Jump to content

Mariotto

Members
  • Content Count

    159
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

62 Good

About Mariotto

  • Rank
    Magazziniere
  • Birthday 08/13/1958

Profile Information

  • Gender
    Maschio
  • Location
    Terni

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Mariotto

    Bandecchi lascia la Ternana

    Fino ad un paio di mesi fa avevo anche io questa idea ma oggi ho grossi dubbi perché non puoi avere riversato così tanti soldi con leggerezza. Ci sono cose che sfuggono. Per ora.
  2. Mariotto

    Bandecchi lascia la Ternana

    Quindi è una società sana dove investire i propri risparmi?
  3. Mariotto

    Bandecchi lascia la Ternana

    Concordo: la squadra va sostenuta a prescindere. Anche perché sarebbe un peccato perdere potenziali occasioni con questa posizione di classifica. Però non bisogna mettere la polvere sotto il tappeto illudendosi che quanto accade a livello societario non si rifletta sulla squadra.
  4. Mariotto

    Bandecchi lascia la Ternana

    13 milioni di perdite nel 2022 sanate da Unicusano. Parlare di una società redditizia è un volo pindarico: è sana perché c’è qualcuno che copre i debiti. Siccome Bandecchi non è il vecchio Moratti che si è svenato per mantenere la Grande Inter (per amore e per disponibilità), visto che a quanto pare non c’è nessun disegno di lungo periodo, che giustifica anni di bilanci in perdita, sarà il caso di cominciare a farci delle domande.
  5. Mariotto

    Bandecchi lascia la Ternana

    Non vedo, stante la situazione attuale e gli sviluppi inevitabili, come Bandecchi possa ancora presentarsi alle elezioni. A meno di colpi di scena dove nulla sarà come sembra ora, il futuro di Bandecchi non è a Terni.
  6. Mariotto

    Bandecchi lascia la Ternana

    Francamente decifrare Bandecchi diventa un’impresa improba. A questo punto l’impressione che se ne ricava è quella di avere messo in piedi tutto questo pandemonio (ha aperto fronti in ogni direzione) senza aver fatto nessuna valutazione preventiva. È questa la realtà? Basta l’indagine delle Gdf, a questi livelli praticamente obbligatoria, per abbassare immediatamente la cresta? Un megalomane guidato dall’istinto che mette in pericolo le sue attività per il solo piacere di protagonismo? Oppure una vittima del sistema che ne respinge gli assalti ? Ogni soluzione è aperta ma nessuna promettente.
  7. Mariotto

    CALCIO MERDATO INFERNALE 2022/23

    Perché poi hai ritorni per altri versi: vedi Abramovich che fece da apripista agli oligarchi russi oppure gli odierni emiri o nel nostro piccolo il Berlusconi che si spianó la strada politica anche grazie alle vittorie del Milan. Oppure perché, sempre più rari per via delle spese abnormi, ci sono quei mecenati sinceramente affezionati alla propria squadra (vedi i vecchi Moratti). Poi ci sono quelli che fanno il pacco e che per qualche anno riescono a navigare con la liquidità dei diritti televisivi, ritoccare i bilanci con le plusvalenze fasulle e magari distrarre qualche milione per l’incomodo. Ma è una sorta di schema Ponzi che poi arriva al capolinea. Non è un caso che chi si pone onestamente il problema richiede che a latere della sola partita vi siano altre fonti di reddito derivanti da altre attività come lo sfruttamento dello stadio e varie. Poi c’è chi vuole fare le superleghe dove la platea del pubblico diventa mondiale e gli incassi lievitano. Ma a quel punto è la fine del calcio e soprattutto del 90% delle società. Ricordo ancora un articolo sul Sole 24 Ore che ai tempi dell’acquisto di CR7 (2018) metteva in evidenza la non sostenibilità finanziaria per la Juve…
  8. Mariotto

    CALCIO MERDATO INFERNALE 2022/23

    Il punto fondamentale, visti pure i riferimenti all’offerta inglese di un club inglese di medio/bassa caratura per Zaniolo, è che il sistema calcio non è finanziariamente sostenibile. E questo, a livello non solo italiano ma internazionale. Basta vedere i bilanci, tutti in passivo e che poi vengono ripianati con metodi più o meno creativi, più o meno legali. Ogni proprietá di club si getta in questo business per un suo fine: prestigio, farsi accettare nella buona società, fare affari, entrare in politica, fare beneficenza divertendosi, riciclare denaro. Gli unici club sani, in ogni senso, sono quelli che puntano fortemente sul settore giovanile ed hanno quindi una visione di lungo periodo che non ha mai a che fare con faccendieri dalla dubbia provenienza o fondi di investimento con la targa di qualche paradiso fiscale. Personalmente, diffido sempre di una società che debba dipendere dalla magnanimità e dagli umori del suo proprietario.
  9. Non fraintendermi: non volevo di certo giustificare, tutt’altro. C’è un evidente tendenza dell’amministrazione a lavarsene le mani scegliendo la soluzione che implica meno responsabilità anche quando c’è una spruzzata di neve del tutto innocua. Questi sono i tempi d’oggi e mi astengo anche dalla retorica con paragoni rispetto a 20/30 anni fa quando la neve era anche un po’ più frequente anche alle nostre latitudini.
  10. Non hanno i soldi per rattoppare le buche, figuriamoci per un piano antineve che implica uomini e mezzi. Molto più economico chiudere tutto e chi s’è visto s’è visto!
  11. Mariotto

    CALCIO MERDATO INFERNALE 2022/23

    Cito l’avvocato Corridore che, quale coordinatore di Alternativa Popolare di Terni, ha evidentemente preso a cuore l’intera faccenda e dichiara: Ultimo ma non per importanza, la vicenda che ha interessato la Ternana Calcio che, a causa delblocco dei suoi conti correnti, è stata impossibilitata de facto di svolgere l’attività di compravenditanell’ambito del mercato di gennaio, anche in virtù della circostanza che la UniCusano, nelle moredell’inchiesta ancora in corso e nel rispetto dell’azione della magistratura, non può effettuare trasferimenti alla Ternana.
  12. Comunque per il Presidente sarebbe una eccellente operazione di marketing: ti curo e, se proprio dovesse andar male, ti cremo! Peccato che in questo momento ha altro per la testa ma forse ci sorprenderà…
  13. Resta la miopia di chi gestisce la cosa pubblica perché i problemi non li devi affrontare quando ormai il bubbone è scoppiato. Così, ammesso che lo risolvono (ed ho grossi dubbi), sono capaci tutti.
  14. Magari la Fondazione… riguadagnerebbe qualche punto in classifica…
  15. Tanto per alimentare un po la fiamma… è di oggi la notizia, per me nuova, che ì ternani che devono cremare un proprio caro sono costretti ad andare a Perugia o Viterbo! Poiché la cremazione (più economica della classica bara) è ormai molto più trendy del padel, stante l’ovvio sovraccarico delle strutture di Perugia e Viterbo, i nostri concittadini che scelgono questa opzione hanno evidenti problemi. Ovviamente, l’intera classe politica ternana, unita, prona e compatta, tace.
×

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use. This site uses cookies to enhance the users' browsing experience and collect infomation about the site utilization. We use both technical cookies and third party cookies. If you continue browsing the site you accept the use of cookies; otherwise you can just leave the site.