Jump to content

Castrino

Members
  • Content Count

    490
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

Castrino last won the day on May 14 2018

Castrino had the most liked content!

Community Reputation

22 Good

About Castrino

  • Rank
    Magazziniere

Recent Profile Visitors

663 profile views
  1. Castrino

    CASTRINO INTERVISTA UN PO' TUTTI

    Terni, 23 Settembre 2020 Caro Micione sei e rimarrai un gattone un po' cresciutello, nemmeno tanto furbo, e un po' incompetente. Il campionato 2019 / 2020 per le Fere si è concluso in quel di Bari il 13 Luglio 2020 e oggi è il 23 Settembre. Appena terminato il campionato avresti dovuto metterti subito al lavoro, per sopperire a quelle carenze che si sono manifestate nel campionato appena trascorso, e cercare di individuare gli elementi che avrebbero arricchito la nostra rosa, non dico per un campionato da vincere a mani basse, ma per lo meno per competere con le squadre più in vista del girone. Sono trascorsi ben 72 giorni dove avresti dovuto aver fornito al neo allenatore tutti gli elementi indispensabili per una brillante partenza del campionato, e invece ? Mancano 4 giorni all’inizio della stagione agonistica, ammesso che si giochi domenica 27, e in alcune zone del campo siamo maledettamente deficitari, e se anche in quest’ultima fase del calcio mercato saresti talmente bravo da acquistare il fior fiore dei calciatori, prima che quest’ultimi siano in grado di dare una mano concreta alla squadra, passeranno svariate giornate, quando si perderanno, ahimè, punti preziosi. Per questa tua incompetenza, non ti senti un po' in colpa nei confronti sia dell’allenatore, del Patron e soprattutto di noi tifosi ? Sarebbe chiedere troppo se ci spiegassi in una conferenza stampa, i motivi di tale temporeggiamento ? Possibile che sei stato così superficiale da accettare certi diktat venuti dall’alto, e aspettare i saldi di fine stagione, perché magari il buon Falletti è costato troppo alle casse padronali e non hai il benestare per mettere sotto contratto alcuni nomi circolati sulla stampa locale (Almici, Rigoni) ? E sei sicuro che dopo il 5 Ottobre, quando alla corte di Lucarelli non arriveranno i nomi caldeggiati dall’allenatore ma si dovrà pescare tra gli svincolati dove alla fine dei giochi troverai solo rimasugli ? E infine un’ultima considerazione, come mai ad inizio anno hai prolungato a tutta la rosa i contratti di ingaggio, ben sapendo che alcuni di loro sarebbero diventati una zavorra inutile, ammesso e non concesso che tale disposizione potrebbe essere venuta dall’alto, in ogni caso non giustificandoti minimamente per questo in quanto avresti dovuto contestare certe scelte, nelle sedi opportune, anche a costo di minacciare le dimissioni (Unus sed Leo). Quesiti che al solito rimarranno lettera morta, poi però non ti lamentare se sarai ricordato come uno dei peggiori D.S. che hanno operato da queste parti e speriamo proprio che dopo il previsto ennesimo naufragio di questa (non) squadra, il rapporto che ti lega ancora a questa città e a questi colori si interrompa al più presto presto, proprio per evitare futuri danni, peggiori di quelli fin qui che hai perpetrato.
  2. Castrino

