Jump to content

wild.duck

Members
  • Content Count

    11,569
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    46

wild.duck last won the day on March 27

wild.duck had the most liked content!

Community Reputation

628 Excellent

About wild.duck

  • Rank
    Presidente
  • Birthday 02/01/1979

Contact Methods

  • Website URL
    http://

Profile Information

  • Location
    Terni, zona Cardeto

Recent Profile Visitors

3,185 profile views
  1. wild.duck

    Ebola un altro affare?

    ma che c'entra? le guidelines della community sono queste https://www.youtube.com/intl/ALL_it/howyoutubeworks/policies/community-guidelines/ e non c'è scritto da nessuna parte che non puoi fare il leccaculo di chi ti pare. E comunque resta che è una dittatura mascherata di chi? Appunto, hanno fatto fuori il presidente degli stati uniti. Questo leccava il culo al potere di chi? stiamo un po' in cima alla piramide alimentare Se Messora è stato talmente stupido da pubblicare tutta sta roba su un sito con simili norme, stupido lui, per quanto mi riguarda. d'altra parte la sua giustificazione era questa Cos’abbiamo fatto? Abbiamo ucciso, sequestrato, ricattato, minacciato? No. La nostra colpa è questa ossessione di voler far parlare i cittadini qualunque, di mostrare le notizie anche da un altro punto di vista, di concedere un palcoscenico anche alle idee che per i media non esistono, ma che sono largamente diffuse e secondo me hanno pieno diritto di rappresentanza. In un mondo di fotografi che ritoccano le immagini per adattarle ai gusti del potere, qui gli scatti si pubblicano così come sono, e basta. se la tua priorità è dare il palcoscenico a queste idee senza un controllo, senza una critica (anzi, alimentandole) e basandoti solo sul fatto che sono largamente diffuse, allora che ca**o ci fai sui social e sui media diciamo generalisti? co sta scusa posso scrivere che Israele dovrebbe essere nuclearizzato o i negri schiavizzati come nell'800 perché brutti e stupidi solo perché sono idee diffusissime in certi ambienti (siamo pure un mondo di diversi miliardi di persone). Poi se sei un terrapiattista pure sticazzi, ma certe idee sono semplicemente troppo pericolose (come si è visto a Capitol Hill) Vuoi avere tutta sta libertà? Per me o ti apri il tuo sito o vai su siti con policy più lasche (ne esistono). Poi si può discutere di tutto, ma magari fosse questa la dittatura, mascherata o meno che sia... oltretutto, in astratto, stiamo pur sempre parlando di uno che trasmette dal sito di un altro, per cui ha accettato di seguire delle policy e di essere sottoposto a controlli fin dall'inizio. A un certo punto il proprietario del sito si rompe le scatole e gli dice "trovati un altro per trasmettere, non stai seguendo le regole". E quello si trova un altro. Finchè non si trova un punto di caduta legislativo che salvi capra (byoblu che vuole dire il cacchio che gli pare sfruttando la visibilità di youtube) e cavoli (youtube che non vuole favorire o essere accostato a cazzate complottiste) è veramente così scandaloso che byoblu deve trasmettere per cavoli suoi? se ha un milione di ascoltatori così devoti possono seguirlo anche su un altro sito, e le notifiche arrivano comunque. Ribadisco, magari tutte cos' le dittature.
  2. wild.duck

    Ebola un altro affare?

    parli di byoblu? mica l'hanno cancellato, https://www.byoblu.com/ basta vederlo sul sito loro invece che su youtube e comunque non vedo che c'entra la dittatura strisciante, o a questo punto la dittatura di chi. Negli usa hanno censurato il Presidente, che cavolo... Il governo italiano controlla i social americani? questo è un problema diverso, se un sito privato può essere obbligato a trasmettere sui propri server contenuti di terzi che non osservano la politica del sito (che tra l'altro si sono impegnati a seguire, tra parentesi). Ma non c'entra nulla con la dittatura, non è che ai tempi di Mussolini se ti censurava il corsera scrivevi sull'unità (manco sul muro scrivevi). E, al giorno d'oggi, se in cina ti censurano su facebook (vabbe' , l'equivalente cinese) non è che se ti fai il tuo blogghettino privato ti lasciano perdere.
  3. wild.duck

    Ebola un altro affare?

