Jump to content
otap

SINNER-MUSETTI-BERRETTO

Recommended Posts

Semifinali Next Gen:

Fils - Van Assche nel derby francese dico Fils

Medjedovic - Stricker dico Medjedovic, che è Serbo e non Bosniaco come l'ho ribattezzato per mesi. Spero non si incazzi...

Con tutto il rispetto per le mezze pippe giovani che abbiamo visto in opera in Arabia Saudita (con la parziale eccezione di Fils che potrebbe rivelarsi un buon giocatore, anche se non è ancora dato capirne il livello effettivo), la notizia bomba del giorno è l'annuncio del ritorno in campo di Nadal.

Giocherà il 250 di Brisbane in preparazione per Australian Open.

La speranza di vedere ancora almeno un altro Nadal-Djokovic possiamo nutrirla, anche se le condizioni dello spagnolo andranno testate in campo.

Lui aveva detto che, se tornava in campo, era per essere competitivo. Giocare senza vincere come fa Murray non gli interessava. Quindi mi aspetto che sia in forma.

A occhio, dovrebbe puntare al Roland Garros e alle successive Olimpiadi di Parigi che si giocheranno sugli stessi campi. Non a caso lui stesso aveva proposto, mesi fa, ad Alcaraz di giocare il doppio con lui alle Olimpiadi.

Se lo faranno, sarà da vedere. Ovvio che tiferò prima di tutto per gli Italiani, però il doppio Nadal-Alcaraz meriterebbe tutta l'attenzione e la stima degli appassionati di tennis.

 

  • Upvote 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

In effetti un'ultima sfida tra Rafa e Sinner sarebbe molto interessante, che la precedente era stata giocata da un Carotone acerbo acerbo.

A proposito del sancandidino, prima degli AO non farà alcun torneo, solo un paio di esibizioni a Melbourne. Dopo il primo slam della stagione, dovrebbe chiudere la sessione indoor con il 250 di Montpellier e il 500 di Rotterdam, immagino per difendere i 500 punti complessivi conquistati là nel 2023.

Poi la doppietta marzolina Indian Wells - Miami.

 

 

Edited by Bellimbusto

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, Bellimbusto ha scritto:

In effetti un'ultima sfida tra Rafa e Sinner sarebbe molto interessante, che la precedente era stata giocata da un Carotone acerbo acerbo.

A proposito del sancandidino, prima degli AO non farà alcun torneo, solo un paio di esibizioni a Melbourne. Dopo il primo slam della stagione, dovrebbe chiudere la sessione indoor con il 250 di Montpellier e il 500 di Rotterdam, immagino per difendere i 500 punti complessivi conquistati là nel 2023.

Poi la doppietta marzolina Indian Wells - Miami.

 

 

Mi pare di aver capito che sia Marsiglia e Rotterdam e non Montpellier e Rotterdam. Tu sai qualcosa di diverso?

Share this post


Link to post
Share on other sites
23 minutes ago, altoforno said:

Mi pare di aver capito che sia Marsiglia e Rotterdam e non Montpellier e Rotterdam. Tu sai qualcosa di diverso?

Non ricordo dove l'ho letto, ma citava Montpellier. Cambia poco, comunque.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nadal conferma il rientro, già a fine anno a Brisbane. Tornerà con il numero 9, grazie al calcolo del ranking protetto. Ma non sarà testa di serie agli Australian Open, il che significa che chiunque potrebbe trovarlo di fronte già al primo turno.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Bellimbusto ha scritto:

Nadal conferma il rientro, già a fine anno a Brisbane. Tornerà con il numero 9, grazie al calcolo del ranking protetto. Ma non sarà testa di serie agli Australian Open, il che significa che chiunque potrebbe trovarlo di fronte già al primo turno.

 

Agli Australian Open ci saranno diverse trappole per le teste di serie.

Sicuramente Nadal sarà il pericolo pubblico n. 1 ma anche Kyrgios non scherza, soprattutto in casa.

  • Upvote 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
16 ore fa, Bellimbusto ha scritto:

Tornerà con il numero 9, grazie al calcolo del ranking protetto.

Non conoscevo questa cosa, come funziona?

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minutes ago, FURIOUS said:

Non conoscevo questa cosa, come funziona?

