Jump to content
Sign in to follow this  
Borgobellooooo!!!

EUTANASIA.

Recommended Posts

Quindi tutelare la salute fisica o psichica e in alcuni casi la vita stessa di una donna non fa parte della "missione" (professione) medica?

Occhio che finché non ci mettiamo in testa che non siamo altro che carne e sangue e che in noi non c'è niente di diverso da tutte le altre forme di vita non se ne esce. Mi sembra di averti già dato con gioia del "cattocomunista" in un altro topic :)

Non vorrei dovermi ripetere...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Occhio che finché non ci mettiamo in testa che non siamo altro che carne e sangue e che in noi non c'è niente di diverso da tutte le altre forme di vita non se ne esce. Mi sembra di averti già dato con gioia del "cattocomunista" in un altro topic :)

Non vorrei dovermi ripetere...

Scusa ma che c'entra?

 

La tutela della "salute fisica e psichica" della donna non è una mia invenzione, è quanto è scritto e previsto nella 194.

 

Poi se uno pensa come nel medioevo che la medicina sia solo cura delle malattie dei diversi organi del corpo e non promozione attiva della salute, allora ci rimangiamo la medicina preventiva, la medicina ambientale, la psichiatria e svariate altre acquisizioni scientifiche degli ultimi 100 anni.

Edited by passaparola

Share this post


Link to post
Share on other sites

In merito ad alcuni post che parlano di aborto, mentre in teoria il topic è sull'eutanasia, dico che la legge 194 è una legge dello stato, voluta da milioni di Italiani (allora) e fino a quando sarà in vigore va applicata, qualora una persona ne faccia richiesta o ne abbia necessità.

 

Non può essere negato l'accesso ad una pratica - che si può condividere o meno - prevista dall'ordinamento giuridico, di uno stato LAICO, ed è, ritengo, sacrosanto che nelle strutture pubbliche ci siano anche figure di medici che operino al fine di adempiere ad una legge.

 

Poi quanta ipocrisia in certi medici che pubblicamente difendono la loro - pur legittima - obiezione di coscienza e poi, in segreto vanno a praticare gli aborti nelle cliniche private tipo quelle dei fratelli Spallone.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scusa ma che c'entra?

 

La tutela della "salute fisica e psichica" della donna non è una mia invenzione, è quanto è scritto e previsto nella 194.

Era solo preventivo. Vedrai che andrà a finire che qualcuno dirà:" l'embrione è una vita con la sua dignità i suoi diritti. Una cosa è chi sceglie x sé (eutanasia) altro è la donna che decide di sopprimere un'altra vita" e tu dirai che la donna decide per il suo corpo .....

Finché non si è d'accordo su quando un mucchietto di cellule diventa una persona non se ne esce.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Era solo preventivo. Vedrai che andrà a finire che qualcuno dirà:" l'embrione è una vita con la sua dignità i suoi diritti. Una cosa è chi sceglie x sé (eutanasia) altro è la donna che decide di sopprimere un'altra vita" e tu dirai che la donna decide per il suo corpo .....

Finché non si è d'accordo su quando un mucchietto di cellule diventa una persona non se ne esce.

Quanto corri! :D

 

La mia obiezione è che la "missione medica" non è - in una concezione moderna e non arcaica - soltanto "in negativo" la cura di patologie ma tutto ciò che promuove la salute e il benessere psico-fisico.

 

Per questo considero del tutto all' interno della professione medica aiutare una persona a interrompere per sempre una sofferenza senza speranza di miglioramento o guarigione.

 

E il medico che si rifiuta per ragioni di coscienza o va nel privato o si prende la responsabilità della sua scelta e ne affronta le conseguenze, senza far scontare la sua coscienza a tutti gli altri, medici e "pazienti".

  • Upvote 1
  • Downvote 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quanto corri! :D

 

La mia obiezione è che la "missione medica" non è - in una concezione moderna e non arcaica - soltanto "in negativo" la cura di patologie ma tutto ciò che promuove la salute e il benessere psico-fisico.

 

Per questo considero del tutto all' interno della professione medica aiutare una persona a interrompere per sempre una sofferenza senza speranza di miglioramento o guarigione.

 

E il medico che si rifiuta per ragioni di coscienza o va nel privato o si prende la responsabilità della sua scelta e ne affronta le conseguenze, senza far scontare la sua coscienza a tutti gli altri, medici e "pazienti".

Non fa una grinza. A meno che non consideri una cellula fecondata una persona ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non fa una grinza. A meno che non consideri una cellula fecondata una persona ;)

Legittimo considerare una persona anche uno spermatozoo.

