Jump to content
Sign in to follow this  
Male

COSTA - FERRI

Recommended Posts

Estate 1995. Arrivano nelle Fere ripescate in C2, Alessandro Costa e Stefano Ferri.

Ironia della sorte provengono dal Grosseto che, dopo aver vinto il girone A di Serie D, è fallito ed ha liberato uno dei posti poi occupati dalla Ternana del "mago Silva". Nella stagione appena conclusa Costa ha segnato 14 gol e Ferri 10.

Entrambi forti tecnicamente si intendono a meraviglia, Costa è più alto e potente, Ferri ha più fantasia.

Il 22 Agosto al Liberati, davanti a 15.000 spettatori e forse inserita nelle clausole del trasferimento di Grandoni, c'è un'amichevole con la Lazio di Zeman. La coppia centrale avversaria, formata da Bergodi e Cravero, soffre non poco nonostante il risultato finale di 2-6. In particolare il secondo è costretto ad arrangiarsi con le maniere forti su Ferri che si permette il lusso di fargli un tunnel dopo averlo ubriacato di finte.

Purtroppo la sfiga è in agguato e Ferri si infortuna gravemente, non ricordo se proprio durante questa partita. A fine campionato riuscirà a mettere insieme appena 11 presenze, per la maggior parte spezzoni dopo essere rientrato dall'infortunio, e nessun gol.

Costa invece di gol ne fa 16, di cui alcuni bellissimi come quello in mezza rovesciata del 2-2 al Treviso alla 3' giornata.

Resta il rammarico di non averli potuti ammirare insieme e soprattutto di aver perso troppo presto quello che secondo me era il più talentuoso dei due.

Con Maurizi [che si è mangiato più gol che ciriole] al suo posto quella Ternana sfiorò la promozione in C1, fermata al 95' della semifinale di ritorno play-off di una partita che non voglio ricordare.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Estate 1995. Arrivano nelle Fere ripescate in C2, Alessandro Costa e Stefano Ferri.

Ironia della sorte provengono dal Grosseto che, dopo aver vinto il girone A di Serie D, è fallito ed ha liberato uno dei posti poi occupati dalla Ternana del "mago Silva". Nella stagione appena conclusa Costa ha segnato 14 gol e Ferri 10.

Entrambi forti tecnicamente si intendono a meraviglia, Costa è più alto e potente, Ferri ha più fantasia.

Il 22 Agosto al Liberati, davanti a 15.000 spettatori e forse inserita nelle clausole del trasferimento di Grandoni, c'è un'amichevole con la Lazio di Zeman. La coppia centrale avversaria, formata da Bergodi e Cravero, soffre non poco nonostante il risultato finale di 2-6. In particolare il secondo è costretto ad arrangiarsi con le maniere forti su Ferri che si permette il lusso di fargli un tunnel dopo averlo ubriacato di finte.

Purtroppo la sfiga è in agguato e Ferri si infortuna gravemente, non ricordo se proprio durante questa partita. A fine campionato riuscirà a mettere insieme appena 11 presenze, per la maggior parte spezzoni dopo essere rientrato dall'infortunio, e nessun gol.

Costa invece di gol ne fa 16, di cui alcuni bellissimi come quello in mezza rovesciata del 2-2 al Treviso alla 3' giornata.

Resta il rammarico di non averli potuti ammirare insieme e soprattutto di aver perso troppo presto quello che secondo me era il più talentuoso dei due.

Con Maurizi [che si è mangiato più gol che ciriole] al suo posto quella Ternana sfiorò la promozione in C1, fermata al 95' della semifinale di ritorno play-off di una partita che non voglio ricordare.

2213066[/snapback]

 

Alle 4:51 del mattino stai a pensà a Costa e Ferri? :D

Share this post


Link to post
Share on other sites
Estate 1995. Arrivano nelle Fere ripescate in C2, Alessandro Costa e Stefano Ferri.

