Jump to content

fogueres

Moderatori
  • Content Count

    14,911
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    4

fogueres last won the day on September 19 2019

fogueres had the most liked content!

Community Reputation

65 Good

About fogueres

  • Rank
    Presidente
  • Birthday 07/26/1978

Contact Methods

  • Website URL
    http://

Profile Information

  • Gender
    Maschio

Recent Profile Visitors

1,639 profile views
  1. fogueres

    Serie A 2020-2021

  2. fogueres

    MILAN

    Sarà un caso ma da quando uscì il nome dell’allenatore tedesco come futuro tecnico il Milan è diventato squadra intorno a Pioli.
  3. fogueres

    MILAN

    Adoro Mandzukic. Grande personalità, esperienza. È un leader che mette sempre la squadra al primo posto. Se la Juventus avesse completato la famosa rimonta del Bernabeu a quest’ora ci sarebbe un mezzobusto dedicato a lui. Un uno stadio come gioco’ una partita clamorosa. Per dirne una.
  4. fogueres

    SAMPDORIA

    A proposito di un giocatore molto amato anche se genoano ed ex Inter stasera ho incrociato vicino casa Goran Pandev a piedi con il figlio. Non l’ho fermato perché era molto low profile con voglia di stare tranquillo. Difficilmente se incrocio un giocatore lo fermo: primo perché trovo invasivo fermare uno sconosciuto. Pandev poi da proprio l’impressione di essere molto semplice, senza atteggiamento da divo o cose luxury in vista. Visto giocatori di serie B meno umili. Solo un’eccezione ricordo : Trezeguet in tribuna allo Juventus Stadium. Al ristorante fra primo e secondo tempo la foto l’ho fatta: ma era Trezeguet
  5. fogueres

    E' morto Maradona???

    Anche secondo me. Gli aneddoti dei giocatori sono quelli che ti fanno un quadro più ampio di chi sono questi tizi che corrono in pantaloncini in tv.
  6. fogueres

    E' morto Maradona???

    Grande rispetto per il Panzer.
  7. fogueres

    INTER

    Sinceramente mi ha molto deluso per l’eliminazione in CL, soprattutto per la mancanza di autocritica. Lo dico da sportivo chiaramente...
  8. fogueres

    JUVENTUS

    Secondo me De Light è un grande giocatore e potenziale campione. Lo scorso anno è partito male ma si è ripreso. Idem ora quando ha giocato si è visto a livello di sicurezza. Bonucci è un ottimo difensore ma l’A/R con il Milan ne ha macchiato il percorso. Capitolo Lukaku: De Light sarebbe il giocatore ideale per uno spalla/spalla. Altri volano via
  9. fogueres

    JUVENTUS

    Rabiot a 7 milioni ha eliminato in pratica quasi tutte le possibili pretendenti. Idem Ramsey. Forse Paratici era rimasto scottato da Witsel però non è sostenibile dare questi stipendi a buoni/ottimi giocatori ma non campioni. Paratici in questo sembrava scemo ad un certo punto.
  10. fogueres

    E' morto Maradona???

