Jump to content
Lele81

Morto l'ex presidente Agarini

Recommended Posts

RIP PRESIDENTE. se quei politici che con il tar fecero comparire una ditta sicula che lamentava la non regolarità del progetto ternanello, avessero avuto a cuore Terni, saresti rimasto ancora con stadio nuovo, palazzetto ecc che ad oggi era da ristrutturare. Ti abbiamo voluto bene❤️

  • Thanks 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grande dispiacere.

 

Avete detto un po' di tutto, e risulta difficile aggiungere altro.

Non è stato il Presidente del mio avvicinamento allo stadio e al calcio rossoverde (avvenuto con la Ternana di Doto e Sciannimanico, e dei grandi campionati in C), ma è stato quello che più si è avvicinato all'impresa, facendoci vivere i bei campionati di B (anche se ho ancora la bile per il campionato farsa con Agostinelli, quando al girone d'andata stavamo secondi a 1 punto dall'Atalanta e al ritorno abbiamo smesso di giocare..).

C'è da dire che allora, al di là della questione Ternana, si respirava un po' nel complesso un aria particolare di rinnovamento a Terni, con tante questioni in ballo, che sembravano voler trasformare Terni in qualcosa di più di una città industriale (dal CMM alla città del cinema, l'espansione dell'Università, la città dello sport, ecc cc) e poi alla fine .... di tanta carne al fuoco non è rimasto nulla.

 

R.I.P.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Wayne ha scritto:

una persona che ha onorato la Ternana spendendo una marea di soldi

Quando una persona muore si pensa sempre al dolore dei parenti e degli amici e si evitano polemiche inutili, ma soffermarsi al fatto che spendendo una marea di soldi per la nostra Ternana è non dirla tutta…

Agarini, Riva e Falk, grazie alle decisioni del prof. Prodi Presidente dell’IRI, furono coloro che smembrarono l’AST poi consegnata ai tedeschi, … per non parlare della monnezza… 

riguardo all’ambito calcistico forse la storia offusca i ricordi…

la Ternana di Agarini e Lombardo era la Ternana dei piani triennali rifatti ogni anno, salvezze all’ultimo tuffo, retrocessione indecorosa di bari e come ciliegina l’inculata dell’ultima stagione!

A me dispiace per la sua morte, ma non ho motivo per dire grazie…

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Al di là di tutto eternamente riconoscente per avermi fatto vedere quelle che restano tuttora le più belle Ternane di sempre.

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, Magic 1 ha scritto:

Grande persona, ci ha fatto conoscere il calcio vero..e i veri dirigenti..BOREA.

Con lui abbiamo sfiorato palcoscenici importanti e vinto partite storiche… Fiorentina, Torino,Napoli,Sampdoria… e tante altre.

Rip..

RIP

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, Woodstock'73 ha scritto:

 

Agarini, Riva e Falk, grazie alle decisioni del prof. Prodi Presidente dell’IRI, furono coloro che smembrarono l’AST poi consegnata ai tedeschi, …

 

Vero, però non mi pare che le acciaierie sommerse di debiti in quegli anni avessero di fronte chissà quale avvenire.

E del resto, se guardiamo la fine che hanno fatto Taranto e Piombino, mi sa che la sorte meno peggiore è toccata a Terni. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, LoSballoContinua ha scritto:

Vero, però non mi pare che le acciaierie sommerse di debiti in quegli anni avessero di fronte chissà quale avvenire.

E del resto, se guardiamo la fine che hanno fatto Taranto e Piombino, mi sa che la sorte meno peggiore è toccata a Terni. 