Ironia della sorte provengono dal Grosseto che, dopo aver vinto il girone A di Serie D, è fallito ed ha liberato uno dei posti poi occupati dalla Ternana del "mago Silva". Nella stagione appena conclusa Costa ha segnato 14 gol e Ferri 10.

Entrambi forti tecnicamente si intendono a meraviglia, Costa è più alto e potente, Ferri ha più fantasia.

Il 22 Agosto al Liberati, davanti a 15.000 spettatori e forse inserita nelle clausole del trasferimento di Grandoni, c'è un'amichevole con la Lazio di Zeman. La coppia centrale avversaria, formata da Bergodi e Cravero, soffre non poco nonostante il risultato finale di 2-6. In particolare il secondo è costretto ad arrangiarsi con le maniere forti su Ferri che si permette il lusso di fargli un tunnel dopo averlo ubriacato di finte.

Purtroppo la sfiga è in agguato e Ferri si infortuna gravemente, non ricordo se proprio durante questa partita. A fine campionato riuscirà a mettere insieme appena 11 presenze, per la maggior parte spezzoni dopo essere rientrato dall'infortunio, e nessun gol.

Costa invece di gol ne fa 16, di cui alcuni bellissimi come quello in mezza rovesciata del 2-2 al Treviso alla 3' giornata.

Resta il rammarico di non averli potuti ammirare insieme e soprattutto di aver perso troppo presto quello che secondo me era il più talentuoso dei due.

Con Maurizi [che si è mangiato più gol che ciriole] al suo posto quella Ternana sfiorò la promozione in C1, fermata al 95' della semifinale di ritorno play-off di una partita che non voglio ricordare.

2213066[/snapback]

 

 

 

 

 

a questo punto devi anche parlare degli altri due ex grossetani dell'epoca: cuccu e nannipieri :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quando parte male co sti amarcord me pija un'ansia,una tristezza che me cascano pure quell'urdimi du ciurli su la capoccia che me so armasti. B-):(:P

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se non ricordo male :P

 

Cuccu e Ferri fecero una decina di presenze in quella stagione,il primo mi sembra fosse un esterno di centrocampo e il suo posto fu preso poi da Clementini ma mi poso sbaglia'... Walter poi passo' al Livorno non ricordo se la stagione successiva o meno....

Ferri,torno' al Grosseto un paio di stagione dopo ma oramai era sul viale del tramonto anche per l'infortunio.

 

Costa fece un ottimo campionato dopo a Treviso ma spari' dalle scene lentamente...

Se non era per lui in quell'anno,visto anche il contributo di Maurizi i play off li vedevi dal binocolo...

 

Dal Grosseto venne anche un portiere non trovo riscontri ma ne sono "quasi" certo,non fece presenze o venne rispedito al mittente o qualcosa del genere... Sta cosa e' una fissa :lol: ne sono certo :lol: Anche se mi dite che non e' cosi',io sono sicuro del contrario :lol:

 

Nannipieri ne fece una venticinquina giocava nel modulo a 5 all'inizio con marsan,orsini,onorato e bignone,poi vuoi per i vari allenatori e per i cambi di moduli e per altri fattori vedi le presenza nella parte finale di stagione di Silvestri ed er pomata di Giammaria,venne accantonato,onesto mestierante David,piu' un pippone ...

 

A Grosseto erano incazzati come biscie :lol: perche' dovettero riparti' dalla promozione,ricordo bene visto che ci andavo al mare :lol: che con i Terani ce l'avevano a morte,piu' che con i Senesi,anche se la colpa era solo del presidente,ANSIDEI ???? che lascio' una voragine economica rimessa in sesto dopo diversi anni...

