Jump to content
BuFERA

pagamenti in contanti o con metodi alternativi?

come paghi/preferisci pagare i tuoi acquisti?  

28 members have voted

  1. 1. come paghi/preferisci pagare i tuoi acquisti?

    • 100% metodi alternativi
      10
    • 10% contanti - 90% metodi alternativi
      3
    • 20% contanti - 80% metodi alternativi
      5
    • 30% contanti - 70% metodi alternativi
      2
    • 40% contanti - 60% metodi alternativi
      0
    • 50% contanti - 50% metodi alternativi
      2
    • 60% contanti - 40% metodi alternativi
      0
    • 70% contanti - 30% metodi alternativi
      1
    • 80% contanti - 20% metodi alternativi
      1
    • 90% contanti - 10% metodi alternativi
      2
    • 100% contanti
      2


Recommended Posts

Adesso, Lu Generale ha scritto:

😀

E non solo il taglio dei capelli! 😀

ho capito bene? :lol:

 

per fortuna che annavo da armando a villaggio italia...

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, BuFERA ha scritto:

ho capito bene? :lol:

 

per fortuna che annavo da armando a villaggio italia...

Armando, Pallino...a me sti nomi non ispirano fiducia! 😀

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Lu Generale ha scritto:

Armando, Pallino...a me sti nomi non ispirano fiducia! 😀

Età media 80 anni, cronaca vera per chi aspettava, poi nell’armadietto aveva i fumetti erotici, ma solo per i clienti doc..

Finito il taglio diceva, finito pallino mio, se non va bene c’è la garanzia...altra Italia..sembra una vita fa..

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, BuFERA ha scritto:

ho capito bene? :lol:

 

per fortuna che annavo da armando a villaggio italia...

Voi a Terni eravate più eruditi..😄

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, Aketto75 ha scritto:

Età media 80 anni, cronaca vera per chi aspettava, poi nell’armadietto aveva i fumetti erotici, ma solo per i clienti doc..

Finito il taglio diceva, finito pallino mio, se non va bene c’è la garanzia...altra Italia..sembra una vita fa..

Hai visto che qualcosa di "spinto" c'era!  😀

Share this post


Link to post
Share on other sites
19 minuti fa, Aketto75 ha scritto:

Età media 80 anni, cronaca vera per chi aspettava, poi nell’armadietto aveva i fumetti erotici, ma solo per i clienti doc..

Finito il taglio diceva, finito pallino mio, se non va bene c’è la garanzia...altra Italia..sembra una vita fa..

Alt .. quelli non erano parrucchieri , erano Barbieri !!! Figura ormai estinta ahimè 

a Stroncone c’era una figura mitologica chiamata “faticone” 

teoricamente era un carropontista della Terni inox ( per il popolo Terninoss😅) ma tra cassa integrazione, amianto scivolo non credo abbia mai bazzicato l’acciaieria  perché che mi ricordi io stava sempre dentro al negozio.

serviva solo uomini ovviamente, ma la vera unicità di faticone e che lui faceva un taglio standard a tutti .., ti mettevi seduto e lui tagliava ,non dovevi chiedere sennò se straniva,  a me che ero ragazzino ( 6-7 anni ) una volta finito mi dava una scorza e mi diceva “daje rega che pe la picchia si pronto” poi si girava verso papà “ per te che semo amici 10 mila lire ... lo diceva a tutti ovviamente 

sembra veramente un’altra Italia

  • Haha 3

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Aketto75 ha scritto:

Voi a Terni eravate più eruditi..😄

io da armando me ricordo la musichetta dalla radio, spesso jazz. ciaveva uno stile che poteva essere un personaggio da film. per i giornaletti toccava rivolgese ad altri... :D

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, lustronculino ha scritto:

Alt .. quelli non erano parrucchieri , erano Barbieri !!! Figura ormai estinta ahimè 

a Stroncone c’era una figura mitologica chiamata “faticone” 

teoricamente era un carropontista della Terni inox ( per il popolo Terninoss😅) ma tra cassa integrazione, amianto scivolo non credo abbia mai bazzicato l’acciaieria  perché che mi ricordi io stava sempre dentro al negozio.

serviva solo uomini ovviamente, ma la vera unicità di faticone e che lui faceva un taglio standard a tutti .., ti mettevi seduto e lui tagliava ,non dovevi chiedere sennò se straniva,  a me che ero ragazzino ( 6-7 anni ) una volta finito mi dava una scorza e mi diceva “daje rega che pe la picchia si pronto” poi si girava verso papà “ per te che semo amici 10 mila lire ... lo diceva a tutti ovviamente 

sembra veramente un’altra Italia

Esatto..

