Vai al contenuto

Castrino

Members
  • Numero contenuti

    283
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni Vinti

    1

L'ultima giornata che Castrino ha vinto risale al 14 Maggio

Castrino ha ottenuto più mi piace in un giorno nei suoi contenuti!

Reputazione Comunità

12 Neutra

Su Castrino

  • Rango
    Magazziniere
  1. Castrino

    CASTRINO INTERVISTA UN PO' TUTTI

    Terni, 14 Agosto 2018 In questa giornata uggiosa di metà agosto, la notizia che sconvolge è il nuovo campionato di serie B ridotto a 19 squadre, il che oltre ad essere ridicolo è estremamente pernicioso anche per il futuro. Faccio un esempio, se il prossimo anno si trovassero in difficoltà economiche altre squadre, si ridurrebbe ulteriormente il numero delle partecipanti al campionato ? Alla fine la serie B non esisterebbe più, è questo quello che vogliono gli alti soloni che decidono unitariamente le regole di bazzica ? E’ vero purtroppo siamo al ridicolo e al peggio non c’è mai fine. Sebbene oggi corra il particolare periodo estivo abbiamo lo stesso pensato ad intervistare i nostri amici opinionisti i quali ci hanno risposto dalle più svariate località in maniera quasi unanime. Provo a fare un sunto stringato di quello che pensano e delle risposte che mi hanno dato. Che ne pensate del campionato di serie B a 19 squadre con 3 promozioni e 4 retrocessioni ? Ivanhoe: Sono deluso e amareggiato in primis come giornalista e in secondo luogo come sportivo e amante delle Fere. Devo riconoscere alla nostra dirigenza che hanno compiuto tutti gli atti possibili per il ripristino della legalità, ma non è facile sbrogliare questa matassa. Ci si avvia verso un campionato di B a 19 squadre, ma non è ancora detta l’ultima parola, forse ci sarà un rinsavimento da parte delle istituzioni preposte e probabilmente a una nuova decisione che sia coerente con la normativa attuale. TeleLucashow: In questo periodo quando sta per iniziare il campionato di serie A sono preso più che altro dagli ultimi acquisti delle squadre blasonate che dalle beghe della B. Anche io sono rimasto basito da una decisione che non è razionale ed è priva di motivazioni plausibili. Certo si può ridurre la serie B a 19 squadre, ma tale decisione va presa per tempo e va discussa nelle sedi opportune. Voglio ricordare alle 19 squadre di B che oggi è vero potranno dividersi un gruzzolo più ampio, ma vorrei ricordare che tra dodici mesi 4 di esse parteciperanno al torneo di Lega Pro, e i benefici di oggi verranno vanificati domani. Riflettete presidenti della B, riflettete. MaxiMinimo: Mi hai raggiunto telefonicamente mentre sto al mare sotto l’ombrellone a fumarmi il mio solito sigaro toscano, aspetta finisco di spalmarmi la crema abbronzante, così quando torno a Terni, con la mia abbronzatura color nocciola faccio invidia ai miei colleghi giornalisti toh... Dicevi che ne penso di questo scempio ? Non è possibile che certe conclusioni siano decise da pochi a discapito di molti. La cosa puzza di bruciato, e non è certamente il mio sigaro, forse in seguito capiremo quale sono le motivazioni segrete che hanno determinato simile decisione, e forse scopriremo qualcosa in questo momento impensabile. Chissà quali interessi ci sono sotto e chi li ha promossi ? Non ci vedo niente di buono, c’è puzza di marcio. MaxiMassimo: Basta ! E’ ora di finirla ! Non era mai accaduto una cosa così abominevole che fa a pugni con la logica. Questo mondo mi disgusta e certe scelte non faranno altro che allontanare i tifosi dagli stadi. Sembra già tutto scritto, sembra già tutto deciso, comprese le papabili alla vittoria finale che potete giurarci saranno Palermo e Verona e forse il Crotone, mentre tutte le altre si troveranno a destreggiarsi nelle parti basse della classifica, cercando di evitare la retrocessione. E i soliti arbitri, manovrati dall’alto saranno ben felici di facilitare il compito a queste realtà metropolitane. Purtroppo le provinciali, non hanno alcuna possibilità di confrontarsi con queste formazioni, a proposito piacerebbe sapere a quanto ammontano i debiti di costoro e perché non si è indagato a fondo per i loro deficit “mostruosi”. Tanto fatta la legge, trovato l’inganno, in caso di fallimento comincerebbero naturalmente dalla lega Pro, visti i precedenti che possono vantare… LauDivina: Ciao caro, sto facendomi una sauna rilassante e poi mi aspetta un massaggio tonico, ti sto rispondendo da una Spa di un albergo a 5 stelle, dove sono tutti carini e gentili. E poi il mangiare è divino, pensa oggi per colazione ho bevuto tè verde, con crostatina fatta come la faceva nonna, squisita, e cornetto profumato ai frutti di bosco. Sai da questo paradiso non mi sposterei più, ma il tempo è tiranno, corre troppo velocemente e i benefici di oggi saranno un lontano ricordo domani. Mi fai una domanda triste e malinconica. Io nel centro benessere mi ero dimenticata di tutto, ma tu mi hai riportato alla realtà. Ciò che hanno perpetrato è un obbrobrio, non è comprensibile a meno di interessi superiori che ora sfuggono ai più, ma domani saranno palesi e noi saremo pronti a denunciare. Penso alle ripercussioni che si porteranno avanti nel tempo, e magari domani quando la giustizia ci darà ragione, chi ci ripagherà del danno subito ? Concordo con quanto detto, tutto ciò non farà altro che allontanare i tifosi dagli stadi, ma come si fa a prendere simili decisioni che fanno a pugni con ogni senso logico ? Alla fine qualcuno pagherà per tutto questo scompiglio provocato. AltroLuca: Come si fa a programmare una stagione quando le regole tra serie B e Lega Pro sono tanto differenti ? Come si fa a dire ad un atleta, guarda siamo in C, ma potremmo essere ripescati in B ? Oppure ti metto sotto contratto secondo i parametri della Lega Pro, salvo poi revisionare il tuo ingaggio se saremmo ripescati in serie B ? Siamo al 14 Agosto, quando tutto dovrebbe essere già sistemato e chiarito e le squadre dovrebbero soltanto pensare a programmare l’imminente stagione. Siamo alla paranoia totale, meglio pensare agli acquisti fin qui decisi dalla società, e posso dire che i nuovi arrivi sono di prim’ordine. Se il direttore d’orchestra saprà armonizzare i vari atleti, potremo disputare un buon campionato qualunque sia la serie prevista, ma con qualche ritocco importante (Chiaretti del Cittadella ?), diverremo anche competitivi. EradiMaggio: Vittoria e Vittoria sia. Questo nome a me tanto caro mi induce all’ottimismo. Non posso pensare che il format della B sia ridimensionato a 19 squadre. Questo è uno scherzo e anche di cattivo gusto, non è possibile che un ottuso burocrate possa decidere su centinaia di appassionati che amano il calcio e che si vedono ridimensionare per una scelta visionaria del problema. Siamo alla frutta ma per fortuna non ci fermeremo e si continuerà la nostra battaglia nelle sedi opportune fintanto che non otterremo giustizia. GigiManidifata: Sembrerei di parte se dicessi che il torto subito dalle Fere è di proporzioni cosmiche. Non è possibile che 19 squadre di B possano avallare certe decisioni, si andrà sicuramente verso una sospensione dei campionati Serie B e serie C, fintanto non si troverà la quadratura che renda giustizia a tutti. Duole dire che siamo arrivati all’anno “zero” del nostro calcio, il quale ha bisogno di regole certe che non vanno cambiate secondo il vento che tira. Siamo increduli di quanto verificatosi ma nello stesso tempo fiduciosi per un ripensamento che auspichiamo renda giustizia a tutti e sia prontamente approntato. Valettini: caro Castrino, hai dato fastidio anche ai nostri anchorman, che stanno giustamente godendo delle meritate ferie, però in fondo ti dico che hai fatto bene perché così abbiamo una visione a 360 gradi del problema. Vuoi la mia opinione ? Andremo verso un nuovo calendario a 22 squadre, sono troppi gli interessi in gioco, e questo giocattolo (scusa il ripetere delle parole) non può rompersi per l’ottusità di pochi. A breve ci concentreremo sulla serie B io sono più che ottimista, certe regole approntate in tutta fretta sono destinate a durare il tempo di un battito di ciglia, la giustizia per forza alla fine trionferà. Tutto ciò però serva da lezione a chi di dovere, non vogliamo più trovarci in seguito “...tra color che son sospesi...” come in questa malinconica e triste estate 2018. Grazie amici del vostro arguto pensiero e buon ferragosto a tutti.
  2. Castrino

