Jump to content
Sign in to follow this  
Me pizzica me mozzica

Non ne azzeccano una...

Recommended Posts

Scusate: cosa dovrebbe fare la politica? :)

Dovrebbe censurare un ricercatore?

Sostenere un ricercatore che ha in mano una bomba positiva di promozione del territorio

 

Ecco quello che sarebbe stato lecito attendersi

 

Se poi questa di Leonardo è una bufala allora hanno fatto bene ad ignorarlo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sostenere un ricercatore che ha in mano una bomba positiva di promozione del territorio

 

Ecco quello che sarebbe stato lecito attendersi

 

Se poi questa di Leonardo è una bufala allora hanno fatto bene ad ignorarlo

Bomba positiva di promozione del territorio?

Forse.

Ma permettimi di dire che la pubblicazione di un articolo su riviste di diffusione pari a zero incide poco o nulla sui flussi turistici.

A occhio e croce tra i due studiosi c'è invidia e questo ha scatenato la triste diatriba.

Mi pare una storia misera, davvero. Spero ovviamente di sbagliarmi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bomba positiva di promozione del territorio?

Forse.

Ma permettimi di dire che la pubblicazione di un articolo su riviste di diffusione pari a zero incide poco o nulla sui flussi turistici.

A occhio e croce tra i due studiosi c'è invidia e questo ha scatenato la triste diatriba.

Mi pare una storia misera, davvero. Spero ovviamente di sbagliarmi.

Non lo so se sia solo una disputa accademica

So solo che questa persona non ha trovato appoggi istituzionali

Si tratta di capire perché...o dipende dalla inattendibilita' della teoria o dipende dalla cecità della politica locale

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non lo so se sia solo una disputa accademica

So solo che questa persona non ha trovato appoggi istituzionali

Si tratta di capire perché...o dipende dalla inattendibilita' della teoria o dipende dalla cecità della politica locale

A me questo sembra. Ma potrei sbagliare, intendiamoci. ;)

Non ho gli elementi culturali per giudicare l'attendibilità della teoria. Se gli studiosi affermano quel che affermano credo abbiano solide basi.

Mi pare evidente - correggimi se sbaglio - che una piccola rivista storica ternana pubblicherebbe un articolo di X e che ciò impedirebbe al ricercatore Y di pubblicare un articolo similissimo su una rivista di importanza internazionale in quanto quest'ultima vuole solo articoli relativi a temi inediti.

E' difficile per un assessore alla cultura e per un sindaco intervenire: a quale titolo vai dl direttore della rivista storica ternana e lo inviti a desistere dai suoi propositi? Quello come minimo ti dice che sei un fautore della censura e che danneggi le attività culturali della città che amministri.

Certo, se il tema fosse affrontato a livello internazionale Terni ci guadagnerebbe, però quanti saranno i lettori delle riviste universitarie di storia dell'arte? Ce ne saranno quaranta in tutta Italia?

Credo che la politica dovrebbe intervenire dopo, valorizzando la scoperta con operazioni di turismo culturale, con l'allestimento di strutture museali e simili. Adesso non so quanto sia opportuna un'attività di pressione.

Anche in questo caso, però, potrei aver torto... ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Pensiero personale da "studioso" di storia dell'arte. Ma è ovvio che Tomio ha dalla sua argomentazioni valide.

Per quanto riguarda la diatriba tomio-virili non so quello che è successo, ma virili invidioso de tomio è come di che io so invidioso de un perugino

Share this post


Link to post
Share on other sites

Pensiero personale da "studioso" di storia dell'arte. Ma è ovvio che Tomio ha dalla sua argomentazioni valide.

Per quanto riguarda la diatriba tomio-virili non so quello che è successo, ma virili invidioso de tomio è come di che io so invidioso de un perugino

Quindi a te sembra una teoria inattendibile?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quindi a te sembra una teoria inattendibile?

 

ni. come tutte le teorie che hanno una base di verosimile e una grande mancanza di prove tangibili (che non significa non esserne, significa che al momento non sono prove surrogate con assoluta certezza (e anche Sgarbi, quando è venuto a parlarne lo scorso anno, benché concordava (in parte) con Tomio, marcò il fatto su una mancanza concreta, escludendo il fatto che è assodato che Leonardo soggiornò ad Amelia)).

 

sull'articolo dico solo che una persona come Virili se ha pubblicato su Memoria Storica (che è una rivista PRIVATA) non credo che l'abbia fatto senza l'OK di Tomio... gli atteggiamenti di Tomio spesso sono strani... ma come tutti i ricercatori vai alla ricerca di pubblicità e fondi...

