Jump to content
C'emo credutu

Serie C girone B

Recommended Posts

1 ora fa, BuFERA ha scritto:

pensà che ora nel girone nostro la metà delle squadre ha una media spettatori sotto i 1.000

 

la gente de merda che gira intorno al calcio è riuscita ad ammazzà sto sport

Saltando da palo in frasca, e da ignorante, me chiedo: il famoso 12mo uomo in campo (il pubblico), che da sempre si ritiene abbia rappresentato un vantaggio per la squadra ospitante (il c.d. fattore campo), non se ne sta lentamente andando a puttane? Con gli stadi quasi sempre semivuoti, il vantaggio di giocare in casa da cosa deriverebbe ormai? Dal conoscere meglio le zolle del terreno o dal non aver faticato per viaggiare in trasferta? Beh, me sembra un po’ pochino... Fàteme capi’.

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 ore fa, Jean Paul van Gastel ha scritto:

Niente, rileggo i post 20 volte e tanto riesco a lasciacce errori, mlm 

Perdo ben di peggio nei miei, ti assicuro 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 15/11/2018 Alle 02:24, Jean Paul van Gastel ha scritto:

 il problema è che hai sempre sentito intorno a te una società a cui non fregava un cazzo de te e che anzi appena possibile te lo buttava in culo senza l'ausilio della vasellina.

esatto , l'avere una società che non punta a vincere ,ma nemmeno a ''fare bene" ......

che sai che ogni giocatore forte non te lo riscatta/non te glie rinnova il contratto.

ogni società ambiziosa de qualsiasi categoria dovrebbe tenesse quelli meglio e cambiare quelli che so' scarsi

ecco a Terni per 15 anni (tranne l'anno di Toscano) non si è fatto così, come fa a starci l'entusiamo?

Edited by Lu Trejo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Oggi Alfredo Pedullà sul Corriere dello Sport dedica ben due pagine intere alla Ternana, con interviste a Ranucci, De Canio e Tagliavento.

Definisce la Ternana una squadra di B che per caso gioca in serie C e che ammazzerà il campionato (parola più parola meno il discorso è questo).

De Canio aggiunge che lui non è scaramantico e che sa che il nostro è il gruppo più forte della serie C, anche se (bontà sua) dice che comunque non ci saranno passeggiate da fare in nessuna partita.

De Canio aggiunge che vorrebbe restare alla Ternana a vita.

 

P.S.: a parte le risapute "ottime entrature" dell'Unicusano con il Corriere dello Sport, direi che se De Canio non è scaramantico io devo scorticarmi gli zebedei per una settimana dopo queste due pagine.... Per quanto riguarda De Canio che vorrebbe restare alla Ternana a vita ho avuto un fortissimo sospetto sulla picchia... Certo DC c'ha una certa età ma hai visto mai...

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quello che scrivete è tutto giusto, ma il grande assente è il ricambio di generazione mancato. Se oggi i quarantenni sono schifati dal calcio, stanchi, disillusi e per mille altri motivi non vanno allo stadio, dovrebbero essere sostituiti dai più giovani che in teoria dovrebbero amare questi colori e immedesimarsi in quello che rappresentano indipendentemente dal parco giocatori, dalle ambizioni, dalla forza economica della società ecc, come abbiamo fatto noi una vita fa. Ecco, questo non succede più, da 15/20 anni e non solo da queste parti, sono cambiate le priorità, tranne qualche eccezione, perché fare i numeri a Bologna, Firenze, Genova, Bari è troppo facile, farli in provincia, in una piccola come la nostra, come li abbiamo fatti noi, è epocale. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
22 hours ago, Kiwi said:

Posso dire la mia da esterno? Vicenza bacino superiore. Terni passione, superiore. L'amore che avete voi a Terni per la vostra squadra, ha pochi eguali, in Italia.

Detto da esterno, lo ripeto.

Vero. Grazie.

