Jump to content
Dvd

Per chi sente bisogno di parlare d'altro (Pochesci)

Recommended Posts

4 ore fa, Tomas Milian ha scritto:

Per lo stesso motivo per cui invitano ancora sgarbi in televisione.

Non per fare polemica, ma la differenza tra Sgarbi e Pochesci credo che sia sostanziale! 

😂😂😂😂

Share this post


Link to post
Share on other sites
37 minuti fa, Woodstock'73 ha scritto:

Non per fare polemica, ma la differenza tra Sgarbi e Pochesci credo che sia sostanziale! 

😂😂😂😂

Uno pretende di parlare di calcio e l'altro di tutto il resto? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, Woodstock'73 ha scritto:

Non per fare polemica, ma la differenza tra Sgarbi e Pochesci credo che sia sostanziale! 

😂😂😂😂


pochesci non strilla 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 25/8/2020 Alle 10:26, Woodstock'73 ha scritto:

Può essere anche un pensiero condivisibile, tra amici al bar, ma sei un professionista alle prime armi e che tipo di autorità hai per criticare la Rubentus e definire “un signor nessuno” Andrea Pirlo campione del mondo e vincitore di tre Coppe Campioni?

Tre? La terza gliel'hanno data perché ha perso due finali? 

Edited by adriatico

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 24/8/2020 Alle 22:16, Dado ha scritto:

Tre giornate, massimo. Entro la quarta ai trasformeranno in una succursale dei casalesi.

Non credo. Al primo pareggio interno con go' tutti pronti ad esaltare il vater. Tipo Ternana Empoli 1—1. La scusa del si entrava quaa palla reggerà tre quarti di girone d'andata. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 26/8/2020 Alle 03:22, CAPPUCCINO KID ha scritto:

Io non sono per pochesci anzi tutt'altro ma se queste parole le avesse dette qualcun'altro saremmo qui tutti ad applaudire.
 

Il merito è molto condivisibile infatti. Io però ricordo un altro che si trovò (molto) prematuramente su una panchina di B, avendo precedentemente allenato solo a livello condominiale, e fece più danni di una brutta grandinata.

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 ore fa, Grisou ha scritto:

Non credo. Al primo pareggio interno con go' tutti pronti ad esaltare il vater. Tipo Ternana Empoli 1—1. La scusa del si entrava quaa palla reggerà tre quarti di girone d'andata. 

A Terni: davanti al primo 1-1 con tanti sientrava ci saranno centinaia di casi di ritorno di frociaggine. A carpi invece sono molto educati: se il riformatore (ad esempio) dimenticasse di fare la preparazione lo sgamano.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 24/8/2020 Alle 11:14, Woodstock'73 ha scritto:

Da calcio totale:

"Anche alla Juve non esistono i progetti. Pensavo fosse avanti rispetto alle altre, ma secondo me quello che hanno fatto non ha nessun senso. Io avrei mandato via Sarri per prendere Guardiola o Zidane. 
Lo mandi via per prendere un signor nessuno? La carriera da calciatore e quella da allenatore sono cose diverse. Giudicare Sarri dopo un anno e dopo tutto quello che è successo significa che nemmeno la Juventus è una società che si può prendere come esempio. 
Se prendi un allenatore, lo decanti e poi lo abbandoni alla prima curva vuol dire che è un allenatore che non è mai stato accettato né dalla squadra, né dalla società. Non è stato accettato l’uomo, la persona, il suo modo di giocare. È stato sempre messo sotto tiro. Poi è chiaro che può essere criticato sui risultati, ma bisognava dargli tempo. 
Quando nelle società comandano i calciatori succede questo. Nella Juventus la differenza l’ha sempre fatta la società, non si può buttare al vento un progetto dopo un anno. L’allenatore è importante per i calciatori, ma per gli allenatori è importante la società. 
Quest’anno la Juventus è stata debole perché i calciatori sono stati più forti della società. Sono sicuro al 100% che in questo momento alla Juventus comandano i calciatori. 
Sono stati sbagliati i tempi, Pirlo doveva fare il suo percorso alla Juventus U23. 
Io attacco la Juventus società come la maggior parte dei tifosi attaccano Sarri. Sicuramente non ha fatto i risultati che ci si aspettava, ma non si può dire bravo a Cristiano Ronaldo quando si vincono i campionati e criticare Sarri quando si esce dalla Champions".

[Sandro Pochesci]


non ce sta niente da fa... 

Boh per me ha detto una cosa giustissima. Sulla carriera di Pirlo calciatore non c'è molto da discutere perché stiamo parlando di uno dei 3 centrocampisti più forti degli ultimi 20 anni (insieme a xavi ed Iniesta), il Pirlo allenatore invece è un'incognita grossa come una casa. Credo siano più giuste le parole di pochesci che quella della stampa lecchina che già lo chiamano maestro. Poi vabbè è chiaro che ognuno dovrebbe guardare all'orticello suo però il ragionamento fila.