    CASTRINO INTERVISTA UN PO' TUTTI

    Terni, 13 Agosto 2018 Sassuolo - Ternana 5-1 Arbitro il Sig. Gianpaolo Calvarese di anni 42 di Teramo. Troppo forte il Sassuolo o troppo deboli le Fere questo è il dilemma ? Certo qualcuno dirà che è calcio di agosto, e quindi poco veritiero, però se il buon giorno si vede al mattino, cominciamo a preoccuparci, perché l’inizio non è dei più esaltanti. Se anche Giggino dice che a questa squadra mancano ancora 6/7 elementi, evidentemente anche lui nutre qualche preoccupazione (lecita) come le abbiamo noi (più che lecite). Si dice che manchino degli attaccanti da affiancare a Dany, e lo credo anch’io, non dimentichiamoci che sono gli attaccanti che ti portano in alto, il Parma è andato in serie B con i gol di Calaiò, Cissè, e Mazzocchi, come il Foggia ha raggiunto la promozione dalla C alla B con le realizzazioni di Mazzeo, Sarno e Chiricò, mentre Brighenti, Scappini e Maiorino con i loro 36 gol portano la Cremonese in B. Perchè non si prova a far spese tra i calciatori delle squadre non ammesse al prossimo torneo di B o scandagliando tra gli atleti più promettenti della Lega Pro ? Manca poco al termine del calcio mercato, a parte la finestra che rimarrà aperta per le squadre ripescate ma noi dovremmo pensare al presente (Lega Pro), e potenziare l’organico con quegli elementi che dovrebbero fare al caso nostro per il campionato a cui in questo momento siamo destinati, salvo rigettarsi sul mercato in caso di un improbabile ripescaggio. Sappiamo delle frizioni tra Giggino e Nilo, ma serve passare sopra a simili attriti e pensare e lavorare in sinergia per l’obiettivo comune. Siamo agli inizi, non lasciamoci andare ad inutili nervosismi, dobbiamo costruire una squadra competitiva, che qualunque sia il campionato a cui saremo destinati, sappia far bene. Mi punge vaghezza che lo scorso campionato sia stata dilapidata una ricchezza la cui enormità non è stata ancora compiutamente compresa da alcuni, condannandoci a questa estate tribolata, cosa che non era riuscita nemmeno alla presidenza precedente, il che è tutto dire. Almeno serva di lezione a chi decide e promuove il calcio da queste parti...
  3. Castrino

    CASTRINO INTERVISTA UN PO' TUTTI

    Terni, 12 Agosto 2018 Prima della gara di coppa Italia... Italiani, combattenti, volevo dire cittadini di Terni, anzi mi correggo, tifosi delle Fere, in questo momento che forze plutocratiche si sono dichiarate ostili alle nostre richieste, noi abbiamo deciso che l’ora delle decisioni irrevocabili è giunta, il ricorso è già stato consegnato dai nostri avvocati nelle sedi opportune, per avere giustizia ed essere riammessi nel calcio che conta. Oggi siamo decisi ad affrontare i rischi e i sacrifici di questa nuova guerra e impugneremo tutte le armi legali a nostra disposizione, per risolvere il problema. La parola d’ordine è una sola “VINCERE E VINCEREMO”, per dare finalmente un lungo periodo di pace e tranquillità a questo martoriato e poco convincente mondo del calcio, dove le regole vengono scritte e disciplinate da chi prima si alza al mattino, premiando soprattutto i mattinieri. Adesso però concentriamoci sull’incontro di oggi, dove faremo vedere di che pasta siamo fatti cercando di tirare fuori il meglio di noi stessi e strabiliando lo stesso pubblico di serie A. Sempre al fianco dei nostri magnifici colori (almeno fin tanto che non si trovi qualcuno che mi sganci 5 milioncini) il vostro amico Bandux.
  4. Castrino