Share this post


Link to post
Share on other sites
36 minutes ago, visidivi said:

Quello che scrivete è tutto giusto, ma il grande assente è il ricambio di generazione mancato. Se oggi i quarantenni sono schifati dal calcio, stanchi, disillusi e per mille altri motivi non vanno allo stadio, dovrebbero essere sostituiti dai più giovani che in teoria dovrebbero amare questi colori e immedesimarsi in quello che rappresentano indipendentemente dal parco giocatori, dalle ambizioni, dalla forza economica della società ecc, come abbiamo fatto noi una vita fa. Ecco, questo non succede più, da 15/20 anni e non solo da queste parti, sono cambiate le priorità, tranne qualche eccezione, perché fare i numeri a Bologna, Firenze, Genova, Bari è troppo facile, farli in provincia, in una piccola come la nostra, come li abbiamo fatti noi, è epocale. 

A mio avviso per invertire il trend e investire nel futuro una cosa da fare e' abbassare ulteriormente i prezzi di biglietti e abbonamenti per i piu' giovani. E dare piu' biglietti gratuiti per bambini e scolaresche. Lo spazio al Liberati non manca: al momento facciamo circa 4.000 spettatori in uno stadio da oltre 10.000.

Share this post


Link to post
Share on other sites

comunque tanto per dire...

 

la provincia di Vicenza fa 800mila abitanti, e poi sarebbe interessante sapere quanto costa l'abbonamento.

 

invece per restare nel centro Italia, Ascoli ha la metà degli abitanti di Terni ma una tradizione che li ha visti tante volte in serie A negli ultimi venti anni ed un seguito anche nell'alto Teramano e Maceratese 

Mi impressionano di più i sambenedettesi che hanno meno tradizione

 

Cesena ha un seguito in tutta la Romagna (1 milione di abitanti)

 

Pescara ha un'area urbana di 300mila abitanti e si è fatta discreti anni di serie A

 

da noi dopo il 2004 tantissima gente si è allontanata, anche chi veniva da anni di abbonamento.

I successivi quindici anni sono stati uno stillicidio - la promozione del 2012 ha portato un po' di entusiasmo, ma non più di tanto.

 

 

ci dimentichiamo poi che ormai veniamo da oltre vent'anni di calcio in TV, c'è una generazione, quasi due, che il calcio lo ha visto solo in televisione e quindi è orientata a preferire le grandi squadre e non viene per niente attirata dal calcio di provincia, magari in stadi vecchi che cascano a pezzi.

 

quando parlo con gli amici di mia moglie, che sono tutti di un paesino del meridione, quasi devo litigarci perché per loro il calcio è solo Juve/Milan/Inter.

Non hanno proprio la concezione della partita vista dalla curva, le trasferte in serie C, ecc...

 

Oggi per riportare gente allo stadio vanno fatte varie azioni:

squadra e società ambiziosa

progetto concreto per il nuovo stadio

costi scontatissimi per tutti

biglietterie abilitate in tutti i paesi della provincia e non solo.

possibilità di fare biglietti e abbonamenti on-line

un ternana store in centro con larga disponibilità di gadget vari, soprattutto per bambini e bambine

marketing mirato a creare appartenenza, ad esempio regalare a tutti i nuovi nati e nate un qualcosa di rossoverde, anche facendo un accordo con la ASL

e se ne possono pensare tante altre.

 

di queste forse solo la prima è realistica, le altre devono essere studiate anche e soprattutto con amministrazione comunale, imprenditoria, istituzioni tutte

  • Thanks 1
  • Upvote 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

vi dico la mia da persona che ha fatto al massimo due abbonamenti in vita sua e si è rotta del calcio in generale (figuriamoci adesso con quello che si è visto questa estate).

Questa città, di riffa o di raffa, si riesce anche oggi a mobilitarla dietro lo sport, e lo si è fatto da sempre, nei modi più svariati. Dalle centinaia di persone che passavano le serate estive a vedere squadrette di dilettanti a Cardeto, al Ceffas di pallamano, clt di calcio a 5, rugby, ferelle, tornei di calciotto etc. a vari livelli si è sempre creato un certo seguito, ed è evidente che il nome Ternana tiri sempre tanto (per dire, quando è arrivato il preci a giocare a Terni a vedere le partite - gratis - eravamo in 40, trasformate in ferelle la gente paga 6 euri e riempie il palazzetto).

E quindi per il futuro si può sperare che i numeri tornino a salire per quello che, se vogliamo, resta il "brand" (passatemi l'irriverenza) sportivo più forte in città. Chiaro che devi anche coinvolgere la gente, e sono d'accordo che devi mostrare dinamismo e capacità di coinvolgere varie fasce di pubblico (giovani, famiglie etc.)

