Jump to content

altoforno

Members
  • Content Count

    37,586
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    49

altoforno last won the day on January 7

altoforno had the most liked content!

Community Reputation

1,643 Excellent

About altoforno

  • Rank
    Presidente

Recent Profile Visitors

7,834 profile views
  1. altoforno

    SINNER-MUSETTI-BERRETTO

    ho visto la partita che Alcaraz ha vinto in tre set contro Berrettini a Vienna. Nel primo set lo spagnolo è stato devastante e Berrettini penso sia stato sorpreso. Fra l'altro tornava da una pausa per un leggero infortunio, o qualcosa del genere. Gli altri due set sono stati molto equilibrati, tipo un tie break per parte. Non credo che Berrettini questa volta si lascerà sorprendere, sa che tipo di giocatore ha davanti. Mi aspetto tutti set molto equilibrati. molti tie break.
  2. altoforno

    SINNER-MUSETTI-BERRETTO

    l'avversario di Sinner al terzo turno sarà Taro Daniel che ha sconfitto Murray. nei giorni scorsi, in occasioni diverse, avevo detto che Daniel non è proprio una pippa e che Murray non poteva essere considerato un pericolo per Sinner. avversario non semplice il giapponese, ovviamente favorito Sinner (ma forse potrebbe perdere il primo set del 2022). Alcaraz-Berrettini è un match che vale anche una semifinale di uno Slam, nessuno dei due può essere considerato favorito in partenza. direi che le possibilità sono 50-50. il vincitore di questa partita può arrivare in semifinale. Sonego-Kecmanovic, altra partita non facilissima. favorito Sonego ma dovrà dare dimostrazione di essere cresciuto come gioco e come testa rispetto all'anno scorso.
  3. altoforno

    Calciomercato invernale 2021/22

    in realtà a questa squadra servono molte cose. serve un centrale difensivo AFFIDABILE da alternare a Sorensen e Capuano (Boben va bene come riserva, Kontek da cedere). servono un paio di elementi a centrocampo (con contestuale cessione almeno di Paghera). serve un esterno sinistro all'altezza di Partipilo a destra (con cessione di Furlan che ha fatto il suo tempo a Terni e in serie B, ancora buono forse un anno o due per una squadra di serie C con ambizioni). Da cedere subito anche Ghiringhelli, anche senza sostituirlo (Defendi può restare come riserva, poi c'è Salim). Se vengono DUE centrocampisti anziché uno solo, cedere anche Agazzi.
  4. altoforno

    SINNER-MUSETTI-BERRETTO

    tale Johnson non lo conosco ma Sinner deve solo restare concentrato. tale Kozlov non lo conosco ma Berrettini deve solo restare concentrato. il camperista tedesco invece me lo ricordo dagli US Open e lo considero pericoloso per Sonego. se il torinese riesce a batterlo fa un salto in avanti mentale importante. sta migliorando, può farcela, ma sarà un match tosto.
  5. altoforno

    SINNER-MUSETTI-BERRETTO

    guarda, secondo me per certi versi giocare le qualificazioni nei tornei gli farebbe bene. è tecnicamente molto bravo, ha un rovescio che incanta e sa giocare con il tocco che pochi hanno. però, come diciamo tutti qui dentro, il tennis attuale è un'altra cosa. De Minaur a me non fa impazzire ma ha dimostrato di essere estremamente più solido mentalmente. quello che manca a Musetti non è il gioco e, in un certo senso, neanche l'esperienza. gli manca la testa. forse, ripartire con umiltà dal basso, potrebbe aiutarlo. in fondo ha l'età per farlo. affrontare De Minaur a Melbourne, per dire, è una prova ma fino a un certo punto, ma tanto se perdi hai la scusa che "ci poteva stare". ecco, perdere le qualificazioni in un torneo sulla terra battuta magari potrebbe essere la frustata che lo fa svegliare. aggiungo una cosa: secondo me è l'unico dei nostri tennisti della nuova generazione che il meglio lo dà proprio sulla terra battuta. una volta, i nostri migliori erano tutti terraioli (lasciando stare Panatta, ricordo Cancellotti, Canè, Camporese, fino a Cecchinato. Forse l'unico che andava bene anche sul cemento era Camporese, ma nasceva comunque come terraiolo), mentre oggi sono tutti da veloce (o addirittura velocissimo come Berrettini, vittoria al Queen's e finale a Wimbledon non sono proprio una cazzatina). lo ricordo l'anno scorso battere Auger Aliassime in un torneo sulla terra battuta (non ricordo quale), poi il canadese è diventato n. 9 al mondo, mentre lui è sprofondato nell'abisso dell'incomprensione tecnica.
  6. altoforno

    Serie B 2021/2022

    vero. anche questo è un ulteriore problema.
  7. altoforno

    Leone vattene

    no, stai tranquillo. non sembrava proprio.
  8. altoforno

    FEDERICO FURLAN

    eventualmente, se fosse in contrasto con l'allenatore o con i compagni di squadra, sarebbe saggio cederlo entro questa finestra di mercato, per evitare guai ulteriori per tutti.
  9. altoforno

    Leone vattene

    sì, i primi acquisti di Leone erano Ghiringhelli, Agazzi, Capone e Capanni. Per questo Lucarelli si era un po' innervosito. E anche io, in effetti.
  10. altoforno

    Leone vattene

    non c'è dubbio. ma come tappabuchi in caso di necessità è meno peggio di Paghera.
  11. altoforno

