Jump to content

Aghy

Moderatori
  • Content Count

    30,069
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    9

Aghy last won the day on December 25 2019

Aghy had the most liked content!

Community Reputation

203 Excellent

About Aghy

  • Rank
    il Margheritoni dei Truffatori

Contact Methods

  • Website URL
    http://www.rossoverdi.com

Profile Information

  • Gender
    Maschio
  • Location
    Piazza Tacito - Quartiere Fonderia

Recent Profile Visitors

2,062 profile views
  1. non le cambi le teste dei vecchi. i vecchi sono la maggioranza in questo paese. lo saranno sempre di più e sempre di più sono diventati dipendenti dall'autoveicolo come diritto fondamentale dell'umanità. quando eravamo piccoli noi gli anziani si vantavano di aver fatto decine di km a piedi per andare a lavoro o a scuola. gli anziani di oggi per andare a comprare il giornale fanno 200 metri in automobile. paradossalmente i giovani di oggi sono molto meno motorizzati degli adolescenti di ieri. basti considerare la pressoché totale scomparsa della "cultura" del motorino.
  2. purtroppo è una questione culturale e demografica. oramai il binomio popolazione demograficamente sempre più anziana + "necessità" automobile in italia è un dato di fatto. pesa anche il discorso della totale carenza del servizio pubblico come qualcosa di efficiente e affidabile. e la categoria dei commercianti, politicamente, può o meno "decidere" le sorti di aree cittadine (ztl sì o no, aree pedonali sì o no, ciclabili sì o no) e dunque la qualità della vita di tutti se ciò va ad influire sui posti auto di fronte alle loro attività. non me la sento di incolparli ma in italia sta cosa dei commercianti che stabiliscono il traffico cittadino a discapito dei pedoni e dei ciclisti, delle mamme in carrozzina ecc è diventata imbarazzante. guardate via cavour lo schifo che è diventato. io la evito, sempre. il discorso è più serio e profondo di quello che pensiate. credetemi, dove lavoro ci sono persone che prendono l'auto da casa per fare una distanza che colmerebbero in 5 minuti a piedi. e il fatto che ci siano 4 auto (vuote) davanti alla scalinata di una chiesa (in divieto) viene visto dalla persone anziana come "qualcosa che dà vita al centro storico altrimenti senza un'anima viva" come se fossero quelle 4 auto parcheggiate a cazzo a rendere un centro "vivo". come se a piazza clai (un'altra vergogna nostrana) quelle 5-10 auto parcheggiate a rovinare una piazza storica e la pavimentazione recente dessero vita al centro storico di terni.
  3. https://www.umbriaon.it/pista-lungonera-divampa-la-protesta/?fbclid=IwAR1Yig8XHu9tQWPHCcqFxPSWGRTjBdmO0_yawVgbdLSEfMMWhVv1dySgoNA
  4. l'ampiezza minima la determina il regolamento del codice della strada. non puoi fare una ciclabile a due sensi se non rispetti delle misure minime. immagino avranno considerato ciò. il discorso collegamenti è quello che mi preoccupava maggiormente. si fa un pezzo per volta ma l'importante è che non ci siano tratti che rimarranno isolati per anni e anni. se non sbaglio quel documento, il pums, prevedeva un asse ciclabile che proseguiva in direzione stadio ma non sò come ne se sia effettivamente realizzabile.
  5. l'ampiezza l'avranno calcolata considerandola in due sensi. a differenza della strada per i veicoli la ciclabile sarà sicuramente i due diversi sensi di marcia.
  6. passando con l'auto l'altra sera notavo che l'area destinata alla pista ciclabile in viale lungonera è praticamente piena di tombini (preesistenti sul lato dei parcheggi eliminati) ed eventuali avvallamenti relativi ai tombini stessi che occupano almeno 1/3 della carreggiata destinata alle bici in transito e si ripetono ogni pochi metri. mmmhhh. non è tanto consigliato passarci sopra con la bici una volta, figuriamoci sta cosa che si ripete ogni tipo 10 metri.
  7. Aghy

    TOPIC CINEMA

    visto il film di Ken Loach. terribilmente attuale, in linea coi tempi che stiamo vivendo. non un filo di speranza. da farlo vedere nelle scuole affinché cambi qualcosa in questo mondo.
  8. Aghy

    Addio Passaparola

    porca miseria
  9. http://www.umbriaon.it/terni-ciclabile-lungonera-savoia-e-posti-auto-no-definitivo-ai-commercianti-per-la-variante-procedono-lavori/?fbclid=IwAR2j5sw_KE5HiC255ZQTSYyJdVUsbn2apUXnaeApZ38kdyKknH53vpDxtu0 una scelta forte che mi trova sorpreso da parte di un'amministrazione di destra. non cedere di fronte ai commercianti e proseguire dritti per creare una direttrice ciclabile eliminando dei parcheggi e restringendo la carreggiata che, essendo un senso unico, era comunque molto larga rispetto alle altre strade normali. una scelta che condivido come quando è stato fatto il tentativo di riqualificazione di viale otto marzo su all'ospedale, con sole due corsie anziché quattro (una per senso di marcia), parcheggi ai lati e pista ciclabile sul marciapiede allargato. all'epoca tale scelta fu molto criticata da chi oggi apprezza politicamente l'orientamento politico dell'attuale amministrazione. una delle poche cose decenti e completate fatte, secondo me, in quell'area su all'ospedale. in quel caso, come in questo caso, per il momento è solo un altro importante tassello per dare un senso, collegando queste tratte ad altre direttrici, alla possibilità di usare queste piste ciclabili come vera alternativa. deve esserci un percorso che ha un senso, non singoli tratti, che tagli la città da destra a sinistra, dall'alto in basso, e spero si vada avanti così. sarei curioso di sapere che ne pensano quelli che hanno un orientamento a destra di tale scelta. anni fa sicuramente li avrei trovati a protestare per l'eliminazione dei posti auto.
  10. sì ma se è stato portato a terni a metà del VI secolo, come sostiene Mario Pagano, la locazione è pressoché irrilevante. mi sembra di capire che fu trasportato a Terni da altra locazione originale, non che sia stato costruito sul posto.
  11. da terni in rete. una storia comunque travagliata La statua fu rinvenuta durante lavori avviati dall’Enel a Terni nel 1971. L’opera, una statua in marmo bianco, rappresenta una figura maschile con sembianze di un satiro , con corna e orecchie appuntite. Secondo studi dell’ex soprintendente Mario Pagano il Telamone faceva parte della decorazione architettonica e scultorea del Canopo di Villa Adriana di Tivoli. Fu trasportato a Terni tra il 554 e il 565.
  12. mi sembrava di aver sentito che sia stato rivenuto nei pressi di "porta romana" cioè presumibilmente viale del cassero, non lontano dall'anfiteatro.
  13. quando si parla di "rinascita" della città per via della riparazione buche, vanno considerate anche a soprattutto queste cose per il suo futuro: http://www.ternitoday.it/economia/terni-fuga-giovani-25-40-anni-indagine-dati.html io conosco decine e decine di persone e molti amici che non sono più a terni. la città sta decrescendo e non vedo idee, soluzioni che possano quantomeno arginare questa situazione disastrosa.
  14. ho votato per eliminare ma serve un filtro perché possano essere evitati insulti gratuiti o post a sfondo razzista e così via. non so se effettivamente oggi ci sia un controllo come avveniva in maniera precisa in passato.
×

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use. This site uses cookies to enhance the users' browsing experience and collect infomation about the site utilization. We use both technical cookies and third party cookies. If you continue browsing the site you accept the use of cookies; otherwise you can just leave the site.