  • Rank
    Presidente
  • Birthday 07/26/1978

Contact Methods

  • Website URL
    http://

Profile Information

  • Gender
    Maschio

Recent Profile Visitors

1,447 profile views
  1. fogueres

    Champions League 2020/21

  2. fogueres

    F.C. TORINO

    Purtroppo temo che tu abbia ragione. Non dimentichiamo mai come nasce l’imprenditore Cairo, era un passacarte di Berlusconi.
  3. fogueres

    JUVENTUS

    Il Barcellona e il Real hanno perso con Getafe ecc. Possiamo pareggiare a Crotone
  4. fogueres

    F.C. TORINO

    Il fatto che sia bravo non lo metto in dubbio. Alla Samp ancora ricordano Zenga e la sua inettitudine. Il problema è che al di là del fatto che un allenatore sia un maestro di tattica poi devi pure gestire 25 giocatori. Questo Torino secondo me non può aspettare i tempi di Giampaolo, ha bisogno di un “manico” alla Gattuso. Il calcio del Torino era famoso per l’aggressività, la grinta. Invece Giampaolo è arrivato in un ambiente logorato dal rapporto Società- Tifoseria: o fai risultato subito oppure la tensione cresce.
  5. fogueres

    F.C. TORINO

    "Paghiamo la discontinuità nel lavoro, tra rinvio del match col Genoa per Covid e pausa per le nazionali. Quando troveremo uomini e possibilità di lavorare, risaliremo. Rincon non è un regista? Lui sa fare un po' tutto, non è un play classico ma è sempre dentro la partita. Poi abbiamo dovuto fare delle scelte in sede di mercato e abbiamo preferito investire in attacco con Bonazzoli. Il problema è imparare a fare le letture collettive. Mi ritrovo a commentare tre sconfitte, ma ora conta che i ragazzi continuino a credere in quello che facciamo. Servirebbe qualche punto per galleggiare meglio".
  6. fogueres

    F.C. TORINO

    Giampaolo oramai è diventato lo sfigato degli allenatori. Così competente da necessitare 5 anni per far assimilare il suo gioco ...
  7. fogueres

    JUVENTUS

    Rigore discutibile, rosso eccessivo... Comunque mi piace il lancio di giovani
  8. fogueres

    Serie A 2020-2021

    Pasolini era un genio assoluto. Eco pure ( secondo me). Intellettuali incredibili. C’è un’autodeterminazione derivante dal percorso individuale ma c’è pure quella primordiale che soprattutto sotto COVID qualcuno avrà dovuto fare (dico ahimè perché non è mai bello credo scegliere per necessità): metto Sky o investo in un corso di inglese per mio figlio?
  9. fogueres

    Serie A 2020-2021

    Esatto: il circo si deve ridimensionare e i soldi sono l’unico modo per farlo capire. Ora le società piangono i mancati introiti per coprire stipendi assurdi. Rivedano i contratti visto che i calciatori sono i diretti interessati. Se il circo crolla le società falliscono e loro non vedranno i soldoni. Il consumatore lato suo deve decidere cosa vuol fare, decidere le priorità.
  10. fogueres

