Jump to content
Sign in to follow this  
Cryo

Disastro a Messina, morti e dispersi

Recommended Posts

Disastro a sud di Messina, morti e dispersi

 

E' una tragedia: devastata Messina Sud. Da Scaletta Zanclea a Giampilieri Marina, la zona sud di Messina è in ginocchio per i violentissimi nubifragi, allagamenti, frane ed esplosioni dovute a fughe di gas. Il bilancio più grave nella frazione di Giampilieri, morti e dispersi. Molte persone hanno cercato rifugio sui tetti, mentre i feriti vengono portati in ospedale via mare. Scuole chiuse in tutta Messina. Un disastro annunciato.

 

Il capo della Protezione civile Guido Bertolaso appena arrivato a Messina: "La situazione è gravissima, una strage, 14 morti accertati ma in aumento, numerosi dispersi".

 

Si cercano dispersi sotto al fango, poche possibilità di sopravvivenza.

 

13.JPG

Ts1uhkEr.jpg

 

Ts1uiwtJ.jpg

 

Ts1uiIXr.jpg

 

Ts1uj9o0.jpg

 

Ts1ujqR0.jpg

 

Ts1ujNii.jpg

 

ts1ujshab032cdc25726097.jpg

Edited by Cryo

Share this post


Link to post
Share on other sites

:( :(

ho visto poco fà le immagini al tg...che brutta cosa! Spero che tu stia bene o che comunque non abbia subito danni.

 

Forza e coraggio..daje!

Share this post


Link to post
Share on other sites
:( :(

ho visto poco fà le immagini al tg...che brutta cosa! Spero che tu stia bene o che comunque non abbia subito danni.

 

Forza e coraggio..daje!

1667204[/snapback]

 

Ieri pomeriggio mi trovavo nella zona sud, fortunatamente sono rientrato (sto in centro) 1 ora prima che cominciasse il nubifragio, 300 mm d'acqua in 2 ore, tuoni, fulmini, vento, mare in burrasca, frane, esplosioni. Sembrava la fine del mondo. :(

 

ho amici che hanno perso la casa :( assurdo cio' che è successo.

Edited by Cryo

Share this post


Link to post
Share on other sites
Disastro a sud di Messina, morti e dispersi

 

E' una tragedia: devastata Messina Sud. Da Scaletta Zanclea a Giampilieri Marina, la zona sud di Messina è in ginocchio per i violentissimi nubifragi, allagamenti, frane ed esplosioni dovute a fughe di gas. Il bilancio più grave nella frazione di Giampilieri, morti e dispersi. Molte persone hanno cercato rifugio sui tetti, mentre i feriti vengono portati in ospedale via mare. Scuole chiuse in tutta Messina. Un disastro annunciato.

 

Il capo della Protezione civile Guido Bertolaso appena arrivato a Messina: "La situazione è gravissima, una strage, 14 morti accertati ma in aumento, numerosi dispersi".

 

Si cercano dispersi sotto al fango, poche possibilità di sopravvivenza.

1667202[/snapback]

guarda non ci sono parole per descrivere un disastro simile,l'importante e' che tu stia bene(poi vaffanculo la casa o altri oggetti ,credo ovviamente che la prima cosa sia la vita),posso soltanto esprimerti la mia piu sincera solidarieta e vicinanza per tutta la popolazione di messina colpita da questa grave calamita' naturale.non ho il coraggio di aggiungere altre parole perche ' capisco in pieno e me lo immagino in che situazione disagiata state vivendo

 

FORZA E NON MOLLATE!!!LU FUNGAROLO

Share this post


Link to post
Share on other sites

Disastro annunciato? già due anni fà successe la stessa identica cosa e non si è fatto nulla

 

 

leggete cosa scrive questo abitante:

 

