Jump to content

Leaderboard


Popular Content

Showing content with the highest reputation on 04/03/2020 in all areas

  1. 2 points
    Guarda a me bianchi gialli neri a pecoroni etc non mi frega un cazzo pero se po di che questi pure hanno rotto i coglioni? Hanno riniziato subito Co quei troiai de mercati che c‘hanno , Co pipistrelli sorci dromedari che se inculano i furetti etc . Basta cazzo
  2. 2 points
    Esatto. Ancora stiamo correndo dietro alle richieste sul sito dell’INPS che va e non va... che poi a che serve dico io... lo sai a chi devi dare i 600€, dici a tutti e allora fallo a tutti. La verità è che sperano che tanti non riescano a fare la domanda.
  3. 2 points
    Comunque se riusciremo a sopravvivere a tutto questo, una volta passato quest'incubo ci aspetta una nuova rivoluzione sessuale, che al confronto il 68 fu un anno di castità... In questo periodo tutti i singles stanno scoprendo quanto è noioso farsi le pugnette, mentre gli sposati stanno scoprendo quanto è noioso scopare sempre la stessa femmina. Le femmine dal canto loro fanno lo stesso identico ragionamento. Mai come ora abbiamo tutti una gran voglia di sesso promiscuo e orgiastico, una voglia che cresce giorno dopo giorno. Appena Conte darà l'ok si scatenerà l'inferno...
  4. 1 point
    Io ringrazio per la stima, è che purtroppo oltre all'ipocondria stabile soffro anche di pessimismo e "malfidismo" e cerco di capire per rendermi conto di quello che può avvenire. Come ho già scritto e ripropongo, "i criteri con cui l’Organizzazione mondiale della Sanità dichiara conclusa un’emergenza epidemica. Vediamo quella di Ebola, per esempio. L’emergenza finisce dopo DUE PERIODI DI INCUBAZIONE COMPLETI in cui non si registrano nuovi contagi. Sono 42 giorni per Ebola. Potrebbero essere 30 per SARS-CoV-2. Dopo di che, è richiesto a ogni paese di mantenere un’elevata sorveglianza per 90 giorni." Da queste direttive e con i numeri che oggi registriamo, con un andamento che si abbassa (?) lentamente, di tempo prima di arrivare allo 0 ne passerà - temo - un pochino, dopo di che sicuramente vorrei fortissimamente vorrei che i numeri piegassero repentinamente a zero. Comunque grazie ancora per la stima che ricambio
  5. 1 point
  6. 1 point
    L’importante è che i ricoverati e le terapie intensive rimangono stabili, sono tutti positivi da isolamento domiciliare
  7. 1 point
    Intanto Fontana ha confermato anche per oggi un trend positivo. In attesa dei numeri di oggi a livello nazionale, avanti così.
  8. 1 point
    L'acquisizione di certezze è un processo progressivo. Bisogna avere la santa pazienza di darle per definitive, in cuor proprio, solo quando lo sono realmente.
  9. 1 point
    In Israele molti ospedali sono modulari Essendo Israele un paese in guerra perenne, riesce a convertire reparti in reparti di intensiva ora il covid 19 ci fornisce tanti insegnamenti alla classe politica coglierli ed organizzare di conseguenza la sanità Per decenni ci siamo pappati una classe politica di merda che ha dpredato beni e finanza pubblica Do a Conte ed al suo governo l'attenante generica di trovarsi di fronte alla più grave emergenza post seconda guerra mondiale
  10. 1 point
    Abbiamo tutti bisogno di Pilu....kg di Pilu, quintali di Pilu, tonnellate di Pilu....cchiu pilu pe tutti cazzu cazzu iu iu...... Ma quali mascherine, quali dpi.....pilu ci serve, kilometri di pilu, miglia e miglia di pilu. Inondiamo di pilu il mondo...only the pilu!!!