 

Dopo un decennio passato come l'abbiamo passato, con campionati deludenti, derby non ne parliamo, zero sogni di gloria, comunicazione societaria passivo aggressiva, una certa disaffezione anche numerica è nelle cose.

Però quest'anno qualche presupposto per una ripartenza importante mi sembra offrirlo, rispetto al passato, anche per l'intelligenza mostrata dalla società nel fare totalmente dietro front su certe questioni "ideologiche" (vedi nome della squadra e stranieri), che non è una cosa scontata.  

Share this post


Link to post
Share on other sites
13 ore fa, Scoppea ha scritto:

Osservazione giusta e ti ringrazio. I link "aggiuntivi" sono per chi ancora ci chiede se viterbese ternana si giocherà nel 2018 o nel 2019. Cerchiamo di accontentare tutti. Web marketing non molto e neppure content marketing. Solo conformarsi alle modalità di scrittura che il web impone con tutte le sue sfaccettature.. 

Siete uno dei pochi siti che leggo con piacere a livello di contenuti.
Ma la lettura e la fruizione del sito potrebbero essere migliori senza le frasi a effetto nei link che pubblicate nei vari social e senza questi mezzucci da marketing un po' da accatto.

Non è affatto vero che il web impone questo tipo di modalità di "scrittura", mi dispiace.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Pres Ternana: "Rifiutiamo etichetta dei favoriti, si vince sul campo"

16.11.2018 11:20 di Dario Lo Cascio Twitter: @dario_locascio  articolo letto 32 volte
 
© foto di Federico Gaetano
Pres Ternana: "Rifiutiamo etichetta dei favoriti, si vince sul campo"
 

"Questo è un campionato particolare, devastante: se ti mettono l’etichetta devi diffidare, conta il campo. Abbiamo mille esempi in passato di club che hanno fatto testacoda pur avendo organici da urlo". La Ternana è la favorita secondo i più, ma il presidente Stefano Ranucci, intervenuto sulle colonne del Corriere dello Sport, getta acqua sul fuoco. "La Ternana è un gruppo che farebbe una discreta figura in B, ma che deve impegnarsi al massimo per vincere in C".

E su mister De Canio: "Feeling immediato. Eravamo a pezzi, nelle retrovie della serie B, quasi predestinati alla retrocessione. L’ho invitato a casa mia a Roma, ci siamo accomodati sul salotto di casa, avevo problemi fisici e non potevo muovermi. In due ore abbiamo trovato l’accordo, un colpo di fulmine. E ringrazio Andrea Carnevale, un amico vero indipendentemente dal calcio, che ha fatto da gancio".

 
 

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, doginho ha scritto:

Piedi per terra cazzo. Stiamo a metà Novembre.

quoto

piedi per terra

novembre è notoriamente piovoso e con la pioggia i rischi aumentano

 

Immagine correlata

Edited by Milton

Share this post


Link to post
Share on other sites
57 minuti fa, Milton ha scritto:

quoto

piedi per terra

novembre è notoriamente piovoso e con la pioggia i rischi aumentano

 

Immagine correlata

Natale. Il momento giusto per fare previsioni è quello.

Share this post


Link to post
Share on other sites
19 minuti fa, Kiwi ha scritto:

Natale. Il momento giusto per fare previsioni è quello.

giusto

è a natale che sapremo se ci meritiamo di stare in vetta

 

Risultati immagini per christmas tree fail gif

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, altoforno ha scritto:

e non abbiamo incontrato le più forti.

 

22 minuti fa, Kiwi ha scritto:

Natale. Il momento giusto per fare previsioni è quello.

 

secondo me se affronteremo le grosse compagini - quelle più forti - con il giusto spirito, a natale potremo stupire tutti

 

Risultati immagini per christmas tree fail gif

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 ore fa, The jellicle ha scritto:

comunque tanto per dire...

 

la provincia di Vicenza fa 800mila abitanti, e poi sarebbe interessante sapere quanto costa l'abbonamento.