"Cara Repubblica.it, sono originario di Giampilieri, paese nel quale ho passato tutte le estati dellla mia infanzia: queste sono alcune foto dell'alluvione del 25 ottobre del 2007. Già all'epoca si parlò di disastro annunciato, ma per fortuna non vi furono vittime come invece in questo caso. Disastro annunciato perché la situazione morfologica di quelle colline e la speculazione edilizia degli ultimi 20 anni hanno reso la zona drammaticamente simile a quelle già teatro di tragedie in Campania nel recente passato e perché nonostante l'alluvione del 2007 la regione non ha predisposto nulla affinché si mettessero in sicurezza le aree più a rischio. Anzi, quelle belle colline di macchia mediterranea che scivolano dolcemente verso il mare dello Stretto e che costituivano l'inizio della catena montuosa dei Nebrodi, sono state oggetto, proprio in questi due anni, dell'ennesima cementificazione selvaggia. Ovviamente, ogni estate da che mi ricordo, gli incendi facevano il resto. Che amarezza... (Antonello Micali)"

 

 

:(:(:(

Share this post


Link to post
Share on other sites

anche questa è una di quelle tragedie ANNUNCIATE.

la zona aveva già avuto problemi negli anni scorsi senza avere vittime fortunatamente. ma in Italia è proprio questo che poi genera indifferenza fino a quando la vittima ci scappa per davvero e sale l'attenzione per il luogo in questione, sempre che non ci sia una tragedia peggiore da qualche altra parte.

 

queste sono le foto di quello che successe nel 2007:

http://www.repubblica.it/2006/05/gallerie/...eri-2007/1.html

 

rimaniamo di sasso per i 6 poveri morti di Kabul poi un un giorno ci sono 4 morti perché una Ferrari va a folle velocità (A ROMA! mica Kabul!) e a Messina 14 morti (per ora) in una zona dove si sarebbe dovuto fare qualcosa da qualche anno a questa parte.

 

chissà quante altre tragedie "annunciate" capiteranno nel prossimo futuro in calabria, sicilia ecc.. tra abusi edilizi, mancati controlli, persone disperate che vivono in case fatte con la sabbia che alla prima scossa vengono giù o situate in zone a rischio smottamenti.

 

i tg nazionali sono già in attesa che sbavano per lo scoop sui nuovi futuri morti mentre i programmi che cercano di denunciare lo stato di precarietà delle cose prima che avvenga il disastro hanno poco seguito o poco spazio. tutti buoni a piangere i morti, capi di stato e ministri con le belle parole che fanno immagine e i "morti veri" per gli italiani che amano guardare questa tv di merda sono molto più interessanti delle morti evitate. SIAMO UN PAESE DI MERDA ANCHE IN QUESTO.

Edited by Aghy

Share this post


Link to post
Share on other sites

guardate questo video su youtube in cui l'autore DENUNCIAVA LA TOTALE INDIFFERENZA DELLE ISTITUZIONI E DEI MEDIA riguardo l'alluvione del 2007 a Messina Sud Giampilieri che non causò vittime.

 

CHE VERGOGNA!

 

 

Edited by Cryo

Share this post


Link to post
Share on other sites

queste non sono TRAGICHE FATALITA' come i tg cercano di far credere. in Italia ci sono migliaia di persone he sono potenzialmente CONDANNATE A MORTE, ignare o consapevoli di questo fatto. in molte zone non si sà QUANDO ma si sà COME e la colpa è spesso delle stesse vittime, di criminali che le sfruttano e dello Stato che non fa nulla per evitare situazioni drammatiche e annunciate che inevitabilmente accadono e accadranno ancora.

 

la casa dello studente a L'Aquila era costruita sopra una CAVA, un buco, dove forse gettavano rifiuti medicinali scaduti. navi affondate con materiale radioattivo. scuole che cadono in Molise per una scossetta di terremoto perché avevano fatto lavori abusivi sul solaio... su rai3 l'altra sera facevano vedere come in calabria sia possibile costruire abusivamente una casa con materiali assolutamente CRIMINALI inventandosi ingegnere, luogo e campioni di calcestruzzo perché la calabria ha snellito le procedure che equivale a dire che non c'è alcun controllo - ma chi lavora negli enti pubblici lì allora a cosa serve!?

