Jump to content
Sign in to follow this  
ternano_84

PREZZO CAFFE',PASTE,CAPPUCCINO..

Recommended Posts

Stamattina avendo avuto da fare,mi son fermato in un bar fuori terni ma intorno alla conca....

Pasta e cappuccino 2,60 euro....caffè 1,10.

Momenti vomito...

Capisco tutto....ma così è troppo,c'è chi se ne approfitta...

Mai più...vergogna!

 

Edited by ternano_84

Share this post


Link to post
Share on other sites

con i costi che hanno i bar solo di energia elettrica (soprattutto con gli ultimi aumenti) il costo non e' niente....  se poi ci si mette spazzatura, tosap, hccp, personale, commercialista, tasse, affitto, e altre spese (cassa, pos, costi bancari, ecc ecc) TENERE APERTO E' PURA FOLLIA..... se poi lo tieni a conduzione famigliare dove tralasci alcuni costi e ci prendi solo quello che ci esce allora forse forse puoi sopravvivere.. e parliamo di attivita' aperte dalle  6/7 del mattino alle 21/22 di sera...

conosco un signore che aveva un bar in centro, ha chiuso tutto 5/6 anni fa (quando poi la situazione non era come quella di adesso) e ora fa l'operaio in una ditta, ogni volta che lo vedo mi dice "SO RINATO"

 

  • Upvote 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
9 ore fa, HARDCORE^ ha scritto:

con i costi che hanno i bar solo di energia elettrica (soprattutto con gli ultimi aumenti) il costo non e' niente....  se poi ci si mette spazzatura, tosap, hccp, personale, commercialista, tasse, affitto, e altre spese (cassa, pos, costi bancari, ecc ecc) TENERE APERTO E' PURA FOLLIA..... se poi lo tieni a conduzione famigliare dove tralasci alcuni costi e ci prendi solo quello che ci esce allora forse forse puoi sopravvivere.. e parliamo di attivita' aperte dalle  6/7 del mattino alle 21/22 di sera...

conosco un signore che aveva un bar in centro, ha chiuso tutto 5/6 anni fa (quando poi la situazione non era come quella di adesso) e ora fa l'operaio in una ditta, ogni volta che lo vedo mi dice "SO RINATO"

 

Pura verità! 

Share this post


Link to post
Share on other sites

ieri di ritorno dall'italia, colazione in un autogrill svizzero: due caffellatte de merda, due cornetti freddi e un succo de frutta, 21 franchi = 19,88 euro.

vorrei poté di de avé pagato senza batte ciglio, ma dall'accidenti che ho mannato so pratite du valanghe...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 29/1/2020 Alle 09:37, BuFERA ha scritto:

se non sbaglio è proprio questo il liberismo, valore fondamentale in europa da una trentina d'anni a questa parte. ma niente paura, è solo l'inizio della tendenza all'aumento dei prezzi/calo della qualità...

Quindi cosa proponi per risolvere? Prezzi dei cornetti calmierati dallo Stato per sfuggire alle logiche di domanda/offerta? :D 

Edited by doginho

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 29/1/2020 Alle 23:36, Razzotico ha scritto:

Pensavo a quello

Peraltro la panna che io la odio 

 

mammamia l'acqua panna io non so come la riesce a beve la gente, è inspiegabile: più amara di un caffè col suo retrogusto acido, non disseta, sembra sempre calla pure se la tieni in congelatore.. 

Edited by doginho

Share this post


Link to post
Share on other sites
20 ore fa, HARDCORE^ ha scritto:

con i costi che hanno i bar solo di energia elettrica (soprattutto con gli ultimi aumenti) il costo non e' niente....  se poi ci si mette spazzatura, tosap, hccp, personale, commercialista, tasse, affitto, e altre spese (cassa, pos, costi bancari, ecc ecc) TENERE APERTO E' PURA FOLLIA..... se poi lo tieni a conduzione famigliare dove tralasci alcuni costi e ci prendi solo quello che ci esce allora forse forse puoi sopravvivere.. e parliamo di attivita' aperte dalle  6/7 del mattino alle 21/22 di sera...

conosco un signore che aveva un bar in centro, ha chiuso tutto 5/6 anni fa (quando poi la situazione non era come quella di adesso) e ora fa l'operaio in una ditta, ogni volta che lo vedo mi dice "SO RINATO"

 

qualunque attivita imprenditoriale fisica sta subendo un aumento spaventoso a partire dalle materie prime per finire con tutto il circo delle tasse.

