Jump to content
David

UFFICIALE: TERNANA (NON PIU') IN VENDITA !!!!

Recommended Posts

51 minuti fa, CrossdiSussi ha scritto:

Rimarrebbero 7/8 giocatori sotto contratti, non di più.
Se arriva un farabutto compra lo stesso, tanto non paga. 
Dovesse arrivare un personaggio serio, con un buon DS ne potrebbe piazzare altrove buona parte.

Il problema grosso sarebbero i tre allenatori.
 

io penso che a fine stagione fuggiranno tutti sti quattro pedatori erranti anche chi ha contratti importanti

vero anche che comunque un minimo di base di un 6/7 giocatori dovresti provare a mantenerla per non fare un altro anno di merda come questo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se i giocatori e allenatori sotto contratto fossero onesti a fine stagione tornerebbero tutti la risoluzione contrattuale ....ma siccome non lo sono e qualcuno pure in la con gli anni ...prevedo già cosa chiedono ....una bella buonuscita per strappare il contratto oppure il contratto rimane 

Forse l'unico che potrebbe fare la risoluzione è  Marilungo...semplicemente perché ancora potrebbe avere un discreto mercato 

Un diakite ad esempio.....ma chi cazzo se lo prende?

32 anni....la nomea di un piantapippe spacca spogliatoio...in più prestazioni scadenti 

Un de Canio ma chi se lo prende a oltre 200.000 euri d'ingaggio ?

Vantaggiato idem ....lo scorso anno messo fuori rosa da Spinelli....Quest'anno due goal e tante prestazioni vergognose con la nomea di essere anche lui un discreto piantapippe ....ma chi glieli da tutti i soldi che prende ora a 34 anni ?

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, Lu Generale ha scritto:

questo è vero, ma per chi vende (in teoria) è meglio vendere una scatola piena piuttosto che una vuota. 

nel senso che dalla scatola piena potresti farci qualche soldo in più. 

questo in teoria, poi in pratica certe vie sono infinite...e probabilmente per varie ragioni (che qui è meglio non scrivere) gli converrà comunque vendere la scatola vuota in serie d. 

e forse tutto ciò potrebbe spiegare il crinale inspiegabile e incorreggibile in cui siamo precipitati, con giocatori incapaci di fare qualche misero punticino per salvarci (come l'anno della serie A svenduta). Probabilmente, allora, la decisione di vendere c'era già da tempo (altro che gli sputi e l'incontro per lo stadio di pochi giorni fa), e questa vendita vogliono che avvenga in serie d...con i giocatori che sono esecutori volenti o nolenti.  

se così fosse, con tutto il teatro che ci hanno messo in mezzo (proclami, stadi, visite, presenze alle partite, allenatori, ds, acquisti, ecc.) è roba da non crederci, la realtà supera le peggiori fantasie.  

 

 

Io dico solo che Bandecchi, sempre ottimista sempre proiettato verso la Champions, ad un certo punto, quando ancora avevamo 8 punti di vantaggio sui playout ha cominciato a dire "speriamo di non andare in D".

E qui mi fermo.

Io se non fosse che aborro scommettere contro la Ternana ci butterei mille euro sulla retrocessione. A quanto la danno?

Share this post


Link to post
Share on other sites

A leggere i primi nomi sembrerebbero tutti personaggi chiamati a sopprimere quel poco che resta, a parte camilli.

In sostanza il pelatone e soci non solo hanno devastato tutto, ma stanno tentando pure di spargere il sale in modo che non ricresca niente.

E fino a du giorni fa qualcuno si strappava le vesti per dargli lo stadio e fare i musei della ternana, tessendone le lodi.

Se esiste un limite tecnico alla stupidità e al leccaculismo umano, a terni credo che l'abbiamo raggiunto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

E' simpatico e purtroppo poco sorprendente che vengono accostati nomi alla Ternana o addirittura si viene offerta a gente che ha un net worth, in alcuni casi anche patrimoniale, inferiore a quello che costerebbe una C l'anno prossimo. 

