Jump to content

Ferefere

Members
  • Content Count

    1,709
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

45 Good

About Ferefere

  • Rank
    Allenatore

Recent Profile Visitors

655 profile views
  1. Ferefere

    Ebola un altro affare?

    Stamo alla follia pura
  2. Ferefere

    Ebola un altro affare?

    https://infosannio.com/2020/05/25/e-se-il-lockdown-fosse-inutile-i-dubbi-del-virologo-silvestri/ (agi.it) – I lockdown totali contro il Covid-19 potrebbero non essere così utili: meglio chiusure parziali e mirate in caso di esplosione di nuovi casi. Lo sottolinea su Facebook il virologo Guido Silvestri, spiegando che “qui ogni giorno scopriamo cose nuove, e non è saggio rimanere della stessa idea quando cambiano i dati a nostra disposizione”. Per questo la visione ora è diversa: “Se il Presidente Conte o chi per lui mi avesse chiesto il 10 marzo 2020 un parere sul lockdown, avrei detto senza esitazione: “Sì, lo dobbiamo fare, qui e subito”. Perché in quel momento non avevamo altra scelta. Ora, due mesi dopo, sappiamo fortunatamente molte più cose sul virus e sulla malattia, ed è normale che, quando cambiano le informazioni a nostra disposizione, cambino anche le nostre opinioni”. Alcuni dei fatti chiave emersi in queste ultime settimane, spiega il virologo, sono che “la stagionalità sembra avere un ruolo molto importante nell’andamento della pandemia in specifiche aree geografiche”, e “l’immunità naturale potrebbe essere più facile da raggiungere a causa di cross-reattività dell’immunità cellulare con altri coronavirus”. Inoltre “non sempre le chiusure “totali” hanno dato risultati migliori delle chiusure parziali o limitate (vedi New York vs. Florida). I clusters più grandi di contagi avvengono in ambienti non protetti dalla chiusura (case di riposo, ospedali, famiglie, industria della conservazione della carne, ecc.), mentre i contagi in altri ambienti sono rari”. Senza contare “i danni psicologici della chiusura prolungata sui bambini e adolescenti”, per non parlare dei danni socio-economici. “Alcuni modelli epidemiologici” aggiunge Silvestri “che hanno previsto grandi benefici dalla chiusura potrebbero essere basati su dati iniziali incompleti e/o contenere errori metodologici”. E infine, “stanno emergendo terapie in grado di limitare la morbidità e mortalità da COVID-19”. Ognuno di questi punti, conclude, “meriterebbe un saggio di dieci o venti pagine che naturalmente non ho il tempo di scrivere adesso. Ma il punto è un altro. Il punto è che io non sono né pro-chiusura né contro-chiusura. Io sono solo pro-scienza, pro-evidenza, e pro-dati. Sono uno che si fa un mazzo cosi’ per studiare e comprendere la mole enorme di dati che emergono ogni giorno su COVID-19, e questo compito richiede, oltre a tanta competenza (non ce lo scordiamo, signori virologi della domenica!), anche una notevole apertura mentale ed onestà intellettuale”.
  3. Ferefere

    Ebola un altro affare?

    Vero, a me invece preoccupano mille volte di più quelli che per non sottostare alla regole della "movida" al tempo del covid preferiscono fare cene a casa con amici a parenti, senza guanti e mascherine di sorta e ancora peggio in luoghi chiusi.
  4. Ferefere

    Ebola un altro affare?

    https://www.laprovinciacr.it/news/italia-e-mondo/249512/coronavirus-san-matteo-pavia-pronti-a-nuovo-studio-su-plasma.html PAVIA (12 maggio 2020) - Il Policlinico San Matteo di Pavia sta per avviare un nuovo studio sull'utilizzo del plasma iperimmune contro la Covid-19, dopo che i risultati di un primo progetto pilota sono stati 'interessanti'. Lo ha affermato Alessandro Venturi, presidente del Policlinico San Matteo di Pavia, durante un’audizione della Commissione Sanità del Senato. Abbiamo condotto uno studio pilota su 46 pazienti, i cui risultati, che sono molto interessanti, saranno pubblicati su Jama. Ora ci dedicheremo a un progetto più ambizioso di cui stiamo parlando con Aifa e Iss». Anche i donatori asintomatici, ha aggiunto Venturi, hanno gli anticorpi neutralizzanti, che potrebbero avere un effetto contro il virus. «Lo sappiamo da uno studio su mille donatori di sangue della zona rossa - ha spiegato -. Il 24% degli asintomatici aveva gli anticorpi, e una parte di questi li aveva in quantità utilizzabili. I costi della terapia con il plasma sono alti, ha aggiunto Venturi, ma abbiamo un altro tema da affrontare: la quantità di anticorpi presenti nei guariti non permane a lungo, il bancaggio di questo plasma, la possibilità di stoccarlo, è una possibilità che non dobbiamo lasciarci sfuggire».
  5. Ferefere

