Jump to content

wild.duck

Members
  • Content Count

    9,541
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    17

wild.duck last won the day on January 8

wild.duck had the most liked content!

Community Reputation

320 Excellent

About wild.duck

Contact Methods

  • Website URL
    http://

Profile Information

  • Location
    Terni, zona Cardeto

Recent Profile Visitors

1,416 profile views
  1. wild.duck

    ORDINE PUBBLICO, DECORO URBANO

    Non ho fatto caso al punto incriminato con i negozi (ci sono passato di notte e non ci ho perso tempo) ma all'altezza del caos la larghezza di marciapiede più ciclabile mi sembra in effetti eccessiva. La ciclabile terni Narni naturalmente è un bel progetto
  2. wild.duck

    TOPIC DE QUELLI CHE NON SO ANNATI MALE

    ciclabile (di poche decine di metri) che finisce contro un muro a moncalieri e possibile soluzione
  3. wild.duck

    Addio Passaparola

    Ciao Passa.
  4. wild.duck

    TOPIC CINEMA

    Io quello di Tarantino l'ho visto senza sapere un cacchio di Manson, Polanski e compagnia bella. Pensa quanto può essermi sembrato fuori di testa quel film
  5. wild.duck

    ORDINE PUBBLICO, DECORO URBANO

    per capirci, per le strade solari i problemi apparenti erano che: 1) i pannelli vanno fatti tanto più resistenti del normale (ci devi passare sopra, almeno con le bici). Quindi costano di più 2) i pannelli non sono inclinati, quindi perdono una percentuale notevole di irraggiamento 3) i pannelli si sporcano perché ci passi sopra, senza pulizie continue il rendimento cala ulteriormente. In effetti credo che dopo qualche anno si sia visto che il rendimento è molto inferiore al previsto. Ma a prescindere, perché dovrei inventarmi i mostri per fare pannelli calpestabili o carrabili se ho tipo una quantità di solai di tutti i tipi, o di aree non coltivabili, per mettere i pannelli normali senza tanti cazzi, a parte che è fico? Nel caso delle mattonelle, mi piacerebbe capire se la soluzione di mettere delle mattonelle hitech è preferibile, come costi e come tutto, a piantare 30 alberi veri in giro o intorno alla città, o mettere tot piante in vaso, o inventarmi soluzioni verticali tipo questa http://www.modenatoday.it/green/installato-citytree-viale.verdi.html e così via. Anche perché sono almeno 15 anni che si sente parlare di queste mattonelle acchiappasmog.
  6. wild.duck

    ORDINE PUBBLICO, DECORO URBANO

    c'è un qualche studio costi / benefici di qualche posto in cui hanno fatto pavimentazioni del genere? Perché a occhio sembra una potenziale puttanata tipo le piste ciclabili o strade solari.
  7. wild.duck

    ORDINE PUBBLICO, DECORO URBANO

    Il Telamone fu poi trasportato a Terni tra il 554 e il 565, all’epoca delle ricostruzioni fatte in età giustinianea, dopo la sconfitta dei Goti ad opera di Narsete nel corso della battaglia di Tagina (l’odierna Gualdo Tadino). A Terni secondo Pagano avrebbe dovuto ornare la porta romana della città, demolita dai Goti. A supporto di questa tesi c’è la presenza di altri Telamoni a lato dell’arco d’ingresso delle porte cittadine romane, ben documentata fin dall’età ellenistica. Dalla villa di Adriano Il progetto non fu poi portato a termine o per l’arrivo dei longobardi o a causa di una delle tante alluvioni del Nera. cioè, mi pare sempre una teoria. Oltre che, per quanto che siamo una città di sfigati, che la consegna di sto coso gli sia andata corta a 200 metri dal traguardo perché improvvisamente è apparsa un'invasione di longobardi o un'alluvione del nera... boh. Oltre al fatto che anche all'epoca non avevo ben chiaro perché, se era stata destinata a Terni nel 600,magari pure pagata , ed era stata ritrovata a Terni, per lui stava bene a Perugia. Ma immagino siano questioni filosofiche che possono capire solo gli archeologi.
  8. wild.duck