 

quindi, lo Stato non è in grado di garantire la tutela dei propri cittadini ma poi si fa carico di pagare i loro FUNERALI e la ben più costosa RICOSTRUZIONE del luogo del disastro rispetto a quello che poteva essere fatto per evitarlo (ma la ricostruzione probabilmente è economicamente vantaggiosa per qualcuno che va lì a "ricostruire").

Share this post


Link to post
Share on other sites
:( :(

ho visto poco fà le immagini al tg...che brutta cosa! Spero che tu stia bene o che comunque non abbia subito danni.

 

Forza e coraggio..daje!

1667204[/snapback]

 

Ieri pomeriggio mi trovavo nella zona sud, fortunatamente sono rientrato (sto in centro) 1 ora prima che cominciasse il nubifragio, 300 mm d'acqua in 2 ore, tuoni, fulmini, vento, mare in burrasca, frane, esplosioni. Sembrava la fine del mondo. :(

 

ho amici che hanno perso la casa :( assurdo cio' che è successo.

1667208[/snapback]

Cryo ti porto la mia più totale solidarietà e sono contento che tu stia bene.

Però mi chiedo come fosse possibile che nel 2009 in un paese teoricamente evoluto (e sottolineo teoricamente) possa succedere ancora queste cose. è vero che in due ore sono caduti un terzo di mm di pioggia che dovrebbe cadere in un anno ma non è assolutamente possibile che le case cadano come se fossero di carta. Purtroppo queste vittime (come quelle abbruzzesi) riceveranno un altra beffa perchè saranno morti inutili in un paese come il nostro. Nessuno chiede la testa dei bastardi che ci hanno mangiato sopra si vuole solamente giustizia che paghino veramente ma anche questa ormai è diventata speranza vana. Solidarietà al popolo siciliano e alle famiglie delle vittime che rimarranno gli unici ad aver pagato senza avere nessuna colpa. come nazione facciamo sempre più schifo

Share this post


Link to post
Share on other sites

sempre peggio :(

 

17.30 Nell'alluvione perde moglie, figlio e suocero - ''Questa strage si poteva evitare. Un colpevole c'e'''. Ha gli occhi rossi dal pianto e dalla disperazione, ma la voce e' ferma e decisa. Antonio Lonia, nell'alluvione di fango e detriti che ha sommerso parte della frazione Giampilieri Superiore di Messina ha perso la moglie, due figli e il suocero. Il cadavere del suocero, Salvatore Scionti, e' stato ritrovato, mentre Maria Letizia, la moglie, e Francesco e Lorenzo, di due anni e mezzo e sei anni e mezzo, risultano ufficialmente ancora dispersi, ma lui non nutre piu' speranze. ''Si trovavano - spiega - sul fronte della frana. Non c'e' niente da fare. Ne sono convinto''. La famiglia di Antonio era a casa, in una palazzina posta proprio ai piedi della collinetta dalla quale si e' staccata una massa enorme di fango che e' caduta a valle travolgendo tutto e tutti. Per i familiari di Antonio, anche se manca l'ufficialita', nessuna speranza. Antonio si e' salvato perche' fa il camionista e quando dalla montagna soprastante si e' staccata la massa di fango era fuori. Adesso non riesce a non imprecare contro quello che non e' stato fatto. ''Due anni fa - dice - era successa la stessa cosa, solo che allora fortunatamente non c'erano state vittime. In due anni non e' stato preso alcun provvedimento''. ''Questa strage si poteva sicuramente evitare. Con tutte le strumentazioni tecnologiche che hanno a disposizione - prosegue Antonio - potevano prevedere che potesse succedere dopo tanta pioggia. Potevano avvertire la popolazione di abbandonare le case. Ma nessuno ha fatto niente''. L'uomo torna poi all'alluvione di due anni fa. ''Da allora - dice - sapevano che poteva succedere. Lo sapevano tutti''.