    CASTRINO INTERVISTA UN PO' TUTTI

    Terni, 18 Settembre 2020 Il Berlusca al momento di acquistare il Monza, disse al suo fido Galliani che i giocatori che avrebbero formato la rosa della squadra dovevano avere determinati requisiti, scrivendo come qualcuno ha fatto prima di lui, un decalogo: I giocatori non avranno né la barba né tatuaggi; Non dovranno indossare orecchini; Dovranno essere corretti con compagni e avversari; Si dovranno scusare se commettono un fallo in campo; Tratteranno l’arbitro come un signore e stringeranno la mano agli avversari alla fine della partita; Al momento di firmare autografi, non rilasceranno una sigla, ma scriveranno in maniera leggibile, nome e cognome; Andranno in giro vestiti con sobrietà; Non faranno tardi la sera, ma andranno a letto presto; E’ ammesso soltanto l’amore coniugale, e solo in certi giorni lontani dalle gare; Gli scapoli non dovranno frequentare discoteche o pub vari. Insomma Silvio intendeva dare una connotazione diversa al calcio attuale. Io non so se i giocatori del Monza hanno rispettato alla lettera i diktat del boss, ma guarda caso i Brianzoli non hanno deluso le aspettative, regalando a Silvio la gioia di una promozione schiacciante senza se e senza ma. Tra nove giorni inizia il nostro campionato, abbiamo una rosa da sfoltire e dei ruoli da ricoprire, ora con le debite distanze mi sento di suggerire un decalogo a Micione il quale si dovrebbe affrettare a consegnare a Cristiano una rosa quasi definitiva, perché altrimenti si rischia che calciatori arrivati a fine mercato, o non hanno effettuato una preparazione adeguata o non sono preparati ad affrontare gli schemi dell’allenatore, la famosa amalgama, dando la stura a quest’ultimo per avere una scusa se i risultati non arriveranno. Compra due terzini destri, magari belli, ma dai piedi rozzi e che gli puzzi il fiato, tanto da non far avvicinare troppo gli esterni avversari; Visto che il Mister vuole giocare con il 4-2-3-1, ci servono due medianacci grossi, magari un mandingo che spezzi le trame di gioco avversarie e un interditore che sappia impostare le ripartenze, vista la defezione di Proietti, che non si sa se ritornerà a giocare sui livelli pre-infortunio, avendo anche lui la malattia di vives; Per favore, un centravanti ci serve come il pane. Non un brevilineo, ma un gigante che superi 190 centimetri, anche se scarso di piede, ma potente nei colpi di testa, che metta un po' di paura agli avversari, visto i nanerottoli che abbiamo in organico in quel ruolo; Cedi a prezzi stracciati chi non rientra nei piani dell’allenatore o in alternativa mettili fuori rosa. Se non hai le idee chiare, posso darti io qualche suggerimento; Non aspettare le decisioni umorali di Oddo, se tenere o no quel calciatore che tanto ti piace, amplia gli spazi, trovane un altro con pari caratteristiche, non possiamo essere sempre presi per il collo dalle decisioni altrui; Cerca di portare a casa dei giocatori integri (ti ricordo la cappella presa con Viola), con un organico di soli 22 elementi e il rischio di pandemia alle porte, se acquisti degli atleti datati e con un buon carico di infortuni alle spalle, facciamo poca strada, stai in campana; Ti ricordo che il girone C presenta delle piazze importanti, ci servono giocatori con grinta che non hanno paura di affrontare le famose corazzate del girone, i nostri non devono presentarsi con il timore reverenziale di trovarsi al cospetto di entità importanti, non devono subire l’aggressione immediata e cominciare a giocare quando la furia avversaria si è calmata, ma ribattere colpo su colpo, senza rinchiudersi nel proprio guscio. La gara amichevole contro il Pescara limitatamente al primo tempo è stata ridicola, ne convieni no ? Hai avuto tempo e modo di focalizzarti su acquisti mirati, vorrei tanto sapere che hai fatto in tutto questo tempo ? Prima di prolungare i prossimi contratti, fai mente locale e riflettici, farai risparmiare a Testina un bel po' di soldi; Infine rileggiti il decalogo di Silvio, potrebbe esserti utile magari non acquistando qualche piantagrane...
  3. Castrino

    CASTRINO INTERVISTA UN PO' TUTTI

    Terni, 17 Settembre 2020 Finalmente i gironi e i calendari. Naturalmente come auspicava Testina ci hanno di nuovo sbattuto nel girone meridionale, non che la cosa ci preoccupi più di tanto, tanto se sei una squadra quadrata e forte in ogni reparto e soprattutto se ben guidata, puoi fare la tua bella figura in qualsiasi girone ti capiti di giocare. Quello che dispiace di più a noi tifosi, è il mancato derby dell’Umbria (non me ne voglia il Gubbio), ma a Testina che gli frega se per noi è la partita delle partite, anzi Lui l’aveva detto a priori che dell’incontro con il Real non era interessato. Questione di punti di vista, soprattutto non conoscendo le tradizioni del luogo e della passione dei tifosi che aspettano stagione dopo stagione di misurarsi alla pari con i cugini più odiati. Dando uno sguardo al calendario notiamo che nei turni infra settimanali del mercoledì, il 07/10 incontriamo il Palermo, il 21/10 dopo la gara interna con il roccioso Potenza andiamo a Catania, l’11/11 ci fa visita la Virtus Francavilla mentre domenica 15/11 andiamo a Bari e infine domenica 20/12 dopo aver incontrato la Turris a casa, dobbiamo sobbarcarci la trasferta di Trapani, che naturalmente incontriamo mercoledì 23/12. Non è che ci aspettassimo chissà quali agevolazioni, ma andare incontro a trasferte di una certa lunghezza e incontrare squadre blasonate di mercoledì non è che aiuta, anzi… Infine sulla composizione della rosa, vogliamo completarla in tempi rapidi e dare all’allenatore una ossatura quasi definitiva che permetta al tecnico di sperimentare il suo credo calcistico e a noi tifosi quella consapevolezza che la squadra che si va allestendo sia una formazione quadrata in ogni zona del campo e che affronti ogni incontro con la consapevolezza dei propri mezzi per la soddisfazione di noi tifosi e soprattutto per la nostra tranquillità, visto come sono state deludenti le ultime stagioni ? Allora caro Micione, datti una mossa che la cera si consuma e la processione non cammina...
  4. Castrino

