Jump to content

Bellimbusto

Members
  • Content Count

    7,944
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    33

Everything posted by Bellimbusto

  1. Bellimbusto

    SINNER-MUSETTI-BERRETTO

    Senza la Gucci a tracolla, manco io.
  2. Bellimbusto

    SINNER-MUSETTI-BERRETTO

    In attesa che @altoforno ci ragguagli sul 125 che si gioca nel giardino adiacente a quello di casa sua (vi spoilero che Darderi è già ai quarti ed affronterà Fognini o Gigante), sui prati della Mitteleuropa le cose procedono discretamente bene per i nostri. Dopo Musetti, ai quarti del 250 di Stoccarda ci va anche Berrettone, che rifila un bel 6/4 6/4 a Shapovalov, con una prova convincente. Il canguro Duckvorth gli ha appena tolto di mezzo uno svogliato e svagato Shelton (6/3 al terzo), quindi sarà lui il prossimo avversario del nostro tennista modello. Letteralmente. Musetti avrà invece Bublik, e la speranza di tutti è quella di avere il derby in semifinale. Ad Hertogenbosh è uscito anche Nardi, che pure ha lottato contro Korda. Doppio 5/7. In Olanda non ci sono più italiani.
  3. Bellimbusto

    LA REGINA DEGLI SPORT

    ... e nemmeno una menzione? Dai che è aria di Olimpiadi e ci si sta avvicinando con qualche bel botto qua e là. In attesa dei voli di Duplantis ecco un altro vichingo sul tetto del mondo: Karsten Warholm, norvegese. Oggi nl classico meeting di casa sua (Oslo) ha battuto uno storico record sui 400 ostacoli. Un tempone, 46.70, che ritocca il limite di sua immensità Kevin Young di 8 centesimi. Pochi giorni fa lo statunitense Rai Benjamin ci era andato vicinissimo (46.83), il che significa che a Tokio assisteremo probabilmente alla sfida più palpitante di tutte. Ecco le immagini del giro della morte, 13 passi ripetuti in omogenea perfezione. PS: il video del primor record è stato rimosso; posto ora quello della finale olimpica, con il nuovo record!
  4. Bellimbusto

    LA REGINA DEGLI SPORT

    Prendiamo questa grandinata di medaglie come un altro importante segno di ripresa della nostra atletica, per troppi anni relegata ai sottoscala di tutte le competizioni. Dopo la vittoria, la prima in assoluto, della Coppa Europa, ci confermiamo il movimento più scoppiettante del continente, ed è una bellissima cosa. Sappiamo bene, d'altro canto, che la maggior parte di questi risultati non saranno spendibili in ottica olimpica, essendo il frutto anche di un momento particolarmente grigio dell'atletica europea. A lume di naso, la 4x100, la marcia, il getto del peso ed il salto in alto saranno le specialità nelle quale è realistico aspirare a medaglie: il resto sarebbe una grossa sorpresa. Ci sono stati momenti molto peggiori, credetemi.
  5. Bellimbusto

    Totoallenatore Ternana 2024 2025

  6. Bellimbusto

    BASKET

  7. Bellimbusto

    LA REGINA DEGLI SPORT

    Più che altro, su chi.
  8. Bellimbusto

    LA REGINA DEGLI SPORT

    Il vero rivale oggi è stata la sua rincorsa e la difficoltà nel ritrovare gli appoggi giusti. Anche l'idea di piazzare i 10mila femminili in contemporanea è un'idea, con metà degli atleti che partono da metà pista. Alla fine ha chiuso in bellezza, con due salti importanti a gara già vinta: mostruosa sta cosa. Starà sul cazzo, ma è un fenomeno. Spettacolare anche la Battocletti, al secondo oro. Delude invece Ayo, un bronzo era alla sua portata. La sua procuratrice, che conosco, se la mangerà viva.
  9. Bellimbusto

    SINNER-MUSETTI-BERRETTO

    Alla soglia delle tre ore di corpo a corpo, Berretto la spunta. Non so dove abbia trovato le forze per farcela, alla fine del secondo, dopo aver perso per l'unica volta il servizio, sembrava destinato a svaporare. Ma non ha mollato, ha difeso con i denti ogni turno di battuta ed alla fine ha sfruttato lui l'unica opportunità concessa da Safiullin. Ha solo bisogno di giocare, Matteo, e potrà farlo ancora, a Stoccarda. Secondo turno contro Sciapo (o il qualificato Martineau).
  10. Bellimbusto