 

17.24 Cadaveri in mare - Due dei cadaveri delle vittime dell'alluvione di Messina sono stati recuperati in mare da motovedette della Guardia costiera e dei carabinieri. La piena di fango e detriti aveva trascinato le due persone fino al litorale, e la corrente le ha poi portate ad alcuni metri dalla costa, tra Giampilieri e Scaletta.

 

17.17 A Giampilieri superiore alcune persone nonostante tutto non vogliono lasciare la propria casa

Edited by Cryo

Share this post


Link to post
Share on other sites

SFOLLATI OSPITATI ALLO STADIO "SAN FILIPPO"

 

Entro un'ora e mezza circa al porto di Messina dovrebbero arrivare i primi gruppi di sfollati dalle varie zone alluvionate. Da lì verranno poi smistati nei tre presìdi di Gravitelli, Mili e presso la foresteria dello stadio San Filippo. Quest'ultima accoglierà prevalentemente mamme con bambini e disabili. Il Governo nazionale ha fatto pervenire i primi aiuti per l'allestimento dei campi (brande). Nella palestra di Gravitelli è stata anche allestita una cucina e in tutti i tre centri di accoglienza sono già arrivati viveri e acqua.

Share this post


Link to post
Share on other sites

La gente prima si costruisce le case abusivamente dentro i letti dei fiumi poi piange disgrazie e inveisce contro la protezione civile...

Share this post


Link to post
Share on other sites

di fronte a tanto disastro e dolori non è questo il momento di fare polemiche, ma mi sembra che le chiare parole del Presidente Napolitano dicano già tutto:

 

 

 

"O c'è un piano serio che, piuttosto che in opere faraoniche, investa sulla sicurezza in questo Paese, o si potranno avere altre sciagure". Lo ha detto il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, a proposito delle vittime del maltempo nel Messinese, con un implicito riferimento al progetto per la costruzione del ponte sulle Stretto

Share this post


Link to post
Share on other sites

solidarietà verso tutta la gente di Messina.. poi piagnemo piagnemo a l'Aquila, a Messina... ma il paese dei furbetti continua a seppellire sempre i suoi figli.. il disco non cambia mai.

 

E i vari responsabili di questa situazioni rimarranno ancora una volta impuniti. Schifato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

la solita speculazione edilizia che fa vittime x le alluvioni e x i terremoti, che paese di merda :ph34r:

 

CONDOGLIANZE ALLE FAMIGLIE DELLE VITTIME :(

Share this post


Link to post
Share on other sites

RINVIATA MESSINA-MILAZZO

 

La partita A.C.R. Messina- S.S.D. Milazzo, valevole per la 5° giornata del campionato di serie D è stata rinviata a data da destinarsi.

 

 

 

DECISIONE GIUSTISSIMA!!!! NON SI POTEVA GIOCARE ASSOLUTAMENTE!

 

 

 

IL CALCIO CATANIA VICINO ALLE FAMIGLIE MESSINESI

 

Il Presidente Antonino Pulvirenti e l’Amministratore Delegato Pietro Lo Monaco, unitamente a dirigenti, tecnici, atleti e collaboratori della società Calcio Catania S.p.A., esprimono il loro cordoglio per le vittime e i dispersi dell'alluvione verificatosi la scorsa notte nel messinese. Nella gara di domani, contro il Bari, la squadra rossazzurra scenderà in campo con il lutto al braccio in segno di solidarietà per le famiglie messinesi.

 

 

 

GRAZIE AL CATANIA, GRANDE GESTO.

