Vai al contenuto
Razzotico

Sta cazzo de RESILIENZA

Messaggi raccomandati

3 ore fa, wild.duck ha scritto:

m'hanno cacciato la tiroide l'altro ieri al santa maria e stavo in camera con un ultraottantenne milanese capiscione, lamentoso e decisamente logorroico, sono cose che mettono a dura prova la resilienza, il rilassamento in funzione di stress e pure la viscosità in regime stazionario di una persona (che dopo un giorno a stare fermo immobile e storto c'avevo il collo che pareva diventato di ghisa, stanotte non c'ho chiuso occhio) 

inoltre è aumentata la mia scarsa sopportazione dei milanesi, dote che reputo importante pur non provenendo dalla scienza dei materiali.

 

non lo pozza prova' nisciuno, non solo il milanese in camera ma anche un po' l'intervento

 

 

Come stai Wild?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
40 minuti fa, alien ha scritto:

Come stai Wild?

Bene, grazie, giusto un leggero fastidio alla gola ormai. Roba autoimmune, dovrebbe finire qui, poi è un intervento alla fine di poco conto (anche se il drenaggio alla gola, quando lo levano, è un'esperienza che tenderei a sconsigliare a tutti)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, wild.duck ha scritto:

Bene, grazie, giusto un leggero fastidio alla gola ormai. Roba autoimmune, dovrebbe finire qui, poi è un intervento alla fine di poco conto (anche se il drenaggio alla gola, quando lo levano, è un'esperienza che tenderei a sconsigliare a tutti)

 

Daje, in bocca al lupo 

 

sii resiliente 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
10 ore fa, Razzotico ha scritto:

 

Daje, in bocca al lupo 

 

 

l'augurio perfetto per uno che s'è appena operato alla gola

 

Immagine correlata

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
21 ore fa, Milton ha scritto:

è vero, si campava, ma mica tanto bene...

 

Immagine correlata

Vedi che le corna servono.

 

P.S. Wild daje bardascio, sii flessibile alle "ingiurie del tempo" !!!!!

Modificato da torquemada
  • Voto Positivo 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
21 ore fa, wild.duck ha scritto:

Bene, grazie, giusto un leggero fastidio alla gola ormai. Roba autoimmune, dovrebbe finire qui, poi è un intervento alla fine di poco conto (anche se il drenaggio alla gola, quando lo levano, è un'esperienza che tenderei a sconsigliare a tutti)

Un grosso in bocca al lupo!

  • Voto Positivo 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie a tutti ma, veramente, è una liberazione eh. Dopo tre anni e mezzo di malattia (ovviamente perlopiù in fase poco o niente attiva, altrimenti me l'avrebbero tolta da mo') finalmente posso rimettere la salsa di soia sul sushi e comprare i biscotti anche se hanno la lecitina di soia.

Con la malattia tutte ste cose meravigliose mi erano proibite, o almeno non dovevo abusarne... :( adesso riavrò una vita normale

 

Oltre che sto pure piu tranquillo dato che la mia tiroide era una specie di bomba a orologeria di probabili cazzi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
57 minuti fa, longarinivattene! ha scritto:

Resilienza mi sta sul cazzo al pari di apericena. 

Abuso demenziale di termini dettati da mode sciocche, da parte di sciocchi.

 

stamattina stai carico 😄

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
12 ore fa, longarinivattene! ha scritto:

Resilienza mi sta sul cazzo al pari di apericena. 

Abuso demenziale di termini dettati da mode sciocche, da parte di sciocchi.

 

Non sono d'accordo.

Il concetto di apericena lo puoi esprimere in molti modi diversi, per esempio aperitivo cenato.

Resilienza lo puoi esprimere solo con resilienza. Ogni altro termine simile non è altrettanto specifico ed efficace.

Motivo per cui non hai scelta.

Modificato da callea

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
8 minuti fa, callea ha scritto:

 

Non sono d'accordo.

Il concetto di apericena lo puoi dire esprimere in molti modi diversi, per esempio aperitivo cenato.

Resilienza lo puoi esprimere solo con resilienza. Ogni altro termine simile non è altrettanto specifico ed efficace.

Motivo per cui non hai scelta.

Aperitivo cenato può essere ambiguo.

In un contesto colloquiale una frase tipo "che dici, dovrei andare all'aperitivo cenato?" può essere intesa sia come una richiesta di chiarimenti sull'eventuale mancanza di cibo all'aperitivo (per cui il "cenato" assumerebbe il significato di "già cenato"), sia come un dubbio se andare o meno. Con l'utilizzo sempre più libero, nella parlata quotidiana, di certi verbi, non mi assumerei un simile rischio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

No no, un attimo. 

Sulla legittimità di aperitivo cenato è intervenuto pure Treccani e il suo unico dubbio è sull'attecchimento del termine non sulla sua correttezza.

E vi posso garantire che a casa mia si usa frequentemente.

 

http://www.treccani.it/magazine/lingua_italiana/domande_e_risposte/lessico/lessico_517.html

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Adesso, callea ha scritto:

No no, un attimo. 

Sulla legittimità di aperitivo cenato è intervenuto pure Treccani e il suo unico dubbio è sull'attecchimento del termine non sulla sua correttezza.