    SINNER-MUSETTI-BERRETTO

    Sta lottando come un leone, nonostante non ne abbia più.
  11. Bellimbusto

    SINNER-MUSETTI-BERRETTO

    Musetti vince 11-9 anche il tiebreak del secondo set e passa il turno a Stoccarda: prossimo avversario il tedesco Koepfer. Vittoria non agevolissima, soprattutto per la pazzesca grandinata di servizi imposta dal francese (21 aces, botte da 235-238 km/h). Ma è stato un buonissimo Muso comunque, su una superficie che a me sembra molto congeniale al suo gioco attuale. Io lo terrei d'occhio, in questi 30-40 giorni.
  12. Bellimbusto

    SINNER-MUSETTI-BERRETTO

    Sinner numero 1 delle classifiche, Alcaraz porta a casa il Roland Garros. E parte la discussione su chi sia in realtà il migliore fra i due. Discussione che credo non finirà mai, a meno che uno dei due non parta per la tangente, vincendo gniccosa per anni ed anni. Come la vedo io? Capiamo innanzitutto quello che significa migliore, perché già qui le sfaccettature sono tante. Quello che vince di più? Bene, allora è una mera questione aritmetica, si va di addizione ed è risolta lì. Poi però c'è da tirare in ballo le questioni esterne, la fortuna di non farsi male, l'umidità o il sole a picco che potrebbero capovolgere l'esito di una sfida (come la semifinale di Parigi, ne' più ne' meno), per l'effetto che ha sulla penetrazione delle palle e sui rimbalzi, favorendo le caratteristiche dell'uno o dell'altro. Il tabellone più o meno agevole, una palla fuori di 20 cm data buona, la vecchietta rompicoglioni che dice la sua dalla prima fila di poltroncine. Di fatto, Carotone e l'Infante, al meglio, sono al momento superiori agli altri ed a seconda delle circostanze possono alternarsi a vincere i tornei più prestigiosi. Un anno fa non era così, ma Jannik ha completato la sua furiosa ascesa raggiungendo il murciano: stili ed approcci totalmente diversi, ma altrettanto efficaci. Sarebbe bastata una settimana di sosta forzata in meno, e Jannik al quinto non ci sarebbe andato, al Roland Garros; e comunque se la sarebbe giocata con ben altro piglio. Non era al meglio nemmeno Alcaraz, ma lui non s'è mai fermato, le gambe correvano come da tempo non succedeva. Ha detto bene il roscio, chi perde una sfida del genere la volta dopo avrà motivazioni in più: perciò m'aspetto un Wimbledon da resa dei conti e stavolta ci sarà un elemento in più, la rabbia. Sinner prima di allora sarà ad Halle, per il primo ed unico approccio all'erba, in vista di Londra. Alcaraz opterà invece per il Queens. Stiamo parlando di impegni programmati per la prossima settimana. In Germania ci saranno Zverev, Medvedev, Rublev, Tsitsi e Urka (ma anche Darderi, interessante...). Al Queens londinese Carlito troverà de Minaur, Rune, Shelton, Fritz e Paul (ma anche il Muso e Cobolli). Intanto si sta giocando ad Hertogenbosch ed a Stoccarda, sull'erba. In Olanda Nardi ha battuto Goffin in due set ed è approdato al secondo turno: mo' gli tocca Korda o il qualificato australiano Schoolkate. C'è anche Napolitano, attualmente avanti di un set contro Mannarino. De Minaur è la prima testa di serie, Paul la 2. A Stuttgart il livello è più alto (Zverev, Shelton, Bublik, Tiafoe i favoriti). Per noi c'è da commentare soprattutto il rientro di Berrettini, che alle 12:40 ripartirà da Safiullin. Poi Cobolli, alle 16:30 vs. Struff. Attualmente in campo anche Musetti, che ha appena vinto il primo set al tiebreak (11-9) su Perricard.
  13. Bellimbusto

    SERIE C 2024/2025

    Il Vicenza in due partite ha tirato in porta mezza volta.
  14. Bellimbusto

    SINNER-MUSETTI-BERRETTO

    Sarei un filo più ottimista, la Gauff a Roma l'hanno appena battuta (era in coppia con la Radcliffe, che scarsa in doppio non è). Penso che saranno competitive soprattutto se Jasmine si sarà ripresa dalla sbornia di ieri.
  15. Bellimbusto