    CASTRINO INTERVISTA UN PO' TUTTI

    Terni, 9 Agosto 2018 In merito al dissidio tra Giggino e Nilo… Si narra che i due focosi galletti abbiano bisticciato per motivi che ai più sono sembrati futili. Ora vi racconto come sono andati i fatti: Giggino che ama molto le caramelle, ne ha una scorta sempre a portata di bocca. Nilo che da buon calabrese sa cogliere le occasioni al volo, quando ha visto il materano dove le nascondeva, non ci ha pensato due volte, si è intrufolato nella dispensa e zac, con un colpo da lestofante non è che ne ha presa una piccola manciata, ma gli ha saccheggiato l’intera dispensa. Quando Giggino è andato a fare rifornimento trovando il contenitore vuoto, non ci ha visto più e andando su di giri ha cominciato ad inveire contro chi aveva perpetrato lo scippo. Ha iniziato a blaterare, a rompere piatti e bicchieri, a inveire contro tutto e tutti e poi non pago di aver scaricato dal cielo tutti i santi del paradiso, ha iniziato una speciale ricerca su chi avesse potuto compiere tale misfatto. Ha cominciato a vagliare i vari profili, cominciando dal match player analyst il quale poveretto aveva un alibi di ferro, si trovava a casa sua e nell’ora del presumibile misfatto era andato a prendere il gatto per portarlo dal veterinario, in quanto aveva ingerito un topo più grande di lui. Poi ha interrogato il preparatore dei portieri, il quale ha giurato e spergiurato che aveva passato tutto il tempo ad allenare i portieri (alibi confermato da quest’ultimi); Gli stessi alibi intoccabili li avevano il Club Manager, l’intero staff sanitario, l’allenatore in seconda e l’addetto al recupero degli infortunati. Poi a Giggino è venuto in mente di chiedere al medico nutrizionista e dietologo se c’era qualcuno che avesse avuto disturbi di stomaco, e il medico prontamente gli aveva parlato di Nilo che la sera prima aveva mangiato troppo pesce e si sentiva l’alito pesante. Al che è andato di corsa da Nilo e gli ha detto “perchè mi hai rubato le caramelle ?” prendendolo a spintoni, al che Nilo ha reagito con un piccolo calcetto sugli stinchi, mentre professava (invano) la propria innocenza. Al che Giggino non ci ha visto più, sono volati paroloni irripetibili, sputacchi da una parte e dall’altra, fintanto che non è dovuto intervenire il Presidente, il quale dall’alto della sua autorità ha riportato la calma tra i due galletti con le penne ancora arruffate. Poi chiamandoli ad un più ragionevole self control, li ha redarguiti, dicendo che dei seri professionisti non dovrebbero litigare per delle caramelle, e regalando a Giggino una confezione di Tic Tac e a Nilo delle pastiglie digestive da masticare lentamente. Ristabilita la pace, entrambi sono tornati alle proprie occupazioni, felici e contenti...sebbene ancora rancorosi tra di loro. E questo è quanto si è potuto apprendere...
  5. Castrino

    CASTRINO INTERVISTA UN PO' TUTTI

    Terni, 7 Agosto 2018 Ternana in B, anzi no, e siamo ai soliti bizantinismi italiani. L’Italia patria del diritto ora più che mai a causa di persone e apparati burocratici è diventata nemica dei diritti anche i più evidenti e fondamentali soprattutto per indolenza e trascuratezza delle istituzioni. Ora al di là delle norme di diritto di cui sono a digiuno, a questi soloni che governano il calcio in Italia, vorrei suggerire una soluzione che soddisfi le attese di tutti. In questo momento le squadre che partecipano al torneo di serie B sono 19, come ultima defezione dopo Bari e Cesena, viene escluso anche l’Avellino. Bene io ho trovato in pochi minuti una soluzione semplice ad un problema apparentemente impossibile da risolvere, cioè portare il campionato di B a 25 squadre includendo le ultime 4 retrocesse dello scorso campionato (Entella, Novara, Vercelli e Ternana), e le due di C Catania e Siena. Le promozioni in A resterebbero sempre 3 mentre le retrocessioni diverrebbero 6, così che il prossimo torneo di B si tornerebbe a 22 squadre. Le gare complessivamente diverrebbero 48 (sei in più di ora), una squadra durante il torneo riposerebbe, e gli incontri dovrebbero disputarsi sia di sabato che di martedì, ci sarebbe più spettacolarità e attrattiva, ne guadagnerebbero anche le società con un introito maggiore dei diritti TV e sicuramente ci sarebbe più occupazione tra i calciatori, in quanto le società dovrebbero mettere sotto contratto un numero maggiore di atleti. Ecco l’uovo di Colombo che permetterebbe di approntare una situazione apparentemente complicata in maniera semplice e costruttiva. Chissà che ne pensano i nostri amici burocrati che governano il calcio in Italia ?
  6. Castrino

    CASTRINO INTERVISTA UN PO' TUTTI

    Terni, 6 Agosto 2018 Ciao a tutti, oggi sono tornato dalle vacanze e in verità vi dico che ho visto cose che voi miscredenti tifosi, ammalati di fere, non potreste minimamente immaginare. Corpi di fanciulle scolpite come navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione e ho visto bikini in cui la parte superiore veniva allacciata al contrario lasciando intravedere una generosa parte della bellezza femminile e slip così ridotti da scoprire interamente le parti posteriori; i miei occhi mi si sono incrociati e diventati come raggi B balenanti nel sole vicino alle porte di Tannehauser. E tutti questi magnifici momenti speriamo che non andranno dimenticati nel tempo come lacrime nella pioggia...rimanendo scolpiti nella memoria fin quando arriverà il tempo di morire… Frase scopiazzata e leggermente modificata detta dal replicante Roy Batty nel magnifico film di fantascienza “Blade Runner” di Ridley Scott. Bene, eccomi qua, devo essere sincero tra TFN, LEGA, FIGC, CONI non ho capito un emerito tubo, forse dopo che ci saremo rivolti al TAR del Lazio, al CSM, al Tribunale penale Internazionale dell’Aia, alla Corte Internazionale di Giustizia fino ad arrivare alla Sacra Rota, noi chiederemo giustizia a tutti e non saremo soddisfatti fintanto non l’avremo ottenuta, passassero anche 10 anni. Sì però nel frattempo i calendari si faranno e saremo anche chiamati a disputare le partite in un campionato meno nobile di quello che impietosamente abbiamo lasciato, (the show must go) e per gravi colpe mai completamente dimenticate. Permettetemi una leggera disquisizione, ma non sarebbe meglio lasciar perdere (tanto nel frattempo gli alti soloni che governano il calcio hanno già deciso sui nomi nobili da ripescare, e noi nobili di certo non lo siamo) e concentrarsi sul campionato che dovremo disputare che è stato ampiamente meritato ? Veniamo al concreto, due incontri ufficiali disputati e un’amichevole finiti nei tempi regolari con due pareggi e una vittoria, era da tempo immemorabile che non riuscivamo a superare i primi turni di Coppa Italia e questo ci lascia ben sperare per il prosieguo della stagione che speriamo sia pregna di soddisfazioni. La rosa attuale è abbastanza competitiva, con qualche ritocco che a detta del Mister dovrà arrivare in settimana, aggiungeremo più tasso tecnico e validi sostituti. E’ vero siamo ancora wip (work in progress) e può darsi che tra arrivi e partenze avremo una squadra completamente rinnovata ed estremamente competitiva per affrontare le gare di C, come vuole il nostro mentore Bandux. Io mi fido di Nilo, e della sua competenza, certo se riusciva a portare a bordo anche Troiano, sarebbe stata la classica ciliegina sulla torta, però mai dire mai. Mentre l’inizio del campionato incalza, c’è qualcuno che sa dirmi se potremo seguire le gare in trasferta da qualche emittente privata ? Per me povero vecchietto il tempo delle trasferte è tramontato ma la passione per i nostri colori non è mai venuta meno, anche se i capelli bianchi hanno preso il sopravvento sui neri. Seguire la squadra del cuore anche nei difficili incontri esterni, sarebbe una meravigliosa scusa per non accompagnare mia moglie a fare gli shopping compulsivi, e il che non sarebbe di poco conto...
  7. Castrino