È un calcolo basato sulla media delle posizioni occupate nei 3 mesi successivi all'infortunio. Beneficio che spetta a chi si è fermato per più di 6 mesi, comunque di durata limitata. 

A prescindere dal ranking, Nadal non avrá invece problemi a partecipare alle Olimpiadi (posto che stia bene e sia competitivo), visto che in quel caso entrano in gioco anche i trascorsi con la maglia della nazionale. E lui, con le 6 Davis conquistate, direi che è a posto...

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 ore fa, Bellimbusto ha scritto:

È un calcolo basato sulla media delle posizioni occupate nei 3 mesi successivi all'infortunio. Beneficio che spetta a chi si è fermato per più di 6 mesi, comunque di durata limitata. 

A prescindere dal ranking, Nadal non avrá invece problemi a partecipare alle Olimpiadi (posto che stia bene e sia competitivo), visto che in quel caso entrano in gioco anche i trascorsi con la maglia della nazionale. E lui, con le 6 Davis conquistate, direi che è a posto...

 

Grazie delle spiegazione! :) 

Share this post


Link to post
Share on other sites

A proposito del ranking protetto e delle possibili trappole per le teste di serie, oltre allo squalo Nadal agli Australian Open con lo stesso mezzo sono stati ammessi, tra gli altri, anche Shapovalov e Cilic che non sarebbe uno scherzo affrontare al primo o secondo turno.

L'anno scorso Berrettini contro Murray ci lasciò le penne subito, iniziando nel peggiore dei modi una stagione finita anche peggio (a livello personale, ovviamente).

Lo stesso Berrettini, con il suo n. 92 (in questo caso la classifica è quella vera, non ranking protetto), è una mina vagante pericolosissima. 

Poi ci saranno le Wild card, tra le quali quella più pericolosa sarà sicuramente Kyrgios.

Insomma, si preannuncia un bel torneo sin dall'inizio.

Anche tra le donne rientri importanti con il ranking protetto, come Kerber e, soprattutto, Naomi Osaka.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sonego (e Apecar) difenderanno i colori dell'Italia nella baracconata dalla United Cup a partire dal 29 dicembre.

Jannik farà solo un'esibizione a Melbourne prima degli Australian Open.

E fin qui più o meno si sapeva.

L'atteso ritorno di Culettina Giorgi invece sarà a Brisbane, insieme a Trevisan e Bronzetti. Nel tabellone maschile ci sarà invece Arnaldi...e Nadal.

Muso inizierà con il torneo ATP250 di Hong Kong che ha preso (direi giustamente) il posto del più triste torneo del circuito maggiore che io abbia visto negli ultimi anni, quello di Pune tanto caro a @Bellimbusto.

Tanto per dire quanto è messo male in classifica Berretto, in questo stesso torneo lui è fuori dall'entry list per ben 9 posizioni.

Farà le qualificazioni?

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 hour ago, altoforno said:

Sonego (e Apecar) difenderanno i colori dell'Italia nella baracconata dalla United Cup a partire dal 29 dicembre.

Jannik farà solo un'esibizione a Melbourne prima degli Australian Open.

E fin qui più o meno si sapeva.

L'atteso ritorno di Culettina Giorgi invece sarà a Brisbane, insieme a Trevisan e Bronzetti. Nel tabellone maschile ci sarà invece Arnaldi...e Nadal.

Muso inizierà con il torneo ATP250 di Hong Kong che ha preso (direi giustamente) il posto del più triste torneo del circuito maggiore che io abbia visto negli ultimi anni, quello di Pune tanto caro a @Bellimbusto.

Tanto per dire quanto è messo male in classifica Berretto, in questo stesso torneo lui è fuori dall'entry list per ben 9 posizioni.

Farà le qualificazioni?

A quanto si sa, Berrettini non farà le qualificazioni dei 250, viaggerà dritto verso gli AO.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, Bellimbusto ha scritto:

Niente Pune? Peggio per loro, ecco cosa si perdono:

 

 

FB_IMG_1701872839972.jpg

saranno disperati.

comunque sembra che avessi ragione io....Jannik non difenderà il titolo 250 a Montpellier ma andrà a Marsiglia. Poi a Rotterdam.