...e per quanto riguarda la monnezza dovremmo ringraziare la politica locale, gente che negli anni successivi ha avuto il coraggio di lamentarsi di quegli inceneritori come se non fosse merito loro e ora è pure tornata al governo cittadino. come è già stato suggerito nei messaggi precedenti, in questa discussione è meglio concentrarsi sulla ternana e lasciare ad altre sezioni certe discussioni.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per carità, lungi da me voler far politica 😀

 

Cmq dopo aver visto Ternana anche in serie D (andai pure al derby con la Narnese sia al Liberati che al San Girolamo) ormai so vaccinato, non so certo quelli di Agarini gli anni peggiori, anche se, ripeto, quell'anno che smisero di giocare mi è andato di traverso.   

Share this post


Link to post
Share on other sites

Devo dire che, a livello di sentimenti personali, è stato per me il presidente più controverso

 

RIP

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io personalmente non gli ho mai perdonato il modo con il quale ha lasciato Terni e la Ternana, praticamente come un ladro, senza chiarire nulla né tramite una conferenza stampa né tramite un'intervista. Per il resto la sua gestione è stata l'ultima che ci ha fatti sognare e tra l'altro la sua ultima stagione  al timone delle fere, la famosa stagione di Riccardo Zampagna e della mancata promozione in A (2003/2004) ha rappresentato lo spartiacque sia per quanto riguarda il tifo che per quanto riguarda le presenze allo stadio in casa e in trasferta da lì in poi anche se tra alti e bassi c'è stato praticamente sempre il limbo 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per chi come me è nato negli anni 90 penso sia il primo presidente del quale si ha memoria, sicuramente tra tutti l'ultimo con il quale abbiamo potuto sognare qualcosa di più della solita salvezza stiracchiata in Serie B. RIP 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, BuFERA ha scritto:

...e per quanto riguarda la monnezza dovremmo ringraziare la politica locale, gente che negli anni successivi ha avuto il coraggio di lamentarsi di quegli inceneritori come se non fosse merito loro e ora è pure tornata al governo cittadino. come è già stato suggerito nei messaggi precedenti, in questa discussione è meglio concentrarsi sulla ternana e lasciare ad altre sezioni certe discussioni.

Per inciso, ma soprattutto per la

precisione, chi consegnò le chiavi della città in senso metaforico ad Agarini fu proprio Raffaelli che puntò su di lui a 360 gradi. Fu il perno del suo primo mandato, nello specifico.

Poi sono stato il primo a dire che di politica bisogna parlare soltanto nella sezione apposita, già agli albori del forum, estate 2002.

L’importante  è sapere ciò che si sta dicendo però.

  • Thanks 1
  • Upvote 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 ore fa, Magic 1 ha scritto:

Grande persona, ci ha fatto conoscere il calcio vero..e i veri dirigenti..BOREA.

Con lui abbiamo sfiorato palcoscenici importanti e vinto partite storiche… Fiorentina, Torino,Napoli,Sampdoria… e tante altre.

Rip..

Beh, oddio...ci sarebbe da discutere. 

Borea ha portato grandi giocatori e abbiamo fatto bene con lui, ma abbiamo fatto anche tanto male sotto la sua gestione. 

E col budget che aveva... 

Share this post


Link to post
Share on other sites
22 minuti fa, Odoacre Chierico ha scritto:

 

22 minuti fa, Odoacre Chierico ha scritto:

Per inciso, ma soprattutto per la

precisione, chi consegnò le chiavi della città in senso metaforico ad Agarini fu proprio Raffaelli che puntò su di lui a 360 gradi. Fu il perno del suo primo mandato, nello specifico.

Poi sono stato il primo a dire che di politica bisogna parlare soltanto nella sezione apposita, già agli albori del forum, estate 2002.

L’importante  è sapere ciò che si sta dicendo però.

L'inceneritore fu varato sotto la giunta Ciaurro. 

Poi è vero che la giunta Raffaelli lo consegnó ad Agarini. 

Stessa sorte per l'acciaieria. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Condoglianze alla famiglia e, ovviamente, dal punto di vista umano dispiace. 

Ma le beatificazioni post-mortem non mi piacciono.