    ORDINE PUBBLICO, DECORO URBANO

    sono stato a vederlo al volo per un quarto d'ora, e da quello che mi ha detto il tipo in biglietteria (che non è un archeologo) nei due giorni del trasloco e montaggio ha sentito un sacco di teorie da tutti gli archeologi che stavano lì. Tra le altre c'era questa idea che in realtà non avesse nessuna funzione realmente di sostegno, e che semplicemente facesse parte del set di telamoni (quindi non necessariamente solo due) che magari adornavano la tomba di qualcuno ricco sfondato. Immagino che quella che dici tu sia solo un'altra teoria, ma magari quando si collega Ryoga ci dice su cosa era basata e quanto era solida (perché alla fine se hanno trovato solo sta statua senza fonti epigrafiche o di altro genere, ogni teoria, compresa quella che la statua in origine stesse a Tivoli, è buona, immagino). Insomma, non credo che dal VI secolo Pagano sia risalito alla bolla di Bartolini dell'epoca con la consegna del pezzo.
  9. wild.duck

    ORDINE PUBBLICO, DECORO URBANO

    dall'articolo che avevano trovato pare il punto preciso fosse piazza domenico fontana o qualcosa del genere, in pratica sempre via xx settembre ma dritto per dritto, grosso modo, a via roma (quindi in una zona dove immagino passasse la strada flaminia che poi entrando in interamna diventava il cardo). Vicino porta romana, sì
  10. wild.duck

    ORDINE PUBBLICO, DECORO URBANO

    io ieri volevo capire dove cacchio avevano trovato sta statua di questo signor Telamone e mica ce la facevo. cercando piazza fontana terni sempre la Fontana di Piazza Tacito viene fuori. Che poi ieri parlando un momento con il bigliettaio mi diceva che una delle nuove teorie sarebbe quella della statua a ornamento di una tomba... che da quel poco che conosco di come ficcavano le tombe a quei tempi l'hanno pure trovato al posto giusto, credo. Ma come facevano anni fa in soprintendenza a dire con tanta sicumera che a Terni quel coso ci stava solo di passaggio?
  11. wild.duck

    ORDINE PUBBLICO, DECORO URBANO

    eh, si, vabbe' comunque ho scritto simili, mica uguali. Io la trovo una manifestazione moderna di pigrizia mentale, poi , appunto, sono opinioni
  12. wild.duck

    ORDINE PUBBLICO, DECORO URBANO

    nel senso che ti dicevo prima , se io ho un'idea geniale, ma poi continuo a fare sempre quello... che noia io al terzo quadro che vedevo così già m ero rotto le palle di gurdare roba così simile. Voglio dire, scrivi un po' "tagli fontana" su google immagini e vedi cosa esce... Certo, sono punti di vista
  13. wild.duck

    ORDINE PUBBLICO, DECORO URBANO

    peccato non aver pensato alla pisciata a piramide dopo aver mangiato gli asparagi, che avrebbe comunicato il desiderio del ritorno alle antichissime abitudini di cercatori raccoglitori. Avrebbe comunicato l'insofferenza alle dinamiche della società in modo sottile e meraviglioso
  14. wild.duck

    ORDINE PUBBLICO, DECORO URBANO

    io comunque diventai molto cinico anni fa sulla lettura di queste cose di arte moderna, anche se lì si parlava di teatro sperimentale. Andai a vedere sto spettacolo (tra l'altro una palla di due ore e rotti) e c'era un punto che mi aveva sorpreso perché c'era una specie di urlo muto che per me non c'entrava, drammaturgicamente, un cacchio con il resto. Cioè, l'urlo ci stava, ma non muto. Due giorni dopo mi ritrovo una delle attrici in un laboratorio che frequentavo e le chiedo di questo urlo con tutte le teorie che mi ero fatto per "giustificarlo". Lei mi fa "no, no, ma perché l'attrice aveva mal di gola quella sera, e allora aveva deciso di farlo muto". A quel punto ho smesso di farmi tante domande sul senso profondo di quello che vedo. Comunque io trovo che certe arti si "permettano" cose apparentemente assurde pure perché non devono fare i conti con una caratteristica con cui invece altre arti più "lunghe" si trovano a confrontarsi di continuo, e cioè la noia. Pensiamo a quanti registi, alla terza o quarta opera simile, sono morti per mancanza di idee nuove.
  15. wild.duck

    ORDINE PUBBLICO, DECORO URBANO

    mi sta bene, ma sarei curioso di vederlo l'esperimento che dico io. Poi voglio vedere quanta di questa ricerca dietro ogni quadro sia percepibile. Per me nessuno ci aveva mai pensato , bene , bravo... ma se dopo continua a fare 20 , 30 o 100 sgarri, lo trovo solo un modo facile di sfruttare una visione dell'arte che non condivido e non mi suscita emozioni. Nessuno ci aveva mai pensato... 50 anni fa.
×

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use. This site uses cookies to enhance the users' browsing experience and collect infomation about the site utilization. We use both technical cookies and third party cookies. If you continue browsing the site you accept the use of cookies; otherwise you can just leave the site.