 

invece per restare nel centro Italia, Ascoli ha la metà degli abitanti di Terni ma una tradizione che li ha visti tante volte in serie A negli ultimi venti anni ed un seguito anche nell'alto Teramano e Maceratese 

Mi impressionano di più i sambenedettesi che hanno meno tradizione

 

Cesena ha un seguito in tutta la Romagna (1 milione di abitanti)

 

Pescara ha un'area urbana di 300mila abitanti e si è fatta discreti anni di serie A

 

da noi dopo il 2004 tantissima gente si è allontanata, anche chi veniva da anni di abbonamento.

I successivi quindici anni sono stati uno stillicidio - la promozione del 2012 ha portato un po' di entusiasmo, ma non più di tanto.

 

 

ci dimentichiamo poi che ormai veniamo da oltre vent'anni di calcio in TV, c'è una generazione, quasi due, che il calcio lo ha visto solo in televisione e quindi è orientata a preferire le grandi squadre e non viene per niente attirata dal calcio di provincia, magari in stadi vecchi che cascano a pezzi.

 

quando parlo con gli amici di mia moglie, che sono tutti di un paesino del meridione, quasi devo litigarci perché per loro il calcio è solo Juve/Milan/Inter.

Non hanno proprio la concezione della partita vista dalla curva, le trasferte in serie C, ecc...

 

Oggi per riportare gente allo stadio vanno fatte varie azioni:

squadra e società ambiziosa

progetto concreto per il nuovo stadio

costi scontatissimi per tutti

biglietterie abilitate in tutti i paesi della provincia e non solo.

possibilità di fare biglietti e abbonamenti on-line

un ternana store in centro con larga disponibilità di gadget vari, soprattutto per bambini e bambine

marketing mirato a creare appartenenza, ad esempio regalare a tutti i nuovi nati e nate un qualcosa di rossoverde, anche facendo un accordo con la ASL

e se ne possono pensare tante altre.

 

di queste forse solo la prima è realistica, le altre devono essere studiate anche e soprattutto con amministrazione comunale, imprenditoria, istituzioni tutte

Questa e’ una analisi seria. Ascoli ha numeri importanti, ma anche una bella tradizione calcistica ed un territorio (del cazzo) su cui “allargarsi”. Negli anni ‘70 erano messi come noi (e infatti la forte rivalita’ nasce in quegli anni,ci giocavamo i campionati con loro), poi loro si sono stabilizzati tra A e B mentre noi affondavamo, perche’ avevano Rozzi che faceva calcio da quelle parti, giocavano mitropa cup e torneo angloitaliano, noi ci esaltavamo per un calcio nei coglioni al guardalinee di Bibbo contro il Monopoli. Ci credo crei appartenenza (in anni floridi inoltre, come erano gli ‘80, talmente floridi che riuscivamo a creare forte appartenenza solo grazie a calci nei coglioni al guardalinee o imprese epiche di un gruppo impareggiabile, figuriamoci se giochi in certi palcoscenici, poi gli ascolani al nostro cospetto sono sempre stati ridicoli, le trasferte ad Ascoli me le ricordo, poi, negli anni successivi e parlo con cognizione di causa).

Vicenza, gia’ detto, nemmeno a parlarne, via su. 800mila la provincia, una storia straordinaria, soldi che girano da quelle parti. Coppe Italia, coppe delle coppe, etc.

Cesena uno stadio che negli ‘80 era proprio un’altra cosa, realta’ solida di A/B, insomma, rappresenta la Romagna mica cazzi.

La vera favola, paragonabile alla nostra, e’ solo San Benedetto del Tronto. Buona B in anni belli come gli ‘80, mentre noi annaspavamo in c2, territorio limitato e esposto ai successi dei bianconeri ascolani rivali, eppure grande seguito ancora oggi. Probabilmente la citta’, non grande, si e’ compattata intorno ai colori della Samba come cimelio contro l’invasore ascolano.

 

interessante quanto affermi sui parenti del Sud, in confronto a quanto invece racconta Bufera sul calcio minore tedesco.

Cio’ dimostra, se ancora ce ne fosse bisogno, che lo sport e dunque il calcio, e’ cultura. 

In Germania, come in Inghilterra, si usa andare a vedere la partita della squadra locale come momento aggregativo, sempre. Ricordo di essere capitato a Dusseldorf di sabato sera, la citta’, con mia sorpresa, era colma di gente, tutti in strada coi vessilli del Fortuna, a bere birra e cantare, l’intera citta’, per una normale partita di campionato di B. 