 

Ma allora o non fai il ginecologo oppure lo fai dove e come non puoi impedire l'applicazione di una legge che consente l'aborto entro 90 giorni a tutela della salute della donna e dopo i 90 per gravi rischi per la sua vita etc.

 

A maggior ragione per il fine vita (dove il soggetto è una persona senza alcun dubbio).

Share this post


Link to post
Share on other sites

"Perdonaci per aver reso la religione che crediamo di osservare talmente vuota da non saper più riconoscere un Cristo quando lo abbiamo di fronte"

 

Roberto Saviano

Share this post


Link to post
Share on other sites

Comunque da quello che ho letto non si è trattato di eutanasia ma di un vero e proprio suicidio assistito.

È stato lo stesso Fabo ad assumere il barbiturico attraverso un meccanismo azionato dalla sua bocca.

 

Nella sfortuna è stato fortunato per due motivi: primo a poter comunicare la sua volontà, secondo a poter eseguire personalmente il suicidio e quindi poter liberamente cambiare idea sino all'ultimo istante.

 

Non tutti purtroppo possono farlo.

 

Ora è uscito da quella vita che non voleva più e lo ha fatto con dignità, quella dignità che il suo paese non gli avrebbe dato.

 

Una vergogna per noi italiani.

Edited by callea

Share this post


Link to post
Share on other sites

Legittimo considerare una persona anche uno spermatozoo.

 

Ma allora o non fai il ginecologo oppure lo fai dove e come non puoi impedire l'applicazione di una legge che consente l'aborto entro 90 giorni a tutela della salute della donna e dopo i 90 per gravi rischi per la sua vita etc.

 

A maggior ragione per il fine vita (dove il soggetto è una persona senza alcun dubbio).

 

guarda io sono a favore dell'aborto se non visto come metodo contraccettivo.

 

Ma a livello biologico, no, uno spermatozoo non è una persona, una cellula fecondata è una cosa completamente diversa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

È LA SECONDA volta che faccio pubblicamente un invito a chiedere scusa. La prima volta fu per Beppino Englaro. Per la gogna alla quale una parte esigua ma urlante del nostro Paese lo costrinse. Oggi chiedo scusa a Fabiano Antoniani, a Dj Fabo, e gli chiedo scusa a nome di tutti gli italiani, per non essere riusciti a esaudire il tuo ultimo desiderio. Perdonaci per non essere riusciti a occupare, con il tuo appello, ogni spazio disponibile. Perdonaci per non aver ascoltato la tua legittima richiesta di una morte dignitosa. Perdonaci per essere andati oltre. Perdonaci per aver vissuto camminando, parlando, guardando senza pensare che tu questo non potevi più farlo da molto tempo, dall'incidente che ti ha reso tetraplegico e cieco, ma lucido nel voler scegliere la morte a una vita "di dolore, di dolore, di dolore". Perdonaci per non essere riusciti a farti lasciare questa vita in una condizione per te umana, non dovendo affrontare un viaggio faticoso e assurdo per ottenere in Svizzera quello che avresti avuto diritto ad avere a casa tua.

 

Perdona questa politica bellicosa e questo Paese distratto e incattivito che cerca e trova ormai solo nemici, nemici ovunque e antagonisti, che non ha più voglia e strumenti per trovare alleati, per intraprendere battaglie legittime. Che non si rende più conto che un diritto negato all'altro è un diritto negato a se stessi, alle persone che amiamo, a quelle che ci sono vicine. Viviamo tutti come se fossimo invulnerabili, eppure abbiamo costantemente paura, ma ci sfuggono gli strumenti che avremmo a disposizione per mettere al riparo le nostre vite. Crediamo che erigere muri tra noi e le persone che non ci somigliano sia garanzia di tranquillità e non ci rendiamo conto che ci stiamo condannando da soli. Che stiamo condannando la nostra generazione e quelle che verranno dopo.

 

Perdonaci Fabo, per aver perso rispetto per chi soffre, per le minoranze, perdonaci per ritenere futili le istanze di chi mostra il proprio lato umano, la propria vulnerabilità, perdonaci per non avere più orecchio per ascoltare chi ha bisogno di aiuto.