  11. 1 point
    credimi, io in linea di principio lo capisco pero ti assicuro che è roba onerosissima da sostenere e che è fisiologico non starci dentro....peraltro non è questione manco di evadere o meno perche questa è una cosa extra tasse
  12. 1 point
    ma ovvio nel miraggio di una pensione alla quale probabilmente manco arriverò la mia cassa previdenziale, che ingrasso ogni anno con cifre da cravattari impossibili da sostenere , mi concede un contentino ma devo essere in regola con i pagamenti che gli devo (e che non riesco a sostenere perché peraltro calcolati sul lordo). Quindi un cazzo li daranno a chi riesce a pagare e che deduco (se lo fanno) non abbia problemi economici
  13. 1 point
    Sarà invece necessario ripartire, appena la curva sarà scesa sufficientemente da non comportare criticità nelle strutture di cura, e dovremmo farlo con intelligenza. Credo sia utile uno screening a tappeto per censire i guariti tramite anticorpi e isolare gli asintomatici contagiosi con tampone, questo partendo da ospedali e ricoveri per anziani. Le categorie a rischio ancora non contagiate vanno salvaguardate di più. Il resto torna a vivere e lavorare osservando le misure di distanziamento e utilizzando i dpi. In corea fanno questo e non mi pare stiano soffrendo molto.
  14. 1 point
    CORONAVIRUS «Siamo con voi». La pagina (ipocrita) della Bild sull’Italia e la lotta al virus L’articolo pubblicato dal quotidiano tedesco è un elenco di attestati di solidarietà (finti) e di luoghi comuni che fa capire quanto siamo lontani dal concetto di Europesimo di Paolo Valentino, corrispondente da Berlino shadow Questa mattina ci siamo svegliati con la sorpresa di una intera pagina della «Bild Zeitung» dedicata all’Italia, il «Paese più colpito dal Coronavirus» (qui la mappa del contagio). Una pagina affettuosa, sin dal titolo e dall’incipit: «Siamo con voi», «Piangiamo insieme a voi i vostri morti». Una manifestazione di empatia forte e fraterna. «Vi siamo vicini in questo momento di dolore perché siamo come fratelli». E poi un’affermazione sorprendente: «Ci avete aiutato a far ripartire la nostra economia». Luoghi comuni La parte centrale è un po’ più banale. Il solito elenco di luoghi comuni: il tiramisù, Rimini, Capri, la Toscana, Umberto Tozzi e, per quelli più raffinati, Paolo Conte. La voglia di emulazione, inseguendo la «vostra rilassatezza, bellezza, passione». La bravura nel cucinare, la pasta, il Campari, la dolce vita, manca solo il mandolino. «Per questo vi abbiamo sempre invidiato». Come se in Italia nessuno lavorasse. Mai. «Ora vi vediamo lottare, vi vediamo soffrire», prosegue la Bild ricordando che anche in Germania «la situazione è difficile». «Siete nei nostri pensieri» Il finale è in crescendo: «Siete sempre nei nostri pensieri. Ce la farete. Perché siete forti. La forza dell’Italia è donare l’amore agli altri». L’arrivederci conclusivo è il trionfo dello stereotipo: «Ciao Italia, ci rivedremo presto, a bere un caffè, o un bicchiere di vino rosso. In vacanza oppure in pizzeria». L’ho riletta ancora una volta. C’è qualcosa che non funziona: «Ce la farete. Perché siete forti». Cioè da soli. Nessun accenno alla solidarietà che si deve ai fratelli, cui pure la «Bild» riconosce di aver aiutato la Germania a far ripartire la sua economia. Nessun accenno alla minaccia contro la nostra casa comune, l’Europa. Nessun accenno alla necessità che siano i fratelli più ricchi a dover aiutare quelli più poveri. PER APPROFONDIRE Lo speciale di Corriere Salute: la parola alla scienza per spiegare Covid-19 La mappa del contagio nel mondo: ecco come si sta diffondendo il virus La mappa del contagio in Italia: regione per regione e provincia per provincia I grafici sull’andamento giornaliero dei casi positivi in Italia I dati della Lombardia