Ci stanno tante altre categorie che pagano uno scotto ancora piu grosso dei bar

Share this post


Link to post
Share on other sites
15 minuti fa, doginho ha scritto:

Quindi cosa proponi per risolvere? Prezzi dei cornetti calmierati dallo Stato per sfuggire alle logiche di domanda/offerta? :D 

intanto suggerisco, se passate dalla svizzera portateve un termos e li biscotti :D

 

riguardo al liberismo sfrenato il discorso è molto più complesso. credo che il fattore culturale che c'è dietro al corrente sistema di finto libero mercato sia fondamentale. secondo la morale logica del capitalismo in cui viviamo, più hai necessità, più te spenno... ecco, forse è il caso di rivedere certi schermi a partire dal fattore culturale, perché il rapporto lavoratore impresa sta tornando a toccare punte di schiavismo a cui si stava facendo la lotta già diverse decine di anni fa, e anche le normative stanno cambiando di conseguenza.

Share this post


Link to post
Share on other sites
50 minuti fa, doginho ha scritto:

Quindi cosa proponi per risolvere? Prezzi dei cornetti calmierati dallo Stato per sfuggire alle logiche di domanda/offerta? :D 

il problema è che se lo stato non ci mette una pezza in qualche modo diversi bar , e non solo i bar purtroppo, chiuderanno .

 

a me sembra che il discorso sia piuttosto semplice , se una famiglia , nella migliore delle ipotesi,  vede invariate le entrate e poi 

energia elettrica aumenta del 50%

gas aumenta del 50%

carburante aumenta di continuo

spesa alimentare aumenta del 10% 

 

dove è che prova a mettere un freno ? sul superfluo ... la colazione al bar , un vestito in piu , il cinema, il parrucchiere ecc ecc 

 

dopo non piangessero che i consumi crollano 

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 minuti fa, lustronculino ha scritto:

il problema è che se lo stato non ci mette una pezza in qualche modo diversi bar , e non solo i bar purtroppo, chiuderanno .

 

a me sembra che il discorso sia piuttosto semplice , se una famiglia , nella migliore delle ipotesi,  vede invariate le entrate e poi 

energia elettrica aumenta del 50%

gas aumenta del 50%

carburante aumenta di continuo

spesa alimentare aumenta del 10% 

 

dove è che prova a mettere un freno ? sul superfluo ... la colazione al bar , un vestito in piu , il cinema, il parrucchiere ecc ecc 

 

dopo non piangessero che i consumi crollano 

Ma in linea di massima sono d'accordo, non scordiamoci una cosa importante però: secondo te i soldi lo stato da dove li prende? Perchè quando leggo certe cose secondo me in tanti se lo dimenticano.. la coperta è sempre quella e se la tiri da una parte la scopri dall'altra

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 minuti fa, doginho ha scritto:

Ma in linea di massima sono d'accordo, non scordiamoci una cosa importante però: secondo te i soldi lo stato da dove li prende? Perchè quando leggo certe cose secondo me in tanti se lo dimenticano.. la coperta è sempre quella e se la tiri da una parte la scopri dall'altra

anche io sono consapevole che la coperta sia una e una soltanto ... vanno fatte delle scelte 

Share this post


Link to post
Share on other sites
33 minuti fa, doginho ha scritto:

Ma in linea di massima sono d'accordo, non scordiamoci una cosa importante però: secondo te i soldi lo stato da dove li prende? Perchè quando leggo certe cose secondo me in tanti se lo dimenticano.. la coperta è sempre quella e se la tiri da una parte la scopri dall'altra

il discorso sulla coperta per me vale fino ad un certo punto, la forbice tra ricchi e poveri sta aumentando, e di che tinta... mi sono anche un po' rotto il cazzo di sentire "la crisi"

Share this post


Link to post
Share on other sites
42 minuti fa, BuFERA ha scritto:

il discorso sulla coperta per me vale fino ad un certo punto, la forbice tra ricchi e poveri sta aumentando, e di che tinta... mi sono anche un po' rotto il cazzo di sentire "la crisi"

Ricchi, ovvero? I super-miliardari o chi guadagna 50.000 euro l'anno?