    SINNER-MUSETTI-BERRETTO

    in che senso non lo vedremo più? si ritira?
  12. altoforno

    Leone vattene

    Agazzi è insignificante, ma almeno tecnicamente è da serie B. Diciamo che può fare dignitosamente la seconda riserva del centrocampo a 2. Un sostituto di Proietti che, almeno, non ti fa mettere le mani nei capelli. Il problema è che anche Proietti non è Pogba.
  13. Nessuno di noi ha il patentino di Coverciano e molte cose che diciamo sono opinabili e molte altre saranno cazzate vere e proprie. E' ovvio che Lucarelli non deve ascoltare noi. Però dire che la formazione fatta da @Fievel è quella che, al momento, consente di schierare contemporaneamente i giocatori più validi per la B che abbiamo in rosa, e che dà una copertura maggiore alla difesa di quella INESISTENTE che il centrocampo ha fornito finora, penso che non sia una bestemmia. La ripropongo di seguito: 4312 Iannarilli Diakite Sorensen Capuano Martella Koutsoupias Proietti Palumbo Falletti Partipilo Donnarumma Poi il fatto che Lucarelli abbia detto che lui con il 4231 non ci si trova, che non ha mai fatto giocare le sue squadre in quel modo, a mio parere è un discorso che regge fino a un certo punto. Se i giocatori che hai sono adatti a un modulo (4312) e magari meno a un altro (4231), fai giocare la squadra con il modulo più congeniale, e non vai a snaturarla per seguire le tue convinzioni tattiche. Il salto di qualità che un allenatore deve fare è proprio questo: se hai giocatori che sono di una categoria superiore a quelli delle altre squadre, puoi permetterti di fare il centrocampo a 2 e la difesa con i centrali allegri e propositivi (Kontek Boben), se invece sei al livello degli altri, devi pensare a costruire gioco (in questo Lucarelli è bravissimo, bisogna ammetterlo) ma anche a coprirti quando è necessario. E' vero che questa squadra ha giocatori poco adatti a interpretare un modulo più prudente, ma proprio perché il mercato è aperto si dovrebbe intervenire per colmare quelle lacune. Poi, sia chiaro: se Leone (su input di Bandecchi) non compra nessuno e vinciamo le partite, io sono contento lo stesso. Se Lucarelli continua a schierare il 4231 e vinciamo le partite, io sono contento lo stesso. Ma se non dovessero vincere, ovviamente se ne assumeranno le responsabilità. Nel calcio, e nella vita, funziona così. P.S.: corollario: mi sono abbastanza convinto che un Liverani farebbe rendere questa squadra molto di più perché, almeno per come me lo ricordo a Terni, era un allenatore molto pragmatico e questa è proprio la qualità che, al momento, sta difettando a Lucarelli. Allo stesso tempo, però, sono convinto che i progetti a medio termine vanno coltivati anche nei momenti di difficoltà, se si è convinti di quello che si sta facendo. Non parlatemi, però, di piani triennali: l'orizzonte temporale deve essere, al massimo, il mercato estivo. Da lì in poi (sempre ammesso che nel frattempo ci saremo salvati) non saranno ammessi errori. Se no, è troppo comodo. Non arriva mai il momento di tirare le somme. E quando arriva, ormai è tardi.
  14. A me basterebbe non vedere più in campo Ghiringhelli e Paghera. E molto poco anche Agazzi. Su Salzano sono un po' più tollerante per motivi sentimentali (e perché almeno tecnicamente è all'altezza della B).
  15. altoforno

    Calciomercato invernale 2021/22

    E' evidente che, vista la partita di venerdì, la squadra sembra da retrocessione diretta. Con un giudizio più equilibrato, tenuto conto del valore economico della rosa e della qualità di molti ( NON TUTTI) giocatori dell'Undici titolare, direi che potrebbe IN TEORIA stare a ridosso delle prime otto. Che non significa fare certamente i playoff (né tanto meno vincerli) ma poter lottare per provare a sperarci fino alla fine sì. Come hanno sottolineato in molti, la qualità della panchina è invece assolutamente inferiore, tale da far preoccupare. Ma vorrei approfittare della tua domanda per fare un discorso più ampio, comprendente un po' tutta la situazione attuale della Ternana. Esistono (come sempre successo a Terni) fan sfegatati e altrettanto accesi denigratori dell'allenatore di molti giocatori (i famosi Pipponi del mio cuor). Chi considera Lucarellli il Komandante e chi lo esonererebbe subito; chi adora Peralta e chi lo considera un pistamentuccia; chi pensa che Iannarilli sia il miglior portiere della B e chi lo giudica appena sufficiente, e così via. A me sembra che abbia ragione chi ha detto che la situazione attuale ricorda quella con Toscano il secondo anno di B, quando Longarini aveva finalmente aperto il portafogli e fatto una squadra IN TEORIA molto più forte di questa. Purtroppo, Toscano (allenatore che in C avevamo adorato esattamente come Lucarelli l'anno scorso) in B non si è rivelato all'altezza e, a distanza di anni, devo ammettere che aveva ragione il DS Cozzella a non considerarlo adeguato alle ambizioni di alta classifica. I successivi campionati di C e di B fatti da Toscano hanno confermato il giudizio: ottimo in C, deludente in B. Non voglio dire che Lucarelli sia uguale a Toscano, né tanto meno che andrebbe esonerato (ME NE GUARDO BENE DAL PENSARLO!), però invito tutti a fare una riflessione. I piani triennali nel calcio lasciano il tempo che trovano (con il piano triennale di Agarini per la serie A, siamo retrocessi in C a Bari!), bisogna costruire ma tenendo conto della realtà dei fatti e non con le nostre idee preconcette.
×

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use. This site uses cookies to enhance the users' browsing experience and collect infomation about the site utilization. We use both technical cookies and third party cookies. If you continue browsing the site you accept the use of cookies; otherwise you can just leave the site.