 

:):):)

Edited by boe

Share this post


Link to post
Share on other sites
Se non ricordo male  :P

 

Cuccu e Ferri fecero una decina di presenze in quella stagione,il primo mi sembra fosse un esterno di centrocampo e il suo posto fu preso poi da Clementini ma mi poso sbaglia'... Walter poi passo' al Livorno non ricordo se la stagione successiva o  meno....

Ferri,torno' al Grosseto un paio di stagione dopo ma oramai era sul viale del tramonto anche per l'infortunio.

 

Costa fece un ottimo campionato dopo a Treviso ma spari' dalle scene lentamente...

Se non era per lui in quell'anno,visto anche il contributo di Maurizi i play off li vedevi dal binocolo...

 

Dal Grosseto venne anche un portiere non trovo riscontri ma ne sono "quasi" certo,non fece presenze o venne rispedito al mittente o qualcosa del genere... Sta cosa e' una fissa  :lol: ne sono certo  :lol: Anche se mi dite che non e' cosi',io sono sicuro del contrario  :lol:

 

Nannipieri ne fece una venticinquina giocava nel modulo a 5 all'inizio con marsan,orsini,onorato e bignone,poi vuoi per i vari allenatori e per i cambi di moduli e per altri fattori vedi le presenza nella parte finale di stagione di Silvestri ed er pomata di Giammaria,venne accantonato,onesto mestierante David,piu' un pippone ...

 

A Grosseto erano incazzati come biscie  :lol: perche' dovettero riparti' dalla promozione,ricordo bene visto che ci andavo al mare  :lol: che con i Ternani ce l'avevano a morte,piu' che con i Senesi,anche se la colpa era solo del presidente,ANSIDEI ???? che lascio' una voragine economica rimessa in sesto dopo diversi anni...

 

:)  :)  :)

2213664[/snapback]

Share this post


Link to post
Share on other sites
Estate 1995. Arrivano nelle Fere ripescate in C2, Alessandro Costa e Stefano Ferri.

Ironia della sorte provengono dal Grosseto che, dopo aver vinto il girone A di Serie D, è fallito ed ha liberato uno dei posti poi occupati dalla Ternana del "mago Silva". Nella stagione appena conclusa Costa ha segnato 14 gol e Ferri 10.

Entrambi forti tecnicamente si intendono a meraviglia, Costa è più alto e potente, Ferri ha più fantasia.

Il 22 Agosto al Liberati, davanti a 15.000 spettatori e forse inserita nelle clausole del trasferimento di Grandoni, c'è un'amichevole con la Lazio di Zeman. La coppia centrale avversaria, formata da Bergodi e Cravero, soffre non poco nonostante il risultato finale di 2-6. In particolare il secondo è costretto ad arrangiarsi con le maniere forti su Ferri che si permette il lusso di fargli un tunnel dopo averlo ubriacato di finte.

Purtroppo la sfiga è in agguato e Ferri si infortuna gravemente, non ricordo se proprio durante questa partita. A fine campionato riuscirà a mettere insieme appena 11 presenze, per la maggior parte spezzoni dopo essere rientrato dall'infortunio, e nessun gol.

Costa invece di gol ne fa 16, di cui alcuni bellissimi come quello in mezza rovesciata del 2-2 al Treviso alla 3' giornata.

Resta il rammarico di non averli potuti ammirare insieme e soprattutto di aver perso troppo presto quello che secondo me era il più talentuoso dei due.

Con Maurizi [che si è mangiato più gol che ciriole] al suo posto quella Ternana sfiorò la promozione in C1, fermata al 95' della semifinale di ritorno play-off di una partita che non voglio ricordare.