Share this post


Link to post
Share on other sites

https://www.itftennis.com/en/news-and-media/articles/felici-and-phelps-named-junior-wheelchair-players-of-the-year-for-2023/

 

Si tratta di un giovane atleta di Bastia Umbra che si allena a Foligno (18 anni), finalista agli US Open junior del tennis in carrozzina.

Lotta da sempre con la spina bifida, ha la media dell'otto al Liceo Scientifico e dall'anno prossimo gareggerà nella categoria adulti, con la speranza di arrivare alle Paralimpiadi.

È anche il figlio di una mia amica.

  • Like 1
  • Upvote 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

In tema di TV, Sky nel 2024 avrà i diritti quasi su tutto: i 250, i 500, i 1000 e gli slam, con l'eccezione degli UsOpen (che potremo vedere su Supertennis). Sia Atp, sia Wta.

La piattaforma della Federazione perde così la copertura dei 250 e dei 500: vedremo quale eventuale accordo raggiungerà con Sky, perché l'alternativa si ridurrebbe alle differite ed ai Challenger.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 3/12/2023 Alle 19:44, altoforno ha scritto:

Agli Australian Open ci saranno diverse trappole per le teste di serie.

Sicuramente Nadal sarà il pericolo pubblico n. 1 ma anche Kyrgios non scherza, soprattutto in casa.

Mi rispondo da solo. Problema Kyrgios risolto. Non ci sarà agli Australian Open. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dopo Musetti che ha preso Barazzutti come super coach con Simone Tartarini e dopo Berrettini che mi sembra ancora in attesa di ufficializzare Enqvist al posto del licenziato (con tante belle parole) Santopadre, anche la giovane speranza Luca Nardi cambia coach e si affida all'ex doppista di Davis Galimberti. Avrà finalmente un team che lavori tutto su di lui. Spero che sia utile.

Edited by altoforno

Share this post


Link to post
Share on other sites

Farei un rapido riassunto critico di quello che i nostri hanno combinato nel corso del 2023, buttando un occhio anche a quanto potrebbe succedere l'anno prossimo.

Procediamo per gerarchia di classifica Atp, limitando al momento l'analisi ai pochi (5, come un anno fa, speravo di più onestamente) tra i primi 100.

 

n.4 - Sinner

Era partito dalla posizione numero 15, effetto del problematico finale del 2022. Ha accelerato in modo ininterrotto, addirittura con passo travolgente nell'ultimo trimestre. Durante il quale, oltre a portare a casa trofei, ha marcato un pazzesco 6-1 contro i primi tre del ranking. Impresa che ritengo la più clamorosa fra tutte, ma che mi sembra nessuno se la caghi fra gli analisti.

Finals e Davis gli hanno permesso di spaccare fra il grande pubblico, ma di questo me ne frega relativamente, se non per le ipotetiche azioni di disturbo che da sto fatto potrebbero derivare; confido nella sua riservatezza da maso chiuso. Di certo la sua considerazione all'estero era già di gran lunga superiore a quella ricevuta in Italia, ma si sa che noi su certe cose siamo speciali.

Sta già lavorando sodo per il 2024, in testa ha una cosa ben chiara: essere competitivo nelle competizioni più lunghe e dure. Non ci si improvvisa maratoneti se si è grandi mezzofondisti, il passaggio è graduale e pieno di sofferenza. Quel tanto ignorato 6-1 gli dice che può battere tutti, un anno fa non era così. Basterà?
Forse no, la maturazione atletica è ancora in divenire (altro che l'Infante, congelato da 3 anni in una shape che rivredremo uguale al nanogrammo per tre lustri ancora) e quindi potrebbe essere che si dovrà aspettare ancora. Ciò non toglie che l'attacco al secondo-terzo posto della classifica sarà sicuramente roba seria. 

 

n.27 - Musetti (già 23)

Ha perso qualche posizione, ma non è tanto l'aspetto numerico a definire la bruttezza di una stagione priva di acuti, ricca di cadute, e con qualche abbozzo di vitalità qua e là. Il fatto è che il Muso ha sostanzialmente buttato via 12 mesi, non ha marcato progressi laddove era più necessario, si è intestardito a operare in una comfort-zone che l'ha sempre portato a giocare lontano dalla linea di fondo e dal rimbalzo della palla: certo, da lì partono i colpi che fanno innamorare di lui i sognatori (mi stava scappando il termine pippaioli), tenendolo però accuratamente lontano dai week-end nei quali si decidono le vittorie dei tornei. Il fatto è che il gioco da tempo va in un'altra direzione, occorre il rischio, il coraggio di dare libero spazio all'istinto. Spero che Corrado Barazzutti, che affiancherà il babbo putativo Tartarini, lo convinca ad intraprendere questo processo. 

