Jump to content
alien

ORDINE PUBBLICO, DECORO URBANO

Recommended Posts

Ho sempre pensato che, in mano a persone competenti, questa zona potrebbe diventare una miniera d'oro. Risorse come la Cascata e Carsulae vengono invece abbandonate a se stesse, con personale e manutenzione ridotti all'osso; ciononostante continuano a fare il pieno.

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, NINNI ha scritto:

Ho sempre pensato che, in mano a persone competenti, questa zona potrebbe diventare una miniera d'oro. Risorse come la Cascata e Carsulae vengono invece abbandonate a se stesse, con personale e manutenzione ridotti all'osso; ciononostante continuano a fare il pieno.

Questa estate molti siti naturalistici a vario titolo della zona hanno fatto il pieno a prescindere da tutto (vedi le mole o Castelluccio che poi sta come sta anche a livello di strade). Carsulae non saprei se fa il pieno, ci sono stato l'altro giorno per la seconda volta dopo la fine del lockdown ed ero praticamente solo io (anche perché ormai per i ternani non può più essere un parco pubblico in senso stretto, si pagano tre euro a botta). Però magari è pieno pure lì di solito, non ho idea. Li comunque si potrebbe avere un certo ritorno se si riuscisse, per dire, a rendere visitabili le terme (praticamente lo scavo sembra quasi completo, anche se gli archeologi italiani hanno criticato parecchio il lavoro degli americani), completare lo scavo dell'anfiteatro come sembra si stia facendo e soprattutto rendere visitabili i mosaici. Carsulae rispetto a dieci anni fa ha, e potrebbe avere nell'immediato futuro, veramente parecchia più roba (teatro utilizzabile, anfiteatro completamente visitabile, terme, tempio sul capitolium, domus dei mosaici, quartiere nord-ovest, zona delle sostruzioni e della basilica messa molto meglio), poi tutto sta a come te lo vendi e se spingi per rendere visitabili le varie zone.

L'altro giorno leggevo che criticavano rossi perché il telamone non avrebbe portato nulla al museo in termini di visite (quindi immagino non ci sia stato un botto) ma li per me la gente ce la devi letteralmente portare a prescindere dal telamone (che fa la sua figura e può essere l'immagine simbolo del museo archeologico, naturalmente). Nessuno penso partirebbe da casa magari a 100 km di distanza solo per il telamone, devi riuscire a farcela andare "già che sta a Terni", secondo me.

Edited by wild.duck
  • Downvote 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 ore fa, adriatico ha scritto:

Non so se il sito sia attendibile,non lo conosco,domenica per ora di pranzo ero a piediluco,per una domenica di settembre era veramente pieno,i battelli non so quanti giri abbiano fatto...

Li vedo solo io i turisti in centro con la macchina fotografica?

Se attendibile,non fa altro che piacere...proponiamo la cascata e la valnerina patrimonio UNESCO, se lo merita.

In mano a dei politici competenti,questa zona attrarrebbe il doppio dei turisti di adesso....

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, NINNI ha scritto:

Ho sempre pensato che, in mano a persone competenti, questa zona potrebbe diventare una miniera d'oro. Risorse come la Cascata e Carsulae vengono invece abbandonate a se stesse, con personale e manutenzione ridotti all'osso; ciononostante continuano a fare il pieno.

Quoto pure le virgole.

Share this post


Link to post
Share on other sites
21 minuti fa, ternano_84 ha scritto:

Non so se il sito sia attendibile,non lo conosco,domenica per ora di pranzo ero a piediluco,per una domenica di settembre era veramente pieno,i battelli non so quanti giri abbiano fatto...

Li vedo solo io i turisti in centro con la macchina fotografica?

Se attendibile,non fa altro che piacere...proponiamo la cascata e la valnerina patrimonio UNESCO, se lo merita.

In mano a dei politici competenti,questa zona attrarrebbe il doppio dei turisti di adesso....

io quando faccio vedere foto del nera dalla cascata a Terni, o della valserra, la gente resta veramente stupita. I monti martani, in pratica, sono un parco naturale non ufficiale (dicevano che sia la zona dell'Umbria con la rete sentieristica più fitta). In questo momento in cui ci si inventano cammini con nomi altisonanti pure dietro casa magari sarebbe da rifarci un pensierino per tirare su qualcosa? Il martani trekking sarà stato troppo avveniristico e pure pensato troppo in grande, ma non era tutto da buttare (e credo nella parte nord dei martani ora sia più trafficato che da noi).

La cascata ha pure qualcosa come 300 grotte censite, qualcuna non sarebbe meglio sfruttabile turisticamente di quanto già non sia?

Per aggiungerne qualche altra.

Noi nella conca siamo veramente pieni di roba, soprattutto abbiamo veramente di tutto e di più come varietà, solo che non siamo mai stati molto bravi a pubblicizzarla e neppure a viverla.

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, wild.duck ha scritto:

io quando faccio vedere foto del nera dalla cascata a Terni, o della valserra, la gente resta veramente stupita. I monti martani, in pratica, sono un parco naturale non ufficiale (dicevano che sia la zona dell'Umbria con la rete sentieristica più fitta). In questo momento in cui ci si inventano cammini con nomi altisonanti pure dietro casa magari sarebbe da rifarci un pensierino per tirare su qualcosa? Il martani trekking sarà stato troppo avveniristico e pure pensato troppo in grande, ma non era tutto da buttare (e credo nella parte nord dei martani ora sia più trafficato che da noi).