Comune per Comune Come si legge il bollettino della Protezione civile Tutti i bollettini della Protezione civile E l’Europa? Possiamo dirlo? Con tutto il rispetto, è una pagina ipocrita e pelosa, una vergognosa manifestazione di egoismo, l’ennesima dimostrazione che la «Bild» e l’europeismo stanno ai poli opposti. Non ci stupiamo. Era già successo nella crisi economica, quando secondo la «Bild» i greci volevano pagarsi i loro vizi con i risparmi dei pensionati tedeschi e invece i soldi di tutta l’Europa servirono soprattutto rimborsare i crediti spericolati delle banche tedesche. Ed era già successo durante la crisi degli immigrati, quando la «Bild» accusava i Paesi del Sud di aprire le porte ai nuovi barbari. Di queste manifestazioni di affetto facciamo volentieri a meno. Per fortuna, la «Bild Zeitung» non è (tutta) la Germania, da cui in questi giorni riceviamo dimostrazioni concrete di solidarietà e di aiuto. Ma da cui presto ci aspettiamo chiarezza sulla madre di tutte le questioni: la garanzia finanziaria a tutela del mercato unico e dell’economia Europa. Il resto sono chiacchiere banali. Come dice Juergen Habermas, «se il Nord non aiutasse il Sud, perderebbe non solo sé stesso, ma anche l’Europa». Ma di questo la «Bild Zeitung» non sembra avere alcuna contezza. 2 aprile 2020 (modifica il 2 aprile 2020 | 18:37)
  15. 1 point
    Il problema è che nella mente di molti, se hai la mascherina puoi andare in giro a passeggiare come se niente fosse mentre se non ce l'hai sei un assassino... Il tuo intervento conferma la mia opinione, difatti non ti sei neppure accorto che io mi facevo i fatti miei sotto il cofano della mia macchina, loro passeggiavano dall'altro lato della strada. Non mi sono avvicinato a nessuno e non ho messo a rischio la vita di nessuno. Giuro
  16. 1 point
    Bisogna saper distinguere esperimenti puramente accademici per dimostrare tesi fantasiose dalla realtà. Dire ad esempio che il virus resiste su una superficie metallica per tot giorni (perché dimostrato da un esperimento) non significa affatto che nel mondo reale ci si possa infettare toccando una maniglia che era stata toccata da qualcun altro il giorno prima. Vorrei conoscere almeno un solo caso di qualcuno contagiato in questo modo. Riguardo la sospensione in aria, si è parlato di mezz'ora ma solo all'interno di un piccolo spazio al chiuso come un'auto o un bus. Non certo all'aperto. Allo stato delle conoscenze attuali il contagio avviene solo tramite goccioline di saliva che cadono a terra in pochi secondi ad una distanza ben inferiore ad un metro. Non è stato dimostrato che possa diffondersi tramite aerosol (respiro) è molto improbabile. Si è infatti calcolato che un malato di covid contagi mediamente 2-3 persone e questo è compatibile con la diffusione esclusiva tramite droplets di saliva. Virus che contagiano tramite aerosol, come il morbillo, contagiano mediamente molte più persone. Basta entrare in un ascensore vuoto per contagiarsi, mentre per il covid pare proprio di no. Insomma anche se qualche scienziato dimostra che il virus può essere inglobato dentro le particelle di smog, è anni luce dal significare che ci si possa infettare così.
  17. 1 point
    Ho scritto le stesse cose tue... A me - 2 a te + 1... Ma soprattutto... ancora co sti - 1 annate giranno... Fate P.E.N.A. coglioni!
  18. 1 point
    Solo ringraziamenti ed applausi a Bandecchi ed alla società Ternana Calcio per quello che stanno facendo. Se sul lato calcistico Bandecchi non ci ha regalato, per il momento, soddisfazioni, su lato umano non possiamo dire nulla. Questi gesti, in questi momenti soprattutto, hanno molto più valore di quelli che possa regalare un pallone. Speriamo in futuro che possa regalarci soddisfazioni anche sul lato calcistico. Per il momento grazie.