2213066[/snapback]

archivio vivente!!!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Dal Grosseto venne anche un portiere non trovo riscontri ma ne sono "quasi" certo,non fece presenze o venne rispedito al mittente o qualcosa del genere... Sta cosa e' una fissa  :lol: ne sono certo  :lol: Anche se mi dite che non e' cosi',io sono sicuro del contrario  :lol:

2213664[/snapback]

 

Montorsi, capello un pò lungo impomatato anche lui!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Dal Grosseto venne anche un portiere non trovo riscontri ma ne sono "quasi" certo,non fece presenze o venne rispedito al mittente o qualcosa del genere... Sta cosa e' una fissa  :lol: ne sono certo  :lol: Anche se mi dite che non e' cosi',io sono sicuro del contrario  :lol:

2213664[/snapback]

 

Montorsi, capello un pò lungo impomatato anche lui!

2214011[/snapback]

 

Esatto,Montorsiiiiiiii. Propio lui.Grande Male ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

ternana-treviso 2-2......nella prima mezz'ora due gol (l'azione del due a zero fu qualcosa da pelle d'oca...in porta con 3/4 passaggi tutti in velocità e mezza rovesciata finale di Costa ) ed un calcio da serie A..sicuramente la più bella ternana post cinghiale!...tornando all'amarcord:Ferri si ruppe il ginocchio se non ricordo male durante la coppa Italia estiva...Cuccu fece poche presenze ma non era affatto male...ai Play Off nel ritorno contro la Fermana fece un partitone...di Costa ricordo con amarezza anche il rigore sbagliato ad Ancona contro i canarini :azz: ...da ricordare di quell'anno....il 2-3 al livorno (presente già in altro topic....) e la sconfitta interna 0-3 contro l'imola penultima in classifica :(:( ...all'andata ad imola fu 5-0 per noi....ricordo l'intervista su Galileo di ivano mari in pieno sconforto alla punta dell'imola Fidia (autore mi sembra di almeno 2 dei 3 gol.... :blink: )....questa la sua risposta "se la partita durava altri 20 minuti ribaltavamo la partita dell'andata..........." :(:(:( ...............................................e mò sento dì che Ragusa è struppio....Fazio non è bbonu...Litteri leveluuu!!! :ph34r: .......................................................................p.s. chi se ricorda Cacciatori figlio del portiere dell'asguli...centrocampista stampellone lento come lu fango ma bravo a tirar le punizioni???.....mi pare fece un gol al 90' in un baracca lugo-ternana pareggio in extremis per le fere....:)

Share this post


Link to post
Share on other sites
ricordo l'intervista su Galileo di ivano mari in pieno sconforto alla punta dell'imola Fidia (autore mi sembra di almeno 2 dei 3 gol.... :blink: )....questa la sua risposta "se la partita durava altri 20 minuti ribaltavamo la partita dell'andata..........."

2214249[/snapback]

non Fidia,capitan Pederzoli......

Share this post


Link to post
Share on other sites
ternana-treviso 2-2......nella prima mezz'ora due gol (l'azione del due a zero fu qualcosa da pelle d'oca...in porta con 3/4 passaggi tutti in velocità e mezza rovesciata finale di Costa ) ed un calcio da serie A..sicuramente la più bella ternana post cinghiale!...tornando all'amarcord:Ferri si ruppe il ginocchio se non ricordo male durante la coppa Italia estiva...Cuccu fece poche presenze ma non era affatto male...ai Play Off nel ritorno contro la Fermana fece un partitone...di Costa ricordo con amarezza anche il rigore sbagliato ad Ancona contro i canarini :azz: ...da ricordare di quell'anno....il 2-3 al livorno (presente già in altro topic....) e la sconfitta interna 0-3 contro l'imola penultima in classifica :(  :( ...all'andata ad imola fu 5-0 per noi....ricordo l'intervista su Galileo di ivano mari in pieno sconforto alla punta dell'imola Fidia (autore mi sembra di almeno 2 dei 3 gol.... :blink: )....questa la sua risposta "se la partita durava altri 20 minuti ribaltavamo la partita dell'andata..........." :(  :(  :( ...............................................e mò sento dì che Ragusa è struppio....Fazio non è bbonu...Litteri leveluuu!!! :ph34r: .......................................................................p.s. chi se ricorda Cacciatori figlio del portiere dell'asguli...centrocampista stampellone lento come lu fango ma bravo a tirar le punizioni???.....mi pare fece un gol al 90' in un baracca lugo-ternana pareggio in extremis per le fere....:)