    CASTRINO INTERVISTA UN PO' TUTTI

    Terni, 11 Settembre 2020 Dalle foto vedo un Cristiano preoccupato, scoraggiato e pensieroso, forse rimurginando sulla scelta poco opportuna che ha fatto accettando di guidare le così dette Fere. Dando un’occhiata ai resti dell’invincibile armata che fu la squadra allenata da Gallo, che non dimentichiamolo, ci fece raggiungere un quinto posto finale, ora con le defezioni di Parodi, Palumbo e Diakitè su tutti, siamo una squadra che se si vorrà salvare, dovrà faticare e non poco. Forse in un tempo non troppo lontano, ci saranno le dimissioni date o ricevute dall’attuale allenatore, assumendo al suo posto un grosso difensivista, per cercare di salvare capra e cavoli, nella consapevolezza che andremo incontro ad un’altra deludente stagione. Non credo che l’acquisto di Falletti (ma ha firmato ?) possa da solo farci fare quel salto di qualità sperato, è vero che ancora siamo una squadra wip (work in progress) ma al solito, come d’abitudine, aspettiamo gli ultimi giorni di mercato, quando a prezzi super scontati, cercheremo di portare a bordo i rimasugli che ci offriranno le squadre meglio organizzate e più furbe di noi. Attualmente abbiamo in organico un numero eccessivo di attaccanti, mentre c’è da ricostruire la difesa e il centro campo e non si può aspettare all’infinito le decisioni del Pescara sulla cessione o meno di Mirko Drudi, o di Diego Peralta del Novara, non facciamoci prendere in giro, scegliamo altri obiettivi che certamente non mancano. A parte il fatto che gli attuali attaccanti non garantiscono un numero a doppia cifra di gol, vista la scarsità del gruppo, forse ci sarebbe di potenziare anche questo settore. Capisco che le decisioni cervellotiche sul numero chiuso di 22 atleti per squadra non aiuta a prendere decisioni ponderate, prima occorre vendere e poi acquistare, e allora perché non dare Furlan al richiedente Padova, dato che in due anni di rosso verde è stato più che altro una cocente delusione ? Misteri del calcio e del nostro furbissimo (?) stratega di mercato. Vorrei ricordare a quest’ultimo le grosse formazioni che si incontreranno nel girone sud, e se anche per puro caso ci dovessero inserire nel girone di centro, non credo che troveremmo squadre disposte a sacrificarsi per farci fare bella figura, il Gubbio docet, saranno tutte battaglie dalla prima giornata di gara in poi, è bene ribadirlo, quindi cerchiamo di approntare una formazione che sia almeno dignitosa e senza tanti proclami di vittoria. Infine è inconcepibile che ad oggi non è stata presa una decisione definitiva sui raggruppamenti, né è uscito il calendario, siamo in mano a veri dilettanti, che occupano poltrone di prestigio, senza avere la minima competenza in materia, purtroppo siamo ostaggi di gente ridicola.
  5. Castrino

    CASTRINO INTERVISTA UN PO' TUTTI

    Terni, 3 Settembre 2020 Oggi si parla di Cesar Alejandro Falletti Dos Santos nato ad Artigas (Uruguay) il 2 dicembre 1992, probabile neo acquisto dei rosso verdi. Per carità io ricordo il nostro Falletti che nell’ultima gara di serie B ad Ascoli, rubò il tempo e la palla al portiere avversario regalandoci la permanenza matematica in serie B, ma mi domando sarà ancora quel bravo calciatore che tutti ricordiamo, come quando indossava i nostri colori ? E come mai a 27 anni il nostro eroe che dovrebbe aver completato la sua maturazione fisica ed atletica non ha sfondato definitivamente nel calcio che conta ? Per questo mi domando perché nell’ultima stagione nella squadra messicana del Club Tijuana Xolotzcuinties De Caliente, meglio nota come Club Tijuana è stato impiegato solamente per 12 incontri ? E ancora, perché accetta a scatola chiusa di indossare la nostra maglietta ricominciando da un campionato anonimo come quello di serie C ? E poi, sarà ancora un calciatore integro e smanioso di mettere al servizio della squadra il suo innegabile (passato) talento ? E infine non voglio pensare minimamente a quanto costerà l’intera operazione, che ci regalerà i futuri piagnistei di Testina. Sto facendo una riflessione, con i soldi che si spenderanno per il nostro “Salvator Mundi”, quanti bravi giovanotti desiderosi di affermarsi si sarebbero potuti acquistare per competere nell’inferno della C ? Comunque se insieme a Falletti dovessero arrivare dei rinforzi consistenti, potremmo affrontare qualsiasi girone senza grossi grattacapi, vedremo, tanto il calcio mercato termina il 5 ottobre e noi stiamo parlando del nulla cosmico perché le critiche o i commenti positivi si tireranno a “bocce ferme”. Personalmente mi sento di caldeggiare il ritorno di Palumbo, questo sì sarebbe il miglior acquisto di stagione e la riconferma di Diakitè, altrimenti la vedo dura...
  6. Castrino