    Facciamo un esempio pratico https://lacittanews.it/2021/04/22/pass-vaccinale-e-coprifuoco-la-farsa-covid-nellera-draghi/ Siamo seri: per quale motivo sarebbe pericoloso circolare, la sera, dopo il tramonto? non è pericoloso, riduci le probabilità di contagio su basi statistiche. Meno ore la gente gira, meno ore la gente sta al bar, al ristorante o da amici, meno contagi. Tanti o pochi, è statistica. E per quale ragione vincolare i movimenti delle persone al possesso di un pass sanitario che attesti l’esito di un tampone rinofaringeo (strumento ritenuto fallace anche al 90%) sempre statistica - tra parentesi, sarei curioso di vedere che scrivevano quando la Sardegna chiedeva di fare entrare la gente con il tanpone o l’avvenuta somministrazione di uno pseudo-vaccino Covid, che come sappiamo mantiene inalterata la contagiosità del soggetto, non è vero, la rende molto più improbabile oltre a garantirgli una protezione immunologica solo teorica e probabilmente non superiore al 30% dei vaccinati? in base a quali dati? Il peggiore dei vaccini (che sa noi non c'è) è intorno al 50% In che razza di follia collettiva siamo finiti, tutti quanti, se anche il governo Draghi (con incorporata Marta Cartabia, già presidente della Corte Costituzionale) E bla bla bla. Da noi scrivi sta roba su internet e non succede una fava. In Ungheria, che piace tanto a Salvini e alla Meloni, succede questo La notizia è gravissima e la riporta Yuri Guaiana, della Direzione di +Europa: il presidente ungherese Viktor Orbán, che ha sospeso il Parlamento per ottenere pieni poteri a tempo indeterminato, ha disposto l'arresto di János Csóka-Szucs, membro del movimento liberale di opposizione Momentum, per aver criticato il governo su Facebook nella gestione della pandemia: "Questa" dice Guaiana, "è l'ennesima prova di come Orbán stia rapidamente smantellando la democrazia e lo Stato di Diritto in un Paese membro dell'Unione Europea". a Hong Kong se non piace la linea editoriale cominciano ad arrestare pure lì, non ho voglia di ricercarmi gli articoli. da noi ognuno dice il cacchio che gli pare, se lo fai su canali privati possono bannarti (e lo stato c'entra poco). Anche qui, le devi sparare grosse e ripetute.
  4. wild.duck

    Ebola un altro affare?

    No, sto seguendo le cose e non è così. Se ti fanno fuori devi averne sparate di enormi.
  5. wild.duck

    Ebola un altro affare?

    Per me comunque non si è mai tentato nulla per salvare capra e cavoli, tipo spalmare la gente su due turni. È inutile che mi dici che sanifichi ogni due per tre quando il 99% dei casi sono per trasmissione aerea. Mentre per certi settori (tipo i trasporti) la vedo abbastanza impossibile (serve un decennio per rivoluzionare i trasporti in un posto come Milano, penso, non pochi mesi), che in anno abbondante non ci si è inventati nulla per permettere un servizio in sicurezza mi lascia più perplesso (ma magari è impossibile pure lì, eh, d'altra parte non lo fa nessuno in nessuna parte del mondo credo). Certo devi chiedere alla gente un po' di elasticità (tipo che dopo un'ora e mezzo schiodi, punto)
  6. wild.duck

    Ebola un altro affare?