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, granata100 ha scritto:

Boh per me ha detto una cosa giustissima. Sulla carriera di Pirlo calciatore non c'è molto da discutere perché stiamo parlando di uno dei 3 centrocampisti più forti degli ultimi 20 anni (insieme a xavi ed Iniesta), il Pirlo allenatore invece è un'incognita grossa come una casa. Credo siano più giuste le parole di pochesci che quella della stampa lecchina che già lo chiamano maestro. Poi vabbè è chiaro che ognuno dovrebbe guardare all'orticello suo però il ragionamento fila.

Se fossi Presidente sceglierei Pirlo senza esperienza che un portantino esaltato.

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, granata100 ha scritto:

Boh per me ha detto una cosa giustissima. Sulla carriera di Pirlo calciatore non c'è molto da discutere perché stiamo parlando di uno dei 3 centrocampisti più forti degli ultimi 20 anni (insieme a xavi ed Iniesta), il Pirlo allenatore invece è un'incognita grossa come una casa. Credo siano più giuste le parole di pochesci che quella della stampa lecchina che già lo chiamano maestro. Poi vabbè è chiaro che ognuno dovrebbe guardare all'orticello suo però il ragionamento fila.

ha detto una cosa giustissima? Se mi invitano ste cose le posso dire pure io, le può dire chiunque. Il problema è che non stiamo al bar. Inoltre esiste una sorta di regolamento non scritto dove un signor nessuno non dovrebbe permettersi di parlare di cose che non gli appartengono. Così come fece con la nazionale ed altre volte. Altrimenti mettiamo una telecamera sui bar e sa quante ne sentiamo ;) 

scritto con la massima educazione 

Chiedo all'utensile Palmiro se c'ha la scimmia come noi

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 minuti fa, Scoppea ha scritto:

ha detto una cosa giustissima? Se mi invitano ste cose le posso dire pure io, le può dire chiunque. Il problema è che non stiamo al bar. Inoltre esiste una sorta di regolamento non scritto dove un signor nessuno non dovrebbe permettersi di parlare di cose che non gli appartengono. Così come fece con la nazionale ed altre volte. Altrimenti mettiamo una telecamera sui bar e sa quante ne sentiamo ;) 

scritto con la massima educazione 

Chiedo all'utensile Palmiro se c'ha la scimmia come noi

Il Vater notoriamente è persona umile, modesta, mai sopra le righe. Collaborativo, riflessivo, accorto e prudente. Nei fatti e soprattutto nelle dichiarazioni. Un uomo che non sembrerebbe provenire dalla borgata romana ma dalle langhe sabaude.

Share this post


Link to post
Share on other sites

stante la situazione attuale ,attendo con impazienza le dichiarazioni del pocho più che il calciomercato della ternana

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il Vater dice cose anche sensate e condivisibili, non lontane dal senso comune del classico tifoso da bar, il fatto è che le dice per riscuotere consensi, accostando spesso questi ragionamenti a fattispecie e situazioni totalmente arbitrarie, cosi ottiene il risultato di far parlare di se’.
Se andiamo ad analizzare anche questa volta, qui parla di concetti condivisibili da chiunque sportivo del bar con senso logico: società che deve proteggere l’allenatore, puntare sui progetti nel medio lungo periodo, giocatori che comandano nello spogliatoio e mettono “in minoranza” l’allenatore con la società, doppiopesismo Ronaldo-Sarri, allenatori giovani che devono fare esperienza.

Tutto assolutamente condivisibile.

Solo che accosta detti concetti alla Juventus

1) Dire a una societa’ che vince da 9 anni consecutivi uno scudetto che non ha programmazione

2) Dire alla Juve cosa avrebbe dovuto fare, quando è altrettanto lampante che qualsiasi società di calcio del mondo, alla fine di un ciclo tanto lungo, si possa trovare in difficoltà o quanto meno in transizione 

3) Piegare la fattispecie alle proprie idee, in modo da riscuotere facili consensi. È evidente che la Juve ha preso Sarri per gestire un anno di transizione, con un mercato ridicolo e appoggiandosi ai “senatori” della squadra (vedi ritorno di Buffon). Poi, si puoi dire se sia opportuno o meno questo, ma non è che la Juve ha puntato su Sarri per una nuova idea di progetto, ma solo per gestire questa transizione (visto che nessun allenatore top sarebbe venuto, poi se va bene la società fa pur la fenomena). Dunque ridicolo dire che lo dovevi mandar via solo per un top (tra l’altro cita zidane, che veniva dal Real B, si contraddice pure da solo), perché Sarri stesso sapeva di esser li con quei presupposti (Senatori che hanno “peso” societario, transizione, rosa vecchia, necessità comunque di andar avanti inChampions, Cristiano Ronaldo etc.)