    CASTRINO INTERVISTA UN PO' TUTTI

    Terni, 26 Agosto 2020 Prima di gettare fumo negli occhi sull’improbabile arrivo di Falletti, il quale detto tra noi, non scenderà mai di due categorie ammesso e non concesso che gli si faccia un lauto contratto, suscitando le gelosie del resto della rosa, sarebbe bene concentrarsi sull’acquisto di un centravanti strutturato, voglioso di affermarsi, forte di testa e di gamba, non necessariamente famoso, il quale trasformi in gol tutti quei cross che il magico piede di Mammarella, sforna ad ogni partita, questo sì andrebbe cercato e portato a bordo seguendo anche i consigli di Cristiano, il quale in fatto di gol è uno che se ne intende. Oggi constatiamo che Verna e Palumbo non fanno più parte della rosa. Per il primo ce ne faremo una ragione, ma per Palumbo no. E’ vero che l’atleta a volte è un po' “fumino”, è vero che la Samp proprietaria del cartellino, vorrebbe monetizzare la cessione del giocatore almeno ad una squadra di B, visto il valore dimostrato in questi ultimi anni da Antonio, ma il giocatore ha dimostrato di poter fare la differenza in questa categoria, e sulla piazza non vedo con chi si potrebbe sostituire. Uno sforzo economico da parte della società per acquisire le sue prestazioni farebbe la felicità di noi tifosi. Infine un discorso a parte per Modibo. Il suo contratto scade il 31 agosto, ma in questa categoria è l’uomo che ci serve per la sua bravura nei colpi di testa, per la sua foga gladiatoria e per i decisi interventi nei momenti topici in cui si soffre. Lasciarlo andare sarebbe un altro punto di forza che si viene a perdere nella costruzione di una squadra che tenta di risalire la china. Ma si sa i desideri di un tifoso non sempre collidono con le strategie della società, la quale verrà sottoposta ad un fuoco incrociato se anche quest’anno la stagione non desse quei risultati sperati… Aspettiamo e vediamo con quale armata affronteremo il girone C, diamo al buon Leo, la possibilità di allestire una squadra che almeno sia all’altezza dei proclami presidenziali, del resto il calcio mercato inizia il primo settembre e di sicuro dovremo aspettarci dei straordinari colpi di scena sia in entrata che in uscita ( Forse ?). P.S.: Vorrei chiedere ai responsabili del marketing come mai in Via della Bardesca, sulla porta d’ingresso della sede societaria, fanno bella mostra di sé due loghi in cui spiccano i colori bianco neri e la scritta Ternana Calcio ? C’è qualcosa che non capisco...
  7. Castrino

    CASTRINO INTERVISTA UN PO' TUTTI

    Terni, 18 Agosto 2020 Un’idea per il calcio mercato, amici che ne pensate di riportar a Terni Fabio Lucioni ? E’ vero ha un ingaggio importante è vero e sotto contratto con il Lecce, ma a 32 anni forse un pensierino ce lo potrebbe fare per ritornare nella sua città e chiudere a Terni la sua carriera strepitosa. Certamente in quella zona del campo siamo abbondantemente rappresentati, ma si potrebbe sfoltire la rosa dando il ben servito a qualche giocatore che ha dimostrato di avere gli arti compromessi e che rischia lunghi mesi di stop per una fragilità strutturale appena verrebbe gettato nella mischia. Certo con un elemento come Lucioni in formazione, la retroguardia dormirebbe sonni tranquilli, pronto a sfruttare tutta la sua altezza sia per anticipare gli avversari, che nell’aiutare in fase di attacco avendo uno straordinario fiuto del gol. Lucioni forever ! Altro elemento di cui si parla nel forum è Cèsar Falletti, certamente un nome prestigioso che darebbe lustro ai nostri colori, sarebbe la classica ciliegina sulla torta, ma si sa in questo periodo le ciliege non sempre si trovano a buon mercato. E infine per favore cerchiamo e portiamo a bordo un centravanti come fu Garritano o anche Borgobello ne abbiamo bisogno come il pane, anche il sempre criticato da me Avenatti potrebbe andare bene. Cara Testina, hai capito sì che ci aspetta un campionato pazzo relegati nel girone sud dove l’ambizione della nostra società verrà frustata dalle altrettante piazze ambiziose e vogliose di mettersi in mostra (evito di elencarti gli squadroni del raggruppamento, tanto li conosci meglio di me), quindi se non allestisci una squadra competitiva, farai un altro anno di purgatorio, o inferno secondo i punti di vista. Il calcio è passione ma è anche uno sforzo economico notevole te ne do atto, i nostri cugini avevano allestito una formazione per scalare la serie A e guarda ora dove si trovano. Se verranno effettuate delle scelte importanti, potremo confrontarci con qualsiasi formazione e a testa alta senza timore alcuno. Il mio sogno segreto è quello di vedere i nostri colori primeggiare su tutti i campi, ma per fare questo l’esempio è il Monza di Berlusconi, il quale quest’ultimo non ha lesinato investimenti importanti pur di portare in alto il blasone monzese e in questo c’è riuscito alla grande. E noi potremo sognare l’allestimento di una formazione altrettanto importante ?
  8. Castrino