Per non dire dello schifo delle nostre serie minori, insulti, urla, aggressioni, per una partita tra ragazzi. E’ questione di cultura, che non abbiamo.

Il calcio e’ solo Juve, Inter, Milan, visto in tv, per molti. Ma di che parliamo?

Forse non c’e’ offerta perche’ non c’e’ un certo tipo di domanda, e i risultai delle squadre di club o delle nazionali, oltre che il numero di spettatori, sta a dimostrarlo, confrontando Italia e Germania.

Edited by chetestraceki
  • Like 1
  • Thanks 1
  • Upvote 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 ore fa, altoforno ha scritto:

Oggi Alfredo Pedullà sul Corriere dello Sport dedica ben due pagine intere alla Ternana, con interviste a Ranucci, De Canio e Tagliavento.

Definisce la Ternana una squadra di B che per caso gioca in serie C e che ammazzerà il campionato (parola più parola meno il discorso è questo).

De Canio aggiunge che lui non è scaramantico e che sa che il nostro è il gruppo più forte della serie C, anche se (bontà sua) dice che comunque non ci saranno passeggiate da fare in nessuna partita.

De Canio aggiunge che vorrebbe restare alla Ternana a vita.

 

P.S.: a parte le risapute "ottime entrature" dell'Unicusano con il Corriere dello Sport, direi che se De Canio non è scaramantico io devo scorticarmi gli zebedei per una settimana dopo queste due pagine.... Per quanto riguarda De Canio che vorrebbe restare alla Ternana a vita ho avuto un fortissimo sospetto sulla picchia... Certo DC c'ha una certa età ma hai visto mai...

Al teatro tenda ancora se dovrebbero da da fa !

Share this post


Link to post
Share on other sites

Condivido l'invito a stare con i piedi per terra.

Però attenzione, è patetico pure far finta di non avere una squadra dai valori tecnici infinitamente superiori alle altre.

Quindi piedi per terra... Ma vedessero de vince sto campionato, sudando, soffrendo, bestemmiando... ma vedessero de vince.

Share this post


Link to post
Share on other sites
16 minuti fa, civitarossoverde ha scritto:

Condivido l'invito a stare con i piedi per terra.

Però attenzione, è patetico pure far finta di non avere una squadra dai valori tecnici infinitamente superiori alle altre.

Quindi piedi per terra... Ma vedessero de vince sto campionato, sudando, soffrendo, bestemmiando... ma vedessero de vince.

sudare, soffrire e bestemmiare lo devono fare tutti, pure la Juve...se no non vincerai mai un cazzo.

questo è chiaro.

io dico solo che, per il momento, hai dimostrato superiorità tecnica e tattica nei confronti di tutte le squadre che hai incontrato (Monza compreso), ad eccezione della partita nata male contro il Renate (ma lì eravamo ancora all'inizio del campionato e una battuta a vuoto ci può stare) e soprattutto della partita contro la Triestina.

Contro la Triestina hai dominato il primo tempo e sofferto il secondo.

Bisogna vedere se, come penso, si è trattato soprattutto di un calo fisico essendo noi indietro rispetto a loro nel ritmo-partita oppure se la nostra apparentemente netta superiorità tecnica diminuisce molto nei confronti delle squadre migliori.

Se così fosse, potremmo comunque vincere il campionato ma dovremmo metterci in testa che non sarà per niente facile.

Quindi sospendo il giudizio fino alla fine di dicembre.

Poi tutto sarà più chiaro. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
9 hours ago, altoforno said:

Oggi Alfredo Pedullà sul Corriere dello Sport dedica ben due pagine intere alla Ternana, con interviste a Ranucci, De Canio e Tagliavento.

Definisce la Ternana una squadra di B che per caso gioca in serie C e che ammazzerà il campionato (parola più parola meno il discorso è questo).

De Canio aggiunge che lui non è scaramantico e che sa che il nostro è il gruppo più forte della serie C, anche se (bontà sua) dice che comunque non ci saranno passeggiate da fare in nessuna partita.

De Canio aggiunge che vorrebbe restare alla Ternana a vita.