 

Mala tempora currunt Fabo, ma da molto tempo, da troppo. Tempi cattivi in cui pubblicamente ci si professa pro vita, religiosi osservanti, cattolici ferventi e invece nel privato siamo esseri umani incolpevolmente carichi di dissidi e debolezze, di dubbi e di rimorsi. Beppino Englaro ha lottato in Italia facendo del proprio corpo campo di battaglia. Sua figlia Eluana ha vissuto in stato vegetativo per 17 anni: i danni subiti a seguito dell'incidente erano anatomicamente irreversibili eppure Beppino ha dovuto intraprendere un cammino giudiziario per provare a ottenere legalmente in patria ciò che all'estero avrebbe potuto avere con notevole risparmio di tempo ed energie.

 

Al fianco di Beppino i soliti Radicali, quelli che stanno sempre dalla parte dei freak, degli strambi, di chi non accetta lo status quo e si batte per l'eutanasia legale, per la legalizzazione della cannabis, per condizioni più dignitose nelle carceri italiane. Accanto a Beppino qualche scrittore tuttologo che "Hai perso una buona occasione per tacere", "Se parli di mafie sei più credibile".

Accanto a Beppino tanti altri, ma assente la politica: quella era contro o taceva. La Regione Lombardia nel 2016 è stata condannata a un risarcimento di 143mila euro per il decreto emanato da Roberto Formigoni che vietava la sospensione delle terapie a Eluana. Questo fu il ruolo della politica nel caso Englaro. Ma vuoi sapere, Fabo, cosa è cambiato dal 2009? Dalla morte di Eluana? È cambiato che la politica ha deciso che questi non sono più affari suoi. Ha deciso che può rimandare la discussione in Parlamento sul fine vita ad libitum e può farlo perché è stata più brava di noi, ed è riuscita a far passare l'adagio che in tempo di crisi non esistono altre priorità diverse da quelle economiche. E fa nulla che nemmeno quelle si riescano a risolvere: ciò che è ormai chiaro è che le minoranze non ci interessano. Che siano gay, diversamente abili, stranieri, coppie impossibilitate a procreare, persone che hanno subito abusi dalle forze dell'ordine o essere umani rinchiusi in corpi, come gabbie, che vorrebbero essere liberi di lasciare.

 

Questo è il nostro Paese. Un Paese in cui la vita deve scorrere senza impedimenti di sorta, senza intoppi apparenti. Tu Fabo hai potuto chiederlo con la tua voce. Ti abbiamo sentito chiedere una morte dignitosa. Non esiste giustificazione possibile al silenzio che hai ottenuto in risposta. Non esiste giustificazione e urgenza possibile per la mancanza di empatia, di attenzione e di umanità del Parlamento e del Paese in cui ti è toccato in sorte di nascere e dal quale sei stato costretto ad auto esiliarti per morire. Perdonaci per aver reso la religione che crediamo di osservare talmente vuota da non saper più riconoscere un Cristo quando lo abbiamo di fronte.

 

Saviano è un personaggio controverso, a me spesso fa girare le palle per il suo atteggiamento ieratico e non sempre sono d'accordo con quello che dice. Però come cazzo scrive..!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bravo Chicco! :clap:

 

Il direttore del Tg di La7 Enrico Mentana, ha aperto l’edizione del 27 febbraio con la notizia della morte di Dj Fabo e della scelta di ricorrere al suicidio assistito in Svizzera. Occasione per una riflessione sulla politica incapace di prendere decisioni importanti: “Passato il sensazionalismo si perde la capacità di legiferare. Ma è importante farlo, altrimenti continueremo a doverci rivolgere all’estero anche per morire”. “La vicenda terrena di Dj Fabo si è conclusa questa mattina. Si è conclusa nel modo che lui aveva voluto, con un suicidio assistito. Ma questo non ha chiuso le polemiche politiche. Questa sera non ve ne leggeremo nessuna, perché probabilmente meritano questo”

Share this post


Link to post
Share on other sites

Saviano è un personaggio controverso, a me spesso fa girare le palle per il suo atteggiamento ieratico e non sempre sono d'accordo con quello che dice. Però come cazzo scrive..!

già..mi ha fatto commuovere..

Che tristezza.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Provo invidia per i cittadini che vivono in quei paesi civili dove si praticano l'eutanasia e il suicidio assistito.

Garantire una uscita dignitosa a chi decide di uscire è l'ABC della civiltà.

 

Trovo vergognoso che qualcuno si arroghi il diritto di obbligarti a morire lentamente tra atroci sofferenze o semplicemente a vivere una vita non degna di essere vissuta.

NESSUNO si deve permettere di decidere per la vita degli altri, cazzo.

:clap:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ha scritto bene questo:

 

"L'Italia è il paese dove se vuoi curarti muori nell'attesa di farlo, ma se vuoi morire ti curano per forza."