    Oltre al fatto che la situazione dei ristoranti è questa Un fantasma si aggira nei ristoranti italiani: il pre conto paolo landi Jun 4, 2011 · 2 min read Lo sapevamo già, ma che lo certifichi l’Istat è un passo importante: il picco di evasione fiscale, in Italia (quasi il 57%), si verifica nel settore della ristorazione. E restando a noi, quando a Terni si pose la questione del capodanno al caos, e si pose il problema ai grillini (che ancora erano nel filone "law and order") che i ristoranti erano mediamente ancora più fuorilegge per il Capodanno, quelli fecero spallucce perché i ristoratori non si toccano (e che, scherziamo?) Quella della ristorazione è tradizionalmente una delle lobby più intoccabili d'Italia (insieme a tante altre tipo quella dei balneari e il settore turistico in genere). Vedi pure le alzate di scudi generalizzate quando venne fuori della megaevasione a Cortina e in un botto di altri posti. Ma gli esempi sono innumerevoli. Mo', all'improvviso, si è deciso che i ristoranti, gli albergatori etc. sono il male e vanno fatti morire senza motivo. Ma così, di botto, sfruttando un virus, tipo i matti. Io tendo a pensare che il motivo sia che sono categorie in cui i servizi vengono erogati a gente che sta vicina, a lungo e oltretutto senza mascherina (e chi ha provato a fare diversamente ha da 5 a 10 morti in più dei vicini, che in Italia potrebbe voler dire arrivare dalle parti dei 500000-600000 morti invece che più di 100000, per dire). Oh, saremo un continente di stronzi meno gli svedesi, che devo pensare?
  7. wild.duck

    Ebola un altro affare?

    Poco sappiamo in che senso? Le leggi di Singapore sono note, e da Hong Kong pure le notizie arrivano (ancora, almeno). Una mia amica di li stava progettando di scappare in Inghilterra, mica è un mistero che HK sta diventando una dittatura fatta e finita. Vieni bannato mica dallo stato, vieni bannato dai social per il loro regolamento interno. Perfino il presidente degli Stati Uniti hanno bannato. Mi pare che se vuoi esprimerti in rete, fuori dai social, puoi farlo come ti pare. Basta aprire un sito tipo lacittanews per vedere cose assolute tipo "questo provvedimento non serve a niente" (che, trattandosi di questioni probabilistiche, è proprio una stronzata in senso stretto). Qui mi pare che ognuno dice quello che gli pare. La Meloni se non la facessero parlare come farebbe ad avvicinarsi al 20%? Eppure spala merda su qualsiasi provvedimento e su qualsiasi media dalla mattina alla sera senza tanti problemi. Ho un amico che fa politica con loro e su fb mi appare tutti i giorni la sagra delle cazzate senza che nessuno gli dica 'a'.
  8. wild.duck

    Ebola un altro affare?

    Meno ore giri, meno possibilità di contagio hai. Non è che la gente va solo a spasso dopo le 22, magari fanno due turni al ristorante, o aperitivo e poi cena, gelaterie etc.etc. Il motivo principale di aprire fino alle 23 è aiutare queste categorie, senza nascondersi dietro un dito. Ma se aiuti queste categorie hai più occasioni di contagio, perché oltretutto sono quelle di cui la gente si serve senza indossare la mascherina. Oltre che in generale se sto un'ora meno a spasso o a casa di altri le probabilità di contagio calano comunque, dato che dipendono dal numero di incontri e dal tempo di esposizione. E se l'Rt si alza (per dire) di 0.02 per i teatri, di 0.05 per i cinema, di 0.10 per bar e ristoranti, magari di un ulteriore 0.02 se li tieni aperti fino alle 23, etc.etc..poi a un certo punto vai a 1.10-1.20 e ti tocca richiudere tutto. E poi tanto non arrivi, permetti i ristoranti all'aperto, ma allora chi lo spazio all'aperto non ce l'ha? E apri pure quello. Allora i teatri sì ma perché (qualsiasi altra categoria non interessata dalle riaperture) no? Per induzione è tutto assurdo e quindi toccherebbe riaprire tutto senza limiti. Invece il discorso è che ogni cosetta che riapri aumenta di un po' sto benedetto Rt, e finché hai 30-40000 contagi reali sul territorio nazionale non te lo puoi permettere di farlo salire sopra a 1 (soprattutto se di tanto e se nel giro di una settimana). Già così stai tirando parecchio la corda, se non altro perché già ora i casi non calano più come 15 giorni fa.
  9. wild.duck

    Ebola un altro affare?