Share this post


Link to post
Share on other sites
19 ore fa, BuFERA ha scritto:

ho capito bene? :lol:

 

per fortuna che annavo da armando a villaggio italia...

Grande Armando.. Era quello dentro la casetta alla fine di piazza della pace, vero? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 ore fa, adriatico ha scritto:

Grande Armando.. Era quello dentro la casetta alla fine di piazza della pace, vero? 

esatto, quelle casette (barbiere, frutta e verdura, pescheria, edicola) hanno fatto la storia de piazza de la pace. erano tempi in cui l'unico metodo di pagamento alternativo erano li gettoni de la cabina del telefono :lol:

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, BuFERA ha scritto:

esatto, quelle casette (barbiere, frutta e verdura, pescheria, edicola) hanno fatto la storia de piazza de la pace. erano tempi in cui l'unico metodo di pagamento alternativo erano li gettoni de la cabina del telefono :lol:

Vero!!! Mi ci portava sempre mio padre.. La pescheria non era degli Spinelli? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 minuti fa, adriatico ha scritto:

Vero!!! Mi ci portava sempre mio padre.. La pescheria non era degli Spinelli? 

della madre

Share this post


Link to post
Share on other sites

ho appena chiesto ad un amico di trent'anni che cosa gli viene in mente se gli dico el charro. m'ha risposto "un narcotrafficante".

Share this post


Link to post
Share on other sites
34 minuti fa, adriatico ha scritto:

Si, chiaro.. Intendevo loro

si si, non era per fare il precisino. è la germania che da sto punto di vista m'ha rovinato :lol:

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 ore fa, BuFERA ha scritto:

si si, non era per fare il precisino. è la germania che da sto punto di vista m'ha rovinato :lol:

a proposito de pagamenti alternativi & Germania, che se dice de Wirecard? 🤪

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, kapovoRDo ha scritto:

a proposito de pagamenti alternativi & Germania, che se dice de Wirecard? 🤪

effettivamente la discussione giusta avrebbe dovuto essere questa... comunque se ne è parlato brevemente qua

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 25/6/2020 Alle 16:22, chetestraceki ha scritto:

Qui non siamo d’accordo...

un conto è dire che giustamente il mondo va avanti e quindi anche nei sistemi di pagamento si evolve verso transazione sempre piu’ digitali e dematerializzate, un conto è uno stato di polizia finanziaria e di monopolio assoluto su tali forme di pagamento, dove si perderebbe, se uniche, il controllo dello stesso mezzo di pagamento e della moneta-merce.

Ora, io sono estremamente interessato alle blockchain e alle tecnologi9e Defi, per dire, ma non penso che 100% la merce come mezzo di scambio e/o moneta debba scomparire del tutto.

Ora, senza approfondire qui diversi temi (impossibile su uno o più post di un forum) ma basti pensare al valore intrinseco delle nostre valute che è meno di zero. Gia’ ci vuole un atto di fiducia nell’accettare come mezzo di pagamento una scrittura contabile computerizzata che ora questa, dopo non aver piu’ alcun valore in un corrispettivo materiale o non avendo nessun valore di titolo al portatore intercambiabile, debba essere totalmente amministrata e gestita da dei database per me è schiavizzazione pura.
Normale sottolineare le piccole attivita’, le cooperative, le piccole associazioni persino di paese o di quartiere, etc. Queste hanno ragione di esistere se sono un minimo al di fuori del grande sistema che altrimenti le taglieggia e le mangia. La moneta è la prima merce, la merce delle merci, controllando al 100% questa controlli tutto.

Ma volevo accennare ad una prospettova più ampia in merito.