Share this post


Link to post
Share on other sites

siamo un paese destinato a soffrire contro la nostra volontà perché qualcuno più in alto ha deciso così.

Share this post


Link to post
Share on other sites

riguardo il discorso eutanasia , finchè ci sarà il vaticano a cagare il cazzo in italia non cambierà nulla

sempre tutta colpa del vaticano oh

mica dei politici di merda che abbiamo

Il Portogallo e la civilissima e laicissima Austria (come tutto l'est europeo) non hanno alcuna legge in merito proprio come noi

 

b8bfee68c8ca545246b37da341b1bdc7.jpg

 

Qualche volta, invece di sparare sempre al solito bersaglio sarebbe meglio approfondire

Edited by cesenticerqua

Share this post


Link to post
Share on other sites

sempre tutta colpa del vaticano oh

mica dei politici di merda che abbiamo

Il Portogallo e la civilissima e laicissima Austria (come tutto l'est europeo) non hanno alcuna legge in merito proprio come noi

 

b8bfee68c8ca545246b37da341b1bdc7.jpg

 

Qualche volta, invece di sparare sempre al solito bersaglio sarebbe meglio approfondire

politici e vaticano vanno a braccetto

Share this post


Link to post
Share on other sites

sempre tutta colpa del vaticano oh

mica dei politici di merda che abbiamo

Il Portogallo e la civilissima e laicissima Austria (come tutto l'est europeo) non hanno alcuna legge in merito proprio come noi

 

b8bfee68c8ca545246b37da341b1bdc7.jpg

 

Qualche volta, invece di sparare sempre al solito bersaglio sarebbe meglio approfondire

 

Se cerchi in rete troverai tante cartine e ognuna dice cose diverse.

La situazione è in realtà molto più complessa e indefinita in molti paesi.

Edited by callea

Share this post


Link to post
Share on other sites

sempre tutta colpa del vaticano oh

mica dei politici di merda che abbiamo

Il Portogallo e la civilissima e laicissima Austria (come tutto l'est europeo) non hanno alcuna legge in merito proprio come noi

 

b8bfee68c8ca545246b37da341b1bdc7.jpg

 

Qualche volta, invece di sparare sempre al solito bersaglio sarebbe meglio approfondire

Se volessimo approfondire probabilmente arriveremmo alla conclusione che "le colpe" non sono tanto di Vaticano o politici, ma di chi sostiene volontariamente il Vaticano (l'85% dei cittadini italiani, che ancora oggi nel 2017 fa parte ufficialmente della Chiesa Cattolica e impone ai neonati di entrarne a far parte) e di chi sceglie in libere elezioni i politici (il 100% degli italiani che votano).

Ergo, piu' che di Bergoglio e Mattarella, la colpa e' di Mario Rossi, Luca Bianchi, Marco Brambilla, Maria Esposito e via dicendo.

Edited by Lu Cignale

Share this post


Link to post
Share on other sites

sempre tutta colpa del vaticano oh

mica dei politici di merda che abbiamo

Il Portogallo e la civilissima e laicissima Austria (come tutto l'est europeo) non hanno alcuna legge in merito proprio come noi

 

b8bfee68c8ca545246b37da341b1bdc7.jpg

 

Qualche volta, invece di sparare sempre al solito bersaglio sarebbe meglio approfondire

 

in realtà però una carta più aggiornata della comunità europea mostra una situazione un po' diversa:

 

europa.jpg

 

e in effetti i paesi più estremi in fatto di religione sono anche quelli in cui la legge fa difetto. poi, sul fatto che i politici siano di merda non ci piove, anzi... però lo sono proprio perché certi interessi sono al di sopra di ogni politica sociale.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sono d'accordo.

 

Quindi aiutare a morire chi lo desidera fa parte della professione medica?

 

Differenza con l'interruzione di gravidanza?

Nel primo caso c'è la volontà del diretto interessato, mentre nel secondo no per cui....- Ma il discorso è molto complesso ed io non sono in grado di dire "A". :D

Edited by Borgobellooooo!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Dopo quattro rinvii e anni di attesa, la proposta di legge sul biotestamento è arrivata in aula ma ai deputati sembra interessare poco o nulla. Poco più di venti i presenti.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

I pm milanesi hanno chiesto l'archiviazione per Marco Cappato, indagato per aiuto al suicidio in relazione alla morte di dj Fabo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use. This site uses cookies to enhance the users' browsing experience and collect infomation about the site utilization. We use both technical cookies and third party cookies. If you continue browsing the site you accept the use of cookies; otherwise you can just leave the site.