 

P.S.: a parte le risapute "ottime entrature" dell'Unicusano con il Corriere dello Sport, direi che se De Canio non è scaramantico io devo scorticarmi gli zebedei per una settimana dopo queste due pagine.... Per quanto riguarda De Canio che vorrebbe restare alla Ternana a vita ho avuto un fortissimo sospetto sulla picchia... Certo DC c'ha una certa età ma hai visto mai...

Al netto di tutto (sordi) e di quello che si può pensare sul valore di De Canio, trovo che sia bellissima come dichiarazione..

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
11 minuti fa, C'emo credutu ha scritto:

Al netto di tutto (sordi) e di quello che si può pensare sul valore di De Canio, trovo che sia bellissima come dichiarazione..

sarà stato conquistato da Bandux

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minutes ago, altoforno said:

sarà stato conquistato da Bandux

Si è così sul serio evidentemente. A conti fatti quest' anno non c'hanno messo solo le chiacchiere e credo sia giusto riconoscerlo senza iniziare la storia delle inversioni ad U. 

  • Thanks 1
  • Upvote 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, altoforno ha scritto:

sudare, soffrire e bestemmiare lo devono fare tutti, pure la Juve...se no non vincerai mai un cazzo.

questo è chiaro.

io dico solo che, per il momento, hai dimostrato superiorità tecnica e tattica nei confronti di tutte le squadre che hai incontrato (Monza compreso), ad eccezione della partita nata male contro il Renate (ma lì eravamo ancora all'inizio del campionato e una battuta a vuoto ci può stare) e soprattutto della partita contro la Triestina.

Contro la Triestina hai dominato il primo tempo e sofferto il secondo.

Bisogna vedere se, come penso, si è trattato soprattutto di un calo fisico essendo noi indietro rispetto a loro nel ritmo-partita oppure se la nostra apparentemente netta superiorità tecnica diminuisce molto nei confronti delle squadre migliori.

Se così fosse, potremmo comunque vincere il campionato ma dovremmo metterci in testa che non sarà per niente facile.

Quindi sospendo il giudizio fino alla fine di dicembre.

Poi tutto sarà più chiaro. 

Vabbè dai più che battuta a vuoto 

E stato solo la condizione fisica 

Se giocamo adesso li rulliamo 

E poi li c'era ancora brevi .

Poi hanno cambiato e sono andati giù a picco .

Brevi un minimo di calcio lo sapeva .

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, Robertino ha scritto:

Vabbè dai più che battuta a vuoto 

E stato solo la condizione fisica 

Se giocamo adesso li rulliamo 

E poi li c'era ancora brevi .

Poi hanno cambiato e sono andati giù a picco .

Brevi un minimo di calcio lo sapeva .

non è stata (solo) condizione fisica, è stata una partita completamente sbagliata da De Canio che, infatti, non ha più riproposto quello scempio.

ma ormai è passata, ne parlavo solo perché è un fatto successo ed è giusto ricordarselo perché anche se tutto va a gonfie vele è un attimo sbattere il muso anche contro il Renate...

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, altoforno ha scritto:

non è stata (solo) condizione fisica, è stata una partita completamente sbagliata da De Canio che, infatti, non ha più riproposto quello scempio.

ma ormai è passata, ne parlavo solo perché è un fatto successo ed è giusto ricordarselo perché anche se tutto va a gonfie vele è un attimo sbattere il muso anche contro il Renate...

Si si questo è vero .

Se non rimaniamo umili .

Già a Imola veniamo a casa con do pere .

Share this post


Link to post
Share on other sites
Adesso, Robertino ha scritto:

Si si questo è vero .

Se non rimaniamo umili .

Già a Imola veniamo a casa con do pere .

l'Imolese è forte e scorbutica, bisogna stare molto concentrati.

  • Upvote 1
  • Downvote 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 minuti fa, altoforno ha scritto:

l'Imolese è forte e scorbutica, bisogna stare molto concentrati.

a me la partita di domenica preoccupa molto di piu di Feralpi o Pordenone....non so perchè

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use. This site uses cookies to enhance the users' browsing experience and collect infomation about the site utilization. We use both technical cookies and third party cookies. If you continue browsing the site you accept the use of cookies; otherwise you can just leave the site.