Jump to content

Recommended Posts

6 ore fa, matteo ha scritto:

6.0 Bosnia. In Italia avvertito da Gorizia al Salento 

Bello briscolone. Speriamo non abbia fatto casino nei centri abitati.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Oggi tante scosse lungo tutto lo stivale. Mi sono sempre chiesto se può esserci una correlazione tra scosse così ravvicinate nel tempo ma distanti nello spazio.

Le conoscenze scientifiche farebbero dire un no secco. Se chiedete ad un geologo se tra il 4 grado di Ascoli ed il 4 grado di Genova ci possa essere qualche correlazione vi dirà di no.

Però se dopo mesi di calma piatta ci sono in un solo giorno più scosse del 4 grado, qualche sospetto che ci possa essere qualche correlazione (di cui non conosciamo la dinamica) è lecito.

Edited by callea

Share this post


Link to post
Share on other sites
18 hours ago, callea said:

Oggi tante scosse lungo tutto lo stivale. Mi sono sempre chiesto se può esserci una correlazione tra scosse così ravvicinate nel tempo ma distanti nello spazio.

Le conoscenze scientifiche farebbero dire un no secco. Se chiedete ad un geologo se tra il 4 grado di Ascoli ed il 4 grado di Genova ci possa essere qualche correlazione vi dirà di no.

Però se dopo mesi di calma piatta ci sono in un solo giorno più scosse del 4 grado, qualche sospetto che ci possa essere qualche correlazione (di cui non conosciamo la dinamica) è lecito.

No, per eventi così distanti spazialmente, appartenenti tra l'altro a faglie differenti, non c'è alcuna correlazione. Una sequenza come quella di ieri è da considerarsi del tutto casuale.

Share this post


Link to post
Share on other sites
15 ore fa, Bellimbusto ha scritto:

No, per eventi così distanti spazialmente, appartenenti tra l'altro a faglie differenti, non c'è alcuna correlazione. Una sequenza come quella di ieri è da considerarsi del tutto casuale.

 

Casualmente ho trovato questo video interessante oggi, evidentemente non sono stato l'unico ad avere qualche dubbio.

Per me tanta certezza nella risposta non è giustificata. Di quello che abbiamo sotto i piedi a km di profondità sappiamo solo una piccola parte. Bisognerebbe essere più possibilisti.

 

 

Edited by callea

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, callea ha scritto:

 

Casualmente ho trovato questo video interessante oggi, evidentemente non stato sono l'unico ad avere qualche dubbio.

Per me tanta certezza nella risposta non è giustificata. Di quello che abbiamo sotto i piedi a km di profondità sappiamo solo una piccola parte. Bisognerebbe essere più possibilisti.

 

 

Sono davvero bravi sti ragazzi di Geopop, ogni tanto mi capita qualche loro video su FB e li guardo sempre volentieri 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, adriatico ha scritto:

Sarà un testimonianza banale...ma è stato il mio primo terremoto,è stata una cosa devastante,soprattutto quando si è piccoli...avevo comunque 12/13 anni...giuro,per trovare manforte dormivo tra mamma e papà...

È una cosa che mi aveva segnato particolarmente...facevo la seconda o terza media...macerie,paesi distrutti,morti...

La cosa più bella(è stato portare con la mia classe,alcuni giocattoli in gita ad isola di nocera umbra,lo ricordo come se fosse ieri,aiutare i bambini che non avevano più niente...entrare nelle tende e portare un sorriso),tra le immagini distruttive che uno ricorda in mente...la basilica di Assisi..il campanile della chiesa di Foligno...queste non me le cancellerà più nessuno.....

Fino ad arrivare tristemente a quello dell'aquila,fino all'ultimo di amatrice....

Io del terremoto c'ho paura,non nascono di dirlo....

Ritornando al post...cera chi rideva per quello dell'Aquila...

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, ternano_84 ha scritto:

Letta così è una sentenza surreale, ma bisognerebbe conoscere le motivazioni del giudice.

Non riguarda tutte le 300 vittime ma solo quelle di uno stabile in cui morirono 24 persone e il concorso di colpa non riguarda tutte le 24 ma solo alcune di esse.

Vorrei sapere il perché.

Edited by callea

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 ore fa, callea ha scritto:

Letta così è una sentenza surreale, ma bisognerebbe conoscere le motivazioni del giudice.

Non riguarda tutte le 300 vittime ma solo quelle di uno stabile in cui morirono 24 persone e il concorso di colpa non riguarda tutte le 24 ma solo alcune di esse.

Vorrei sapere il perché.

Forse è arrivata a sentenza solo questo. 

In ogni caso si crea un precedente pericoloso: tutti i terremoti devastanti sono anticipati da tante scosse.... 

In ogni caso senti cosa dice sto consigliere regionale delle Marche

 

https://fb.watch/g5_cMFTCWJ/

Share this post


Link to post
Share on other sites

Forse non tutti i parenti delle vittime in quel palazzo avevano chiesto il risarcimento?