    CASTRINO INTERVISTA UN PO' TUTTI

    Terni 15 Agosto 2020 La mattinata di ferragosto ci ha portato una notizia ferale, il Grifo/Real retrocede in serie C. Dispiace per una piazza competente e abituata al grande calcio; Dispiace perché il Presidentissimo non potrà farsi tatuare un altro simbolo del Grifo sul petto; Dispiace perché è caduta Sirio, la stella più luminosa della costellazione del Cane Maggiore; Dispiace perché perdere la serie B ai rigori fa tanto male, è come quando il 17/07/94 perdemmo 3-2 contro il Brasile nella finale del campionato del mondo disputata a Pasadena (USA) sempre per colpa dei maledetti rigori e il cui ricordo ancora mi tormenta; Dispiace perché l’Umbria perde l’unica rappresentante che ci faceva ben figurare nelle serie professionistiche; Dispiace perché i due bomber di razza Buonaiuto e Iemmello hanno sbagliato i rigori decisivi; Dispiace perché la retrocessione lascia tanto ma tanto amaro in bocca. Tifosi del grifo non disperate, c’è sempre una possibilità remota che venga accolto il ricorso del Trapani e in caso di vittoria si potrebbe ampliare la serie B portando le formazioni dalle attuali 20 a 22, ripescando lo stesso Trapani e di grazia voi del grifo. E’ vero che in tempi nemmeno tanto lontani il vostro in questo momento odiato Presidente disse che le categorie si conquistano sui campi di gioco, ma è l’eccezione che conferma la regola… Quindi incrociamo le dita e aspettiamo le decisioni dei magistrati, che ancora una volta potrebbero dire una parola definitiva sulla composizione del format di B. In ultima analisi, se davvero le cose non dovessero girare per il verso giusto, la squadra del grifo dimostrerà le sue indubbie qualità anche nella serie inferiore, e per voi tifosi la serie C sarà soltanto un passaggio formale e presto vi ritroverete di nuovo a combattere per traguardi ben più ambiziosi e in categorie più consone al vostro lignaggio. In questo momento di dolore, mi sento di essere vicino a voi tifosi e se vi può consolare pensate fin da oggi ai prossimi derby regionali, che faranno la gioia di tutti gli abitanti umbri. E così sia...
  9. Castrino

    CASTRINO INTERVISTA UN PO' TUTTI

    Terni, 12 Agosto 2020 Finalmente si torna a parlare di calcio e di programmi per l’imminenza della nuova stagione calcistica. Oggi si conoscono alcune direttive sia della lega calcio che limita il numero massimo di calciatori in organico (quindi poche speranze di mantenere in rosa sia Marcone che Diakitè) che della società Ternana, la quale farà iniziare la preparazione pre campionato in sede e questo ci trova in massima parte d’accordo. Se non vado errato, il Sig. Viciani nell’anno di grazia 1971 iniziò la preparazione al campo scuola “Casagrande” spiegando che era inutile portare i calciatori in ritiro in montagna, l’ossigenazione è più consistente al mare, e se non vado errato quell’anno guadagnammo la promozione in serie A concludendo il campionato al primo posto, altri tempi, altre filosofie di gioco, altre passioni. Viciani ci portò in paradiso che aveva 42 anni, il nostro nuovo Viciani ha più o meno la stessa età ed è figlio di quella regione che ha sfornato i migliori allenatori di sempre. Quello che apprezziamo dei toscani è la loro schiettezza nel dire pane al pane… spero solo che due caratteri vulcanici come lui e testina siano sempre sulla stessa lunghezza d’onda, perché altrimenti assisteremo a degli autentici fuochi d’artificio. E ora non rimane altro che augurargli un grosso in bocca al lupo, al di là del girone a cui verremo assegnati, dove ci sono delle realtà calcistiche importanti da nord a sud. Infine un pensiero triste al “Real”, è vero ha rimediato due pallini a Pescara, ma c’è sempre la gara di ritorno e che diamine ! Dio non voglia che cada la stella più luminosa della serie B, sarebbe una catastrofe planetaria, e poi vuoi mettere, si potrebbe presentare ancora una volta il derby e qualcuno a Terni già si lecca i baffi… hai visto mai… godere ancora una volta del predominio calcistico sull’odiato grifone sarebbe il massimo della goduria.
  10. Castrino