2214249[/snapback]

mamma mia che avete arcacciato fori...pare preistoria...cacciatori me lo ricordo, rigido e imballato come un pancale de pellet, era bono a tirà solo le punizioni. il gol al baracca lugo me lo ricordo bene visto che c'ero.

ferri invece mi sembra che si ruppe la tibia e non il ginocchio, ma forse mi sbaglio..

nannipieri marcava protti nella semifinale d'andata dei play off contro la fermana e non ce capì un cazzo...sul gol loro, spalle alla porta lo fece girà e segnà

Share this post


Link to post
Share on other sites
nannipieri ....l'anno dopo vennero Mayer, Stellini e Onorato.

2214306[/snapback]

Non vorrei sbagliare, ma Mayer e Stellini arrivarono la stagione dopo a quella di Onorato.

Però può essere che ricordo male.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Onorato c'era già quell'anno... giocava dietro co Bignone e Nannipieri...

Il gol de Protti me lo ricordo ancora come fosse ieri...spalle alla porta...Nannipieri lo fece girà in tutta tranquillità....che delusione quel giorno!

In trasferta col pulmann de santino da 30 posti...al rientro sosta verso gualdo tadino insieme a tutto il torpedone...passa il pulmann della squadra....e una bottija de birra mezza piena viene scagliata contro il finestrino..lo prende in pieno...il giocatore che stava dietro a momenti more d'infarto!!!

All'andata invece sempre verso Gualdo incrociammo una macchina de li Bavosi con tanto de bandierone biancorosso...quella domenica festeggiavano la promozione in a...lu pulmann a momenti se cappotta da na parte!!!...che tempi!

Share this post


Link to post
Share on other sites

si, effettivamente Onorato già c'èra ma faceva il centrale ,con risultati decenti ma l'anno dopo fece il terzino sinistro e andò tutt'un altro modo.

L'ho citato per sottolineare una difesa che non pijava gol manco se je sparavi.

Edited by Lu Trejo

Share this post


Link to post
Share on other sites

intervista a ferri su grossetosport.com (febbraio 2012)

 

 

 

Durante l’interminabile ventennio di buio tra i dilettanti, ci sono stati, qua e là, dei raggi di sole. Uno di questi è sicuramente rappresentato da Stefano Ferri, livornese classe ’70, giunto a deliziare gli occhi dei tifosi unionisti nella trionfale stagione 1994-95, conclusasi con la promozione in C2, ma, purtroppo, sfociata anche nel fallimento societario. Lì le strade si sono divise una prima volta, con il Grosseto a leccarsi le ferite in Eccellenza e Stefano a tentare la fortuna a Terni. Attaccante moderno in grado di ricoprire tutti i ruoli offensivi, compreso quello del trequartista, il labronico, cresciuto nelle giovanili dell’Armando Picchi e del Pontedera, ha giocato con i granata pisani anche in C2, per poi approdare al Rapallo, nel Cnd, nello stesso girone del Grifone. Nel 1994-95, come detto, è arrivato a Grosseto, poi Ternana in C2, Ponsacco, Cecina e Sanremese nel Cnd e, nel novembre 1997, il contestato ritorno in biancorosso, ma in Eccellenza. Sia nel primo che nel secondo arrivo al Grifone, Stefano ha messo a segno due doppiette nelle proprie gare d’esordio, conquistando, così, il pubblico grossetano. Dotato di una tecnica fuori dal comune e capace di gol bellissimi, Ferri ha avuto la sfortuna di giocare in un periodo di ricostruzione, ma, se non altro, ha lasciato un segno profondo. Giocando da prima punta, ad esempio, in Eccellenza ha segnato 15* reti in 25 presenze, mentre, nel 1994-95, come attaccante di movimento ha costituito un formidabile tandem offensivo con Alessandro Costa. Raggiunto nuovamente il Cnd col Grifone, grazie agli spareggi vinti contro il San Quirico d’Orcia e il Renato Curi di Pescara (squadra dell’ex-biancorosso Terra e di Grosso, campione del mondo del 2006, ndr), il talentuoso attaccante ha lasciato per l’ultima volta la Maremma nel novembre 1999, proprio pochi mesi prima dell’arrivo di Camilli. La carriera di Ferri è così continuata con la Cuiopelli, in Serie D, poi all’Orlando Livorno (successivamente denominato Orlando Guasticce), tra Promozione ed Eccellenza. Il ritiro è avvenuto al termine della stagione 2004-05, mentre per quello che riguarda la sua carriera in biancorosso, Stefano ha disputato 84 partite e ha messo a segno 29 gol. Grosseto, poi, gli ha regalato anche una moglie, pertanto il suo legame con la nostra città non si è mai spento.