Share this post


Link to post
Share on other sites

CHE DITE, NON COMINCERA' AD ESSERE DAVVERO ORA DI FARE PIAZZA PULITA CON QUESTE MERDACCIE CHE SONO SOPRA DI NOI????????? PROFONDO SCHIFO PER QUESTO PAESE E CHI LO COMANDA,

 

SOLIDARIETA' AL POPOLO DI MESSINA

Share this post


Link to post
Share on other sites

rispetto e cordoglio per le vittime, i dispersi e i feriti...

 

ma ancora una volta siamo a piangere fratelli italiani morti per una tragedia pienamente annunciata.secondo le ultime stime del CNR in Italia il 75% del territorio è a medio/alto rischio idrogeologico...con il benestare completo di chi rilascia concessioni edilizie completamente a caso, senza parlare di chi contatta l'impresa dell'amico e si tira su casa...

Share this post


Link to post
Share on other sites
rispetto e cordoglio per le vittime, i dispersi e i feriti...

 

ma ancora una volta siamo a piangere fratelli italiani morti per una tragedia pienamente annunciata.secondo le ultime stime del CNR in Italia il 75% del territorio è a medio/alto rischio idrogeologico...con il benestare completo di chi rilascia concessioni edilizie completamente a caso, senza parlare di chi contatta l'impresa dell'amico e si tira su casa...

1667486[/snapback]

 

meglio che non parliamo di quelle decine di migliaia di case a ridosso del Vesuvio , sennò si va OT

Share this post


Link to post
Share on other sites
rispetto e cordoglio per le vittime, i dispersi e i feriti...

 

ma ancora una volta siamo a piangere fratelli italiani morti per una tragedia pienamente annunciata.secondo le ultime stime del CNR in Italia il 75% del territorio è a medio/alto rischio idrogeologico...con il benestare completo di chi rilascia concessioni edilizie completamente a caso, senza parlare di chi contatta l'impresa dell'amico e si tira su casa...

1667486[/snapback]

 

meglio che non parliamo di quelle decine di migliaia di case a ridosso del Vesuvio , sennò si va OT

1667488[/snapback]

si infatti, lasciamo proprio stare... :(

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma chi aveva una casa abusiva che è andata distrutta, non chiederà mica risarcimento allo stato per la ricostruzione??

 

bo

 

.Ciaps

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ma chi aveva una casa abusiva che è andata distrutta, non chiederà mica risarcimento allo stato per la ricostruzione??

 

bo

 

.Ciaps

1667496[/snapback]

Certo che si, una volta che hanno pagato la sanatoria e la casa è condonata è tutto in regola, non sono più abusivi.

Apposta ho scritto il post di cui sopra.

La televisione ha mostrato le immagini di un paesino (non so se un piccolo Comune o una frazione di Messina) costruito su una strettissima fascia costiera con ripide colline alle spalle, e in questo paesino si vedevano delle case palesemente costruite dentro il letto del fiume.

E' impossibile che quelle case siano state fatte con regolare permesso di costruire, sono sicuramente abusive e poi condonate.

Adesso la colpa è sia dello stato che in primis ricorre a uno strumento come i condoni, che fa più danni che altro, e poi del normale cittadino italiano, ormai educato al fatto che se fai gli impicci poi tanto dopo si sanano.

E' assurdo che un Comune incassi 100000, 200000 euro per sanare dieci edifici costruiti nel letto di un fiume e poi la protezione civile deve spendere 10 milioni di euro per sistemare il fianco di una montagna o deviare il fiume suddetto.

Questa è l'Italia.

Share this post


Link to post
Share on other sites
solidarietà verso tutta la gente di Messina.. poi piagnemo piagnemo a l'Aquila, a Messina... ma il paese dei furbetti continua a seppellire sempre i suoi figli.. il disco non cambia mai.

 

E i vari responsabili di questa situazioni rimarranno ancora una volta impuniti. Schifato.

1667366[/snapback]

 

che paese di merda.