4) Quanto sopra vale anche per Pirlo, che sarà semplicemente un primus inter pares coi senatori (squadra di fatto gestita in modo condiviso), dunque la scelta della Juve ha una logica ben precisa da parte della società: costo bassissimo del mister, svecchiamento, transizione, se va bene hai fatto ancora la fenomena, altrimenti non ci hai rimesso nulla (tanto era un anno così). 
Quindi, nel caso del Vater anche un concetto giusto viene piegato ai suoi interessi e alla sua logica di pensiero dissonante, come a dire che ci vogliono allenatori esperti e che hanno fatto la gavetta (cioè gente come lui, che al massimo ha vinto un torneo di 1a categoria a Torbella invece di Pirlo, arrivando perfino a definirlo “un signor nessuno”, uno che ha vinto la Coppa del Mondo)!
Ma dai

Edited by chetestraceki

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se il pocux avesse detto 'ste cose allenando la borgata sotto casa non avrebbe certo fatto notizia. 

 

Il problema è che (senza alcun merito) il pelatone lo ha messo prima ad allenare una squadra di serie C, e poi incredibilmente una di B. Con i risultati che ben conosciamo. 

 

La colpa è sempre di Bandecchi, l'altro è solo un barelliere di borgata che se non trascinato a forza fuori dal suo mondo non se ne accorge nessuno. 

 

È l'antonio razzi del calcio. 

Grazie perdecchi

 

 

  • Upvote 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo me ci sono 2 tipi di squadre e rispettivi allenatori adatti.
Quando hai una squadra con parecchie prime donne e tanta gente esperta l'allenatore ha un ruolo differente, non meno importante, che in una squadra di giovani. Saper gestire i campioni è  tanto importante quanto creare buoni schemi.

Anche l'empatia e l'inserimento sociale nel club è una cosa importante, Sarri e la Juve è un'accoppiata che stride, come tante altre ce ne sono sempre state nel mondo del calcio, a tutti i livelli.

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 ore fa, chetestraceki ha scritto:

Il Vater dice cose anche sensate e condivisibili, non lontane dal senso comune del classico tifoso da bar, il fatto è che le dice per riscuotere consensi, accostando spesso questi ragionamenti a fattispecie e situazioni totalmente arbitrarie, cosi ottiene il risultato di far parlare di se’.
Se andiamo ad analizzare anche questa volta, qui parla di concetti condivisibili da chiunque sportivo del bar con senso logico: società che deve proteggere l’allenatore, puntare sui progetti nel medio lungo periodo, giocatori che comandano nello spogliatoio e mettono “in minoranza” l’allenatore con la società, doppiopesismo Ronaldo-Sarri, allenatori giovani che devono fare esperienza.

Tutto assolutamente condivisibile.

Solo che accosta detti concetti alla Juventus

1) Dire a una societa’ che vince da 9 anni consecutivi uno scudetto che non ha programmazione

2) Dire alla Juve cosa avrebbe dovuto fare, quando è altrettanto lampante che qualsiasi società di calcio del mondo, alla fine di un ciclo tanto lungo, si possa trovare in difficoltà o quanto meno in transizione 

3) Piegare la fattispecie alle proprie idee, in modo da riscuotere facili consensi. È evidente che la Juve ha preso Sarri per gestire un anno di transizione, con un mercato ridicolo e appoggiandosi ai “senatori” della squadra (vedi ritorno di Buffon). Poi, si puoi dire se sia opportuno o meno questo, ma non è che la Juve ha puntato su Sarri per una nuova idea di progetto, ma solo per gestire questa transizione (visto che nessun allenatore top sarebbe venuto, poi se va bene la società fa pur la fenomena). Dunque ridicolo dire che lo dovevi mandar via solo per un top (tra l’altro cita zidane, che veniva dal Real B, si contraddice pure da solo), perché Sarri stesso sapeva di esser li con quei presupposti (Senatori che hanno “peso” societario, transizione, rosa vecchia, necessità comunque di andar avanti inChampions, Cristiano Ronaldo etc.)