    2 cose: come osservato da statistici ed epidemiologi vari il calo della curva del contagio è già piuttosto rallentato prima delle riaperture. Tra le due righe rosse ci sono circa 20 giorni e 9000 casi in meno, negli ultimi 10 giorni il calo ulteriore è di poco più di mille casi al giorno (nella media mobile a sette giorni). Ho preso i numeri e gli intervalli un po' così ma questo rallentamento è abbastanza evidente da giorni, in ogni caso. La "gobbetta" accentuata dell'ultima settimana credo sia più che altro un effetto della media mobile. Negli USA sconsigliano viaggi in Italia perché il virus gira molto. Se arrivi all'estate con il virus che "gira molto" rischi di fotterti il turismo pure se i morti calano drasticamente (perché rischi di avere intorno mete turistiche con meno casi e quindi non sconsigliate). Essenzialmente credo si stia sperando che l'estate dia una grossa mano come l'anno scorso, ma le condizioni sono diverse (hai i vaccini ma pure varianti più contagiose, e in america, pur avendo un botto di vaccinati, il virus ha iniziato timidamente a calare solo da qualche giorno) nelle dittature le restrizioni ce l'hai per reprimere il dissenso, mica in generale per rompere il cazzo (con quale obiettivo, poi?). Piazza Tien An Men non mi pare fosse rivolta contro i giovani che volevano il tè nero libero fino a mezzanotte, o a Hong Kong contro gli studenti che vogliono i ristorantini di Dim Sum ache alle 4 di mattina con la musica a tutto volume, ma su cose un tantino più sensibili. Anzi, un regime ha interesse a essere il più benvoluto possibile. Singapore e Hong Kong (e la Cina in genere) sono paradisi del liberismo sfrenato, basta che non disturbi chi comanda. In questo momento stai talmente reprimendo il dissenso che i ristoratori parlano quando gli pare sui talk show, ci stanno manifestazioni direi a volontà (pure l'altro giorno) senza incredibili problemi, se non quelli legati al covid e non mi pare di aver visto scene alla Bava Beccaris. Il coprifuoco durante il fascismo non credo, in generale, ci fosse (a parte dopo la caduta di mussolini nel '43, ma lì diciamo che c'erano pure altri cazzi). Tra parentesi, la parola coprifuoco deriva proprio dal fatto che dopo una certa toccava spegnere tutti i fuochi, in molti città medievali, per evitare il diffondersi di incendi. Curiosamente la stessa cosa a cui serve, oggi, per aiutare un minimo a "spegnere" il fuoco del covid. Questo per tacere del fatto che l'estate scorsa ognuno ha fatto quello che gli pareva per mesi e mesi (e uno dei leader politici che sottovalutava maggiormente la cosa - e che a differenza di altri leader all'estero non ha cambiato politica - l'hanno rimesso al governo e si vede, mi sembra proprio un paese che ha problemi di eccessiva repressione del popolo e delle opposizioni, sì...). Tra parentesi, questo l'anno prima parlava di prendere "i pieni poteri", facendo il verso indovina a chi? Però per te se non erro Salvini non era un problema dal punto di vista dittature etc., giusto?
  10. wild.duck

    SUPERLEGA

    ma lì è più per una questione di educazione, pure a me pija male
  11. wild.duck

    SUPERLEGA

    per me l'unica strada immediata o quasi è il salary cap, in qualche modo a livello europeo. Il Ronaldo di turno non prende 20 o 30 milioni a stagione perché se glieli dai il resto della squadra devi farlo con 10 milioni (mi sono tenuto basso, naturalmente), ma una Juventus che paga 236 milioni (l'anno prima quasi 300) con la seconda in classifica a 149 (e l'anno prima la differenza era ancora più impressionante) non può funzionare e non ha alcun senso mantenere un sistema del genere (dato che su questre cifre l'Europa non ha alcuna concorrenza). Oltre alla redistribuzione dei diritti tv. Prendi i soldi in base ai risultati e non, se non in misura molto bassa, in base al bacino di utenza televisivo ipotetico. Se si vogliono vedere partite e campionati più equi ed equilibrati, naturalmente.
  12. wild.duck