Pensa solo come i sistemi di pagamento e di compensazione globali si stiano disaccoppiando in ragione della dislocazione geopolitica che sta ridisegnando nelle fondamenta il sistema globalizzato, mi riferisco ai progetti russi di creare un sistema di pagamento Regioanale alternativo allo swift, proprio per evitare anche taglieggiamenti finanziari degli americani e embarghi vari. Vedi quanto accade nel merito (ma anche su altre cose affini) in Cina.

Penso che è vero che in soccorso della “libertà” vengano anche le stesse nuove tecnologie, secondo cui quanto tolgono (il contante) viene compensato da quante alternative aggiungono (blockchain, criptovalute, pagamenti peer-to-peer etc.), ma prima di questi passaggi ci sono diverse garanzie da dare ai risparmiatori che al momento non ci sono, dato che siamo di fronte alla necessità di una ridefinizione del commercio globale, delle riserve e del sistema monetario attuale.

Domani, se fosse 100% tutto digitale, tu nel conto hai una valuta fiat dematerializzata, priva di valore reale intrinseco, inflazionata (m2 è aumentata a livelli mai visti, ma guarda caso la velocità di circolazione è collassata, detta massa monetaria rimane negli interstizi della finanza e del sistema bancario, e lo stesso intendono fare con m3, perché cosi si accumula e controlla, togliendola dalla disponibilità dei depositanti e di chi la usa nella economia reale etc. Etc.) e possono decidere di bloccare i prelievi o i pagamenti, di svalutarle, convertirle, tutto con un click. Oppure può succedere un lehman moment, un greece moment, o ancora una semplice interruzione o collasso del sistema elettrico, magari temporaneo. Dopo che fai?

Oppure default o ristrutturazioni: pensa se svalutano la tua moneta da un momento all’altro, magari di un 30%, non aversti nessuna difesa da opporre e ti vedresti Impoverito di uguale valore. Perché undefault puo’ avvenire anche solo semplicemente svalutando la tua valuta.

O ancora, vallo a dire ai venezuelani, argentini, russi, etc. cosa vuol dire vedersi bloccati e/o svalutati i propri soldi senza possibilità di proteggersi con attività reali (sempre meglio del contante, per carità, ma in estrema ratio maneggiare direttamente i tuoi soldi, seppur male, seppur svalutati, è una estrema forma di autodifesa da uno Stato e da un Sistema sempre piu’ Leviatano).

C.v.d.

 

 

https://quifinanza.it/soldi/sisalpay-carte-prepagate-blocco-wirecard/396313/?fbclid=IwAR2JVY8e-EQsIJwx_7ruoITlEXm7AfAsglNZmtZawgsqsS1901wKkdfhWdA

Share this post


Link to post
Share on other sites
40 minuti fa, chetestraceki ha scritto:

Il caso Wirecard è una truffa. Non vedo cosa c'entri con la dematerializzazione della moneta. Si sono fregati 2 mld di €, come hanno fatto tante società, che vendessero pomodori, biciclette, copertoni o altro non è causa dell'effetto. 

Anzi, se non li hanno beccati prima (oltre alla dabbenaggine degli organi di controllo) è anche perché a quanto sta emergendo i soldi li hanno fregati alla vecchia maniera, riempiendo sacchi di iuta di banconote e con bonifici alle solite isole Cayman.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dare soldi (contanti) vedere cammello, possibilmente con movimento simultaneo dare con la mano sinistra prendere con la destra, nei secoli dei secoli.

 

Amen.

 

😁

 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 ore fa, Cacafocu ha scritto:

Il caso Wirecard è una truffa. Non vedo cosa c'entri con la dematerializzazione della moneta. Si sono fregati 2 mld di €, come hanno fatto tante società, che vendessero pomodori, biciclette, copertoni o altro non è causa dell'effetto. 

Anzi, se non li hanno beccati prima (oltre alla dabbenaggine degli organi di controllo) è anche perché a quanto sta emergendo i soldi li hanno fregati alla vecchia maniera, riempiendo sacchi di iuta di banconote e con bonifici alle solite isole Cayman.