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

ni. come tutte le teorie che hanno una base di verosimile e una grande mancanza di prove tangibili (che non significa non esserne, significa che al momento non sono prove surrogate con assoluta certezza (e anche Sgarbi, quando è venuto a parlarne lo scorso anno, benché concordava (in parte) con Tomio, marcò il fatto su una mancanza concreta, escludendo il fatto che è assodato che Leonardo soggiornò ad Amelia)).

 

sull'articolo dico solo che una persona come Virili se ha pubblicato su Memoria Storica (che è una rivista PRIVATA) non credo che l'abbia fatto senza l'OK di Tomio... gli atteggiamenti di Tomio spesso sono strani... ma come tutti i ricercatori vai alla ricerca di pubblicità e fondi...

Tu conosci molto meglio di me la situazione e quindi mi fido in toto delle tue valutazioni.

Memoria Storica è una rivista di un centro studi locale, se non ricordo male. Intendi questo quando scrivi che è privata?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tu conosci molto meglio di me la situazione e quindi mi fido in toto delle tue valutazioni.

Memoria Storica è una rivista di un centro studi locale, se non ricordo male. Intendi questo quando scrivi che è privata?

si, nel senso che non è una rivista curata dal comune o dalla regione o altro

Share this post


Link to post
Share on other sites

in realtà, bisogna vedere cosa dice l'articolo di virili. che questo articolo possa "bruciare" qualcosa mi pare eccessivo, perché la notizia è già arcinota, così come molte delle sue argomentazioni.

salvo che virili non abbia fatto un articolo pressoché identico a quello che avrebbe voluto fare tomio, identico per tesi, fonti, ecc.

memoria storica è una rivista locale di fatto quasi irrilevante per chi fa ricerca, il bollettino d'arte è rivista di fascia a, quindi molto importante.

inutile dire la diversa rilevanza di pubblicare questa cosa tra le due riviste...a naso, quello fatto da virili è inconcepibile e immotivato, se è vero che hanno lavorato insieme. d'altra parte, tomio potrebbe fregarsene, perché memoria storica conta 0 (ripeto, salvo che l'articolo non sia identico).

diciamo che dietro a tutta questa vicenda ci vedo molto quell'abitudine tutta ternana della guerra fra bande, per mettere il cappello sulle questioni e avere la supremazia sul territorio. una vittoria di pirro! quando usciremo dalle angustie dei confini della conca, cari ternani illuminati?!?!?

questa guerra fra bande la sconta il territorio, che sotto certi punti di vista resta arretrato come le palle dei cani, nello sviluppo turistico in primis.

altrove non fanno così; le bande esistono ovunque, ma altrove riescono anche a fare sistema per far avanzare gli interessi complessivi della città.

questa di leonardo, a prescindere dalla sua veridicità (sulla quale alla fine sti cazzi), potrebbe essere un volano di sviluppo e di pubblicità enorme, ma la guerra fra bande rischia di mandare tutto a puttane. altrove non avrebbero mai fatto così.

l'interesse della città e il suo sviluppo prima di tutto. in questo modo di fare siamo di un provincialismo allucinante.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mah, per me questa storia sposta veramente poco comunque, alla cascata ci vanno 400000 e rotti visitatori l'anno, quanto può spostare sapere che Leonardo ha fatto (forse) un disegno da lontano della cascata su una rivista, per quanto diffusa, di arte?

Vuoi cavalcare la cosa? Trovi il modo di fare una esposizione delle stampe storiche della cascata, ci ficchi pure quella di Leonardo, e pubblicizzi la cosa sui giornali e i siti della gente "normale".

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mah, per me questa storia sposta veramente poco comunque, alla cascata ci vanno 400000 e rotti visitatori l'anno, quanto può spostare sapere che Leonardo ha fatto (forse) un disegno da lontano della cascata su una rivista, per quanto diffusa, di arte?

Vuoi cavalcare la cosa? Trovi il modo di fare una esposizione delle stampe storiche della cascata, ci ficchi pure quella di Leonardo, e pubblicizzi la cosa sui giornali e i siti della gente "normale".

nel settore turistico devi crescere continuamente, perché la concorrenza è enorme e spietata...non puoi cullarti. non possono cullarsi firenze e roma...figurarsi terni e la sua cascata!

il punto è che sta cosa (in neretto) la devi accreditare anche e soprattutto nella comunità scientifica, e per farlo l'unico modo è avere rilevanza su riviste del settore, riviste importanti ovviamente, non memoria storica, conosciuta solo a terni.

non è solo mera e spicciola pubblicità. far parlare di questa cosa, stabilire come stanno le cose, e la "pubblicità" vera e duratura possono derivare solo dall'accreditamento scientifico e dal suo dibattito, che passa per le riviste di fascia a dei vari settori, non certo per memoria storica.

quello che è accaduto è allucinante, proprio per la sua...come dire, puerilità, stoltezza, insensatezza...roba talmente assurda che fa quasi pensare male.

provincialismo è poco...

boh, alcuni miei colleghi conoscono virili anche personalmente, e me lo dipingono come persona per bene.