    1988: partita d’addio al calcio di Michel Platini «Giocai quella partita in squadra con Maradona, nella selezione mondiale di Platini, contro la Francia. Era la prima volta che io e Maradona passavamo davvero del tempo insieme, per due giorni interi, legammo molto… A pranzo, prima della partita, Maradona mi fa: “Ho dimenticato le scarpe”. Io avevo un contratto con Puma, e in nazionale ho sempre dovuto giocare con le Adidas. E poiché stavo già andando al campo di allenamento, avevo con me anche le scarpe Adidas. Allora dico: “Diego, che numero di scarpe hai?” Dice “6½”. O “7”, non ricordo esattamente. Dico: “Senti, lo so che hai anche tu un contratto con Puma. Ma ho un paio di Adidas con me. Eccole”. Io tanto non le avrei indossate. Ma questo non ha infastidito Maradona. Dopo la partita, mi ha restituito le scarpe. Ma… le aveva allacciate in modo diverso! Non le allacciava in diagonale, ma in diagonale saltando un buco, poi ancora in diagonale, saltando un altro buco… Ho pensato tra me: se Maradona può giocare con un pizzo del genere, allora posso farlo anche io. E le ho lasciate allacciate così» «Sì. Le ho usate solo in nazionale e mai in allenamento, o in nessuna partita di Bundesliga o in nessuna partita di Coppa dei Campioni, per questo durarono più a lungo. La scarpa era ormai un po’ strappata. Ho giocato spesso con i buchi nelle scarpe, una cosa del genere è difficile da immaginare oggi. Ma al 35° minuto della finale, la suola della scarpa si rompe, cede. All’intervallo ho dovuto cambiare scarpe, anche il modello. Misi un modello che non conoscevo. Ecco perché non ho tirato io il rigore, in finale, ma Andi Brehme». «L’allacciatura di Maradona era più sciolta sul collo del piede. Era più comoda da indossare… ho ancora la scarpa a casa. E ho anche due maglie della Coppa del Mondo di Maradona». «Non voglio dire che eravamo amici. Ma eravamo davvero buoni amici di calcio. Ogni volta che ci vedevamo o giocavamo l’uno contro l’altro, ci abbracciavamo, non importa quanto fosse lontana la strada da fare. C’era un grande rispetto reciproco. Abbiamo… avevamo la stessa età. Ha vissuto come voleva e penso che gli sia piaciuto molto. Aveva bisogno di amore. Ma l’ha ricevuto anche da molte persone che hanno approfittato della sua debolezza. Ciò che mi ha reso davvero triste è stata la Coppa del Mondo 2018, quando faceva ginnastica in tribuna ed era chiaramente fuori di testa. Sono rimasto deluso dal fatto che lo consentissero. Ero proprio arrabbiato! Mi sono chiesto: perché nessuno si prende cura di lui? Mi ha fatto male. Non era il Diego che conoscevo». «Uno dei giocatori più veloci al mondo. Più veloce di Lionel Messi – e più esplosivo, direi, ma altrettanto forte nel dribbling. Spesso la palla è il più grande nemico di un calciatore. Maradona ha sempre obbedito alla palla. Ha dato tanto al calcio. Negli anni ’80 non ce n’era uno migliore di lui. Ronaldo e Messi sono su un livello simile. Ma né Messi né Ronaldo sono mai diventati campioni del mondo. E fa una gran differenza per me». Nel 2000 ci fu la partita d’addio di Matthäus allo Stadio Olimpico di Monaco. Forse quella partita salvò la vita a Maradona che era solo a Cuba, in una terribile crisi personale. L’invito lo salvò da se stesso. «Se solo sapessi quanto è stato difficile raggiungerlo! Si era chiuso ed era circondato dalle persone sbagliate. Per farlo venire facemmo muovere decine di persone, famiglia, amici, voli in business class… Ma per me era importante solo averlo con me. Una partita d’addio senza Maradona, era impensabile. Lui si divertì come un pazzo. Gli applausi, l’atmosfera, il rispetto degli avversari, dei compagni di squadra che gli davano la palla… Praticamente non poteva camminare per quanto era sovrappeso. Ma quanto amore, quanto divertimento! È stato tutto sensazionale. Sono sempre felice per gli altri quando stanno bene. E Diego si sentì di nuovo bene in quel momento». Infine Lothar ricorda le feste di Diego: «Siviglia, 1991. Maradona si era trasferito lì e la sua prima partita (dopo la squalifica per doping) fu un’amichevole contro il Bayern. All’una o mezza di notte Maradona disse: Vieni con me! Gli chiesi se potevo portare Raimond Aumann e Jan Wouters con me. Volevano festeggiare, e sì, eravamo in tre. Quella era festa pura! Quella era una festa “vera”! Dalle cinque del mattino Maradona ha ballato sul tavolo a petto nudo. Un pazzo! C’era la sua Claudia ed era davvero felice di poter giocare di nuovo a calcio. E’ andato avanti fino alle sette del mattino, dovevamo essere all’aeroporto per le nove. Aumann aveva chiesto a Maradona la sua maglia: alle sette e un quarto la maglia di Diego era davanti alla camera d’albergo di Aumann».
  11. fogueres

    JUVENTUS

    Aggiungo che è finita la pacchia cinese dove Pelle’ guadagnava 15 milioni di€ anno. Tetto salariale imposto dal Partito e fuga di giocatori. Il COVID-19 ha portato a un risultato fisiologico: non puoi pagare chiunque con cifre assurde o fuori mercato.
  12. fogueres

    JUVENTUS

    Nessuno discute il talento di Dybala. Circa Rabiot così come Ramsey mi sembra chiaro che la Juventus ha esagerato con lo stipendio sul principio che erano parametri zero: non valgono quelle cifre. Tornando a Dybala l’argentino deve fare i conti con due cose: - talento enorme però non costante - il calcio attuale senza la certezza del pubblico è destinato a un ridimensionamento negli ingaggi. Il Barcellona, squadra dal monte ingaggi monstre rispetto ai ricavi è arrivato a dover mettere in vendita fino al 49% del club ai fondi finanziari ( si è offerto, notizia Bloomberg): anni fa poteva permettersi di non mettere lo sponsor.
  13. fogueres

    INTER

    Stimo molto Conte perché lo considero il “creatore” della Juventus dei 9 scudetti. Dal ristorante da 100€ però umanamente mi è calato: all’Inter sta dando il peggio di se.
  14. fogueres

    JUVENTUS

    Concordo su Bonucci. In questo momento a fare da padrone sono gli indisponibili. Ad un certo punto secondo me i due centrali saranno De Light ( il pilastro) e Demiral. Bonucci è ottimo in impostazione ma in fase difensiva... Centrocampo manca la quadratura del cerchio...
  15. fogueres

    SAMPDORIA

    https://www.primocanale.it/notizie/genoa-distrutta-la-ferrari-di-marchetti-in-un-rocambolesco-incidente-a-pegli-226627.html
×

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use. This site uses cookies to enhance the users' browsing experience and collect infomation about the site utilization. We use both technical cookies and third party cookies. If you continue browsing the site you accept the use of cookies; otherwise you can just leave the site.