    CASTRINO INTERVISTA UN PO' TUTTI

    Terni, 31 Luglio 2020 Il pezzo più importante della scacchiera non è il Re, ma la Regina, la quale si muove in ogni direzione a discrezione del giocatore. Se mi lasciate passare l’eufemismo, io ritengo che in una squadra di calcio non è tanto il Re (cioè il Patron) che sviluppa le strategie di gioco e di mercato, ma è la Regina (leggasi allenatore) l’artefice delle vittorie o sconfitte. Bene durante l’epoca di Testina si sono avvicendati nell’ordine le seguenti Regine: Pochesci, Mariani, De Canio, Calori e infine Gallo. Costoro chi per un verso e chi per un altro non hanno lasciato un buon ricordo, anzi con alcuni di loro possiamo vantare un ultimo piazzamento in serie B (Pochesci, Mariani e De Canio) e poca sostanza in serie C (De Canio, Calori e Gallo). Oggi siamo alla scelta di un allenatore nel quarto anno di gestione del perdente, e gli occhi sono puntati su un personaggio il cui unico pregio è quello di essere concittadino del boss, perché per il resto nella sua carriera di tecnico ha collezionato ben pochi risultati importanti, e a noi servirebbe come il pane un allenatore che ha fame di vittorie, che ha idee chiare e che sa valutare immediatamente le gare correndo ai ripari nei momenti topici e prendere le giuste decisioni, quindi un allenatore vincente. Il nostro, ormai si da per scontato, allenatore se non ricordo male quando lo abbiamo incontrato da avversario, si lamentava per i calci di rigore che l’arbitro non avrebbe dato alla sua squadra, rigori peraltro che aveva visto solo lui. Ecco è questa piangeria che non ci piace, è vero che ognuno tira l’acqua al proprio mulino, ma esagerare nel calcio è troppo. Un’altra cosa che non ci piace, è il traccheggiare di costui, è quel perdere tempo che forse serve per far scucire un ingaggio più importante ? E’ vero che Testina è orientato a fare un contratto biennale al nostro nuovo guru, peccato perché ancora una volta non ha imparato nulla dalle lezioni del passato, contento lui del resto i soldi sono i suoi e può farne ciò che vuole. Infine mi associo anche io al grande Massimo Minciarelli, nelle scelte avrei preferito Giuseppe Scienza o in sub ordine Fabrizio Castori, ma tant’è se Testina continua a circondarsi di gente incompetente e che anche se prende una decisione sbagliata, non sono in grado di farlo recedere dalle sue iniziative, ben poco possiamo fare noi tifosi, vittime sacrificali di scelte opinabili e che per giunta vengono prese ad capocchiam. Poi è chiaro che con il senno di poi Scienza ha firmato un biennale con il Monopoli e Castori è impegnato col suo Trapani nel finale di serie B. ma in questi casi muoversi per tempo avrebbe significato prendere delle decisioni importanti e non ricorrere a dei ripieghi.
  11. Castrino

    CASTRINO INTERVISTA UN PO' TUTTI

    Terni, 27 Luglio 2020 Bari -Ternana 1-1 (Play – Off QuartoTurno) Arbitro il Sig. Matteo Marchetti della Sez. di Ostia Scusate il ritardo (ammesso che possa interessare a qualcuno), ma mia moglie è voluta andare al mare in un luogo dove non c’era né internet né Wi-Fi né alcuna possibilità di telefonare, isolati dal mondo come in un’isola deserta, dove saltuariamente arrivava la carta stampata, da cui ho scoperto l’ignominia perpetrata sul campo del Bari, naturalmente a nostro danno, dall’ineffabile arbitro designato forse ad arte dai vertici del calcio, che decidono a tavolino chi favorire e chi no. Leggendo le cronache della gara, a cui non ho assistito, ci sono state delle decisioni che definirle molto dubbie è usare un eufemismo, quelle più rilevanti sono state: Un rigore non dato ai rosso verdi per un fallo di mano in area di rigore del Bari e quello invece assegnato senza pensarci due volte ai galletti; Una espulsione diretta di Antonio Palumbo, sembrata a tutti eccessiva; Sono stati ignorati dei falli durissimi dei biancorossi non sanzionati o sanzionati in maniera lieve; Un’ammonizione eccessiva ai danni di Anthony Patipilo; Allontanamenti dalla panchina dell’ormai ex Fabio Gallo, Filippo Damian e Luca Leone. E scusate se è poco. Quindi se si vuole continuare a competere con questi meccanismi oscuri e manipolati, non resta che accettare le regole di un gioco “sporco” altrimenti si rinuncia a partecipare a queste competizioni che olezzano di putridume. Le conseguenze della nostra ignominiosa eliminazione sono state quelle delle dimissioni dell’allenatore che detto tra noi aveva esaurito il suo ciclo a Terni, ormai il suo rapporto con “Testina” e con i tifosi si era ampiamente deteriorato, del resto dopo la sconfitta in Coppa Italia, si era creata una certa sfiducia che poteva essere ricomposta soltanto proseguendo nei play ‘off, ma così non è stato. Ed ora pensiamo a sostituire degnamente l’allenatore che guiderà la squadra nel prossimo campionato. Oggi si fanno tanti nomi, ma per vincere in serie C ci vuole una figura tosta e carismatica, profondo conoscitore del campionato, nonché inserire nella rosa elementi adatti che hanno voglia di emergere e pronti a sacrificarsi per la squadra. Quindi allestire una formazione competitiva è un “Must” se si vuole gareggiare ad alti livelli. Un consiglio al grande Leo, non aspettare gli ultimi giorni di mercato per completare la rosa, muoviti per tempo sia nella scelta dell’allenatore sia in quella dei giocatori, temporeggiare nel calcio non sempre paga.
  12. Castrino