è solo l'ennesimo esempio che mi fa dire: quando cresceremo come territorio?!?!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non è che non mi sembri una cacchiata, è che penso spostino di più altre cose. Voglio dire , Narnia non è sicuro al 100% che sia il riferimento dei romanzi, e poi sti cavoli, però ci lucri sopra, la cascata delle marmore non è la più alta d'Italia e tantomeno d'Europa, eppure sul nome ci lucriamo da decenni etc.etc.

Se si vuole "lucrare" sulla cosa di Leonardo per aumentare il numero dei turisti non te lo impedisce certo un articolo mancato su una rivista d'arte, per quanto "ufficiale" e più diffusa. Al limite te lo impedirebbe se si scoprisse che Leonardo ha dipinto un'altra cascata, ma non è che cascate così alte c'è ne siano centinaia in Italia.

Questa cosa non lo so, di per sè, quanto può spostare, quanta gente ci viene alla cascata solo perché c'è stato Byron o perché era una tappa del gran Tour? Fra l'altro è pure una cosa "naturale", non è un quadro, che oggi non vale niente, domani si scopre che l'ha dipinto Caravaggio e allora tutti a vederlo.

 

A me scandalizza di più che di tutto quello che c'è intorno alla cascata si sia sempre riuscito a fare un uso relativo (e penso a tutto il mostruoso materiale che ci sarebbe per un piccolo museo - vedi archeologia industriale, stampe della cascata, storia delle canalizzazioni nei secoli etc.etc., oltre alle grotte, sentiero cinque etc.etc.etc.) e senza farne un volano vero e proprio per il territorio (la gente la vede e non si ferma).

Share this post


Link to post
Share on other sites

in realtà, bisogna vedere cosa dice l'articolo di virili. che questo articolo possa "bruciare" qualcosa mi pare eccessivo, perché la notizia è già arcinota, così come molte delle sue argomentazioni.

salvo che virili non abbia fatto un articolo pressoché identico a quello che avrebbe voluto fare tomio, identico per tesi, fonti, ecc.

memoria storica è una rivista locale di fatto quasi irrilevante per chi fa ricerca, il bollettino d'arte è rivista di fascia a, quindi molto importante.

inutile dire la diversa rilevanza di pubblicare questa cosa tra le due riviste...a naso, quello fatto da virili è inconcepibile e immotivato, se è vero che hanno lavorato insieme. d'altra parte, tomio potrebbe fregarsene, perché memoria storica conta 0 (ripeto, salvo che l'articolo non sia identico).

diciamo che dietro a tutta questa vicenda ci vedo molto quell'abitudine tutta ternana della guerra fra bande, per mettere il cappello sulle questioni e avere la supremazia sul territorio. una vittoria di pirro! quando usciremo dalle angustie dei confini della conca, cari ternani illuminati?!?!?

questa guerra fra bande la sconta il territorio, che sotto certi punti di vista resta arretrato come le palle dei cani, nello sviluppo turistico in primis.

altrove non fanno così; le bande esistono ovunque, ma altrove riescono anche a fare sistema per far avanzare gli interessi complessivi della città.

questa di leonardo, a prescindere dalla sua veridicità (sulla quale alla fine sti cazzi), potrebbe essere un volano di sviluppo e di pubblicità enorme, ma la guerra fra bande rischia di mandare tutto a puttane. altrove non avrebbero mai fatto così.

l'interesse della città e il suo sviluppo prima di tutto. in questo modo di fare siamo di un provincialismo allucinante.

Quindi tu mi dai ragione su molti punti. ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

in realtà, bisogna vedere cosa dice l'articolo di virili. che questo articolo possa "bruciare" qualcosa mi pare eccessivo, perché la notizia è già arcinota, così come molte delle sue argomentazioni.

salvo che virili non abbia fatto un articolo pressoché identico a quello che avrebbe voluto fare tomio, identico per tesi, fonti, ecc.

memoria storica è una rivista locale di fatto quasi irrilevante per chi fa ricerca, il bollettino d'arte è rivista di fascia a, quindi molto importante.

inutile dire la diversa rilevanza di pubblicare questa cosa tra le due riviste...a naso, quello fatto da virili è inconcepibile e immotivato, se è vero che hanno lavorato insieme. d'altra parte, tomio potrebbe fregarsene, perché memoria storica conta 0 (ripeto, salvo che l'articolo non sia identico).