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, BuFERA ha scritto:

ieri di ritorno dall'italia, colazione in un autogrill svizzero: due caffellatte de merda, due cornetti freddi e un succo de frutta, 21 franchi = 19,88 euro.

vorrei poté di de avé pagato senza batte ciglio, ma dall'accidenti che ho mannato so pratite du valanghe...


hai fatto tipo ametrano 

 

comunque gli autogrill sono vergognosi pure in Italia 

Share this post


Link to post
Share on other sites
31 minuti fa, doginho ha scritto:

Ricchi, ovvero? I super-miliardari o chi guadagna 50.000 euro l'anno?

anche in questo caso semplifichi troppo, non si può ragionare per stipendio. a fine 2020 il 10% degli italiani più ricchi aveva un patrimonio di oltre sei volte superiore a quello del 50% degli italiani più poveri, e il divario nella forbice è in aumento dagli anni '90. ed anche se dati attuali non sono ancora disponibili, è un divario che nell'ultimo anno è andato aumentando.

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 minuti fa, Razzotico ha scritto:


hai fatto tipo ametrano 

 

comunque gli autogrill sono vergognosi pure in Italia 

anche meno furbo di ametrano, almeno lui era passato dall'austria

Share this post


Link to post
Share on other sites
32 minuti fa, BuFERA ha scritto:

anche in questo caso semplifichi troppo, non si può ragionare per stipendio. a fine 2020 il 10% degli italiani più ricchi aveva un patrimonio di oltre sei volte superiore a quello del 50% degli italiani più poveri, e il divario nella forbice è in aumento dagli anni '90. ed anche se dati attuali non sono ancora disponibili, è un divario che nell'ultimo anno è andato aumentando.

si ma non mi rispondi, ti ho chiesto: cosa significa per te essere ricco? Che patrimonio devi avere per essere ricco secondo te? Vedrai che le cose cambiano in base a come rispondi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
37 minuti fa, BuFERA ha scritto:

anche in questo caso semplifichi troppo, non si può ragionare per stipendio. a fine 2020 il 10% degli italiani più ricchi aveva un patrimonio di oltre sei volte superiore a quello del 50% degli italiani più poveri, e il divario nella forbice è in aumento dagli anni '90. ed anche se dati attuali non sono ancora disponibili, è un divario che nell'ultimo anno è andato aumentando.

Non capisco il senso di ciò,anche se uno possiede un patrimonio di 10mln annui,fatti onestamente,sicuramente rischiando pure qualcosa,su quale logica dovrebbe pagare più.

Non credo che il circolo del denaro/ricchezza si risolva cosi

  • Upvote 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Adesso, doginho ha scritto:

si ma non mi rispondi, ti ho chiesto: cosa significa per te essere ricco? Che patrimonio devi avere per essere ricco secondo te? Vedrai che le cose cambiano in base a come rispondi.

invece no, perché puoi guadagnare 50 mila euro ed essere nel 10% dei più ricchi, o invece essere nel 40%. se il 10% della popolazione ha oltre sei volte quello che ha il 50% di chi possiede di meno, e questo divario continua ad aumentare, va da se che c'è una disparità che non torna, tantopiù che quel 10% sta in cima alla catena e fa si che aumenti la tua colazione e il barista continui a non passarsela bene...

argomenta tu cosa significa essere ricco.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Adesso, Nambo ha scritto:

Non capisco il senso di ciò,anche se uno possiede un patrimonio di 10mln annui,fatti onestamente,sicuramente rischiando pure qualcosa,su quale logica dovrebbe pagare più.

Non credo che il circolo del denaro/ricchezza si risolva cosi

chi te li da quei 10 mln annui? rischi più tu che li fai o chi si fa il culo con un contratto e uno stipendio di merda e può ritrovarsi spese serie o licenziamento da un giorno all'altro? la conosci la storia della gallina dalle uova d'oro? io credo che a nessuno faccia piacere fare la fine della gallina...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use. This site uses cookies to enhance the users' browsing experience and collect infomation about the site utilization. We use both technical cookies and third party cookies. If you continue browsing the site you accept the use of cookies; otherwise you can just leave the site.