    CASTRINO INTERVISTA UN PO' TUTTI

    Terni, 10 Luglio 2020 Monopoli -Ternana 0-1 (Play – Off Terzo Turno) Arbitro il Sig. Matteo Gariglio della Sez. di Pinerolo. Succede quello che non ti aspetti. A Monopoli gara a senso unico con una squadra (la nostra) che finalmente ha preso coscienza della propria forza e ieri si è rivista una formazione in grado di fronteggiare qualsiasi avversario. Il nostro estremo difensore non è stato mai impegnato, ad eccezione di un tiraccio a fine gara, che se gli fosse sfuggito al controllo, ora staremmo a piangerci addosso, ma così non è stato, la bravura di Iannarilli è fuori discussione. Le nostre Fere hanno superato brillantemente il turno, anche se il gol può essere giudicato fortunoso, ma l’importante aver spedito la palla dentro la porta degli avversari, con qualsiasi mezzo e con qualsiasi colpo di magia. Permettetemi di elevare di una spanna il giocatore che sta dimostrando tutta la sua bravura, e finalmente se ne è accorto anche il nostro allenatore, mi riferisco a Modibo Diakitè, che da oscuro comprimario piano piano si è guadagnato i galloni di difensore inamovibile. Su di lui convergono come fossero calamitati tutti i palloni alti, e con la sua magica testolina riesce a indirizzarli fuori dalla portata degli avversari, come se avesse un radar a posto del cranio. Non si fa pregare ad intervenire con due preziosi piedi, spedendo all’occorrenza i palloni in tribuna, e lasciatemelo dire, con un intervento di raffinata bellezza è riuscito a sottrarre ad un avversario una giocata, che altrimenti ci avrebbe fatto davvero male. Bravissimo Modibo, il suo comportamento e la sua abnegazione alla causa danno uno schiaffo morale a chi lo aveva pensionato anticipatamente, (vero Gallo ?) anche se adesso non è il momento di fare polemiche. Il silenzio e l’assenza di testolina fanno un po' pensare, o forse è un comportamento scaramantico, per non disturbare o caricare eccessivamente di troppe responsabilità la truppa da lui confermata con largo anticipo, chissà, forse in seguito lo scopriremo. Ed ora sotto a chi tocca, sicuramente ci aspettano compiti più ardui e difficili, ma tanto ci siamo abituati alle difficoltà e oggi a breve ci sarà il sorteggio che ci metterà di fronte una testa di serie (Carrarese, Reggio Audace, Bari o Carpi). Non saprei dire qual’è l’avversario più ostico, ma di sicuro sono tutte squadre ben organizzate e preparate per superare gli ostacoli più impegnativi. Però al momento gustiamoci il ricordo della grande gara di Monopoli, e auguriamoci che ci siano altre Monopoli...
  13. Castrino

    CASTRINO INTERVISTA UN PO' TUTTI

    Terni, 8 Luglio 2020 Il Monopoli dovrebbe schierarsi con la seguente formazione (3-5-2): 22 Menegatti 6 Pecorini – 21 Rota – 3 Mercadante 30 Hadziosmanovic – 20 Carriero – 4 Giorno – 8 Piccinni – 17 Donnarumma 23 Fella – 33 Jefferson Allenatore: Giuseppe Scienza Inutile dire che gli elementi più pericolosi sono Donnarumma, Fella e Jefferson, quindi ci vorrà la miglior difesa della Ternana per contenere le sfuriate offensive dei tre calciatori e comunque non sarà sufficiente, perché se si vuole passare il turno, occorrerà segnare un gol più degli avversari, che si presentano in campo vogliosi di metterci alle corde senza guardare troppo al nostro pedigree. La squadra pugliese guidata da uno dei migliori allenatori del girone meridionale, appare solida e compatta in ogni reparto e ci vorrà la miglior Ternana della stagione per acquisire il pass per gli incontri successivi. Fossi l’allenatore delle Fere, farei scendere in campo all’inizio una formazione ben chiusa dietro, salvo giocarmi tutte le carte ad un quarto d’ora dalla fine, quando un presumibile calo del Monopoli potrebbe aprirci la strada verso un risultato importante. La nostra squadra, vista contro l’Avellino e il Catania, non mostra tutte quelle caratteristiche di compattezza, lucidità e voglia di raggiungere un grande obiettivo e se anche testina invece di essere il dodicesimo giocatore a dare la carica, si eclissa senza far sentire il suono della sua voce, la dice lunga sull’idea che si è fatto, in realtà non ci crede nemmeno Lui che il nostro cammino possa continuare dopo giovedì. Comunque noi seguiremo la gara sugli schermi RAI, a partire dalle ore 20:45, mentre tutte le altre gare inizieranno alle 20:30, anche qui per colpa delle stranezze dei palinsesti. E ora mi sento di dire FORZA FERE, regalateci un sogno.
  14. Castrino