1667383[/snapback]

 

ovviamente, massima solidarietà ai coinvolti in questa tragedia ma purtroppo è quello che ci meritiamo...

non conosco i dettagli, le cause e le responsabilità ma penso di sapere già come siano andate le cose...

ho "solo" 30 anni ma ho già le palle piene di questo schifo, dell'assoluta incapacità di cambiare le cose, dell'incapacità di questo paese di guardare al futuro e di continuare a guardare all'orticello del presente, di governanti pronti a vendere la vita dei propri cittadini per un pò di schifosissimi soldi...

sono stanco..veramente stanco di incazzarmi...

 

solidarietà al popolo di Messina...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ma chi aveva una casa abusiva che è andata distrutta, non chiederà mica risarcimento allo stato per la ricostruzione??

 

bo

 

.Ciaps

1667496[/snapback]

Certo che si, una volta che hanno pagato la sanatoria e la casa è condonata è tutto in regola, non sono più abusivi.

Apposta ho scritto il post di cui sopra.

La televisione ha mostrato le immagini di un paesino (non so se un piccolo Comune o una frazione di Messina) costruito su una strettissima fascia costiera con ripide colline alle spalle, e in questo paesino si vedevano delle case palesemente costruite dentro il letto del fiume.

E' impossibile che quelle case siano state fatte con regolare permesso di costruire, sono sicuramente abusive e poi condonate.

Adesso la colpa è sia dello stato che in primis ricorre a uno strumento come i condoni, che fa più danni che altro, e poi del normale cittadino italiano, ormai educato al fatto che se fai gli impicci poi tanto dopo si sanano.

E' assurdo che un Comune incassi 100000, 200000 euro per sanare dieci edifici costruiti nel letto di un fiume e poi la protezione civile deve spendere 10 milioni di euro per sistemare il fianco di una montagna o deviare il fiume suddetto.

Questa è l'Italia.

1667508[/snapback]

 

Se anche un solo centesimo delle tasse che pago andasse alla ricostruzione (o risarcimento) di una casa costruita sul letto di un fiume... mi verrebbe veramente voglia di portare i miei "capitali" all'estero al riparo da questo schifo...

 

.Ciaps

Edited by callea

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ma chi aveva una casa abusiva che è andata distrutta, non chiederà mica risarcimento allo stato per la ricostruzione??

 

bo

 

.Ciaps

1667496[/snapback]

Certo che si, una volta che hanno pagato la sanatoria e la casa è condonata è tutto in regola, non sono più abusivi.

Apposta ho scritto il post di cui sopra.

La televisione ha mostrato le immagini di un paesino (non so se un piccolo Comune o una frazione di Messina) costruito su una strettissima fascia costiera con ripide colline alle spalle, e in questo paesino si vedevano delle case palesemente costruite dentro il letto del fiume.

E' impossibile che quelle case siano state fatte con regolare permesso di costruire, sono sicuramente abusive e poi condonate.

Adesso la colpa è sia dello stato che in primis ricorre a uno strumento come i condoni, che fa più danni che altro, e poi del normale cittadino italiano, ormai educato al fatto che se fai gli impicci poi tanto dopo si sanano.

E' assurdo che un Comune incassi 100000, 200000 euro per sanare dieci edifici costruiti nel letto di un fiume e poi la protezione civile deve spendere 10 milioni di euro per sistemare il fianco di una montagna o deviare il fiume suddetto.

Questa è l'Italia.

1667508[/snapback]

 

nella costa ionica messinese tutti i paesini in provincia di messina dal km 1 al km 20 sono costruiti tra le montagne e il mare. I monti infatti scendono fino a mare e in quel poco spazio che rimane tra monti e mare ci sono questi paesini. quello che hai visto nelle immagini è scaletta zanclea, il primo paese della provincia ionica messinese, quello maggiormente colpito dalla frana assieme a giampilieri che è invece l'ultima frazione del comune di messina (messina sud).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use. This site uses cookies to enhance the users' browsing experience and collect infomation about the site utilization. We use both technical cookies and third party cookies. If you continue browsing the site you accept the use of cookies; otherwise you can just leave the site.