    CASTRINO INTERVISTA UN PO' TUTTI

    Terni 18 Luglio 2018 Si ricomincia con il pianto del coccodrillo... ...potrei anche decidere di vendere la squadra (5 milioni di euro la prima richiesta si accettano offerte sia al rialzo sia al ribasso)… ad un imprenditore che abbia la possibilità di fare meglio di quanto non abbia fatto io...(certo non è che ci voglia molto, retrocessione ampiamente annunciata ed ultimo posto in graduatoria). Lo scenario che si preannuncia ha gettato nello scoramento chi i tifosi ? Ma manco per idea, il pensiero di ricominciare una nuova avventura dalle serie inferiori è stato ampiamente richiesto dalla gran massa dei supportes, che pur di vedere la propria squadra liberata da una occupazione straniera firmerebbe per ricominciare dalla serie D. Allora chi si sentirebbe orbo di un patron sì munifico e allo stresso tempo estremamente fragile e permaloso nei confronti di chi non lo ama ? Ma è presto detto: Il Presidente che ha un feeling consolidato nel tempo; L’allenatore che guarda caso ha un contratto di 3 + 2 (caso unico in Italia); L’allenatore in seconda le cui ambizioni sono quelle di scavalcare l’allenatore in prima; Il D.S. il quale finalmente ha un contratto continuativo di 2 anni; Il preparatore dei portieri (ma fin’ora in organico ne abbiamo solo uno + un ragazzo); Il match player analist, figura che non si sa bene a cosa serva; I collaboratori tecnici che sicuramente confliggeranno con il match analist e gli allenatori; Il preparatore atletico che filosofererà sulla differenza tra i campi in erba e i sintetici; Il club manager che visti i precedenti avrà rapporti continui con i refereè; Lo staff medico composto da: medici, nutrizionisti, dietologi, recupero infortunati, fisioterapisti, (a questi io contrattualizzerei anche un agopunturista che non guasta mai, un dentista hai visto mai una carie mal curata o la nascita improvvisa del dente del giudizio e uno psicologo per quelli che rimangono in panchina); I magazzinieri i quali imparando dai giapponesi degli ultimi mondiali, lasceranno gli spogliatoi lindi sia a casa che fuori, non dimenticando il cartellino con scritto “Grazie”; E infine non ultimo il curatore del campo in erba e del sintetico che farà scuola ai maestri inglesi (voglio proprio vedere se quelli della federazione diranno che il nostro campo risulterà ancora tra i peggiori). Ah come rimpiango i tempi del mitico Viciani che detto tra noi anche lui veniva contestato quando qualche giocatore sbagliava un appoggio, c’era sempre una voce stentorea che dalle gradinate urlava, ma l’allenatore che ti insegna… (costui diceva a nuora perché suocera intendesse…), il quale Viciani oltre ad allenare era preparatore atletico, allenatore dei portieri, curava il calcio mercato insieme a Varo Conti e all’occorrenza era medico e psicologo. Lo si vedeva a spasso per Corso Tacito tenendo sottobraccio Antonio Cardillo oppure con un libro di Oriana Fallaci, e salutava tutti (o quasi) spostando il collo lateralmente, in una posa che sembrava innaturale. Era sempre disponibile con i giornalisti e a volte al campo sportivo lo vedevi mirare l’incrocio dei pali, per il piacere di veder rimbalzare il pallone in campo. Come rimpiango il mitico Corrado e le sue esternazioni in toscano verace, anche se lui era nato a Bengasi in Libia... Ma che c’entra dirà qualcuno anche le macchine al tempo di Viciani non avevano il poggiatesta, l’ABS, i fari allo xeno, le cinture, il navigatore satellitare ecc. ecc., beh dico io, a parte la sicurezza stradale notevolmente migliorata, però a me piace ricordare il bel tempo passato e anche se all’epoca possedevo una Fiat 500 di seconda mano (veniva da Catania) con sportelli che si aprivano a vento ritargata TR 64239 mi sembrava di essere il re della strada e con 2.000 lire di benzina (1.000 di super e 1.000 di normale) ci facevo una settimana… Ah che bei tempi andati… Quello che volevo dire è che oggi dietro le squadre di calcio c’è uno staff di tutto rispetto e siamo in serie C (forse B, ma è difficile), mentre negli anni ‘70, l’allenatore era un factotum e teneva sotto controllo costante tutta la rosa dei calciatori, e i risultati venivano eccome. Oggi se la squadra non va, con chi te la prendi, non esiste più un vero responsabile, ma una serie di cervelloni i quali hanno sempre una scusa pronta per difendere il proprio operato, mentre se i risultati sono esaltanti, il merito è di tutti, in primis del Patron. E con queste premesse anche se gli stipendi di giugno 2018 sono stati già pagati chi dovesse comprare oggi a 5, si ritroverebbe sul groppone tra un pò un bel 10 o 15, raggiungendo a breve i deficit di altre squadre che sono fallite, capirai con tutta l’occupazione che abbiamo garantito... A proposito tralasciando per un momento le spese enormi di gestione (con tutti questi professionisti a libro paga) ma quanto ha incassato la società per la vendita dei calciatori che sono approdati in altri lidi, tanto per soddisfare una mia curiosità ? Soldi che andrebbero riutilizzati nel calcio mercato ma è probabile che vengano dirottati altrove. Staremo a vedere… Ciao a tutti e buone vacanze.
  8. Castrino