    SINNER-MUSETTI-BERRETTO

    Non ho visto invece Apecar, oggi ero in piena jungla. Ma temo di sapere come sia andata, break iniziale, poi monologo della Swiatek. Polska puttana, è andata male pure questa. Non è per infierire, ma abbiamo perso anche la terza finale in cui eravamo impegnati oggi, quella del doppio maschile del torneo Juniores: c'era Ciná, chiacchieratissimo prospetto siciliano, in coppia con un giapponesino. Battuti in due set. Ci resta il doppio femminile, domani.
  16. Bellimbusto

    SINNER-MUSETTI-BERRETTO

    La sconfitta è la stessa ma, rispetto a Melbourne, c'è un mucchietto di rimpianti in più. Aver giocato contratti, imprecisi, a tratti in modo scriteriato: eppure con molte opportunità per portare a casa entrambi i set. Bolelli e Vavassori si fermano di nuovo sul più bello, ma la conferma del loro valore assoluto è una cosa che conta tanto. A Wimbledon magari no, ma ai Giochi di Parigi le poche coppie davvero indigeste, formate da giocatori di differenti paesi, non ci saranno.
  17. Bellimbusto

    Capozucca

    Spero che si verifichi anche solo la metà delle cose che auspichi.
  18. Bellimbusto

    SINNER-MUSETTI-BERRETTO

    Sinner non ha da rimproverarsi nulla, proprio nulla. Incontro tesissimo, non il migliore fra loro due, entrambi non erano al meglio e dunque la micrometrica differenza l'ha fatta la maggiore attitudine dell'Infante sul rosso. Ma sarebbe bastato un dettaglio, magari sul finire del quarto set, per capovolgere tutto. La risposta di Sinner è però calata dopo la terza ora di gioco, questo ha inciso molto, la sua mobilità pure. Ma s'è spremuto fino alla fine e, considerate le premesse di due settimane fa, è stato straordinario. Con Alcaraz, i suoi pugnetti, gli indici al cielo, le recchie spalancate ad ogni merdosissimo punto, ci rivedremo a Wimbledon. Bravo, bravissimo, ma sempre più odioso.
  19. Bellimbusto

    SINNER-MUSETTI-BERRETTO

    Paolini in finale anche nel doppio, con Sara Errani. Robetta.
  20. Bellimbusto

    BASKET

    Manco la Virtus, porca trota. Solito calo nel terzo quarto, con Banchi che si ostina a spremere gente già cotta.
  21. Bellimbusto

    SINNER-MUSETTI-BERRETTO

    I bookmaker sono tutti chiaramente orientati verso l'Infante, la cosa non sorprende e forse è pure ragionevole. In realtà non vedo la grande differenza fra i due che le quotazioni descrivono. Entrambi sono sulla strada del pieno recupero, forse però il dolore al braccio impedisce ad Alcaraz di raggiungere la massima potenza, cosa che potrebbe riequilibrare il logico vantaggio della maggiore attitudine del proprio gioco alla terra. Match epico? Chissà, certo il migliore che il Roland Garros 2024 poteva proporre. Pronostico impossibile, emotivamente sono troppo coinvolto.
  22. Bellimbusto

    SINNER-MUSETTI-BERRETTO

    Beh, che volete, è storia anche questa. Una finale al Roland Garros è roba clamorosa, ma non incredibile se consideriamo i progressi di Jasmine dall'inizio dell'anno. Tant'è vero che la live ora la pone al settimo posto: il quinto, in caso di miracolo ma, per dire, è già quinta nella race! Oggi ha mostrato alla pischella (compiva 17 anni il giorno che batté la Paolini a Madrid) che la sagacia sul campo ha il suo peso, anche se non hai il fisico di una decathleta. Per la verità Apecar ha giocato spesso a tutto braccio, senza concedere quelle palle molli sulle quali i 4 metri di braccio della Andreeva avrebbero prodotto disastri. L'ha sorpresa e anticipata, mandandola in affanno: inconcludente al servizio, fallosissima, priva di un piano B, la russa s'è consegnata ad un'avversaria in stato di grazia. E ora che si goda la sua finale, come fu nel 2012 per la sua compagna di doppio. E magari in quel campo che ci giochino anche assieme, per una clamorosa doppietta.
  23. Bellimbusto

    SINNER-MUSETTI-BERRETTO

    Stiamo parlando della numero 7 del mondo.
  24. Bellimbusto

    SINNER-MUSETTI-BERRETTO

×

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use. This site uses cookies to enhance the users' browsing experience and collect infomation about the site utilization. We use both technical cookies and third party cookies. If you continue browsing the site you accept the use of cookies; otherwise you can just leave the site.