    Serie A 2020-2021

    https://www.repubblica.it/online/politica/econsumo/econsumo/econsumo.html Lo sciopero dei consumatori della pasta Cunegonda di UMBERTO ECO IN LINEA di principio non è anticostituzionale che lo schieramento che ha ottenuto la maggioranza in parlamento proceda all'occupazione di enti e agenzie varie, Rai compresa. E' quello che si chiama "spoils system", usato anche in altri paesi. E' vero che i vincitori potrebbero dare prova di fair play tenendo conto di una minoranza che conta quasi la metà degli elettori, ma non si può chiedere buona educazione e sensibilità democratica a chi ha deciso di usare in modo spregiudicato una forza elettorale ottenuta legalmente. D'altra parte abbiamo avuto per anni una radiotelevisione interamente controllata dalla Democrazia cristiana, dove si misuravano addirittura i centimetri di pelle femminile esposti e non si assumevano redattori comunisti o socialisti, e il paese se l'è cavata benissimo, anzi, una televisione cosiddetta di regime ha prodotto la generazione più contestataria del secolo. L'unico inconveniente è che il capo del governo possiede le altre televisioni private, e lo "spoils system" conduce a un monopolio quasi totale dell'informazione (mentre se Bush mette dei repubblicani in tutti i gangli del potere, rimane una fetta consistente di giornali, televisioni, radio indipendenti a controllare il suo operato). Un incoveniente aggiunto è che il padrone di tutte queste reti ha una nozione (come dire?) abbastanza autoritaria del proprio ruolo padronale, come è stato dimostrato dall'invito che ha appena rivolto ai suoi direttori designati affinché liquidassero alcuni giornalisti che non gli vanno a genio. Questo è il fatto nuovo, nuovo rispetto agli usi degli altri paesi democratici e delle costituzioni scritte quando fenomeni del genere erano imprevedibili. Questo fatto nuovo, certamente scandaloso, richiede una risposta nuova da parte dell'elettorato non consenziente. Si è visto che i girotondi e le manifestazioni di piazza per questo servono poco: ovvero, servono a rinsaldare il senso d'identità di una opposizione smarrita, ma dopo (se questa identità è reale) si deve andare oltre anche perché, detto in termini tecnici, il governo dei girotondi se ne sbatte, ed essi non convincono l'elettorato governativo a cambiare idea. Quale mezzo di protesta efficace rimane dunque a quella metà degli italiani che non si sentono rappresentati dal nuovo sistema televisivo? Questi italiani sono tanti, alcuni milioni hanno già manifestato il loro dissenso, ma altri ancora sarebbero pronti a manifestarlo, se vedessero un modo veramente efficace. Rifiutarsi di guardare la televisione e di ascoltare la radio? Sacrificio troppo forte, anche perché, anzitutto, è legittimo che voglia guardarmi alla sera un bel film, e di solito non mi chiedo quali siano le idee del padrone di una sala cinematografica, e in secondo luogo è utile conoscere le opinioni e il modo di dare le notizie del partito al governo (se pure ci fosse una trasmissione sulla Resistenza gestita solo da Feltri, Er Pecora e Gasparri, ho diritto e desiderio di sapere cosa pensano e dicono queste persone). Infine, anche se fosse possibile, rifiutarsi di guardare tutte le televisioni sarebbe un poco come castrarsi per far dispetto alla consorte, perché si sceglierebbe, per opporsi alla maggioranza, di entrare a far parte di una minoranza totalmente all'oscuro di tutto. Di quale forza effettiva può disporre l'Italia che non accetta il monopolio televisivo? Di una potente forza economica. Basterebbe che tutti coloro che non accettano il monopolio decidessero di penalizzare Mediaset rifiutandosi di comperare tutte le merci pubblicizzate su quelle reti. E' difficile? No, basta tenere un foglietto vicino al telecomando e annotarsi le merci pubblicizzate. Si raccomandano i filetti di pesce Aldebaran? Ebbene al supermercato si compreranno solo i filetti di pesce Andromeda. Si pubblicizza la medicina Bub all'acido acetilsalicilico? Dal farmacista si compera un preparato generico che contiene egualmente acido acetilsalicilico e che costa meno. Le merci a disposizione sono tante e non costerebbe nessun sacrificio, solo un poco di attenzione, per acquistare il detersivo Meraviglioso e la pasta Radegonda (non pubblicizzati su Mediaset) invece del detersivo Stupefacente e della pasta Cunegonda. Credo che se la decisione fosse mantenuta anche solo da alcuni milioni di italiani, nel giro di pochi mesi le ditte produttrici si accorgerebbero di un calo nelle vendite, e si comporterebbero di conseguenza. Non si può avere niente per niente, un poco di sforzo è necessario, se non siete d'accordo col monopolio dell'informazione dimostratelo attivamente. Allestite banchetti per le strade per raccogliere le firme di chi s'impegna, non a scendere in piazza una volta sola ma a non mangiare più pasta Cunegonda. E chissà che sforzo! Si può fare benissimo, basta avere voglia di dimostrare in modo assolutamente legale il proprio dissenso, e penalizzare chi altrimenti non ci darebbe ascolto. A un governo-azienda non si risponde con le bandiere e con le idee, ma puntando sul suo punto debole, i soldi. Che se poi il governo-azienda si mostrasse sensibile a questa protesta, anche i suoi elettori si accorgerebbero che è appunto un governo-azienda, che sopravvive solo se il suo capo continua a far soldi. Questa forma di protesta sarebbe assolutamente legale. E' illegale incendiare un McDonald, ma in una rubrica di arte culinaria si può benissimo invitare i lettori a non mangiare i Big Mac e a preferire, che so, i Burger's King, così come li si avverte che il tale ristorante non è all'altezza dei suoi prezzi. Un critico cinematografico ha il diritto di raccomandare ai propri lettori di non andare a vedere un film che egli giudica orribile. Qualcuno a cui ho parlato di questa idea mi ha detto: "Ti accuseranno di luddismo, di minare il mercato, di danneggiare aziende." Per nulla. Io non consiglio di non comperare più filetti di pesce, bensì di non comperare quelli che fanno pubblicità sulle reti Mediaset. Il mercato della pasta continuerebbe a fiorire come prima, salvo che invece che cinque chili di pasta Radegonda e cinque chili di pasta Cunegonda si venderebbero sette chili di pasta Radegonda e tre di pasta Cunegonda. Se la pasta Cunegonda non avverte un calo di vendite, può continuare a fare pubblicità sulle reti Mediaset, altrimenti può farla sulle reti Rai (e spero che Baldassarre mi ringrazi). E' luddismo distruggere le macchine, non incitare a usare, tanto per dire, auto diesel invece che auto a benzina. Da più di vent'anni io non uso più l'automobile in città e invito tutti a fare altrettanto per non incrementare l'inquinamento e contribuisco però all'incremento dei mezzi pubblici. Ricordo che negli anni sessanta si era diffusa la voce che una certa marca di benzina finanziava un movimento politico da cui alcuni di noi dissentivano, e in autostrada semplicemente evitavamo di fermarci ai punti di rifornimento di quella marca e facevamo il pieno dieci chilometri prima o venti chilometri dopo. Non per questo (e neanche se lo avessero fatto tutti) è diminuita la libera circolazione automobilistica. Era forse luddismo e attentato alle industrie e ai commerci avvertire che non bisognava più acquistare prodotti spray che potevano contribuire al buco nell'ozono? La gente ha cominciato a manifestare sensibilità in proposito e le aziende produttrici si sono adeguate. Tutti continueremmo a essere ottimi consumatori, tranne che saremmo consumatori selettivi; il che è indice di maturità e motore di sviluppo economico. A nuove forme di governo, nuove forme di risposta politica. Questa sì che sarebbe opposizione. Vediamo quanti italiani si sentono di farla. Altrimenti la smettano di lamentarsi, e si tengano il monopolio dell'informazione. (20 aprile 2002)
  11. fogueres