    CASTRINO INTERVISTA UN PO' TUTTI

    Terni 13 Luglio 2018 Un saluto per chi arriva e un rammarico per chi se ne va non accettando la precarietà del momento (serie B o serie C ?). Cari ragazzi che avete scelto con giudizio altri lidi, siamo ai saluti di prammatica, ma siamo onesti, non dovete disperarvi troppo andate in un’altra realtà sportiva dove troverete nuovi tifosi e nuovi estimatori. Siete approdati nella nostra città come oggetti misteriosi, reduci da anonimi campionati di C, anzi addirittura per uno di voi, si parlava di un periodo di prova, e poi per completare la rosa si è addivenuti ad un accordo. E poi ? Poi grazie alle idee non sempre condivise di un allenatore (?) che privilegiava il gioco d’attacco siete riusciti a ritagliarvi uno spazio prezioso segnando gol e assist che in serie B vi hanno portato ad essere dei giocatori di un certo livello, entrando di diritto nella scelta di club importanti. Vi auguriamo un futuro radioso e denso di soddisfazioni, ma per piacere non ci tediate con i vostri saluti, non ne abbiamo bisogno, lo sappiamo perfettamente che siete professionisti e che il vostro unico dio è il denaro e non l’appartenenza alla maglia o ai colori sociali, ci rivedremo, probabilmente, sui campi di calcio, con opposte mire e che lo sport premi i migliori. Ad oggi abbiamo completato una rosa di tutto rispetto, per quanto riguarda lo staff tecnico (allenatori, collaboratori tecnici, preparatori atletici, club mgr, recupero infortunati, medici (compreso il nutrizionista), fisioterapisti e magazzinieri), ma ancora manca qualche tassello importante per completare la rosa degli atleti. I nuovi acquisti sembrano di assoluto valore tecnico, alla cui guida c’è un allenatore che non sarà Guardiola, ma di tutto rispetto per l’esperienza accumulata in tanti anni di militanza. Certo oggi c’è una grande incognita, sarà serie C o B ? Noi tutti ci auguriamo un ripescaggio miracoloso come lo fu ai tempi in cui la Fiorentina venne estromessa dalla serie B, e noi ripescati, all’epoca lessi un murales che ancora è esilarante per l’umorismo in esso contenuto, diceva: “Fiorentina fatte dan c...” Oggi sarebbe bello leggerne qualcun altro carico di umorismo, magari ai danni di squadre che pur di rinforzarsi non hanno badato a spese ed ora si trovano in un mare di guai. Noi siamo seduti pazientemente sulla riva del fiume (Nera naturalmente) in attesa che passi o passino i cadaveri...
  9. Castrino

    CASTRINO INTERVISTA UN PO' TUTTI

    Terni, 10 Luglio 2018 Ricorriamo alla nostra consueta intervista rivolta ai giornalisti della conca che più si prodigano nel raccontare ai tifosi le vicende rosso verdi. Amici giornalisti siamo all’inizio di una nuova avventura e ancora non sappiamo quale sarà il campionato che affronterà la squadra cittadina, né sappiamo nella peggiore delle ipotesi, in quale raggruppamento di serie C sarà inserita. Quante variabili e siamo ormai quasi alla metà di luglio, secondo voi non ci dovrebbe essere più ordine e chiarezza da parte di chi governa il mondo del calcio ? Ivanhoe: Mio caro tu hai toccato una nota dolente. Ci dovrebbe essere una sorta di deadline diciamo una scadenza uguale per tutti ad esempio il 30 giugno data entro la quale chi non è in regola con gli adempimenti irpef, stipendi, iscrizioni è fuori. Oppure chi furbescamente ricorre a denaro di dubbia provenienza, lo stesso è fuori, senza penalizzazioni ridicole. E lo stesso chi ha bilanci societari fortemente passivi, è fuori. Ma qui siamo in Italia, patria dei bizantinismi e della burocrazia, con questo caos di regole non rispettate e di ricorsi e contro ricorsi, si rischia fortemente di arrivare all’inizio della stesura dei calendari con le variabili x, y, w e z come avvenuto già altre volte in passato. Telelucashow: Purtroppo quasi tutte le squadre di calcio sono fortemente indebitate, i costi di gestione salgono vertiginosamente, gli ingaggi dei top players sono sempre più elevati, lo stesso dicasi degli allenatori e quindi a questi livelli sono poche le squadre che possono permettersi spese pazze, mentre la maggior parte cercano di arrangiarsi con i contributi delle televisioni e della lega, poche sono quelle che introitano somme cospicue per la partecipazione alle competizioni europee, tutte le altre vivacchiano sperando di ripianare i debiti o con qualche cessione importante o nelle elargizioni del magnate di turno. Così non va, si deve ricorrere al potenziamento dei vivai, e costruirsi dei campioni in casa, solo così si possono alleggerire i pesanti costi di gestione. Gli interessi in gioco sono molteplici e non sempre la giustizia sportiva riesce a svolgere un ruolo di assoluto controllo. Di qui le irregolarità delle squadre con bilanci fortemente passivi. MaxiMinimo: Bella questa domanda. Ma ti sei mai chiesto quanti interessi ci sono in gioco ? Se solo venisse esclusa da un torneo una squadra per bilanci in rosso, disputerebbero i campionati di A soltanto quattro o cinque squadre, Certo anch’io concordo con te che dovrebbe esserci più buon senso da parte di tutti, ma questo non si verifica quasi mai. Ma come si fa ad accettare le iscrizioni di squadre che presentano passivi importanti, e garantirgli la permanenza in una certa categoria, quando l’anno successivo il debito si è raddoppiato o triplicato, è qualcosa di assurdo. Sarebbe logico eliminare dai campionati chi ha debiti mostruosi si farebbe un po' di pulizia cancellando tutte quelle realtà che non possono permettersi di fare calcio a certi livelli. MaxiMassimo: Io sono per l’assoluta legalità e non sempre questa astrazione viene rispettata. La maggior parte delle squadre è fortemente in passivo, i costi lievitano abbondantemente e non sempre i Presidenti sono anche bravi amministratori. Costoro pur di accontentare la piazza sarebbero anche disposti ad un risparmio ponderato ma poiché vengono sollecitati da ogni direzione, spendono anche risorse che non hanno, e qui inizia la corsa verso l’inferno. Guarda arrivo a elogiare un paio di Presidenti che abbiamo avuto in passato, e mai amati dai tifosi, che facevano della quadratura dei conti il loro credo calcistico. La parità tra costi e ricavi veniva prima dell’ingaggio di atleti importanti, anche andando incontro ai malumori della tifoseria. Però se è un vanto noi lo possiamo sventolare senza ombra di essere smentiti, i nostri bilanci sono stati sempre oculati e in linea con le direttive emanate. LauDivina: Aspetta che mi rinfresco il trucco (scusa ma mica siamo in televisione dico io), fatto, sai per me è una questione di rispetto nei confronti di chi mi intervista… e ora sono pronta a risponderti. Ma in che razza di paese viviamo ? Con debiti mostruosi che hanno accumulato alcune squadre è ridicolo che si pensi ad una rateizzazione o un prolungamento dei rimborsi in più anni. E via non siamo ridicoli, chi ha debiti consistenti deve fallire i libri contabili portati in tribunale e ricominciare dalle serie inferiori, del resto anche noi siamo incappati in una vicissitudine del genere e piano piano si è risalita la china. Lasciare le squadre di calcio indebitate fino al collo nei campionati di appartenenza significa giustificare comportamenti fuorvianti che non fanno bene in primis alle stesse compagini. Del resto in un paese che vanta uno dei più alti deficit al mondo (2.281 Mld di Euro fonte Istituto Bruno Leoni n.d.r.), parlare dei debiti delle squadre di calcio, al confronto sono quisquille. Signori delle istituzioni, premiate le squadre che privilegiano i vivai e mettete più risorse per i campi di calcio che per lo più sono fatiscenti, poco accoglienti e penalizzati dagli anelli di atletica che nessuno ha mai calcato, e mi fermo qui. AltroLuca: Certo che arrivati alla metà di luglio non sappiamo se saremo in serie B o no, non conosciamo ancora le avversarie che eventualmente dovremo affrontare in serie C, non possiamo affrontare una campagna acquisti decente, né sappiamo se alcuni protagonisti della passata stagione rimarranno oppure cercheranno nuovi lidi, riservandosi di decidere a posteriori. Certo anche il nostro D.S. si trova a dover fare dei distinguo e approntare una serie di discorsi con gli atleti contattati, pieni di condizionali, di se e di ma, il suo è un lavoro difficile e pieno di asperità che io in questo momento non gli invidio. Forza Nilo siamo tutti con te e sappiamo perfettamente le difficoltà che stai affrontando per allestire una squadra competitiva sia per la C che per la serie B. Tornando alla domanda iniziale, NCS, ovvero non ci siamo con il governo del calcio, è imbarazzante come le cose si muovano lentamente e ancora che le decisioni definitive stentino a decollare. Ma questi signori in questo momento sono al lavoro o sono al mare… Valettini: Prima di risponderti volevo farti io una domanda, ti piace il nuovo sito “Forum-Rossoverdi.com” ? Risposta: In questa nuova veste è come l’abito della sposa bianco immacolato con lo strascico e un po' di vedo non vedo nelle parti anatomicamente più rilevanti, che danno un senso di malizia e di voglia di sbirciare. Il che non guasta. Però mi piacerebbe vedere e soprattutto leggere contenuti e scoop sempre più interessanti. Vorrei solo che alcuni frequentatori evitassero di essere blasfemi, è una brutta caduta di stile. Grazie, cercherò di vestire sempre più spose... Certo anche io sono basito dal governo del calcio ma speriamo che tutto si risolva in breve tempo e con somma soddisfazione di tutti. Cari colleghi, anche se mi arrogo un sostantivo che non mi appartiene, vorrei rivolgervi tante altre domande, ma poi devo rinunciare perché qualcuno non ha tempo di leggere la lunghezza delle cose trattate, se non sotto l’ombrellone, e giammai vorrei che qualcuno rinunciasse a focalizzarsi sulle bellezze che popolano le spiagge... per leggere Castrino...
  10. Castrino