  19. 1 point
    Se posso dare un piccolo contributo alla discussione. Per me il problema si pone cone retrocessioni. Anche secondo me fotografare al momento la classifica è la cosa più giusta ma rischiano che finisce come coi ripescaggi mancati. Domani mattina sarà una bella bagarre. Sono davvero curioso di capire come troveranno una soluzione. Capisco anche Ghirelli che vorrebbe far terminare la stagione magari aspettando pure giugno (significherebbe la cosa più importante per tutti che è primaria rispetto al pallone)
  20. 1 point
    La salute è la cosa più importante,giusto fermare tutto,però almeno aspetta un altro mese,non capisco queste decisioni(giuste o sbagliate),al momento non saprei dirlo,secondo me con più calma si poteva aspettare anche un mesetto visto anche che ora stavano per i iniziare i play/off/out,mancava una giornata..la più importante...
  21. 1 point
    #2APRILE 1990/ 2 aprile 2020 - OGGI E' il 30° ANNIVERSARIO DELLA SCOMPARSA DEL GRANDE #ALDOFABRIZI http://ematube.it/video.asp?id=1796 il mio ricordo...
  22. -1 points
    Coronavirus, il Belgio si ferma: campionato chiuso, classifica congelata 02.04.2020 15:15 di Matteo Ferri Vedi letture Il Belgio è la prima nazione europea ad annunciare la chiusura anticipata della stagione 2019-20 a causa dell'emergenza Coronavirus (oltre 15.000 i casi registrati nel paese che conta 11 milioni di abitanti). La Federazione, attraverso una nota ufficiale, ha comunicato che "l'assemblea generale del Consiglio d'amministrazione ha formulato un parere unanime al fine di non riprendere le competizioni per la stagione 2019-20 e di accettare l'attuale classifica della Jupiler Pro League come classifica finale", assegnando quindi il titolo al Club Brugge. Decisione analoga era già stata adottata lo scorso 14 marzo dalla Federazione belga di basket, che aveva assegnato il titolo ai Filou Oostende.
  23. -1 points
    La mia idea sulla riunione di oggi....decideranno di....non decidere....troppe idee diverse e ognuno che tirera' acqua al suo mulino....si riaggiorneranno....
  24. -1 points
    Sui Tg continuano a dire che i dati diminuiscono e che i numeri rallentano, prima, parlano dei numeri brutti dopo. Visto che alla gente rimane più impressa la prima parte e visto che siamo un popolo di capre, questo non farà bene. A Napoli è come se non fosse cambiato niente, mercatini, spacciatori... in Sicilia la gente a passeggio come se niente fosse, a Milano la gente a lavoro come se niente fosse... neanche una pandemia ferma le persone ritardate (senza offesa per i ritardati veri)... ci voleva un virus selettivo, peccato che invece sia democratico.
  25. -1 points
    Tocca vedere come sono organizzati gli ospedali. Per dire una clinica a cui avevo programmato l'accettazione assegnava il medico a cura praticamente degli amministrativi (vale a dire che il medico mi metteva le mani addosso solo dopo che mi era stato assegnato da un amministrativo, e il medico solo in un secondo momento accettava). Mettiamo che in un certo posto l'accettazione o certe assegnazioni sono curate anche da amministrativi , anche in questa situazione, forse sarebbe possibile mettere su una causa perché non mi è stato assegnato un letto o un respiratore, o magari esistono altri appigli per prendersela con gli amministrativi. Non faccio sto lavoro dal 2012 ma ai tempi nel convenzionato si vedeva la qualunque, organizzativamente parlando. Poi non saprei, ma una logica ci potrebbe pure stare a voler "coprire" gli amministrativi. Poi, boh, tocca vedere il testo come è scritto e come è pensata la cosa.
This leaderboard is set to Rome/GMT+01:00
×

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use. This site uses cookies to enhance the users' browsing experience and collect infomation about the site utilization. We use both technical cookies and third party cookies. If you continue browsing the site you accept the use of cookies; otherwise you can just leave the site.