Praticamente questi individui si accollerebbero una spesa maggiore alle loro economie.

Della serie ti accollo il peso cosi fallisci te, ovviamente ben stipendiato.

 

Intanto dando uno sguardo rapido all'instagram dell'ultimo nome sbattuto fuori... https://www.instagram.com/gianlucaius/?hl=en

 

Posta un articolo di PERUGIA24.NET, dove tale articolo infuoca se sara' il Sign. Ius il Presidente PIU' BELLO della storia della Ternana calcio... e lui con tanto orgoglio e 5 minuti di fama lo posta. 

 

Ricordo benissimo cari gruppi organizzati che a Livorno BANDECCHI e' stato letteralmente cacciato prima di provare ad impossessarsi della squadra della citta'... occhio a chi venga. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, Tomas Milian ha scritto:

A leggere i primi nomi sembrerebbero tutti personaggi chiamati a sopprimere quel poco che resta, a parte camilli.

In sostanza il pelatone e soci non solo hanno devastato tutto, ma stanno tentando pure di spargere il sale in modo che non ricresca niente.

E fino a du giorni fa qualcuno si strappava le vesti per dargli lo stadio e fare i musei della ternana, tessendone le lodi.

Se esiste un limite tecnico alla stupidità e al leccaculismo umano, a terni credo che l'abbiamo raggiunto.

Si, diciamo che col Compro Oro di Torpigna ero stato ottimista 

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minutes ago, Tomas Milian said:

A leggere i primi nomi sembrerebbero tutti personaggi chiamati a sopprimere quel poco che resta, a parte camilli.

In sostanza il pelatone e soci non solo hanno devastato tutto, ma stanno tentando pure di spargere il sale in modo che non ricresca niente.

E fino a du giorni fa qualcuno si strappava le vesti per dargli lo stadio e fare i musei della ternana, tessendone le lodi.

Se esiste un limite tecnico alla stupidità e al leccaculismo umano, a terni credo che l'abbiamo raggiunto.

Mi pare la cosa piu' normale.

Quale imprenditore solido si prende un impiccio carissimo per la categoria dove nonostante i soliti giochetti si venga a perdere qualche milione?

Lo puo' prendere solamente uno pagato per fallire... 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il sindaco latini come intende tutelare e salvaguardare un interesse collettivo cittadino?

Che margine di tutela possiede ma soprattutto si sta realmente interessando alla vicenda?

Infine gli interessa la Ternana come massima espressione sportiva della città o aspetterà passivamente il passaggio di proprietari dimostratisi tutt'altro che competenti?

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

http://www.affaritaliani.it/cronache/mafia-capitale-gianluca-ius-cassiere-carminati-intervista-524450.html

[...]

Esattamente di cosa si occupa?

“La mia “specialità” è sempre stata quella di rilevare società che erano in difficoltà perché non riuscivano a sviluppare il loro business, aumentando il valore dei contratti o inserendone di nuovi, e diversificare laddove possibile le attività. Quando introduci nuovi capitali in azienda che siano sotto forma di aumento di capitale o di ottenimento contratti anche il ricorso al credito diventa più semplice. Ci sono molte aziende sottosviluppate: ad esempio oggi per una impresa edile non cercare espansioni di mercato nel campo dell'impiantistica rappresenta una follia. Altro esempio: io avevo individuato nell'Ancona Calcio, una società con un potenziale enorme di sviluppo, anche commerciale. Perché il calcio rappresenta oggi l'unico settore trainante dell'economia. Anche qui, però, dove girano tanti soldi, girano avventurieri che rovinano calcisticamente le piazze oppure si creano mostri che non ci sono”.

Cosa vuole dire?