    CASTRINO INTERVISTA UN PO' TUTTI

    Terni, 7 Luglio 2018 Wù Wù Gà Gà Amici siamo a luglio, il mese per molti di noi dei sogni impossibili. A Giugno eravamo sulle tracce di Paolo Furlan portiere del 93, dei difensori Giuseppe Prestia anche costui del 93 e si parlava abbondantemente di Maurizio Domizi il quale sebbene vecchietto con 38 primavere alle spalle, sembrava il difensore imprescindibile che avrebbe risolto i problemi del reparto difensivo, forse perchè contro di noi si è sempre esaltato segnandoci un gollazzo nella passata stagione sia all’andata che al ritorno o forse perché conosciuto dal nostro allenatore fin dai tempi di Udine... E che fine hanno fatto i talentuosi centrocampisti Alessandro Marchi (89), Pasquale Maiorino (89) e Giovanni Gaetano (00) ? E abbiamo perso le tracce anche degli attaccanti Daniele Vantaggiato (84), Gennaro Tutino (96), Matteo Di Piazza (88) e Carmine De Sena (91). Ma oggi la giustificazione è nota, c’è a un certo attendismo per via di un improbabile ripescaggio che ci farà calcare nuovamente i campi della serie professionistica e in tale attesa le nostre scelte di mercato devono necessariamente segnare il passo. Nel frattempo completiamo l’organigramma aziendale con l’arrivo di un ex arbitro (ternano doc, il quale come noi adora il rosso – verde) e di un ex tupamaro, il quale da calciatore ha sempre onorato la nostra maglia e che siamo legati a lui da fantastici ricordi. Bene per questi ingaggi, ma questa settimana dobbiamo regalarci qualche valida pedina che vada bene per entrambe le categorie, il momento del ritiro si avvicina a grandi passi, cerchiamo di allestire un organico decente su cui il Mister possa cominciare a lavorare e che a noi tifosi affamati di nuovi nomi possano farci sognare un campionato d’avanguardia, qualunque sia la categoria a cui saremo destinati. Due parole sul mondiale di Russia, assistere agli incontri senza la presenza della nostra nazionale è come privare un bambino delle coccole della propria mamma. A me è mancata tanto la sua partecipazione e le coreografie dei tifosi italiani che non hanno nulla da invidiare ai tifosi delle altre nazionali. Chissà se il buon Mancio, riuscirà a farci entrare nel novero dei paesi partecipanti in quel di Qatar del 2022 ? A proposito le gare si svolgeranno tra Novembre e Febbraio, perchè a Giugno/Luglio si sfiorano i 50 gradi di temperatura e con quel caldo significa penalizzare il gioco stesso. Quindi ci sarà una rivoluzione nei calendari e nelle gare di campionato. A proposito di Wù Wù Gà Gà è la risposta di mia nipote, quando le si fa una domanda a cui non è interessata a rispondere...
  11. Castrino