Mi aspetto un'estate importante: sul rosso (lascia stare il tour in Sudamerica, per carità) ed anche sull'erba, dove forse ha fatto registrare le note più incoraggianti del 2023.

 

n.44 - Arnaldi (già 134)

Solo il cileno Jarry, in stagione, ha fatto un balzo ancora più clamoroso del suo (da 152 a 19, con due trofei Atp all'attivo). Però il sanremese ha portato a casa una Davis, giocando match decisivi, e sta cosa pare abbia molta valenza. Non migliori così tanto, entrando in profondità tra i Top100, se non hai basi solide, colpi a posto, chiari piani di gioco, garra e mentalità vincente. Lui ha tutto, con qualità molto buona. Certo davanti ha gente che viaggia ancora più spedita, ma diamogli tempo! Ha giocato il primo main draw giusto quest'anno, e non mi sembra che si sia mai tirato indietro quando s'è trattato di mazzolare per bene Ruud o Norrie, giusto per citarne due. Ha una cultura del lavoro non lontana da quella di Jannik, magari non l'istintività di qualche suo colpo. Ma lo stesso Sinner ha confermato che TUTTO si può migliorare nel tennis con la volontà e l'applicazione: si può arrivare ai massimi traguardi giocando con i mezzi di Federer (e vorrei ben vedere) ma anche con quelli ben diversi di Lendl, o Ivanisevic o Guga Kuerten.

Farei un carosello attorno al mio isolato se vincesse un torneo, nel 2024.

 

46.Sonego (già 45)

Ecco, guarda, già sto fatto che abbia sostanzialmente ripetuto il piazzamento dell'anno precedente, mette il nervoso. A dispetto della tenacia che mostra in campo, è l'inconsistenza complessiva, il mulinare a vuoto, che lo fregano. Non ha un piano di gioco ben modulato per ciascun avversario, ne ha uno solo, buono per ogni stagione. Poi ha dei colpi da mettere a posto, risposta e rovescio, la qualità dei quali non mi sembra migliorata negli ultimi due anni. Che si aspetta?
Vabbè, stagione salvata dalle prestazioni in Davis, dove il coraggio serve più che in altre situazioni. Ma questo è uno che una collocazione fra il 25 ed il 30 dovrebbe portarla a casa di default, ma andrebbe guidato e consigliato bene: cosa che, e mi spiace dirlo perché il Gipo mi è molto simpatico, non accade.

Speranze per il 2024: 🛌.

 

92.Berrettini (già 16)

Ok ok, in questo caso il tonfo in classifica è figlio della gran sfiga. Ma le conseguenze restano e non sarà facile risalire, innanzitutto perché nei 250 e nei 500 dovrà partire dalle qualificazioni (a meno che non se ne giochino 2-3 nella stesa settimana o non ci siano defezioni a manetta). Poi perché per farlo dovrà giocare molto, e con un fisico del genere dovresti fare lancio del martello, non zampettare sui campi a dare randellate per ore ed ore. Ma questa é una mia opinione. Il futuro è tutto legato alla capacità di Enquist di capire prima di subito soprattutto le fragilità di Matteo, che le qualità le conoscono tutti.

Andrei cauto con le speranze, mi basterebbe vederlo portare a termine una stagione senza altri guai fisici, ma con una rinnovata presa di coscienza delle proprie possibilità. Avrà il mio tifo incondizionato.

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ottima analisi, eccellente direi.

Bravo!

Qualche considerazione qua e là...su Jannik noterei solo che il clamoroso 6-1 mi pare che sia tenuto abbastanza in considerazione dagli addetti ai lavori, tenendo conto che proprio oggi Santopadre, l'ex coach di Berrettini, lo ha definito virtuale n. 1...