La cascata ha pure qualcosa come 300 grotte censite, qualcuna non sarebbe meglio sfruttabile turisticamente di quanto già non sia?

Per aggiungerne qualche altra.

Noi nella conca siamo veramente pieni di roba, soprattutto abbiamo veramente di tutto e di più come varietà, solo che non siamo mai stati molto bravi a pubblicizzarla e neppure a viverla.

Vedo che seppur molto lentamente cominciano a smuoversi qualcosa,sopratutto nel web comincia ad essere presente una discreta promozione turistica del territorio,sia naturalistici che legati a san Valentino

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ho sempre pensato che, in mano a persone competenti, questa zona potrebbe diventare una miniera d'oro. Risorse come la Cascata e Carsulae vengono invece abbandonate a se stesse, con personale e manutenzione ridotti all'osso; ciononostante continuano a fare il pieno.
Ma la cascata ve la ricordate 20 anni fa come era??? A quei tempi era tutto aperto, c'erano solo due bancarelle davanti proprio al salto e i sentieri erano abbandonati proprio. La visita durava davvero mezz'ora non di più ,adesso almeno se vuoi ci passi una giornata piena. Per carità tutto può essere migliorato ma non dimentichiamo il passato. Carsuleae poi non ne parliamo... ce se andava solo a gioca a pallone, a sdraiasse su lu prato come su li prati de stroncone o a infrattasse....

Ci vuole tempo per spostare i flussi turistici.


Inviato dal mio Redmi Note 8 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, pino ha scritto:

Ma la cascata ve la ricordate 20 anni fa come era??? A quei tempi era tutto aperto, c'erano solo due bancarelle davanti proprio al salto e i sentieri erano abbandonati proprio. La visita durava davvero mezz'ora non di più ,adesso almeno se vuoi ci passi una giornata piena. Per carità tutto può essere migliorato ma non dimentichiamo il passato. Carsuleae poi non ne parliamo... ce se andava solo a gioca a pallone, a sdraiasse su lu prato come su li prati de stroncone o a infrattasse....

Ci vuole tempo per spostare i flussi turistici.


Inviato dal mio Redmi Note 8 utilizzando Tapatalk
 

Comunque da nun po di tempo a questa parte sopratutto on line  comincia ad esserci una buona promozione del territorio,dalla cascata ovviamente a San Valentino.

Inutile ormai strapagare per cartelloni pubblicitari lungo le strade,la pubblicità e il marketing è tutto on line ormai

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 ore fa, pino ha scritto:

Ma la cascata ve la ricordate 20 anni fa come era??? A quei tempi era tutto aperto, c'erano solo due bancarelle davanti proprio al salto e i sentieri erano abbandonati proprio. La visita durava davvero mezz'ora non di più ,adesso almeno se vuoi ci passi una giornata piena. Per carità tutto può essere migliorato ma non dimentichiamo il passato. Carsuleae poi non ne parliamo... ce se andava solo a gioca a pallone, a sdraiasse su lu prato come su li prati de stroncone o a infrattasse....

Ci vuole tempo per spostare i flussi turistici.


Inviato dal mio Redmi Note 8 utilizzando Tapatalk
 

Vent'anni fa in Italia non c'era neanche la consapevolezza di quale ricchezza potessero rappresentare certe cose. Anche a Roma ricordo che i resti romani versavano in stato di semiabbandono. Personalmente presi coscienza di quanto fossimo coglioni per due episodi vissuti negli anni ottanta, nelle prime sortite all'estero: in Olanda ci fecero pagare il biglietto per vedere un cazzo di villaggio di pescatori: un mulino a vento circondato da quattro catapecchie; in Svizzera vidi quattro sassi messi sotto vetro: erano i resti di un accampamento di soldati romani... 

Share this post


Link to post
Share on other sites
13 ore fa, Nambo ha scritto:

Comunque da nun po di tempo a questa parte sopratutto on line  comincia ad esserci una buona promozione del territorio,dalla cascata ovviamente a San Valentino.

Inutile ormai strapagare per cartelloni pubblicitari lungo le strade,la pubblicità e il marketing è tutto on line ormai

stai a scherza?

Share this post


Link to post
Share on other sites
10 ore fa, NINNI ha scritto:

Vent'anni fa in Italia non c'era neanche la consapevolezza di quale ricchezza potessero rappresentare certe cose. Anche a Roma ricordo che i resti romani versavano in stato di semiabbandono. Personalmente presi coscienza di quanto fossimo coglioni per due episodi vissuti negli anni ottanta, nelle prime sortite all'estero: in Olanda ci fecero pagare il biglietto per vedere un cazzo di villaggio di pescatori: un mulino a vento circondato da quattro catapecchie; in Svizzera vidi quattro sassi messi sotto vetro: erano i resti di un accampamento di soldati romani... 

stessa impressione che ho avuto anch'io... fuori dall'italia con quattro sassi ce fanno un museo, noi usavamo i capitelli per mette le cocce

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use. This site uses cookies to enhance the users' browsing experience and collect infomation about the site utilization. We use both technical cookies and third party cookies. If you continue browsing the site you accept the use of cookies; otherwise you can just leave the site.