    CASTRINO INTERVISTA UN PO' TUTTI

    Terni, 29 Giugno 2018 Sono turbato, scrivo per la prima volta su un Forum “Rinnovato e Abbellito”, e ne sono fiero, però quanta emozione… Torniamo a noi, siamo alle solite, Se c’è da disputare la gara della vita, stai tranquillo che la sorte ci sarà avversa; Se c’è da acquistare un calciatore importante, sicuramente c’è qualcuno che all’ultimo minuto riesce a soffiartelo; Se c’è da disputare le ultime gare da dentro o fuori, è normale che uno o più infortuni, tolgono di mezzo gli elementi più carismatici, facendoci ricorrere a formazioni di emergenza; Se un arbitro deve prendere una decisione pro o contro, è lapalissiano che decida per il contro; Se c’è da riscattare un calciatore alle buste, è pacifico che vince la controparte; Se in animo c’è da augurarsi l’inserimento nel girone centrale o in alternativa il girone nord della serie C, non facciamoci illusioni, la nostra destinazione saranno i campi di calcio del sud; Se in una partita determinante c’è da fare una sostituzione che migliori l’assetto della squadra, per cause ancora oscure si scambia un giocatore per un altro; Se invece la tendenza dei tifosi è quella di veder riscattare un calciatore che con i suoi 12 gol è stato a lungo nel mirino di squadre importanti, potendo in prospettiva realizzare una plus- valenza e/o in alternativa darlo in prestito per non gravare il bilancio con uno stipendio significativo, si lascia, con colpa, far trascorrere i termini dell’accordo e restituire il “pacco” ai legittimi proprietari del cartellino. In quest’ultimo caso io direi che le responsabilità sono facilmente ascrivibili a chi ha in mano le redini del potere e non possiamo prendercela con nessuno se non con chi ha dato certe direttive. Non voglio fare l’uccello del malaugurio, ma se la Lega per un’eventuale fallimento del Cesena dovesse decidere tra noi e il Siena per il ripescaggio in serie B, state tranquilli che il Siena nella speciale graduatoria che si sta predisponendo, sarà davanti a noi, tipo Hamilton (leggi Siena) nel G.P. di Francia che con un tempo di 1:30:029 batte Bottas (Ternana) con il tempo di 1:30:147, tanto per dire questioni di millesimi; A questo punto il Siena è in B Resta solo da appigliarsi alle vicissitudini del Bari... Possibile che siamo sempre i soliti sfigati ? No amici, il problema è diverso il problema è a monte, ci sono errori macroscopici fatti in passato che a pensarci fanno ancora male e non meritano nemmeno di essere menzionati, e si continua su una strada dilettantesca che solo dietro un’apparente facciata di buonismo aziendale, sembra illudere una città ormai adulta e matura che dopo anni e anni di prevaricazioni, non vede ancora un ombra di normalità. Purtroppo per noi il calcio sta diventando un lusso che forse non ci possiamo più permettere o si ???
  12. Castrino

    SEGNALAZIONE PROBLEMI NUOVO ROSSOVERDI

    Ho dovuto far intervenire un Ingegnere Elettronico, per ripristinare lo "Status quo". Costo 100,00 Euro. Chi mi risarcirà ??? A parte questo lieve inconveniente, tanto euro più, euro meno, sempre desperados siamo, complimenti al mio amico Valettini alias T. Milian per il bel lavoro svolto...
  13. Castrino

    CASTRINO INTERVISTA UN PO' TUTTI

    Terni, 22 Giugno 2018 Rivoluzione del campionato di Serie C. Amici, ho avuto un’idea per la riforma dei campionati, ogni anno si fanno tre gironi di serie C con quattro promozioni alla serie B, le prime di ogni girone e la quarta che esce da un lotto tra le concorrenti meglio piazzate. La mia idea è semplice, sfoltire le squadre che partecipano al campionato di C, diciamo invece di 60, 40 ? Mettere in un unico calderone le 40 squadre che partecipano al campionato, con incontri non di andata e ritorno come sempre avvenuto, ma incontri con la stessa squadra una sola volta, secondo il calendario o a casa o fuori. Si avrebbero 39 incontri di calcio, e alla fine del torneo le prime tre salirebbero in serie B, mentre per scegliere la quarta, si andrebbero ad affrontare le squadre meglio classificate dalla quarta in poi per un certo numero di incontri. Non si avrebbero più quelle odiose dispute sulla formazione dei gironi, dove c’è chi predilige il centro nord al sud, e finalmente emergerebbero le realtà migliori. Le gare sarebbero di estremo interesse, con incontri tipo: Catania - Alessandria Pordenone – Siracusa Arzachena – Monopoli ecc. naturalmente non ci sarebbe un ritorno ad Alessandria del Catania e così via. La Lega di C dovrebbe elargire più fondi per le società che avrebbero maggiori costi nell’affrontare le lunghe trasferte e magari permettere più elasticità nel tesseramento dei calciatori sia under che over. Altro miglioramento si avrebbe nel garantire la promozione alle prime tre classificate, e non come ora che viene premiata solo la prima di ogni girone, il che rende estremamente complicato emergere su un lotto di concorrenti agguerrite, inoltre ci sarebbe un maggiore interesse anche per le TV commerciali, e parecchi tifosi sarebbero interessati a questo nuovo palinsesto sportivo. Trovo la cosa di estremo interesse, chissà se un giorno tale idea potrebbe essere rilanciata e presa in considerazione ???
  14. Castrino