    CASTRINO INTERVISTA UN PO' TUTTI

    Terni, 6 Luglio 2020 Ternana – Catania 1-1 (Play – Off Secondo Turno) Arbitro il Sig. Matteo Mercenaro della Sez. di Genova. Una gara scialba, giocata dai nostri con sufficienza o forse per una involuzione inspiegabile, ci stava eliminando definitivamente dalle gare che assegnano l’ultimo posto per la B. Abbiamo sofferto per quasi tutta la gara riconoscendo agli avversari una migliore tenuta atletica, un miglior adattamento al caldo soffocante, una tattica accorta e produttiva, e maggiori conclusioni che ci hanno salvato per un pelo dalla capitolazione definitiva. Questa volta la fortuna ci è stata amica, ma diciamocelo, se una squadra doveva avanzare non era certamente la nostra, troppo abulica e priva di quel mordente necessario per portare a casa un risultato positivo. Se poi pensiamo che la filosofia del gioco del calcio è il gol e la nostra sterilità offensiva ha del patologico, ben si spiegano certi risultati che stentano ad arrivare. Poi quando tutto sembrava scritto, quando ormai le nostre velleità offensive si erano ridotte al lumicino, capita quello che non ti aspetti, il miglior Furlan della stagione, tonico e autentico mattatore della fascia sinistra da subentrato lascia partire un cross per l’altro subentrato Ferrante che meravigliosamente insacca nella porta avversaria, lasciando gli ospiti con un grande rammarico per le occasioni avute e non concretizzate. Di li a poco la gara termina con grande esultanza da parte nostra e con un pizzico di nervosismo degli avversari, espulsione di Lucarelli e ammonizioni per Gallo e Pinto hanno dimostrato la grande tensione delle panchine. E ora sotto con il prossimo avversario che affronteremo il 9/7 (una tra Juve23, Potenza, Renate, Carpi o Monopoli) al momento non si conosce ma speriamo che dal sorteggio esca una squadra abbordabile, viste le nostre carenze strutturali, e in bocca al lupo per il proseguimento della manifestazione.
  15. Castrino

    CASTRINO INTERVISTA UN PO' TUTTI

    Terni, 4 Luglio 2020 Arriva il Catania, una squadra solida e ben motivata decisa a vendere cara la pelle, mai doma e con il cipiglio giusto nell’affrontare le infuocate gare di serie C, un campionato in cui partecipa da tempo e con un allenatore che sa dare le giuste motivazioni. E noi ? Noi tapini ci rinchiudiamo in uno sterile 4-3-1-2 che criptando i numeri sta a significare: COSI’ - NON – E’ - BI Visto la ormai ben nota sterilità offensiva da profano mi sento di dare un suggerimento al nostro mitico allenatore, caro il mio Gallo, perché non provi a fare un bel 4-5-1 che sempre leggendo i numeri significherebbe: BENE – FORSE – B Quindi tornando a bomba sulla formazione anti Catania, prova questo schieramento: IANNARILLI PARODI – DIAKITE’ - BERGAMELLI – CELLI PAGHERA – PALUMBO – SALZANO – DEFENDI –MAMMARELLA NIOSI Non segneremo nemmeno in questa gara, ma almeno ci copriremo le chiappe, come suol dirsi da queste parti e per una volta tanto dai retta ad uno sprovveduto come me che dopo aver visto più di 10000 partite tra campo e televisione, qualcosa ha imparato senza frequentare Coverciano. Ed ora prepariamoci a vivere quest’ennesima gara di una deludente stagione che ci ha mortificato regalandoci un girone di ritorno allucinante, e meno male la pandemia, altrimenti ci saremmo trovati in una posizione di classifica ben peggiore, altro che play – off. Da inguaribile nostalgico, sogno sempre che da un momento all’altro ci sia un’inversione di tendenza e che il brutto anatroccolo, diventi uno splendido cigno, ma si sa i sogni finiscono all’alba.
×

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use. This site uses cookies to enhance the users' browsing experience and collect infomation about the site utilization. We use both technical cookies and third party cookies. If you continue browsing the site you accept the use of cookies; otherwise you can just leave the site.