“Nell'ultima puntata de “Non è l'Arena” su La7 si parlava del calcio pulito o non pulito. C'era un ex calciatore che ha fatto un'imboscata ad un procuratore: gli aveva chiesto dei soldi per poter giocare. Si sta perdendo di vista il vero problema. Si attaccano le società ed i procuratori ma la cosa grave sono quei genitori che pensano di avere dei fenomeni come figli e pur di vederli giocare sarebbero disposti a vendere l'anima al diavolo”.

Lei è stato presidente del Foligno, una società di Serie D. Le è mai capitato di imbattersi in situazioni simili?

“Quando sei dirigente c'è la questua di chi viene a chiederti di far giocare questo o quello. Le società di solito scelgono i migliori. Può però capitare che ad esempio il genitore che ha un'azienda si proponga come sponsor. se la cosa è una sorta di compromesso per rimborsare la società dei costi sostenuti per il suo tesseramento, il vitto e l'alloggio allora non ci vedrei niente di male. È un po' come si pagasse un master. quello che non va bene è se, come spesso capita, si fa mercimonio su questo. Se cioè presidente, direttori sportivi o procuratori ci speculano. Mi sono imbattuto in casi di genitori di ragazzini che dovevano pagare per essere svincolati. Quando firmai lo svincolo per un giovane calciatore la madre mi chiese quanto doveva darmi. Mi trattò quasi come un eroe quando le dissi che non mi doveva nulla. La mia era solo onestà”.

[...]

 

L'Ancona Calcio...🤔

Edited by Il Conte di Collebertone

Share this post


Link to post
Share on other sites
25 minuti fa, A Sotto ha scritto:

Mi pare la cosa piu' normale.

Quale imprenditore solido si prende un impiccio carissimo per la categoria dove nonostante i soliti giochetti si venga a perdere qualche milione?

Lo puo' prendere solamente uno pagato per fallire... 

Ma vedrai che se davvero finissimo in mano a un personaggio di questo tipo, con un evidente e reiterato accanimento di cristaccio nei nostri confronti, ci sarà la fila fuori dal garden per mettergli la sciarpetta e farcisi i selfie ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

http://m.ilgiornale.it/news/2017/07/25/due-anni-di-fango-per-uscirne-pulito-gianluca-ius-riparte-dal-calcio/1424585/

 

Si è parlato di lei come presidente del Foligno e in queste ore come azionista di riferimento dell’Ancona. Nel suo futuro vede il calcio?
Io principalmente mi occupo di società. Ne compro o entro nell’azionariato con una quota di maggioranza per assicurarmi il controllo, le ristrutturo aumentandone il valore e le rivendo. Da qualche anno mi dedico al pallone, perché è un mondo che mi da molti stimoli. Alcune società di calcio hanno un potenziale enorme, che non viene valorizzato. È accaduto all’Ancona, alla quale due anni fa mi sono avvicinato, ideando un progetto che avrebbe permesso alla società di trarre il massimo profitto da ogni singolo settore. Dal merchandising, con una linea di abbigliamento specifica, allo stadio poco sfruttato, al centro sportivo non ancora realizzato. Nella fase più delicata, in cui stavo completando l’acquisizione delle quote, però, per non permettermi di prendere il controllo della società dorica, sono state utilizzate ad arte le accuse su di me dell’inchiesta «Mafia Capitale», che come sappiamo erano infondate.

E oggi ci riprova?
Si. La situazione della società, però, è in condizioni peggiori rispetto a due anni fa. Però, nonostante questo, ho elaborato un progetto che risanerebbe completamente il club nell’arco di tre anni. Per fare ciò c’è bisogno del sostegno dell’imprenditoria locale.

Un vero e proprio appello quindi?
Si, perché sono convinto che il calcio mai come oggi abbia bisogno del coinvolgimento di ogni realtà del territorio in cui si sviluppa.

 

È forse per questo che Bandecchi due giorni prima di tirarsi indietro, era stato dal sindaco anche per lo stadio?

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use. This site uses cookies to enhance the users' browsing experience and collect infomation about the site utilization. We use both technical cookies and third party cookies. If you continue browsing the site you accept the use of cookies; otherwise you can just leave the site.