Si certo il caso Wirecard è una truffa crucca. Ma la conseguenza è quanto indico nel link. È solo uno dei mille esempi che posso portare per sostenere il mio punto di vista che, ripeto, non è contro la dematerializzazione dei sistemi di pagamento, ma dell'annullamento totale della valuta cartacea. Ne evidenzio le criticità e i pericoli, le possibili conseguenze negative.

Share this post


Link to post
Share on other sites

una puntualizzazione. le piattaforme per pagamenti simili a wirecard non sono necessariamente tutte per l'eliminazione dei contanti, anzi... ce ne sono diverse che si occupano proprio di transazioni su atm, proprio perché anche per quelle operazioni li serve un'entità che permetta l'accettazione di transazioni tramite carta. wirecard che io sappia si occupava di transazioni atm solo in romania, però un six payments, un equensworldline o un euronet (e diverse altre) lo fanno più a larga scala.

 

le politiche ostili ai contanti in genere vengono fatte dai governi. le compagnie di pagamenti elaborano delle strategie in base alle scelte politiche delle entità governative stesse e magari si specializzano su uno o in genere più prodotti. se domani dei governi decidessero che le transazioni possono essere pagate a tortorate trovi subito chi se mette a produrre bastoni.

Edited by BuFERA

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io metterei l'obbligo di pagamento con strumenti tracciabili per cifre superiori ai 400€, mentre per quelle inferiori il metodo che più preferiamo

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, lupaster ha scritto:

Io metterei l'obbligo di pagamento con strumenti tracciabili per cifre superiori ai 400€, mentre per quelle inferiori il metodo che più preferiamo

quoto

è una filosofia che mi piace

a me, ad esempio, piace sentirmi libero quando scelgo il metodo per infilarmi i pantaloni

 

Fail iphone fails GIF - Find on GIFER

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il ‎27‎/‎06‎/‎2020 Alle 10:45, BuFERA ha scritto:

esatto, quelle casette (barbiere, frutta e verdura, pescheria, edicola) hanno fatto la storia de piazza de la pace. erano tempi in cui l'unico metodo di pagamento alternativo erano li gettoni de la cabina del telefono :lol:

Non dimenticate "Anna la carbonara" !!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites
59 minuti fa, torquemada ha scritto:

Non dimenticate "Anna la carbonara" !!!!

anna però stava su le casette ai bordi della piazza. io mi riferivo a quelle all'interno della piazza.

 

tempo fa ho visto una foto di quando nel retrobottega c'era ancora il carbone... non l'avevo mai vista così. ai tempi miei era già piena di big jim e soldatini.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, BuFERA ha scritto:

anna però stava su le casette ai bordi della piazza. io mi riferivo a quelle all'interno della piazza.

 

tempo fa ho visto una foto di quando nel retrobottega c'era ancora il carbone... non l'avevo mai vista così. ai tempi miei era già piena di big jim e soldatini.

Lo so lo so, era per citare un altro grande caposaldo di piazza della pace, io abitavo in quella che ora è via S. Valentino, sopra il circolo rosso verde, e mia nonna abitava in via Salvo D'Acquisto, quindi quella piazza che allora non era propriamente una piazza, l'ho bazzicata 😄

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
18 minuti fa, torquemada ha scritto:

Lo so lo so, era per citare un altro grande caposaldo di piazza della pace, io abitavo in quella che ora è via S. Valentino, sopra il circolo rosso verde, e mia nonna abitava in via Salvo D'Acquisto, quindi quella piazza che allora non era propriamente una piazza, l'ho bazzicata 😄

 

che ricordi... su piazza della pace è stato scritto un libro quasi una ventina d'anni fa da alcuni rappresentanti della generazione dei nostri genitori/nonni, quelli che l'hanno vista nascere. ci sono perle straordinare, anche se chi l'ha scritto è un gruppo di amici e si potrebbe scrivere almeno un altro libro con altri rappresentanti.

 

comunque non sarebbe male mettersi insieme e far scrivere qualcosa anche a quelli della nostra di generazione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use. This site uses cookies to enhance the users' browsing experience and collect infomation about the site utilization. We use both technical cookies and third party cookies. If you continue browsing the site you accept the use of cookies; otherwise you can just leave the site.