    CASTRINO INTERVISTA UN PO' TUTTI

    Terni, 17 Giugno 2018 Caro Nilo, come stai ? Io bene e tu ? Non c’è male, visto che il tuo è stato un gradito ritorno pensi che anche quest’anno possa ripetersi quella cavalcata entusiasmante come lo fu lo scorso anno, quando ormai tutti ci davano per spacciati e alla fine raggiungemmo un risultato insperato ? Stiamo lavorando alacremente per portare di nuovo le Fere nel calcio che più compete a questa piazza, io da parte mia, cercherò di allestire una formazione importante che non deluda noi in primis, e poi dia grandi soddisfazioni ai tifosi. Beh, magari questo ce lo auguriamo tutti, come ti stai muovendo in questi primi giorni di mercato ? Quello che stiamo facendo è sotto gli occhi di tutti. Un ritorno importante quello dell’ex capitano in un ruolo dove lo scorso anno ci sono state vistose lacune e molte trattative intavolate, sia in entrata che in uscita. Per un ruolo determinante come quello del portiere hai già individuato l’elemento giusto ? Si, però non chiedermi nomi perché siamo ancora trattando e c’è da vincere una concorrenza importante. Il mio sogno nel cassetto è quello di far vestire il rosso verde a un gran professionista oltre che a un ottimo atleta, che sia anche un regista della retroguardia. Hai sempre più di uno smartphone ? Si, in questo momento ho due Samsung Galaxy S8 4G 64 GB e un Samsung Galaxy A8 SM A530F 5,6” 4G 3000 mAh, sai con il lavoro che svolgo devo essere reperibile nelle 24 ore per concludere trattative importanti. Sei autonomo nelle tue scelte o prima di decidere avvii un briefing con allenatore e presidente ? Il nostro è un lavoro di gruppo. Prima si individua un calciatore con determinate caratteristiche tecniche, si sonda il terreno per capirne la disponibilità, e poi si decide in sinergia con il Mister e con il Presidente. Ho visto che nella lista della spesa ci sono dei nomi importanti, limitatamente alla serie C, ma se per un caso fortunato fossimo ripescati in serie B, dovresti inseguire profili ben diversi, la serie B non perdona gli errori di valutazione, e noi quest’anno lo abbiamo appreso a nostre spese. Hai ragione, noi abbiamo sempre la speranza di un ripescaggio, che avrebbe del miracoloso, anche se a discapito di altre realtà sportive, ma come dicevano gli antichi mors tua… Nel caso allestiremo una squadra che sarà competitiva, e che si farà valere in tutti i campi. Ieri si è scritta la pagina finale per la serie B e la C. Il Frosinone sale in A a scapito del Palermo (a proposito di Palermo, non era anche questa squadra inguaiata con un debito eccessivo ?), mentre il Cosenza sale in B a scapito del Siena. La prima cosa che balza agli occhi di tutti è che il Siena nel girone A della serie C aveva chiuso il campionato con 67 punti ad un solo punto dal Livorno, mentre il Cosenza, girone C, lo chiudeva al quinto posto con 54 punti e dietro a squadre come il Lecce, Catania, Trapani e J.Stabia. Sembra che a punti non ci fosse partita e invece... Andiamo con ordine, forse anche il Palermo avrà qualche scheletro nell’armadio, ma non spetta a noi il compito di giudicare né prendere decisioni, detto questo quello che temevamo si è verificato. Il Cosenza sbaragliando il Siena si aggiudica l’ultimo posto disponibile per la B al di là di questo io aggiungerei meritatamente. Quindi si libera un posto nel girone meridionale. E’ probabile che la Ternana sia inserita in questo girone, però vorrei aggiungere che anche in passato abbiamo sempre affrontato squadre del Sud, e a volte anche con profitto. Quindi che ben venga il girone meridionale, noi saremo pronti ad affrontare qualsiasi avversario senza aver timore di nessuno. Non voglio chiederti altro, so che in questo momento sei pieno di lavoro, magari ci risentiremo più in la quando avremo le idee più chiare sui nuovi arrivi e sugli addii, sperando che nella fase di pre-campionato la rosa sia già ben delineata con tutti gli effettivi agli ordini del Mister. O.K., ci risentiremo quando anche noi avremo terminato e svolto il nostro compito con estrema intelligenza e accuratezza. Ciao a te e agli amici che ci leggono.
  15. Castrino

    CASTRINO INTERVISTA UN PO' TUTTI

    Terni, 12 Giugno 2018 Letterina a Santa Claus Main Post Office 96930 Artic Circle Finlandia Caro Babbo Natale, Certo lo so è prematuro chiederti oggi i regali, mancano più di sei mesi alle tue estenuanti fatiche, però vorrei tanto che questa mia richiesta inviatavi per tempo, non venisse sepolta sotto le tonnellate di lettere che presumibilmente riceverai per le festività natalizie. Non ti chiedo certo la “luna” vorrei soltanto che tu fossi un intermediario e convincessi a venire in questa nostra morente città, qualche giocatore di buon livello tecnico, che ci aiuti non dico a vincere il campionato di serie C, che oggi come oggi, non conoscendo la caratura delle altre concorrenti dirette, sarebbe superfluo chiederti, ma almeno che qualche giocatore di buon livello ci permetta di passare qualche sabato/domenica o lunedì secondo i capricci del designatore, una giornata di gioia e di euforia, per la bella prestazione a cui si potrebbe assistere. Certo lo so, ti capisco, sei subissato dalle richieste più strane, per questo mi sono mosso per tempo, con la speranza che tu, ci faccia progredire nel mondo del calcio, regalandoci (che dico) facendo da trait d’union per mettere sotto contratto un insieme di calciatori, che abbiano a cuore la maglia e la sorte di un’intera piccola comunità, che ama il calcio e i suoi interpreti e che magari vorrebbe risollevarsi dall’apatia in cui è sprofondata, anche e soprattutto attraverso questo gioco. Se proprio non vorrai ascoltarci, perché anche altre squadre ti chiedono quello che chiediamo noi, e tu giustamente vuoi rimanere imparziale, puoi sempre accontentare noi e loro, sarà magari in seguito il campo a decretare chi è più meritevole. Tornando alla mia richiesta vorrei che tu favorissi l’arrivo di: Un portiere ragno che gli fumino i così detti attributi e non solo a luglio e agosto; Il terzino dx sembra abbia già firmato e visto il carisma e la fama che lo precede, ti ringraziamo per questo gradito ritorno; Il terzino sx che sia un mancino naturale, con propensione ad attaccare e che si dimostri un valido cursore di fascia; tre validi mediani, che siano delle dighe in mezzo al campo e che non disdegnino qualche tiro importante verso la porta avversaria; due centrocampisti che sappiano innescare le nostre punte e che all’occorrenza abbiano il piede caldo per qualche soluzione da fuori area (sarebbe gradito anche qualche stoccatore che sappia tirare con maestria anche i calci di punizione dal limite); due ali dx e sx che sappiano saltare l’uomo e all’occorrenza entrino nell’area avversaria per saper cogliere tutte le opportunità, che sappiano ben crossare con palloni indirizzati con cognizione di causa, e che siano anche capaci di rientrare nelle nostre retrovie per dar man forte alla difesa; un centro avanti che sia cinico e opportunista, un autentico gladiator secutor d’area di rigore, che sappia cogliere tutte le opportunità che gli si presenteranno e abbia la mira giusta per inquadrare la porta avversaria, non disdegnando qualche buon colpo di testa; che ci siano dei validi sostituti in tutti i ruoli; infine che il nostro allenatore sia quel direttore d’orchestra che metta insieme: archi, violini, viole e violoncelli, contrabbassi, arpe, legni, flauti traversi, ottavini, oboi, oboi d’amore, corni inglesi, clarinetti (normali, bassi e piccoli), fagotti e controfagotti, ottoni, corni, trombe, tromboni, tube, percussioni e timpani, per un concerto senza sbavature finalizzato ad un campionato d’avanguardia. Lo so ti sto chiedendo troppo, però ti prometto che se mi accontenterai sarò più buono e rispettoso verso tutti, soprattutto nelle recensioni che farò in futuro nel giudicare gli incontri che andremo a disputare. Caro babbino, fammi questa grazia, ti prego, e ti giuro che non tirerò più la coda al gatto, né farò abbaiare il cane per fare un dispetto ai vicini, parola di boy scout...
×

Informazione Importante

Usando questo sito acconsenti ai nostri Termini D'uso. Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.