    Ebola un altro affare?

    https://www.umbriaon.it/covid-umbria-zero-casi-nelle-ultime-24-ore/ In isolamento domiciliare ci sono invece 690 persone (incremento di 18 unità rispetto a martedì mattina, relativo alle indagini epidemiologiche sulle recenti positività riscontrate), mentre coloro che non devono più sottostare alla ‘misura’ sono in totale 18.677, ovvero 312 in più nelle ultime 24 ore. Oggi 18 positivi ai sierologici entrano in isolamento domiciliare
  6. Ferefere

    Ebola un altro affare?

    Idem
  7. Ferefere

    Ebola un altro affare?

    Chiaro, come anche chi risulta negativo al tampone dovrebbe fare pure il test sul siero per capire se ce lo ha avuto.
  8. Ferefere

    Ebola un altro affare?

    Chiaro, solo che i tamponi come i migliori test sierologici sono sensibili tra il 96 e il 99% e specifici al 90%, per cui sono anche loro distanti dal dare certezze assolute sull' infezione, oltre a essere un test molto operatore dipendente e quindi con falsi positivi e ancor più falsi negativi.
  9. Ferefere

    Ebola un altro affare?

    Quindi i test sierologici (anche i 150000 che sta per fare il governo) non hanno alcun valore diagnostico pur essendo certificati dall'UE e avendo una affidabilità superiore al 95%
  10. Ferefere

    Ebola un altro affare?

    Qualcuno sa, per caso, se coloro che sono risultati positivi ai test sierologici (anche fatti privatamente) ma negativi ai tamponi vengono poi conteggiati tra i guariti ufficiali?
  11. Ferefere

    Ebola un altro affare?

    Se parliamo dei test rapidi (quelli da fare col pungidito) il costo sarebbe intorno si 5 euro per la regione. Per fare quelli col prelievio (tipo Abbott) il costo sarebbe intorno ai 40, ma qua il problema è che un solo laboratorio dei venti certificati dalla regione ha il macchinario necessario.
  12. Ferefere

    Ebola un altro affare?

    Fare un'indagine di immunoprevalenza secondo molti medici tra cui quelli dell' ISS, dovrebbe essere la priorità in questa fase 2. Servirebbe a capire meglio come procedere per le successive fasi, così si rimanda un aspetto fondamentale della lotta al virus solo alla volontà o possibilità dei singoli di fare i test.
  13. Ferefere

    Ebola un altro affare?

    Una vaga idea ce l'avrei. Comunque quello ci può stare, è impensabile che si facessero carico di oltre 800.000 test ma avrebbero potuto comprarne 50.000 da fare gratuitamente alla popolazione sulla base di un criterio di distribuzione geografica, ma sarebbe stato troppo bello..
  14. Ferefere

    Ebola un altro affare?

    https://www.ilfattoquotidiano.it/2020/05/05/il-coronavirus-e-andato-via-il-tampone-lo-conferma-ma-quanti-potevano-avvantaggiarsi-facendo-come-me-il-test-sierologico/5792218/
  15. Ferefere

    Ebola un altro affare?

    Lombardia: acquisto di 500mila test dalla Diasorin di Saluggia (Vercelli), che ha sviluppato il suo test in collaborazione con l’ospedale San Matteo di Pavia. Possibile anche farli privatamente, ma non è ancora disponibile l’elenco delle strutture. Piemonte: vengono effettuati sul personale sanitario, lo possono richiedere i datori di lavoro per i dipendenti delle proprie aziende e lo possono fare anche i cittadini privatamente, ma ancora non si sa dove e come. Toscana: 500mila test dalla Diesse di Siena. Non è possibile farli privatamente. Emilia-Romagna: 300mila, ma non ha ancora deciso da chi acquistarli. Non è possibile farli privatamente. Campania: 350mila test. È possibile farli privatamente. Lazio: test su operatori sanitari, Rsa, forze dell’ordine e farmacisti, e anche privati cittadini. Veneto e Puglia: non utilizzeranno i test sierologici. Viva l'autonomia
×

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use. This site uses cookies to enhance the users' browsing experience and collect infomation about the site utilization. We use both technical cookies and third party cookies. If you continue browsing the site you accept the use of cookies; otherwise you can just leave the site.