    GLI AMATI E BENEACCETTI CUGINETTI

    Fa parte del progetto REMONTADA, è tutto previsto.
  12. fogueres

    TESSER

    Beh effettivamente con la razza scelta abbiamo poco da spartire
  13. fogueres

    TESSER

    Pordenone 12 Giocatori del Triveneto su 26 nella rosa del Pordenone, oltre al tecnico Tesser, di Montebelluna (foto sotto): Manuel Scavone (Bolzano), Mirko Stefani (Borgo Valsugana, Trento), Alberto Barison (Dolo, Venezia), Simone Pasa (Montebelluna, Treviso), Nicola Falasco (Piove di Sacco, Padova), Pietro Passador (Pordenone), Samuele Perisan (San Vito al Tagliamento, Pordenone), Filippo Berra (Udine), Giacomo Calò (Trieste), Luca Magnino (Pordenone), Davide Diaw (Cividale, Udine), Federico Secli (Udine)
  14. fogueres

    GLI AMATI E BENEACCETTI CUGINETTI

    Lassù hanno una tifoseria esigente.
  15. fogueres

    serie c 2020-2021

    Un presidente normale cosa vuol dire? A Terni non c’è un mondo imprenditoriale normale ma la TK + un minimo di piccola impresa spesso legata all’acciaieria. Negli anni di crescita sono state abortite o ostentate le iniziative “non allineate” con il contesto. E tutti che se la cantavano e se la suonavano autocelebrandosi senza motivo. Una società di calcio costa e parecchio pure se stai in serie C. Il settore giovanile non è stato mai particolarmente curato e quindi non hai neanche un serbatoio di giovani da lanciare.
×

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use. This site uses cookies to enhance the users' browsing experience and collect infomation about the site utilization. We use both technical cookies and third party cookies. If you continue browsing the site you accept the use of cookies; otherwise you can just leave the site.