    SUPERLEGA

    è difficile solo perché esce dall'attuale idea di vendere a tanto i singoli campionissimi che escono dal tuo vivaio (o tenerseli). Nel momento in cui fai funzionare un sistema del genere ti porta a una stabilizzazione dei costi e dei ricavi presunti di quelle attività e buonanotte. Ad esempio, io Milan formo un giocatore, so che se quel giocatore viene scelto per primo nel draft A mi vengono riconosciuti 4 milioni di euro (per dire), mentre se viene scelto alla 20 del draft della serie B 50 mila euro (sempre per dire). Ogni anno so che spenderò un tot per formare giocatori e ne ricaverò un tot, variabile ma entro certe cifre relativamente basse. Ed eviti il problema delle spese folli per i giocatori almeno entro una certa età. Inoltre quì parliamo sempre di un numero molto limitato di giocatori ogni anno che vengono contrattualizzati così (uno per squadra, se fai come la nba), ma sono i giocatori che sbilanciano maggiormente il sistema, per le cifre che muovono. è difficile solo perché si vuole farla difficile, stringi stringi è un sistema come un altro di livellamento dei costi (e di "trattenimento" dei migliori talenti in una nazione, che se fatto solo fino a una certa età non so se è un male). Cioè, più che complicato di per sé mi pare complicato perché è difficile smuovere un sistema che ha dinamiche definite da decenni, però si è arrivati alla cosa di questi 12 perché il sistema è sbilanciato in modo impressionante, e tutto quello che lo ribilancia per me è bene. Sopra una certa età poi hai sempre il salary cap a fare da calmiere. Ma anche questo va considerato per nazioni e per coppe europee (il salary cap del benevento è lo stesso di una squadra che fa la champions? ed è lo stesso in danimarca e in italia se fai la champions, ma poi cala se fai solo il campionato nazionale - sbilanciando i campionati, soprattutto i più piccoli, e ricreando più o meno le stesse dinamiche?) Se hai diverse federazioni che interagiscono in competizioni europee qualsiasi cosa è un po' complessa (se vuoi fare le cose bilanciate, chiaramente)
  13. wild.duck

    SUPERLEGA

    Il draft serve a scegliere ragazzini che escono dalla primavera mica partipilo (o chiunque già contrattualizzato). Poi puoi ibridizzarlo come e quanto ti pare, ma è solo un sistema per far giocare al Ronaldo di turno i primi anni di carriera con un contratto non inumano (comunque con un bel pacco di soldi) e non in squadre che sono già piene di fenomeni. E senza scomodare il Ronaldo autentico, stessa cosa per i piccoli Ronaldo de noandri da serie A o B. Poi dopo i primi anni è liberi tutti, lo tieni o lo vendi come chiunque altro
  14. wild.duck

    SUPERLEGA

    Era per fare un esempio di una lega che fa il draft in contemporanea a un'altra lega dello stesso sport. E se lo fai a livello nazionale lo gestisci tranquillamente (ovviamente, se sei tutti d'accordo a farlo, non è che può farlo solo l'Italia, credo). Comunque non te lo impedisce mica, a fine garantito o ti metti d'accordo con la squadra con cui hai il contratto o te ne trovi un'altra. Come adesso. Quello del draft è un contratto iniziale che può essere 2,3,4 anni quello che si ritiene più adatto.
  15. wild.duck

    SUPERLEGA

    Per quello dico che dovresti dividerlo parzialmente (ma anche totalmente, volendo) per nazioni. Così avresti anche l'ulteriore indubbio vantaggio dell'incentivo a tenere vivi i vivai. O fai così o fino ai 24-25 anni per le tue squadre giocano tutte pippe. Se poi fai stile Nba avresti tipo un giocatore contrattualizzato e uno "ibrido" (cioè uno che è comunque parzialmente legato a una società ma può anche giocare altrove) per paese in cui fai il draft. Non è che è una roba che ingessa il sistema a livello pazzesco, permette solo a quelli buoni buoni di giocare qualche anno fino ai 23-24 in squadre che non siano il Real o il manchester
×

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use. This site uses cookies to enhance the users' browsing experience and collect infomation about the site utilization. We use both technical cookies and third party cookies. If you continue browsing the site you accept the use of cookies; otherwise you can just leave the site.