 

Stefano, hai qualche aneddoto da raccontare riguardo al campionato ’94-’95?

 

<<No, sinceramente non ho un aneddoto particolare da raccontarti. Se ripenso a quel campionato, infatti, posso soltanto dirti che è stata una stagione fantastica, dall’inizio alla fine, con la nostra cavalcata trionfale e la C2 riconquistata dopo 12 stagioni consecutive tra i dilettanti. Purtroppo, però, il seguito è stato bruttissimo>>.

 

Segui sempre il Grosseto?

 

<<Certo e lo faccio con attenzione ed affetto. Considera, poi, che mia moglie è di Grosseto, pertanto ho un legame forte con il capoluogo maremmano e la sua squadra>>.

 

Che ricordi hai della tifoseria biancorossa?

 

<<Ho ricordi davvero belli, anche perché ho sempre avuto un rapporto positivo con i tifosi. Rammento sempre il grande entusiasmo suscitato da me e dai miei compagni. Siamo arrivati ad avere fino a seimila spettatori sugli spalti in Serie D! Ho subito soltanto una contestazione quando sono tornato nel 1997, in occasione di Forte dei Marmi-Grosseto 0 a 3, ma ho realizzato una doppietta e la cosa è finita lì (per la cronaca, la terza rete è stata di Mucciarelli, che, il 2 ottobre 1983, da avversario, ha segnato due gol al Grifone in Poggibonsi-Grosseto 3 a 0, ndr). Ormai, però, a Grosseto vengo di rado, ma quando lo faccio, ritrovo con piacere dei tifosi dell’epoca, miei coetanei nonché miei amici>>.

 

La tua dote migliore da calciatore?

 

<<Non saprei. Forse, ottima tecnica a parte, la fantasia, dote non comune tra gli attaccanti. Diciamo che nonostante un fisico normale, sono sempre stato in grado di giocare in tutti i ruoli del fronte offensivo, compreso quello del trequartista. Quando sono rientrato a Grosseto, ad esempio, ho giocato da prima punta e ho segnato 15 reti>>.

 

Sei considerato da tutti come uno dei calciatori più tecnici in assoluto visti a Grosseto. Cosa ti è mancato per fare il grande salto? Hai forse subito gravi infortuni?

 

<<Direi la fortuna e la voglia di arrivare, perché in realtà, a parte il grave infortunio subito a Terni, che mi sono portato dietro per diverso tempo, ho avuto solo normalissimi problemi fisici. D’altronde, la fortuna è assolutamente necessaria per sfondare nel calcio, così come gli stimoli per arrivare a certi livelli. Insomma, io non ho avuto abbastanza voglia>>.

 

Il tuo passaggio alla Ternana è avvenuto prima o dopo che hai saputo che il Grosseto non si sarebbe iscritto alla C2 1995-96?