Credo sia doveroso sottolineare che Agarini ci ha fatto divertire con la Ternana...e in alcune circostanze ci ha fatto anche disperare. 

Ma per la città, va detto che ha acuito e lasciato un sacco di gravi problemi, legati all'inceneritore, all'acciaieria, all'ambiente e alla salute di (purtroppo) tanti ternani. 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 ore fa, fregnobbuffo ha scritto:

RIP PRESIDENTE. se quei politici che con il tar fecero comparire una ditta sicula che lamentava la non regolarità del progetto ternanello, avessero avuto a cuore Terni, saresti rimasto ancora con stadio nuovo, palazzetto ecc che ad oggi era da ristrutturare. Ti abbiamo voluto bene❤️

Bella sottolineatura. Alcune di quelle MERDE adesso governano la città. 

 

Ps. Anche quelli che governavano allora erano MERDE, per par condicio

 

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, Woodstock'73 ha scritto:

Quando una persona muore si pensa sempre al dolore dei parenti e degli amici e si evitano polemiche inutili, ma soffermarsi al fatto che spendendo una marea di soldi per la nostra Ternana è non dirla tutta…

Agarini, Riva e Falk, grazie alle decisioni del prof. Prodi Presidente dell’IRI, furono coloro che smembrarono l’AST poi consegnata ai tedeschi, … per non parlare della monnezza… 

riguardo all’ambito calcistico forse la storia offusca i ricordi…

la Ternana di Agarini e Lombardo era la Ternana dei piani triennali rifatti ogni anno, salvezze all’ultimo tuffo, retrocessione indecorosa di bari e come ciliegina l’inculata dell’ultima stagione!

A me dispiace per la sua morte, ma non ho motivo per dire grazie…

 

Una chiarezza e limpidezza di pensiero invidiabile. Ottimo intervento!

Share this post


Link to post
Share on other sites
31 minuti fa, Lu Generale ha scritto:

Condoglianze alla famiglia e, ovviamente, dal punto di vista umano dispiace. 

Ma le beatificazioni post-mortem non mi piacciono.

Credo sia doveroso sottolineare che Agarini ci ha fatto divertire con la Ternana...e in alcune circostanze ci ha fatto anche disperare. 

Ma per la città, va detto che ha acuito e lasciato un sacco di gravi problemi, legati all'inceneritore, all'acciaieria, all'ambiente e alla salute di (purtroppo) tanti ternani. 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

In estrema sintesi, ho cominciato a seguire le fere a cavallo fra C2 e C1, all’alba della sua era. Mi sembra giusto ricordarlo per l’entuasmo che seppe portare, fingendo di dimenticare momenti molto meno edificanti o lasciti ancora fumanti sul nostro territorio. I momenti belli furono parecchio belli, il fatto che fossimo bardasci probabilmente aiuta a ricordarli particolarmente belli

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 ore fa, Magic 1 ha scritto:

Grande persona, ci ha fatto conoscere il calcio vero..e i veri dirigenti..BOREA.

Con lui abbiamo sfiorato palcoscenici importanti e vinto partite storiche… Fiorentina, Torino,Napoli,Sampdoria… e tante altre.

Rip..

r.i.p. Presidente Agarini

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
20 minuti fa, Dado ha scritto:

In estrema sintesi, ho cominciato a seguire le fere a cavallo fra C2 e C1, all’alba della sua era. Mi sembra giusto ricordarlo per l’entuasmo che seppe portare, fingendo di dimenticare momenti molto meno edificanti o lasciti ancora fumanti sul nostro territorio. I momenti belli furono parecchio belli, il fatto che fossimo bardasci probabilmente aiuta a ricordarli particolarmente belli

 

 

Agarini compro’ la Ternana quando eravamo già’ in C1, mi pare formalizzo’ il tutto a metà campionato, quando eravamo già lanciati insieme al Cosenza per la promozione 

  • Upvote 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Lo ricorderò sempre come il presidente della mia più grande delusione calcistica. Per il resto riposi pure in pace dopo aver, con la complicità di tanti politichetti e tirapiedi locali, inondato di merda l’aria della nostra città e contribuito a sotterrare tanta gente. 