La storia di questo terremoto è una continua vergogna, uno studente fuori sede senza auto dove doveva andare a dormire quella notte?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un'idea me la sono fatta. Ovviamente è solo un'ipotesi ma credo sia l'unica spiegazione possibile perché in nessun'altra sentenza è stato dato il concorso di colpa alle vittime: 

le vittime in questo caso sapevano di dormire in un edificio pericolante. Quindi il crollo, soprattutto dopo le prime due scosse forti, era prevedibile. Non vedo altre spiegazioni e non credo che i giudici siano impazziti.

Edited by callea

Share this post


Link to post
Share on other sites

Andrebbero lette le motivazioni 

 

senno uno come deve fare? Alla prima scossetta esce? E sta fuori quanto tempo? Quale è considerata la “prima scossa”? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
16 minuti fa, Razzotico ha scritto:

Andrebbero lette le motivazioni 

 

senno uno come deve fare? Alla prima scossetta esce? E sta fuori quanto tempo? Quale è considerata la “prima scossa”? 

 

Ma in questo caso la questione è un'altra.

Se tu dormi in un edificio che sai essere pericolante, in caso di crollo hai una parte di responsabilità della tua morte, a maggior ragione se ci sono state due forti scosse.

 

Sono giunto a questa ipotesi perché gli eredi hanno impugnato delle perizie che erano state fatte dalle vittime sulla costruzione dell'edificio (evidentemente aveva seri problemi) e loro quindi ne erano sicuramente a conoscenza. I giudici non hanno fatto altro che prenderne atto e applicare automaticamente il concorso di colpa solo alle vittime che ne erano a conoscenza (quindi non a tutte le 24).

 

Riportato

"...Dopo la tragedia, gli eredi dei deceduti, avendo dalla loro perizie che attestavano irregolarità in fase di realizzazione dell'immobile ..."

 

Edited by callea

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se l’edificio aveva seri problemi ne erano a conoscenza anche le autorità che dovevano dichiararlo inagibile. Come mai il Comune non è stato condannato?

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, terzino ha scritto:

Se l’edificio aveva seri problemi ne erano a conoscenza anche le autorità che dovevano dichiararlo inagibile. Come mai il Comune non è stato condannato?

Si infatti. Ma di che parliamo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma infatti il giudice ha condannato i Ministeri dell'Interno e delle Infrastrutture per le responsabilità del Genio Civile e della Prefettura per i mancati controlli e ovviamente ha condannato il costruttore. Il comune evidentemente non aveva responsabilità.

Le vittime hanno solo una parte della responsabilità dal momento che sapevano dei problemi dell'edificio e quindi non dovevano restare.

 

Credo che sia una di quelle sentenze in cui il giudice ha dovuto applicare "d'ufficio" una regola magari contro la propria coscienza, perché onestamente non è bello nei confronti di chi ha perso la vita.

Un po' come la ragazza che cade su una buca, fa la denuncia e riceve la multa per non essere passata sulle strisce. Una multa che sa di beffa ma è automatica e inevitabile.

 

Trovo come al solito l'informazione che si sta facendo molto sommaria e atta solo a generare indignazione senza la minima volontà di approfondire e spiegare la questione.

L'informazione va sempre analizzata con senso critico, mai subita.

Edited by callea

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, terzino ha scritto:

Se l’edificio aveva seri problemi ne erano a conoscenza anche le autorità che dovevano dichiararlo inagibile. Come mai il Comune non è stato condannato?


ecco

non penso l’avessero occupato no?

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 ore fa, terzino ha scritto:

Se l’edificio aveva seri problemi ne erano a conoscenza anche le autorità che dovevano dichiararlo inagibile. Come mai il Comune non è stato condannato?

Seeeee, ta parono tipi?

 

Amatrice rasa al suolo, te pare qualcuno è andato in galera? Anzi, al povero Pirozzi solo promozioni.

Share this post


Link to post
Share on other sites
11 hours ago, callea said:

Ma infatti il giudice ha condannato i Ministeri dell'Interno e delle Infrastrutture per le responsabilità del Genio Civile e della Prefettura per i mancati controlli e ovviamente ha condannato il costruttore. Il comune evidentemente non aveva responsabilità.

Le vittime hanno solo una parte della responsabilità dal momento che sapevano dei problemi dell'edificio e quindi non dovevano restare.

 

Credo che sia una di quelle sentenze in cui il giudice ha dovuto applicare "d'ufficio" una regola magari contro la propria coscienza, perché onestamente non è bello nei confronti di chi ha perso la vita.

Un po' come la ragazza che cade su una buca, fa la denuncia e riceve la multa per non essere passata sulle strisce. Una multa che sa di beffa ma è automatica e inevitabile.

 

Trovo come al solito l'informazione che si sta facendo molto sommaria e atta solo a generare indignazione senza la minima volontà di approfondire e spiegare la questione.

L'informazione va sempre analizzata con senso critico, mai subita.

Io non so dove si può leggere l’intera sentenza ma le parti che riportano i giornali parlano chiaramente di concorso di colpa perché si sono fermati a dormire, c’è poco da interpretare.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use. This site uses cookies to enhance the users' browsing experience and collect infomation about the site utilization. We use both technical cookies and third party cookies. If you continue browsing the site you accept the use of cookies; otherwise you can just leave the site.