 

<<Dopo. Ricordo bene la vicenda. La stagione trionfale mi ha portato ad avere un legame fortissimo con il Grosseto e i suoi tifosi. Sono partito per il ritiro, pieno di buone intenzioni, con Giordano come allenatore. Durante la preparazione, però, mi hanno riferito di strane voci sul futuro del club unionista. Fabiani, poi, mi ha telefonato e mi ha detto chiaramente: <<Il Grosseto va incontro al fallimento, vieni alla Ternana>>. Ho rifiutato offerte importanti nella speranza di giocare in C2 con i biancorossi e non ho voluto accettare la realtà dei fatti fino a due giorni dal termine del ritiro, quando sono partito per andare a firmare il contratto con la Ternana. Una volta là, però, ho aspettato due giorni e ho firmato solo quando c’è stata la certezza del fallimento del Grosseto>>.

 

Quando sei tornato la seconda volta a Grosseto, che ambiente hai trovato?

 

<<Come ti ho detto, all’inizio un po’ ostile per la storia degli Anzidei e per il mio passaggio alla Ternana, vissuto dai tifosi biancorossi come un tradimento. Non ho ritrovato neppure le migliaia di sostenitori del ’94-’95, ma solo poche centinaia. Lentamente, però, la tifoseria si è ricompattata e abbiamo rivisto molti sostenitori, soprattutto quando abbiamo vinto gli spareggi per salire in D>>.

 

Vuoi fare un saluto?

 

<<Certo. Saluto con grande piacere tutti i tifosi unionisti e la società biancorossa. Ecco, ora che ci penso, ho un cruccio da condividere con chi mi legge, ovvero quello di non aver avuto Camilli come presidente, perché è arrivato a Grosseto pochi mesi dopo il mio addio. Con uno come lui avrei sicuramente disputato almeno la C2>>.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Onorato c'era già quell'anno... giocava dietro co Bignone e Nannipieri...

Il gol de Protti me lo ricordo ancora come fosse ieri...spalle alla porta...Nannipieri lo fece girà in tutta tranquillità....che delusione quel giorno!

In trasferta col pulmann de santino da 30 posti...al rientro sosta verso gualdo tadino insieme a tutto il torpedone...passa il pulmann della squadra....e una bottija de birra mezza piena viene scagliata contro il finestrino..lo prende in pieno...il giocatore che stava dietro a momenti more d'infarto!!!

All'andata invece sempre verso Gualdo incrociammo una macchina de li Bavosi con tanto de bandierone biancorosso...quella domenica festeggiavano la promozione in a...lu pulmann a momenti se cappotta da na parte!!!...che tempi!

2214391[/snapback]

 

C'ero anche io col pulmann de Kospea (non conoscevo nessuno!).

La macchina dei bavosi era al ritorno mentre festeggiavano la serie a. Grossa trezzicata alla macchina col padre che e' sceso pure giu! Me ricordo i frigoriferi staccati e portati fuori e gelati per tutti!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

non e' che qualcuno ha delle foto di costa,ferri,nannipieri,montorsi in maglia rossoverde ... ??

Share this post


Link to post
Share on other sites
non e' che qualcuno ha delle foto di costa,ferri,nannipieri,montorsi in maglia rossoverde ... ??

2214839[/snapback]

Le sto cercando pure io ma sinceramente non so dove trovarle.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sono andato a rileggere la rosa della stagione 1995/96 e con piacere ho ritrovato belle meteore tipo Zottino, Calicchio [che veniva addirittura dalla Lazio], Bartolelli [preso a dicembre e svincolato a febbraio, 5 minuti contro il Giorgione e poco più di un tempo contro l'Imola], il portiere D'Amico e il già citato Cacciatori, che con un altro padre avrebbe fatto al massimo la seconda categoria [almeno per quanto visto a Terni].