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, chetestraceki ha scritto:

Agarini compro’ la Ternana quando eravamo già’ in C1, mi pare formalizzo’ il tutto a metà campionato, quando eravamo già lanciati insieme al Cosenza per la promozione 

Il suo interessamento alla Ternana era già avvenuto nell'estate del 1997 quando fece mettere lo sponsor sulle maglie con una cifra intorno ai 200 milioni delle vecchie lire

Edited by lupaster

Share this post


Link to post
Share on other sites
12 minuti fa, lupaster ha scritto:

Il suo interessamento alla Ternana era già avvenuto nell'estate del 1997 quando fece mettere lo sponsor sulle maglie con una cifra intorno ai 200 milioni delle vecchie lire

Non dimentichiamoci che lo staff tecnico della doppia trionfale cavalcata fino alla B di quegli anni però la dobbiamo ad Alberto Gianni. Da Carlo Osti (da anni con brillanti risultati in A, Bergamo oggi Genova sponda Doria) a Gigi Del Neri, oltre che tutti i componenti di quella società vincente e innamorata di Terni. Appena arrivato, inizio’ lo stuolo di raccomandati e portaborse, Gianni accantonato perché DOVEVA essere cosi. Al posto di Del Neri, arriva un Cuccureddu qualunque perché così  aveva deciso Moggi. Scelte degli allenatori per fare favori (Ne cito uno su tutti:Beretta l’incapace).
Per carità, venne poi anche un certo Borea, e tante altre belle cose. Ma anche negative, vedi Mangialardi e Capozucca e poi ogni anno chissà perché, ci sgonfiavamo sul più bello.
C’erano grossi interessi in ballo e la Ternana era uno strumento. Ha dato, facendo una società grande a ambiziosa, piena di consiglieri e finti amici, in un contesto comunque dove il calcio italiano era sovradimensionato, ma anche ricevuto. Ando’ via come un ladro, lasciandoci gli inceneritori in dote e tanti debiti nella Ternana Calcio.

Edited by chetestraceki

Share this post


Link to post
Share on other sites
22 minuti fa, chetestraceki ha scritto:

Non dimentichiamoci che lo staff tecnico della doppia trionfale cavalcata fino alla B di quegli anni però la dobbiamo ad Alberto Gianni. Da Carlo Osti (da anni con brillanti risultati in A, Bergamo oggi Genova sponda Doria) a Gigi Del Neri, oltre che tutti i componenti di quella società vincente e innamorata di Terni. Appena arrivato, inizio’ lo stuolo di raccomandati e portaborse, Gianni accantonato perché DOVEVA essere cosi. Al posto di Del Neri, arriva un Cuccureddu qualunque perché così  aveva deciso Moggi. Scelte degli allenatori per fare favori (Ne cito uno su tutti:Beretta l’incapace).
Per carità, venne poi anche un certo Borea, e tante altre belle cose. Ma anche negative, vedi Mangialardi e Capozucca e poi ogni anno chissà perché, ci sgonfiavamo sul più bello.
C’erano grossi interessi in ballo e la Ternana era uno strumento. Ha dato, facendo una società grande a ambiziosa, piena di consiglieri e finti amici, in un contesto comunque dove il calcio italiano era sovradimensionato, ma anche ricevuto. Ando’ via come un ladro, lasciandoci gli inceneritori in dote e tanti debiti nella Ternana Calcio.

Come nel 2001 che ce la prendemmo con Farina dopo Ternana - Torino invece di dire.
Ma in A ci volevamo veramente andare?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use. This site uses cookies to enhance the users' browsing experience and collect infomation about the site utilization. We use both technical cookies and third party cookies. If you continue browsing the site you accept the use of cookies; otherwise you can just leave the site.