E vi posso garantire che a casa mia si usa frequentemente.

 

http://www.treccani.it/magazine/lingua_italiana/domande_e_risposte/lessico/lessico_517.html

Non ho detto che non è corretto, ho detto che può facilmente generare ambiguità. Ambiguità impossibili usando il termine apericena.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Certo, è formato in modo più ardito, perché quel cenato, stando all’uso colloquiale in voga da tempo, è riferibile a persona (vengo da voi già cenato), non a cosa o evento. 

 

fra l'altro, pure sulla Treccani hanno subito pensato all'uso di "già cenato", come ho fatto io. Troppo ambiguo, ma perché...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Adesso, wild.duck ha scritto:

Non ho detto che non è corretto, ho detto che può facilmente generare ambiguità. Ambiguità impossibili usando il termine apericena.

No è molto improbabile che possa generare ambiguità.

Se dico Andiamo a fare un aperitivo cenato non possono esserci dubbi.

Anche perché è già ampiamente usato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anche perché l'aperitivo si fa per definizione prima dell'ora di cena.

Quindi come cribbio si fa ad andare ad un aperitivo già cenati??

Al massimo si può andare ad una cena già aperitivati.

Modificato da callea

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
23 minuti fa, callea ha scritto:

Anche perché l'aperitivo si fa per definizione prima dell'ora di cena.

Quindi come cribbio si fa ad andare ad un aperitivo già cenati??

Al massimo si può andare ad una cena già aperitivati.

"Vengo all'aperitivo cenato, ho problemi digestivi ma non voglio saltare questa occasione di vita conviviale". Inviato alla persona che organizza l'aperitivo, può facilmente metterlo in crisi (il mittente viene già cenato a causa dei problemi al duodeno, o sta solo usando un termine per indicare un aperitivo/apericena ancora scarsamente usato? Dovrei lasciargli qualcosa, magari morbido e digeribile?)

 

Mah, gli esempi sono innumerevoli, il termine apericena è chiaramente più compatto e meno ambiguo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, wild.duck ha scritto:

"Vengo all'aperitivo cenato, ho problemi digestivi ma non voglio saltare questa occasione di vita conviviale". Inviato alla persona che organizza l'aperitivo, può facilmente metterlo in crisi (il mittente viene già cenato a causa dei problemi al duodeno, o sta solo usando un termine per indicare un aperitivo/apericena ancora scarsamente usato? Dovrei lasciargli qualcosa, magari morbido e digeribile?)

 

Mah, gli esempi sono innumerevoli, il termine apericena è chiaramente più compatto e meno ambiguo.

 

Ma come si fa ad andare ad un aperitivo già cenati se l'aperitivo si fa prima di cena?

Si cena forse alle cinque?

Prima di un aperitivo al massimo si può fare una merenda non certo una cena.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

È chiaro che, nel caso da me citato, se l'aperitivo si prolunga (poniamo) fino alle 9, magari fuori città, e prevede un dopo cena, se sono impossibilitato a mangiare all'aperitivo (magari per motivi di salute, intolleranze alimentari, o altro) ceno prima. Se lo devo comunicare, si crea facilmente una ambiguità, che con il traduzionale apericena e una corretta perifrasi sarebbe impossibile.

Poi, oh, che "cenato" nell'uso significa "già cenato", lo dice pure la Treccani, eh.

Meglio termini più compatti e meno ambigui

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Poi, io per primo uso chiedere "centriamo?" perché trovo "andiamo in centro?" Inutilmente lungo ma se mi trovassi davanti ad un ascensore sarei costretto ad usare la frase completa "andiamo in centro?" per evitare ambiguità ("c'entriamo?" nell'ascensore).

 

Rischiare ambiguità ottenendo oltretutto due parole al posto di una, boh... è antieconomico

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 8/2/2019 Alle 21:32, callea ha scritto:

 

Sulla legittimità di aperitivo cenato è intervenuto pure Treccani e il suo unico dubbio è sull'attecchimento del termine non sulla sua correttezza.

E vi posso garantire che a casa mia si usa frequentemente.

 

quoto

tutti noi opinion leader ne facciamo largo uso

allego immagine del più recente aperitivo cenato in casa mia, starring bossoletto

 

Immagine correlata

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
E perché BRANCH do la mettemo ?? non è anch'essa una parola del menga ??


Perché? Anch’esso ha un significato specifico: metà colazione metà pranzo (BReakfAst + luNCH).

In italiano non esiste un corrispettivo.
Si potrebbe provare a lanciare COLANZO (da colazione + pranzo).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
13 minuti fa, callea ha scritto:

 


Perché? Anch’esso ha un significato specifico: metà colazione metà pranzo (BReakfAst + luNCH).

In italiano non esiste un corrispettivo.
Si potrebbe provare a lanciare COLANZO (da colazione + pranzo).

 

E' insopportabile la stucchevole esterofilia linguistica.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente registrato per poter lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi Subito

Sei già registrato? Accedi da qui.

Accedi Adesso

×

Informazione Importante

Usando questo sito acconsenti ai nostri Termini D'uso. Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.