diciamo che dietro a tutta questa vicenda ci vedo molto quell'abitudine tutta ternana della guerra fra bande, per mettere il cappello sulle questioni e avere la supremazia sul territorio. una vittoria di pirro! quando usciremo dalle angustie dei confini della conca, cari ternani illuminati?!?!?

questa guerra fra bande la sconta il territorio, che sotto certi punti di vista resta arretrato come le palle dei cani, nello sviluppo turistico in primis.

altrove non fanno così; le bande esistono ovunque, ma altrove riescono anche a fare sistema per far avanzare gli interessi complessivi della città.

questa di leonardo, a prescindere dalla sua veridicità (sulla quale alla fine sti cazzi), potrebbe essere un volano di sviluppo e di pubblicità enorme, ma la guerra fra bande rischia di mandare tutto a puttane. altrove non avrebbero mai fatto così.

l'interesse della città e il suo sviluppo prima di tutto. in questo modo di fare siamo di un provincialismo allucinante.

 

è proprio il protagonista che rende strana la storia. Virili ha collaborato con Tomio, ha spinto col comune per trovare i fondi, l'ha presentata come una delle scoperte più importanti su terni degli ultimi 30 anni e poi gli fa le scarpe?

è strano.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scusate, ma mi spiegate in questa vicenda che c'entrano comune e regione??

di preciso non si sa, o almeno io non lo so, ma se qualcuno dei protagonisti (specie tomio) tuona contro le istituzioni, sarà perché ha chiesto qualcosa e non è stato accontentato.

ma non è detto che tomio abbia torto in questo, cioè magari le sue erano richieste sensate e legittime.

conoscendo il modo di fare in voga a terni, del piccolo protagonismo locale, di badare al proprio orticello e non alla collettività, e del tagliare le gambe agli altri solo perché sono "gli altri", potrebbe anche essere così.

Share this post


Link to post
Share on other sites

è proprio il protagonista che rende strana la storia. Virili ha collaborato con Tomio, ha spinto col comune per trovare i fondi, l'ha presentata come una delle scoperte più importanti su terni degli ultimi 30 anni e poi gli fa le scarpe?

è strano.

è molto strano. ti ripeto, francè, bisogna vedere cosa dice questo articolo...ma anche dicesse solo 4 minchiate su questa storia, è comunque una cosa da non fare. mettendomi nei loro panni, direi che virili ha toppato alla grande.

che poi tomio potrebbe averla ingrandita per mandare un messaggio a qualcuno è pure possibile.

oppure è tutta una pantomima e tutti sono co-protagonisti?!

Edited by Lu Generale

Share this post


Link to post
Share on other sites

In casi come questi, una piccola rivista locale fa volentieri spazio a quella più grande.

In questo caso ciò non succede.

Ryoga afferma che non esistono problemi tra i due studiosi e io non posso che credergli.

Tuttavia, mi pare che la vicenda nasconda qualcosa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

pare che su memoria storica sia uscito un anno fa circa...

circa tre mesi fa è stato presentato ufficialmente il numero della rivista "incriminato"

 

Presentazione del n. 50-51 di «Memoria storica»

Giovedì 14 dicembre 2017, presso il Museo De Felice - Caos, v.le Luigi Campoferegoso, 98, ore 17,30

Share this post


Link to post
Share on other sites

circa tre mesi fa è stato presentato ufficialmente il numero della rivista "incriminato"

 

Presentazione del n. 50-51 di «Memoria storica»

Giovedì 14 dicembre 2017, presso il Museo De Felice - Caos, v.le Luigi Campoferegoso, 98, ore 17,30

 

e se ne accorge a marzo...

Share this post


Link to post
Share on other sites

e se ne accorge a marzo...

beh, francè, può anche darsi...d'altra parte uno può anche perdersi i numeri di memoria storica...magari se n'è accorto solo a marzo perché quelli del bollettino d'arte gli hanno parlato della mail riportata nella foto sopra.

può essere?

certo, se così fosse, diciamo che con virili non è che lavorino molto di concerto! anzi, diciamo che forse manco si parlano!

insomma, ad esempio, le persone con cui lavoro e collaboro sanno benissimo cosa pubblico, o su cosa sto lavorando, o cosa sto per pubblicare, idem io con loro. ma è normale, perché ti incontri, parli dei diversi lavori, ti confronti, ecc.

ci sono molte cose strane che non tornano in questa storia.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use. This site uses cookies to enhance the users' browsing experience and collect infomation about the site utilization. We use both technical cookies and third party cookies. If you continue browsing the site you accept the use of cookies; otherwise you can just leave the site.