Su Muso che dire di più? Forse solo che ha giocato talmente male nel 2023 senza perdere gran che in classifica che non mi meraviglierei affatto di vederlo presto di nuovo n. 15 al mondo. Basterebbe pensare solo al tennis e non a mille altre cose della vita. Abbastanza improbabile però, visto che a marzo/aprile diventerà papà e salterà quasi sicuramente o diversi tornei sulla terra rossa (superficie su cui di solito si esprime al meglio) oppure il Sunshine Double da 2000 punti complessivi Indian Wells - Miami...

Su Arnaldi aggiungo solo che il cileno Jarry in realtà era già stato ai vertici, poi dopo una squalifica per un pasticcio doping, è ripartito dal basso...mentre l'ascesa di Arnaldi è tutta una piacevole e pulita novità.

Sonego niente. È così e tocca tenerselo. Gran doppista di Davis, però...

Berrettini avrà anche il mio tifo incondizionato. Vorrei rivederlo dove il suo tennis può riportarlo.

 

Edited by altoforno

Share this post


Link to post
Share on other sites

Purtroppo invece una brutta notizia...Tathiana Garbin, la capitana di BJK Cup, è stata di nuovo ricoverata dopo l'operazione di qualche giorno fa. Solo ieri o l'altro ieri era stata dimessa dall'ospedale. Speriamo bene.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 6/12/2023 Alle 15:21, Bellimbusto ha scritto:

A quanto si sa, Berrettini non farà le qualificazioni dei 250, viaggerà dritto verso gli AO.

 

Pare che invece si sia iscritto alle qualificazioni del torneo 250 di Brisbane, lo stesso in cui Nadal ha ottenuto una wild card per il tabellone principale.

Penso che sia una scelta giusta da parte di Berretto...deve tornare a giocare, anche a costo di passare per le forche caudine delle qualificazioni.

Edited by altoforno

Share this post


Link to post
Share on other sites
10 minutes ago, altoforno said:

Pare che invece si sia iscritto alle qualificazioni del torneo 250 di Brisbane, lo stesso in cui Nadal ha ottenuto una wild card per il tabellone principale.

Penso che sia una scelta giusta da parte di Berretto...deve tornare a giocare, anche a costo di passare per le forche caudine delle qualificazioni.

Quindi Nadal non ha fatto valere il ranking protetto; peccato, la wild card poteva essere consegnata al Berretto.
Ma va bene così, rientro senza troppi strappi. Obiettivo, conquistare bei punti passando 2-3 turni agli AO.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ecco, niente Enqvist, ha problemi personali.
Il nuovo coach di Berrettini sarà lo spagnolo Francisco Roig. Seguì anche Nadal, dal 2005 al 2022.

 

image.png.db5d9992c704cb6d9b2ec52f18ce3b4b.png

Edited by Bellimbusto

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 ore fa, Bellimbusto ha scritto:

Ecco, niente Enqvist, ha problemi personali.
Il nuovo coach di Berrettini sarà lo spagnolo Francisco Roig. Seguì anche Nadal, dal 2005 al 2022.

 

image.png.db5d9992c704cb6d9b2ec52f18ce3b4b.png

È un periodo in cui qualche Slam lo ha vinto...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 6/12/2023 Alle 15:21, Bellimbusto ha scritto:

A quanto si sa, Berrettini non farà le qualificazioni dei 250, viaggerà dritto verso gli AO.

 

 

21 ore fa, altoforno ha scritto:

Pare che invece si sia iscritto alle qualificazioni del torneo 250 di Brisbane, lo stesso in cui Nadal ha ottenuto una wild card per il tabellone principale.

Penso che sia una scelta giusta da parte di Berretto...deve tornare a giocare, anche a costo di passare per le forche caudine delle qualificazioni.

Berretto farà anche le qualificazioni ad Auckland (salvo wild card).

Il meglio dell'Italia, escluso Sinner, sarà invece al torneo di Adelaide: Sonego, Arnaldi e Musetti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma più avanti - non dovesse migliorare più singolarmente - per il Sonego visto in Davis non si potrebbe pensare ad una carriera da grande doppista (trovandone uno che ben si affiati con lui) e così poter essere stabilmente nei primi posti della classifica Atp del Doppio?

Edited by chetestraceki

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use. This site uses cookies to enhance the users' browsing experience and collect infomation about the site utilization. We use both technical cookies and third party cookies. If you continue browsing the site you accept the use of cookies; otherwise you can just leave the site.