Vai al contenuto
Miran^^

Terremoto

Messaggi raccomandati

sto al quinto piano. il primo pensavo fosse un vicino di casa che spostava un vaso. il secondo mi ha svegliato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, lustronculino ha scritto:

PORCA TROIA CHE BOTTA CHE HA FATTO !!! 

Un 3.0 sotto al culo è una strana sensazione perché non capisci, lì per lì, che è un terremoto. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 minuti fa, otap ha scritto:

Un 3.0 sotto al culo è una strana sensazione perché non capisci, lì per lì, che è un terremoto. 

quando scrocchiano le mostre delle porte te ne accorgi .. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Adesso, lustronculino ha scritto:

quando scrocchiano le mostre delle porte te ne accorgi .. 

Esatto. Quando mi fece il 3.9 a un chilometro, sembra una botta forte, poi crocchia; niente oscillazioni. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, otap ha scritto:

Un 3.0 sotto al culo è una strana sensazione perché non capisci, lì per lì, che è un terremoto. 

sì è diverso. altre persone mi avevano detto, per quello di norcia, che quando sei sopra un epicentro è una roba molto diversa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
5 minuti fa, Aghy ha scritto:

sì è diverso. altre persone mi avevano detto, per quello di norcia, che quando sei sopra un epicentro è una roba molto diversa.

Infatti non é stato come le altre volte che ti sembra che prosegue per tanto, ma una botta secca e forte di 2 3 secondi... Però bella strizza quando stai sopra 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, otap ha scritto:

Lo volevo postare io stanotte,poi mi sono scordato stamane..

Interessante,ma soprattutto pensare che una faglia del lato adriatico,ha distrutto Roma,nel lato tirrenico...

Callea che dice in merito?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 6/3/2019 Alle 16:16, ternano_84 ha scritto:

Lo volevo postare io stanotte,poi mi sono scordato stamane..

Interessante,ma soprattutto pensare che una faglia del lato adriatico,ha distrutto Roma,nel lato tirrenico...

Callea che dice in merito?

 

Il monte Vettore si trova a solo 100 km da Roma quindi meno lontano di quanto (forse) pensavi, distanza tale da giustificare danni alle costruzioni in caso di magnitudo particolarmente elevata vicino a 7 Richter.

 

Durante la crisi sismica del 2016 ho inoltre notato una maggiore sensibilità dei romani rispetto ai ternani i quali si trovano invece a 50km dal cratere sismico.

Considerando che l'energia è inversamente al quadrato della distanza, l'energia che arrivava a Terni era molto maggiore di quella che arrivava a Roma eppure veniva percepita dai Romani alla pari se non superiore a noi ternani (almeno questa è la mia impressione).

La spiegazione è che la natura del terreno sotto Roma amplifica le onde sismiche e quindi non c'è da meravigliarsi che Roma pur non essendo in territorio sismico, possa aver subito nella storia gravi danni dai terremoti appenninici.

Modificato da callea

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 8/3/2019 Alle 15:59, callea ha scritto:

 

Il monte Vettore si trova a solo 100 km da Roma quindi meno lontano di quanto (forse) pensavi, distanza tale da giustificare danni alle costruzioni in caso di magnitudo particolarmente elevata vicino a 7 Richter.

 

Durante la crisi sismica del 2016 ho inoltre notato una maggiore sensibilità dei romani rispetto ai ternani i quali si trovano invece a 50km dal cratere sismico.

Considerando che l'energia è inversamente al quadrato della distanza, l'energia che arrivava a Terni era molto maggiore di quella che arrivava a Roma eppure veniva percepita dai Romani alla pari se non superiore a noi ternani (almeno questa è la mia impressione).

La spiegazione è che la natura del terreno sotto Roma amplifica le onde sismiche e quindi non c'è da meravigliarsi che Roma pur non essendo in territorio sismico, possa aver subito nella storia gravi danni dai terremoti appenninici.

 

L'approccio dei romani nei confronti delle "avversità" geo-meteorologiche è proverbialmente fastidiosa. Un dito di neve, un po' di pioggia, avvertire un terremoto è amplificato in modo esponenziale e non solo perché so' 4 milioni de cristiani. Sia chiaro che, come più volte scritto, un 6.8/7.0 a Campotosto farebbe molte decine di migliaia di sfollati nei quartieri di Roma Est. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente registrato per poter lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi Subito

Sei già registrato? Accedi da qui.

Accedi Adesso

×

Informazione Importante

Usando questo sito acconsenti ai nostri Termini D'uso. Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.