Nella sessione estiva del mercato arrivarono però anche giocatori discreti per la C2, tra cui Onorato, che giocò tutta la stagione da centrale in quanto a sinistra c'era Giuseppe Orsini, "agguantalapalla" Musarra, Bruno Baldari, Daniele Marsan, Livio Maranzano e Cristian Silvestri.

Marsan alla prima giornata fece un eurogol contro i Mobilieri Ponsacco [2-0] e al fischio finale trascinò qualche compagno alla porta sotto la Nord indicando il set. Dalle risate credo gli stesse dicendo "guardate che l'ho messa proprio lì!"

Abbiamo fatto un girone d'andata ottimo perdendo solamente due volte. A Trieste, dove rimanemmo tutti a bocca aperta entrando prima della partita in un Nereo Rocco deserto e una doppietta di Marsich ci rispedì a casa, e naturalmente a Pesaro, 3-0 come consuetudine.

La seconda parte del campionato iniziò sotto un'altra stella e dopo la sconfitta interna con l'Imola di Giovannone Tiberi, e i pareggi contro Treviso [che stavamo provando ad inseguire in classifica e che in quegli anni vinse 3 campionati di fila passando dalla D alla B] e Baracca Lugo saltò la panchina di Silva e arrivò la sciagura Spinosi.

Presentatosi con la rocambolesca vittoria di Livorno [su quel 3-2 è già stato raccontato tutto], sicuramente non farina del suo sacco ma botta d'orgoglio del gruppo che era contrario all'esonero di Silva, mise insieme un pareggio, in casa contro il Tolentino che lottava per non retrocedere, e due sconfitte, 2-6 contro il Sandonà di Caverzan e 0-1 contro la Triestina in casa, prima di essere cacciato.

Fu quindi la volta di Pierini che ci traghettò ai play-off perdendo solamente una volta, in casa contro la Vis Pesaro. Questa sconfitta diede il via alla serie migliore di imbattibilità interna nella storia delle Fere, durata quasi tre anni fino ad un altro famigerato 0-1, contro il Lecce, dove Tiberi e Tovalieri sbagliarono due rigori.

Dei play-off voglio solo raccontare uno degli episodi più comici a cui ho assistito in uno stadio. La partita è quella di andata giocata al Conero di Ancona. A dividere i settori ci sono le vetrate, alte circa un paio di metri e un nostro tifoso ci si attacca con le braccia iniziando ad insultare i fermani con voce rauca. Bastardiiiii, pezzi demmè (pausa) pezzi demmè (pausa lunga). Mi avvicino: addormentato! In quella posizione!!! Braccia lunghe e piedi quasi a penzoloni. Leadership.

Share this post


Link to post
Share on other sites
e dopo la sconfitta interna con l'Imola di Giovannone Tiberi,

2216265[/snapback]

col Fano ci segnò di rovesciata ,mi pare.

Edited by Lu Trejo

Share this post


Link to post
Share on other sites
Costa :wub:  :wub:

lo chiamavamo Eric Costa in onore di Eric Cantona..

Trovateme una foto!!!

2216930[/snapback]

 

 

Dopo Nocera Umbra sulla strada per Gualdo T. c'e' una frazione con relativo cartello con freccia con scritto Costa 2 (i km...)...quel giorno all'andata uno del pulmann esclamo' ad alta voce quando lo vide....Costa due!!! doppietta......a voi le conclusioni....

Share this post


Link to post
Share on other sites
e dopo la sconfitta interna con l'Imola di Giovannone Tiberi,

2216265[/snapback]

col Fano ci segnò di rovesciata ,mi pare.

2216291[/snapback]

Se non ricordo male stop di petto e mezza rovesciata con un nostro difensore attaccato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use. This site uses cookies to enhance the users' browsing experience and collect infomation about the site utilization. We use both technical cookies and third party cookies. If you continue browsing the site you accept the use of cookies; otherwise you can just leave the site.