4) Quanto sopra vale anche per Pirlo, che sarà semplicemente un primus inter pares coi senatori (squadra di fatto gestita in modo condiviso), dunque la scelta della Juve ha una logica ben precisa da parte della società: costo bassissimo del mister, svecchiamento, transizione, se va bene hai fatto ancora la fenomena, altrimenti non ci hai rimesso nulla (tanto era un anno così). 
Quindi, nel caso del Vater anche un concetto giusto viene piegato ai suoi interessi e alla sua logica di pensiero dissonante, come a dire che ci vogliono allenatori esperti e che hanno fatto la gavetta (cioè gente come lui, che al massimo ha vinto un torneo di 1a categoria a Torbella invece di Pirlo, arrivando perfino a definirlo “un signor nessuno”, uno che ha vinto la Coppa del Mondo)!
Ma dai

Vabe è come quando disse che da noi Ibra avrebbe avuto difficoltà

Share this post


Link to post
Share on other sites
9 ore fa, chetestraceki ha scritto:

Il Vater dice cose anche sensate e condivisibili, non lontane dal senso comune del classico tifoso da bar, il fatto è che le dice per riscuotere consensi, accostando spesso questi ragionamenti a fattispecie e situazioni totalmente arbitrarie, cosi ottiene il risultato di far parlare di se’.
Se andiamo ad analizzare anche questa volta, qui parla di concetti condivisibili da chiunque sportivo del bar con senso logico: società che deve proteggere l’allenatore, puntare sui progetti nel medio lungo periodo, giocatori che comandano nello spogliatoio e mettono “in minoranza” l’allenatore con la società, doppiopesismo Ronaldo-Sarri, allenatori giovani che devono fare esperienza.

Tutto assolutamente condivisibile.

Solo che accosta detti concetti alla Juventus

1) Dire a una societa’ che vince da 9 anni consecutivi uno scudetto che non ha programmazione

2) Dire alla Juve cosa avrebbe dovuto fare, quando è altrettanto lampante che qualsiasi società di calcio del mondo, alla fine di un ciclo tanto lungo, si possa trovare in difficoltà o quanto meno in transizione 

3) Piegare la fattispecie alle proprie idee, in modo da riscuotere facili consensi. È evidente che la Juve ha preso Sarri per gestire un anno di transizione, con un mercato ridicolo e appoggiandosi ai “senatori” della squadra (vedi ritorno di Buffon). Poi, si puoi dire se sia opportuno o meno questo, ma non è che la Juve ha puntato su Sarri per una nuova idea di progetto, ma solo per gestire questa transizione (visto che nessun allenatore top sarebbe venuto, poi se va bene la società fa pur la fenomena). Dunque ridicolo dire che lo dovevi mandar via solo per un top (tra l’altro cita zidane, che veniva dal Real B, si contraddice pure da solo), perché Sarri stesso sapeva di esser li con quei presupposti (Senatori che hanno “peso” societario, transizione, rosa vecchia, necessità comunque di andar avanti inChampions, Cristiano Ronaldo etc.)

4) Quanto sopra vale anche per Pirlo, che sarà semplicemente un primus inter pares coi senatori (squadra di fatto gestita in modo condiviso), dunque la scelta della Juve ha una logica ben precisa da parte della società: costo bassissimo del mister, svecchiamento, transizione, se va bene hai fatto ancora la fenomena, altrimenti non ci hai rimesso nulla (tanto era un anno così). 
Quindi, nel caso del Vater anche un concetto giusto viene piegato ai suoi interessi e alla sua logica di pensiero dissonante, come a dire che ci vogliono allenatori esperti e che hanno fatto la gavetta (cioè gente come lui, che al massimo ha vinto un torneo di 1a categoria a Torbella invece di Pirlo, arrivando perfino a definirlo “un signor nessuno”, uno che ha vinto la Coppa del Mondo)!
Ma dai

Paro paro quello che avevo scritto!

il sig. Nessuno? La gavetta andatelo a dirlo al ragionere Sacchi, mai giocato, allenato squadre di categorie inferiori e ... arrivato al MILAN e lo ha portato sulla cima del mondo, allenata la nazionale Vicecampione del mondo... 

il sig. Sacchi ha mai rilasciato dichiarazioni come pochesci?

Share this post


Link to post
Share on other sites
10 minuti fa, Woodstock'73 ha scritto:

Paro paro quello che avevo scritto!

il sig. Nessuno? La gavetta andatelo a dirlo al ragionere Sacchi, mai giocato, allenato squadre di categorie inferiori e ... arrivato al MILAN e lo ha portato sulla cima del mondo, allenata la nazionale Vicecampione del mondo... 

il sig. Sacchi ha mai rilasciato dichiarazioni come pochesci?

Vuoi mettere l'inflessione emiliano-romagnola di Arrighe con la strascinata coatta da borgataro?! 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 24/8/2020 Alle 15:26, FURIOUS ha scritto:

Educazione fa rima con promozione. Tutto torna. 

Pure con retrocessione, e con Pochesci suona anche bene.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use. This site uses cookies to enhance the users' browsing experience and collect infomation about the site utilization. We use both technical cookies and third party cookies. If you continue browsing the site you accept the use of cookies; otherwise you can just leave the site.